Il castello errante di Howl

Media utenti
Titolo originale: Hauru no ugoku shiro
Anno: 2004
Genere: animazione (colore)
Cast: (animazione)
Numero commenti presenti: 20

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/12/07 DAL BENEMERITO COTOLA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Cotola 17/12/07 01:16 - 7741 commenti

I gusti di Cotola

Ancora una volta il maestro nipponico Miyazaki ci regala l'ennesima esperienza visiva straordinaria. Un film delizioso, coinvolgente e toccante, dominato da una fantasia sublime e straordinaria che regala allo spettatore, cosa sempre più rara nel cinema di oggi, tantissime emozioni. Da un punto di vista narrativo un po' meno riuscito del precedente La città incantata. Resta comunque un film esaltante che gli amanti del cinema di questo genere non dovrebbero lasciarsi scappare ed apprezzeranno sicuramente.

Capannelle 27/05/08 13:10 - 3801 commenti

I gusti di Capannelle

Lo stile di Miyazaki c'è tutto: ricchezza visiva, personaggi toccanti, musiche coinvolgenti. L'ambientazione e i costumi riprendono molto dell'Europa di inizio secolo anche se, come la storia narrata, rimangono fantastici. La trama propone spunti classici come l'amore verso il bello tormentato o il confronto tra bene e male, ma è raccontata con accenti di gran classe (basti pensare alla ragazza-nonnina) e note divertenti (il castello semovente, il cane..). Forse un po' troppo insistita la parte sulla guerra e il finale.

Flazich 1/07/08 18:33 - 658 commenti

I gusti di Flazich

Miyazaki riesce a stupire ancora una volta con questo ennesimo capolavoro di animazione. La struttura delle macchine fantasiose, che accompagnano tutta la sua produzione, arrivano a toccare livelli inimmaginabili. Il castello da oggetto inanimato così si impossessa di una sua amima e vive. La trama è avvincente e originale e non si cade mai nel banale. Godibilissimo in tutti i sensi.

Pigro 31/07/08 09:14 - 8219 commenti

I gusti di Pigro

Bambina trasformata in vecchietta entra a lavorare in un fatato castello semovente. Miyazaki torna con un altro film straordinario dopo La città incantata, di cui si sentono gli echi (in alcune immagini e personaggi). Ancora una volta una storia lirica, epica e drammatica, che emoziona, commuove e rapisce, un’esperienza del bello (e del buono), in cui la fantasia sfrenata riesce a portarci in volo vertiginoso sulla violenza cieca o ad accarezzare delicatamente la bellezza della semplicità e dell’umanità. Imperdibile.

Deepred89 23/10/08 16:09 - 3341 commenti

I gusti di Deepred89

Tecnicamente siamo probabilmente di fronte al miglior Miyazaki, che ci offre alcune degli scenari più belli della storia del cinema d'animazione, riuscendo a cambinare perfettamente disegni animati di tipo tradizionale con vari effetti digitali. Grandiosi i primi 10 minuti, ma che segue però non è propriamente all'altezza: la storia si fa inutilmente macchinosa e a tratti leggermente confusa e l'attenzione inevitabilmente cala. Si tratta comunque di un film riuscitissimo.

Gugly 30/12/08 09:18 - 1022 commenti

I gusti di Gugly

Film d'animazione pieno di colori, musiche e riflessioni non banali (quelle sulla vecchiaia, ad esempio) e tuttavia un po' prolisso e macchinoso nello svolgimento e nella catarsi finale. Resta tuttavia un'opera consigliata per la fusione perfetta tra disegni, fondali e animazioni elettroniche (una su tutte il castello). Debole il monito contro la guerra.
MEMORABILE: Il castello errante; Rapa.

Belfagor 8/09/09 22:08 - 2632 commenti

I gusti di Belfagor

Un capolavoro dell'animazione degli ultimi anni. Miyazaki crea un universo parallelo brulicante di trovate visive e lancia lo spettatore in un'avventura quanto mai fantastica ed immaginaria, tuttavia ricca di messaggi attuali e concreti. Ben delineati i personaggi, con una nota di merito per la protagonista e per il timoroso Calsifer.

Daniela 14/09/09 21:45 - 9957 commenti

I gusti di Daniela

Pur appena inferiore al capolavoro La città incantata, un film di animazione eccelso per costruzione barocca, potenza visionaria, capacità di creare un universo parallelo popolato di oggetti magici (stupenda creazione il castello semovente) e da personaggi bizzarri e sfaccettati, in cui i confini fra bene e male spesso si confondono. L'unico limite ravvisabile è - paradossalmente - quello derivante ad un eccesso di eventi e caratteri, una ricchezza che talvolta appesantisce la storia. Meravigliose le musiche di Joe Hisaishi, come sempre nelle opere di Miyazaki.

Cif 13/09/09 23:22 - 272 commenti

I gusti di Cif

Miyazaki ha un indubbio talento, una capacità di creare un mondo tutto suo, immaginario e fantastico che non assomiglia a nessun altro genere od opera. In questo mondo ci sono magie, maledizioni, luoghi e città non collocabili in alcuna epoca precisa. Si affronta il tema della guerra, visto attraverso gli occhi puri di bambini (perché questo sono tutti i personaggi) chiamati essi stessi ad esserne parte, come carnefici e vittime. Un film dolce e leggero, che trasmette belle sensazioni, come un'opera d'arte che si lascia ammirare. 3 pallini 1/2.
MEMORABILE: Lo spaventapasseri saltellante, ed il castello errante, o ancora tutti gli aeroplani. L'opera presenta echi del Piccolo Principe di Saint Exupery.

Renato 26/10/09 11:28 - 1645 commenti

I gusti di Renato

Bel film senza dubbio, anche questo con lampi di fantasia intelligente che colpiscono tanto il cuore quanto il cervello. La storia a tratti non è chiarissima, almeno ad una prima visione, e questo fatto impedisce -in parte- di "entrare" completamente nel film. Ma nel complesso rimane un'opera affascinante, bella da vedere e di grande respiro.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Galbo 23/11/09 07:06 - 11541 commenti

I gusti di Galbo

Difficile per uno spettatore non restare conquistati dal mondo magico di un grande artista come Hayao Miyazaki. Il castello errante di Howl è l'ennesimo capolavoro del maestro: perfezione tecnica (rigorosamente artigianale), fatta di colori (alcune immagini sono semplicemente perfette) e forme unita a contenuti ancora una volta orientati su un messaggio ecologista ed antibellico. Bellissima la colonna sonora. Grande cinema.

Puppigallo 29/12/09 18:04 - 4563 commenti

I gusti di Puppigallo

Appagante, sia dal punto di vista visivo, che del contenuto questo prodotto d'animazione di livello superiore alla media. La fantasia non manca di certo e i personaggi sono ben costruiti, ognuno con la propria personalità. Una nota di merito va al demone fuoco, che fa muovere il castello e che intavola botta e risposta piuttosto gustosi con la vecchietta, vittima di un incantesimo. Belle le varie realtà che vive il castello. Purtroppo, verso la fine, tende a perdersi, piazzando sempre meno colpi a effetto, mai scivolando nel banale, ma facendo qualche passo indietro. Comunque, notevole.
MEMORABILE: La prima camminata in aria della protagonista; La vecchia strega alle prese con la scalinata; Il mago in versione rapace.

Redeyes 8/02/10 17:19 - 2227 commenti

I gusti di Redeyes

Bello, non c'è che dire, ma in tutta onestà non è il migliore né il più riuscito del maestro. Al solito sono forti i reprimenda verso un mondo di guerra, invidie e violenza. Deliziosi al solito i tratti, forti di colori accesi e realistici. Qualche analogia fra Howl e il "Dio del fiume" de La città incantata. Ripeto, non il migliore del maestro, ma bellissimo al solito.

Rebis 28/07/10 13:20 - 2099 commenti

I gusti di Rebis

Come il castello semovente è un impossibile e tracimante assemblato di tecnologia e alchimia, moderno e arcaico, così il film di Miyazaki è un caleidoscopio di sincretismo immaginifico, dove tutte le spiegazione son taciute e ognuno sarà libero di intendervi il significato che vuole (l'iniziazione all'amore; il travaglio della conoscenza - Sofia - verso la palingenesi) o lasciarsi semplicemente traghettare dalla impetuosa chimera. Il rischio è che meraviglia e prodigio sopravanzino l'emozione pura. Per l'autore un capo di sperimentazione tecnica dove dare sfogo all'impulso creativo. Steampunk.

Mickes2 4/03/13 19:25 - 1668 commenti

I gusti di Mickes2

L’amore come dolce ricordo d’infanzia rimasto nella mente, giorni mesi anni, fino al ricongiungimento, al sorgere di un Domani in cui si combatte una guerra spogliati da ogni coscienza, privati dell’anima per sostenere la violenza, il dolore e la fatica di una battaglia portata avanti ambiguamente in bilico tra bene e male. Tecnicamente eccellente; nel castello errante la visionarietà poetica del maestro trova il maggio sfogo, pagando però lo scotto di un intreccio appesantito dall’enorme mole di particolari, punti di vista, allegorie.

Almicione 4/10/13 19:28 - 765 commenti

I gusti di Almicione

A tre anni dal bellissimo La città incantata Miyazaki sforna un'altra lodevole pellicola: le animazioni dello Studio Ghibli sono spettacolari (come sempre) e la caratterizzazione dei personaggi è senza dubbio mirabile (adoro Rapa), anche se la figura di Howl non mi ha esaltato. Tra i difetti voglio sottolineare l'ardito miscuglio fra stile novecentesco, magia ed elementi steampunk e la trama, che diviene farraginosa nonostante un grande inizio. Ancora, la durata è eccessiva e il finale leggermente deludente. Comunque, film notevole.

Emil 18/03/18 09:37 - 22 commenti

I gusti di Emil

Howl è un personaggio inconsueto per gli standard maschili del regista, nonché elemento di maggiore interesse del film. Sophie se la cava bene in forma di vecchietta, un po' meno come ragazzina. Il resto del cast è godibile ma mai troppo simpatico. Sublime a livello visivo, ma lo stesso non si può dire della trama, che mescola tante tematiche senza un adeguato approfondimento. Alcuni passaggi risultano un tantino frettolosi (l'innamoramento tra i protagonisti) e il finale riserva un colpo di scena fin troppo forzato.
MEMORABILE: Le trasformazioni di Howl.

Magi94 28/12/17 23:11 - 735 commenti

I gusti di Magi94

Miyazaki si getta a capofitto in un'opera che è l'estasi della sua estetica pervasa di poesia, componendo tavole ricche di particolari e giochi cromatici studiati per stupire. La trama che parla di streghe, maghi e una guerra totale fa il resto e la meraviglia per ogni singolo fotogramma è assicurata. Purtroppo la sceneggiatura si rivela abbastanza confusa e il finale con un lieto fine più totale dove tutti sono buoni risulta un po' forzato, ma questo nulla toglie al valore del film, che al di là della storia è una fiaba colma di meraviglia.

Xamini 14/04/20 00:58 - 1042 commenti

I gusti di Xamini

Una delle opere più complesse di Miyazaki, oltreché un'epifania visiva non da poco. Un'opera che riflette sull'apparenza e sulla sostanza, spingendosi sino alla scissione di quasi tutti i bellissimi personaggi, a partire dai protagonisti; simbolismi, metafore (il castello è come il suo proprietario, in decadenza, eppure mosso da un istrionico cuore di fuoco), visioni, la bellezza dei paesaggi anche interiori, il calore dell'accoglienza in luogo del conflitto, senza dimenticare una riflessione sulla guerra, evento senza senso e senza nome.
MEMORABILE: Il meraviglioso castello; la scena della scalinata; l'abbraccio per il cuore

Noodles 25/01/21 22:50 - 1032 commenti

I gusti di Noodles

Miyazaki si conferma regista che di film d'animazione se ne intende e sforna uno splendido lavoro, godibilissimo per la sua intera (e non breve) durata e che rapisce dai primi fotogrammi. A livello tecnico siamo a livelli altissimi, animazione e sfondi sono splendidi. La storia coinvolge e avvince, seppur con qualche lato poco comprensibile e qualche passaggio di scena troppo veloce. Ma tant'è, siamo nel mondo della magia e tutto dev'essere accettato. E di magia è permeato tutto questo bellissimo film, che strizza l'occhio più al mondo degli adulti. Da vedere, merita.

Hayao Miyazaki HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Gugly • 29/12/09 19:54
    Segretario - 4667 interventi
    Visto ieri sera dalle 23.45 alla 1.30, no dico alla 1.30!!!!!!! E meno male che sono in ferie, ma è possibile?????????

    E non stiamo parlando di temi scabrosi...o forse sì, vero che la vecchiaia e la condanna della guerra sono oramai temi tabù.
  • Discussione Galbo • 30/12/09 05:56
    Consigliere massimo - 3814 interventi
    Questa è purtroppo la politica della televisione italiana; peccato perchè il film è molto bello e avrebbe meritato un pubblico più ampio, per fortuna esistono i videoregistratori e i dvd !!
  • Homevideo Gestarsh99 • 15/07/12 21:58
    Scrivano - 15823 interventi
    Disponibile in edizione Blu-Ray Disc dal 26/09/2012 per Lucky Red/Medusa Video: