Jolly killer

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Slaughter high
Anno: 1986
Genere: horror (colore)
Note: Aka "April Fool's day".
Numero commenti presenti: 15
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

“Dagli autori di VENERDI’ 13”, recita una scritta sulla locandina. E cos'altro potevano produrre questi signori se non un clone della serie di Jason Voorhees (la cui maschera da hockey viene tra l'altro sfruttata da uno dei giovani per impaurire una coetanea)? E così ecco un novello Fantasma dell'Opera, sfigurato dagli acidi fuoriusciti in laboratorio per colpa di un pessimo scherzo dei compagni, invitare i suoi carnefici a una festa nel vecchio college teatro della malefatta per eliminarli uno a uno. Ma quanti ne hanno prodotti in America di horror simili? Ci sono i soliti teenagers in fregola, il luogo abbandonato dove il Jolly Killer (chiamato dai titolisti così in omaggio alla...Leggi tutto sua maschera da giullare che in parte ricorda il collega omicida di TERROR TRAIN, film a cui JOLLY KILLER deve molto) semina il panico incontrastato e - naturalmente - il pezzo forte: gli omicidi “creativi”; abbiamo qui un nero crocifisso, un ragazzo che beve birra e gli esplodono le budella, un altro che riceve un’accettata in pieno volto, una che viene corrosa dagli acidi in vasca da bagno, una coppia in amore che muore fulminata dal letto collegato alla corrente, una siringata nell'occhio e ancora qualche assassinio meno inusuale. I ragazzi recitano come possono, seguendo un copione insulso che li vede scambiarsi le solite battute ridendo per nulla. E dire che ci si sono messi in tre a dirigere SLAUGHTER HIGH. Evidentemente né Dugdale, né Ezra, né Litten erano in gran vena e si limitano a filmare estenuanti inseguimenti tra i corridoi della scuola mostrando di tanto in tanto l'ombra minacciosa del jolly. Finale a sorpresa, ma ormai....
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Dusso 11/03/07 10:25 - 1533 commenti

I gusti di Dusso

Film molto povero che però dimostra buona inventiva negli omicidi. Insomma: non è da buttare e c'è di peggio, tra gli slasher anni 80. L'attore Simon Scuddamore (che interpreta il ruolo di Marty, il terminate le riprese.

Undying 27/04/07 18:44 - 3841 commenti

I gusti di Undying

Interessante variazione del body-count alla Friday 13th, con lo scherzo (mal finito) sine qua non del conseguente massacro di adolescenti, colpevoli di spassarsela tra donne e birra (morale: attenzione al contenuto di certe lattine!). Il malefico e istrionico Jolly ha parecchia inventiva nel compiere la sua ferale opera di vendetta (giustificata) e il primordiale istinto sadico dello spettatore ne trae enorme giovamento: a scapito della storia, ma questa è un'altra faccenda. Canzonatorio e beffardo, quando non mordace!

Cotola 3/12/07 02:35 - 7449 commenti

I gusti di Cotola

Chi sarà mai il terribile assassino che si diverte ad ammazzare gli ex collegiali riunitisi nella scuola ormai disabitata per una rimpatriata tra amici? Il vecchio custode di coloro o forse qualche professore per vendicarsi dello scarso rendimento dei ragazzi? Slasher movie dalla sceneggiatura davvero imbarazzante la cui soluzione appare chiara già dopo 20 minuti anche allo spettatore più sprovveduto. Per giunta la recitazione è risibile. L'unica cosa che si salva è qualche omicidio ben congegnato. Per il resto lasciate perdere.

Herrkinski 14/05/08 16:29 - 5023 commenti

I gusti di Herrkinski

Tipico Slasher-Con-Liceali degli anni '80. Dagli autori di Venerdì 13, un film che presenta tutti i classici stilemi del genere (la vendetta, gli adolescenti crudeli e promiscui, il killer mascherato, ecc.). Niente di nuovo quindi, però possiede una buona ambientazione (gli spettrali corridoi di una scuola abbandonata) e un sense of humour superiore alla media, oltre ad alcune interessanti varianti sui metodi di eliminazione dei giovinastri da parte del killer. Musiche strampalate.

Belfagor 5/07/09 17:36 - 2621 commenti

I gusti di Belfagor

Sceneggiatura imbarazzante, attori ridicoli, morti improbabili, sangue finto a fiotti e inseguimenti interminabili? Ah, certo, è un vecchio slasher anni '80. Peccato che questo non faccia per niente paura e si tradisca nel primo quarto d'ora. Qualche omicidio è interessante, come quello del letto elettrificato, ma il resto è improponibile. Per giunta, in una scena compare un microfono!

Mdmaster 25/03/11 12:11 - 802 commenti

I gusti di Mdmaster

Tutti i pregi e i difetti degli slasher eighties ci arrivano intatti in questo bel filmetto truculento. Il killer nerd con la maschera da jolly è inquietante al punto giusto ma non c'è molto altro di positivo da sottolineare. Cast decente, qualche uccisione originale, effettacci non proprio infami e via discorrendo. Sicuramente ci potevano risparmiare qualche nudità in eccesso (quella maschile poi...) e il ricorrere al trucco più basso della storia per il finale. Consigliato per gli appassionati del genere, astenersi gli altri.
MEMORABILE: L'orgasmo più elettrificato della storia; una lattina di acido che sbudella colui che l'ha bevuta, neanche fosse esplosiva.

Digital 30/01/12 11:16 - 1116 commenti

I gusti di Digital

Sottostimato slasher ottantiano che, tolto l'inizio da commedia giovanilistica, riesce a regalare qualche moderato slancio splatter, condito da un humour nero nient’affatto disprezzabile. Il finale cattivello è un ulteriore freccia all'arco di un film che non rimarrà di certo negli annali del cinema horror ma che gli appassionati del trash e dei brividi visioneranno con piacere. Cast da dimenticare, se si eccettua la splendida Caroline Munro. Mediocre, ma con un suo perché: two balls.

Taxius 29/03/15 17:00 - 1643 commenti

I gusti di Taxius

Tipico slasher anni 80 in cui un gruppo di studenti viene fatto a pezzi dal solito matto. Molto fantasiose e ben realizzate sono le varie morti dei ragazzi, così come gli effetti splatter. Pure la location non è male, anche se siamo nel classico edificio abbandonato. La recitazione purtroppo è pessima, ma non si poteva pretendere di più da un film con questo budget. Il punto più debole però è proprio il Jolly, in quanto si sa già dai primi minuti chi è l'assassino facendo perdere così molta suspense al film.

Daidae 11/05/16 12:11 - 2727 commenti

I gusti di Daidae

Molti bassi e pochissimi alti per questo ennesimo slasher all'americana. Dopo neppure mezz'ora sai già chi è l'assassino e il "colpo di scena" finale è ridicolo. Non lo considero scarso solo per il fatto che alcune scene sono davvero originali e divertenti (la birra acida) e per una volta la scena di Bava degli amanti trafitti non è copiata spudoratamente ma solo citata e resa più originale. Attori orrendi, la Munro è l'unica che salvo. Divertentissimo il motivetto che accompagna il film.
MEMORABILE: La birra; La vasca d'acido.

Rufus68 28/12/17 22:43 - 3049 commenti

I gusti di Rufus68

Sgasatissimo slasher con uno dei cattivi più rassicuranti di sempre. L'intro, con le motivazioni della vendetta, è a livello Porky's; il resto, fra dialoghi da trivio e assurdità assortite (in pieno massacro una trova il tempo di farsi un bagno, una coppia di copulare) fila via a pari livello. Gli ammazzamenti si susseguono con regolarità impiegatizia sin all'ultimo, interminabile e goffo, riservato alla bona del gruppo. Svolta finale da sbadiglio. Per i cultori dei luoghi comuni: c'è la solita auto che non parte quando dovrebbe.

Anthonyvm 10/04/18 22:07 - 1774 commenti

I gusti di Anthonyvm

Uno degli slasher post-Venerdì 13 ai quali sono più affezionato. Il plot è ridotto all'osso, se non addirittura infarcito di svolte insensate e ridicole (quando mai due persone, consapevoli della presenza di un serial killer nei dintorni, si isolerebbero per fare sesso? Quando mai una ragazza nella stessa situazione si isolerebbe per farsi un bagno?), ma fa parte del gioco: è un massacro senza logica perpetrato da un omicida mascherato (e la maschera non è affatto male). C'è sangue, ci sono nudi: il resto quasi non conta. Colpo di scena finale.
MEMORABILE: L'incidente in cui Marty il nerd rimane sfigurato; La morte del ragazzo che ingerisce birra corrosiva; La ragazza sciolta nell'acido; Il finale.

Metakosmos 27/07/18 13:38 - 201 commenti

I gusti di Metakosmos

Slasher anni 80 che più anni 80 non si può. Le situazioni sono prevedibili e irrealistiche, la regia è blanda e la recitazione irritante (si salvano giusto la Munro e Scuddamore) senza contare il ridicolo accento finto-americano di attori palesemente british. Ci sono però diversi piccoli elementi che nel loro essere rudimentali e scalcinati alzano il tono del film rispetto alla media del genere, come gli omicidi surreali ma feroci e divertenti o il colpo di scena finale, il quale funziona se si prende il film per il giusto verso, divertentissimo.
MEMORABILE: Lo spudorato colpo di scena finale.

Pesten 1/01/19 10:22 - 632 commenti

I gusti di Pesten

Sono usciti quintali di film così, eppure questo prodotto a metà degli anni 80 riesce a emergere dalla marea di fratelli gemelli grazie a un qualcosa di non ben definito che ancora oggi, a tanti anni di distanza, lo rende una piacevole visione. La storia di rivincita scolastica è clamorosamente classica, ma tutta la parte "search and destroy" è dotata della giusta ironia, della giusta atmosfera (grazie anche alla location) e di un interessante metodologia per fare fuori le prede. Chi ama un certo tipo di film ne vorrebbe un treno, come questo.
MEMORABILE: Il bullismo che diventa tentativo di omicidio; La trombata mentre qualcuno sta uccidendo gli amici nella stanza vicino.

Gestarsh99 24/06/19 16:46 - 1314 commenti

I gusti di Gestarsh99

Se si parla di sgangherataggine demenziale, Randall non si smentisce mai: il suo fallibile sguardo produttivo va a posarsi su un tardo-slasher comico/scolastico dato in commissione a tre (non uno, tre!) semi-carnèadi dalle idee latitanti. Ritmo cinematografico nullo per un horroretto girato senza la minima inventiva incolonnando un'uccisione via l'altra del tutto improvvisatamente e in cui il succedersi di reazioni e controreazioni ha la stessa credibilità di una banconota cinese da 6 euro... La circostanza galeotta è ancora una volta il primo d'aprile, qui però il pesce puzza già dalla testa.
MEMORABILE: Il nerdone infilato a testa in giù nella tazza del cesso...

Fedeerra 23/11/19 05:18 - 404 commenti

I gusti di Fedeerra

Uno slasher ambientato durante il primo di aprile (pesce d’aprile per l’appunto) e non stupisce affatto che come impianto narrativo sia stato scelto quello dell’ironia. Non mancano però violenza, sangue e il classico bullismo teen, con scene di morte (una più disparata dell’altra) davvero ben congegnate (una ricorda vagamente Phenomena di Dario Argento). E’ un film che non vuole prendersi sul serio, abbraccia il trash becero ma tiene incollato lo spettatore alla sedia fino alla fine. Gustoso.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Undying • 25/02/09 18:37
    Scrivano - 7634 interventi
    Uscito nelle sale americane il 14 novembre 1986 Jolly Killer fu realizzato con titolo di lavorazione April fool's day.

    Questo titolo fu giocoforza abbandonato poiché il 28 marzo 1986 venne anticipato dal modico slasher diretto da Fred Walton e uscito, con certo tempismo, come April fool's day (da noi è circolato come Pesce d'Aprile).
  • Homevideo Buiomega71 • 1/02/13 15:40
    Pianificazione e progetti - 21745 interventi
    In dvd da Pulp Video, dal 05/03/2013

    http://www.kultvideo.com/DVD/DVD.aspx/aid16665aid-DVD-Jolly-Killer-05-03-?__lang=it-IT
  • Homevideo Herrkinski • 2/02/13 18:14
    Scrivano - 2291 interventi
    Grande!! Era ora! Ho sempre avuto un debole per questo filmetto ottantiano ;-)
  • Homevideo Schramm • 2/02/13 18:28
    Risorse umane - 6703 interventi
    sarà integrale?
  • Homevideo Herrkinski • 2/02/13 21:20
    Scrivano - 2291 interventi
    Caspita, me lo auguro, non vedo motivo di tagli di sorta.. Persino la vecchia VHS italiana era integrale. Poi è probabile che abbiano preso il master del DVD americano, che era integrale, anche se è solo una supposizione..
  • Homevideo Buiomega71 • 3/02/13 02:02
    Pianificazione e progetti - 21745 interventi
    Herrkinski ebbe a dire:
    Caspita, me lo auguro, non vedo motivo di tagli di sorta.. Persino la vecchia VHS italiana era integrale. Poi è probabile che abbiano preso il master del DVD americano, che era integrale, anche se è solo una supposizione..

    Confermo l'integralità della vhs Domovideo/Vestron
  • Homevideo Pumpkh75 • 3/02/13 13:32
    Addetto riparazione hardware - 388 interventi
    Il master Americano è integrale, ma la resa visiva è appena sufficiente.
    Meglio dovrebbe essere quello della Arrow UK, speriamo prendano questo.....

    Il rischio è il master della VHS italiana...
  • Discussione Daidae • 21/06/19 02:44
    Contratto a progetto - 864 interventi
    Al minuto 30 un omaggio a Venerdì 13.

    Ultima modifica: 21/06/19 08:19 da Zender
  • Discussione Ciavazzaro • 21/06/19 03:02
    Vice capo scrivano - 5596 interventi
    Non fosse per un finale irritante, veramente un buon slasher.

    La prima parte fa respirare l'aria dello slasher ironico post 1985 (sottogenere dello slasher che non amo moltissimo, preferisco quello cupo e crudo) fatto però bene, la seconda parte invece diventa slasher vecchia scuola, senza ironia ma solo terrore.
    E poi c'è la divina Munro, peccato però per quel finalino irritante.
  • Discussione Herrkinski • 24/06/19 18:39
    Scrivano - 2291 interventi
    Ciavazzaro ebbe a dire:
    Non fosse per un finale irritante, veramente un buon slasher.

    La prima parte fa respirare l'aria dello slasher ironico post 1985 (sottogenere dello slasher che non amo moltissimo, preferisco quello cupo e crudo) fatto però bene, la seconda parte invece diventa slasher vecchia scuola, senza ironia ma solo terrore.
    E poi c'è la divina Munro, peccato però per quel finalino irritante.

    Senza spoilerare, il finale purtroppo era un classico del periodo e ci sono vari esempi nell'horror; qui è perlomeno risolto con un certo stile. Inoltre dà senso alle molte scene che altrimenti parrebbero assurde o troppo improbabili.
    Il film è uno dei miei slasher preferiti; rivisto l'altra sera in un recente blu-ray americano e mi ha divertito come sempre. C'è ovviamente molta ironia, non si prende troppo sul serio e ha quello stile tongue-in-cheek che può piacere o meno ma che qui per me funziona, a partire dal curioso tema della ost. Gli omicidi sono fantasiosi e lo splatter non delude, così come i protagonisti che risultano memorabili e ben caratterizzati, per quanto stereotipati. La location della scuola abbandonata (in realtà un ex-manicomio) rende bene e il ritmo è alto. Il fatto che il misconosciuto protagonista si sia suicidato poco dopo le riprese del film ammanta il tutto di un'aura particolarmente macabra. Bella la ost di Manfredini che si dice riciclata da Venerdì 13 ma a me non pare, anche se sicuramente ne imita lo stile (specialmente quello del quinto capitolo della serie).
    Tra le altre cose ho sempre trovato molto strano che ci fossero dei nudi frontali del protagonista (nella scena dello scherzo), sicuramente una cosa anomala non solo per l'epoca.
    Rivendendolo tra l'altro mi è parso che alcune sequenze splatter siano state accorciate nella versione nostrana, ma dovrei fare un confronto.