Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO INSERITO IL GIORNO 2/10/14 DAL BENEMERITO BRAINIAC POI DAVINOTTATO IL GIORNO 11/03/15
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Brainiac 2/10/14 18:29 - 1083 commenti

I gusti di Brainiac

I Guardiani ballano l'Hooga-chaka come nei 70's. Actioneggiano in modalità Anni Ottanta (navicelle che reclutano marmocchi tipo in Giochi spaziali) ma tengono la testa bella conficcata nei Novanta (Jame's got a Gunn, come cantavano gli Aerosmith, ma la "pistola" del regista esplode citazioni cult che pare d'essere in Le iene). Avventura tout-court, cinema che riconcilia. Farete pace con un tot di cose, in sala: il 3d, Vin Diesel, gli animali parlanti in cgi. Farete pace con vostro figlio dodicenne, o alle brutte-brutte, col vostro Io-dodicenne.
MEMORABILE: Lo spaventoso villain di Lee Pace s'imbelletta da infame-perso.

124c 27/10/14 16:13 - 2834 commenti

I gusti di 124c

Una volta l'universo cosmico Marvel poteva contare su Silver Surfer, l'araldo di Galactus, Capitan Marvel (quello vero) e Warlock; oggi, invece, sterza sui bounty killers Guardiani della Galassia che non sono altro che dei Vendicatori dello spazio. La trama del film è divertente e se i personaggi principali sono tridimensionali a peccare, come al solito, sono i cattivi, tutti silenziosi alla Malekith di Thor. Più che una risposta Marvel a Guerre Stellari mi è sembrato molto un film alla Serenity di Joss Whedon, con un Benicio del Toro un po' sprecato.
MEMORABILE: Le musiche anni '70 e '80 del walkman di Starlord e le "marchette" di John C. Reilly e Glenn Close.

Belfagor 1/11/14 11:16 - 2658 commenti

I gusti di Belfagor

Nel mare magnum ormai asfittico e autoreferenziale di film Marvel, questa armata Brancaleone galattica è un piacevole cambiamento. Dello sgangherato gruppo di protagonisti i migliori sono il procione e l'energumeno non troppo avvezzo alle metafore. Gli effetti speciali estremamente ambiziosi e le tante citazioni più o meno nascoste rendono il film appassionante nonostante la durata di ben due ore. La pecca principale: nonostante il cast nutrito, alcuni contributi non vanno oltre la marchetta (vedi Del Toro e la Close).
MEMORABILE: La miniera ricavata dal cranio di un titano spaziale.

Puppigallo 25/10/14 00:47 - 4905 commenti

I gusti di Puppigallo

Nel complesso non è male quest'innocua Marvelata, grazie soprattutto all'albero, al procione e all'energumeno pelato, multitatuato e assetato di vendetta. La storia non è niente di che, ma serve da pretesto per far esibire lo scalcinato gruppo di pseudo eroi. Due ore sembrano comunque un po' eccessive per una tale pellicola, ma l'azione, alcune trovate e gli effetti visivi riescono in parte a mascherare il minutaggio. Come impianto (colori, alieni e eccessi) può ricordare Il quinto elemento, ma risulta meno pesante e ha dalla sua il fatto che si ispiri a un fumetto ai limiti dellla parodia.
MEMORABILE: L'enorme testa di titano nello spazio utilizzata come miniera; Le richieste del procione (gamba e occhio finto); La rete protettiva di astronavi.

Galbo 3/11/14 07:11 - 11902 commenti

I gusti di Galbo

Il vecchio caro cinema d'avventura torna prepotentemente alla ribalta con questo film di James Gunn che strizza l'occhio più ad Indiana Jones che a Star Wars. La Marvel si distacca (finalmente?) da supereroi leggermente inflazionati e dedica un film ad una ciurma di avventurieri senza tempo, casualmente a bordo di navicelle spaziali. Il film è ben sceneggiato e cura adeguatamente la caratterizzazione dei personaggi, scegliendo benissimo Chris Pratt come protagonista ed altrettanto bene la colonna sonora vintage che spiazza ma intriga.

Fabbiu 28/10/14 02:42 - 2052 commenti

I gusti di Fabbiu

Da foto e trailer temevo il peggio; in realtà non è affatto un film di supereroi o perlomeno non appartenente ai soliti eroi Marvel. E' pregno di riferimenti a icone '70-'80-'90 e soprattutto dotato di una verve ironica frizzante che regala trovate deliziose e battute geniali. I simpatici personaggi sono caratterizzati in maniera incredibile (persino l'albero). È fantascienza che echeggia Star wars in molteplici momenti (specie negli scontri stellari) e che mostra una sceneggiatura intelligente (dello stesso Gunn). Ne è passato di tempo da Tromeo & Juliet...

Bruce 4/11/14 10:24 - 1007 commenti

I gusti di Bruce

Simpatica commedia della Marvel, palesemente ispirata a Guerre stellari, nella quale la fantascienza si accompagna al divertimento, alla musica e al gusto della citazione. Sono tutti personaggi nuovi e dunque è naturale l'iniziale senso di smarrimento, ma col passare dei minuti il film prende quota. Ci sono fantasia e ironia, i dialoghi sono buoni, i protagonisti azzeccati. Si può vedere con i ragazzi senza annoiarsi. Colonna sonora originalissima che riscopre belle canzoni degli anni settanta oggi poco conosciute.

Viccrowley 9/11/14 23:46 - 811 commenti

I gusti di Viccrowley

Dura al giorno d'oggi districarsi tra la pletora di Marvel movies proposti, alcuni validi, molti altri quasi mere marchette. Fortunatamente il film di Gunn fa parte del primo gruppo e costruisce un'impalcatura galattica di tutto rispetto abitata da characters ingegnosi e per nulla scontati. Battaglie, schermaglie e sentimento quindi, ma anche molta ironia suffragata e cullata da strepitose sonorità vintage. Cattivi non all'altezza dei Guardiani e trama un poco frammentaria, ma divertimento di classe garantito.

Bizzu 4/12/14 14:28 - 210 commenti

I gusti di Bizzu

Affascinato dalle molteplici recensioni positive mi sono sorbito le due ore di questa interminabile puntata di Dragon Ball con innesti di pseudo comicità da film Pixar. Sembra quasi siano bastate una manciata di canzoni anni '80 a donare a questo mediocre action da ragazzi una parvenza di film-culto. I buoni sentimenti nel finale sono d'obbligo.

Didda23 27/12/14 12:57 - 2357 commenti

I gusti di Didda23

L'inatteso successo commerciale (questi supereroi sono abbastanza sconosciuti al grande pubblico) è dovuto soprattutto alla capacità di Gunn di fondere gli elementi più significativi della fantascienza degli ultimi quarant'anni con il gusto estetico di oggi. Il risultato finale è un piacevole "miscuglio" di action e commedia brillante con punte ironiche notevoli, elevate da una colonna sonora particolarissima e originale per il genere (la selezione dei brani è notevole). Si perdonano qualche banalità e antagonisti ben poco carismatici.
MEMORABILE: "Io sono Groot".

James Gunn HA DIRETTO ANCHE...

Yamagong 6/07/15 23:29 - 274 commenti

I gusti di Yamagong

Miglior fumettone filmico mai realizzato? Il nuovo apice della fantascienza? Ma per piacere... l'opera di Gunn è un film Marvel tutto d'un pezzo, con ogni "boiata" al suo posto. E allora perché perdere del tempo per guardarla? Perché qua e là ci sono davvero dei bei colpi di genio e forse, con qualche compromesso in meno e un respiro narrativo più ampio, avremmo davvero "rischiato" di ritrovarci tra le mani una delle più clamorose sorprese cinematografiche del 2014. Spassose e ben dosate le interpretazioni sopra le righe dei cinque comprimari.
MEMORABILE: I protagonisti (dei reietti, una volta tanto), su tutti Rocket e Groot; La movimentata evasione; Lo scontro finale con Ronan.

Piero68 7/07/15 11:24 - 2881 commenti

I gusti di Piero68

Dall'inesauribile universo Marvel l'ennesimo gruppo (questa volta poco super-eroico) di personaggi destinato a salvare poveri innocenti. Effetti speciali a parte, il film non mi ha per niente convinto a causa di una sceneggiatura confusa e confusionaria, oltre che banalotta e zeppa di citazioni. I personaggi, caricati anche di una sorta di lato ironico potevano, anzi dovevano, funzionare meglio. Invece vengono sfruttati su un'unica direttrice che lascia loro pochi spazi e fa pagare pegno a un cast che tutto sommato è anche discreto.

Zutnas 15/11/15 11:52 - 85 commenti

I gusti di Zutnas

Ottima realizzazione e grande impatto visivo, con scene e ambientazioni davvero ben fatte. I pregi però si fermano qui: la trama non brilla per originalità, la colonna sonora anni '70 (pur bella) sembra ingombrante e l'atmosfera troppo frivola toglie suspense e credibilità alla vicenda e ai personaggi. Non che la credibilità sia l'obiettivo quando metti in scena un procione cacciatore di taglie e un albero picchiatore, però un po' di cattiveria in più avrebbe reso la pellicola adatta anche a un pubblico adulto.

Capannelle 19/11/15 00:37 - 4067 commenti

I gusti di Capannelle

Baracconata divertente e ben realizzata, vuoi per la cornice visiva vuoi per alcuni personaggi ben caratterizzati, procione parlante su tutti. Un coloratissimo mix che tiene, insomma, e che sa giocarsi le sue carte al tavolo della parodia e del sound azzeccato. Una menzione anche per l'albero monofrase, meno ciarliero e assai più simpatico di quelli del Signore degli anelli.

Modo 20/04/16 00:50 - 898 commenti

I gusti di Modo

Simpatica "marvelata" che dopo i super-eroi porta sullo schermo una piccola ciurma compasta da diverse razze tra cui un procione geneticamente modificato e un riuscito albero umanoide Groot. Storia semplice dal ritmo incalzante con stupefacenti effetti speciali. Originale l'oggetto di culto del protagonista, un bel vecchio walkman che scandisce i vari momenti del film. Puro divertimento senza troppe pretese, ma indiscutibilmente ben realizzato.

Jena 7/05/16 18:22 - 1388 commenti

I gusti di Jena

Non mi è sembrato quel capolavoro di cui si dice. Al contrario è un coloratissimo e animato caledoiscopio, probabilmente fedele al fumetto (che non ho mai letto). Non è che ci sia una soverchia originalità (l'universo variopinto ricordano molto gli Star Wars, il resto i Riddick) a parte il procione parlante armato di bazooka e Groth, il simil Ent dal cuore d'oro. Il clima scanzonato e poco serioso lo rende un divertente giro di giostra, assolutamente fine a se stesso, forse più adatto però agli under 14...

Rambo90 23/04/17 22:58 - 7137 commenti

I gusti di Rambo90

Divertente e caciarone, lontano dai soliti film supereroistici Marvel, con una vena di follia in più che si riscontra in un umorismo spesso contagioso. La trama non è nulla di originale, ma i dialoghi veloci e i personaggi carismatici tengono in piedi lo spettacolo, tra ottimi effetti speciali e una colonna sonora azzeccatissima. Bene Pratt, ma ancora meglio Bautista e la Saldana. Un po' lungo nella seconda parte, ma riuscito.

Redeyes 26/04/17 14:52 - 2297 commenti

I gusti di Redeyes

Gunn ci spara come proiettili impazziti in questo nuovo universo Marvel che si prende decisamente meno sul serio e lo fa con un manipolo di sfigati intergalattici. Nel bailamme di nuovi eroi il meno incisivo è il quasi umano Quill, messo in ombra da Rocket, che mi ricorda Sir Didymus, e dal suo fido Groot, versione "migliorata" degli Ent. Questa pellicola pare un'estensione/plagio dell'universo di Star Wars, ma ha comunque dalla sua un cast simpatico e una sceneggiatura dinamica e bagnata di quella cialtronaggine che non dispiace.

Ira72 3/05/17 09:52 - 1199 commenti

I gusti di Ira72

Mi discosterò dalla media dei giudizi, in quanto ho preferito di gran lunga i Marvel più tradizionali, i grandi classici per intenderci. Questi guardiani della galassia mi sembrano più ammiccare a un pubblico teen, sia per i personaggi stessi, quasi caricaturizzati, che per i dialoghi, piuttosto banali. Nulla da dire sugli effetti speciali e sulla colonna sonora vintage che fa da contrasto con tutto il resto. Pratt incarna perfettamente il tipico ragazzone americano. Forse più spazio a Del Toro avrebbe giovato.

Ryo 27/05/17 02:08 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Sempre ignorato il fumetto Marvel, i personaggi li trovo poco interessanti (se escludo il procione Rocket). Le trame ambientate nello spazio difficilmente mi catturano, specialmente quando dominano una trama frivola come quella dei Guardiani della galassia e missioni impostate troppo alla leggera, tutto a discapito della credibilità. Favolosa la scelta della colonna sonora vintage invece, ottimi gli effetti speciali. Gradevole il ruolo di Micheal Rooker nel ruolo di Youndu.

Bradley Cooper HA RECITATO ANCHE IN...

Daniela 24/11/17 11:34 - 11628 commenti

I gusti di Daniela

Un terrestre scavezzacollo, una donna verde, un forzuto tatuato incapace di comprendere le metafore, un procione che parla troppo ed un tronco d'albero che invece pronuncia solo la stessa battuta (il personaggio più creativo, a cui in originale presta la voce Diesel): sono i futuri guardiani della galassia che hanno il pregio di non prendersi troppo sul serio, a differenza di quanto avviene nei più recenti capitoli della saga di Star War. La carta vincente di Gunn è accoppiare l'immaginario adolescenziale con una colonna sonora vintage che sorprende e cattura: il mix intrattiene piacevolmente.
MEMORABILE: Chris Pratt in spolverino nero va alla ricerca del tesoro ascoltando una audiocassetta e danzando sulle note di "Come And Get Your Love"

B. Legnani 6/01/18 23:48 - 5228 commenti

I gusti di B. Legnani

Parodia delle parodie, con copiature e citazioni a bizzeffe che non riescono a riscattare una vicenda confusionaria quanto mai, con cose che non si prova neppure a fornire di uno straccio di spiegazione. Facile, poi, scrivere scene spettacolari, se ci si può permettere di dotare ogni personaggio di strumenti che possono ribaltare qualunque situazione (ma non il caso di finire in un sacco!). Come se non bastasse, esistono vicende, non appena si cerca di fare un poco di vera trama, convenzionali o prevedibili. Tolta la Close, nessuno recita.
MEMORABILE: Indimenticabile l'insopportabile uomo-albero.

Il ferrini 17/03/18 00:52 - 1959 commenti

I gusti di Il ferrini

La vicenda è poco più di un pretesto per mettere in pista una serie di personaggi assurdi e dialoghi surreali che man mano che il film procede si fanno più gustosi. Qualcuno dirà che siamo dalle parti di Guerre stellari ma almeno qui si ride e nessuno si prende sul serio dispensando pseudo filosofia; piuttosto in alcuni momenti può rammentare la Guida galattica, se non altro per la leggerezza. Il procione è ganzissimo e paradossalmente è anche il personaggio più equilibrato e ragionevole della banda. Puro intrattenimento ma di buona fattura.
MEMORABILE: Cos'altro se non: "Io sono Groot!"

Thedude94 13/12/18 00:16 - 862 commenti

I gusti di Thedude94

Gunn porta il cinecomic a un buon livello di intrattenimento con questo ritratto dei Guardiani della Galassia, tanto sfigati e senza amici quanto forti. Il protagonista è interpretato da un onesto Pratt, che fa la sua bella figura affiancato dall'attraente Saldana, da Bautista (possente come non mai) e da animali e alberi in CGI. La storia non si distacca dallo schema classico dei Marvel movies, ma presenta punti di comicità e di interesse maggiori rispetto ai precedenti, soprattutto grazie alla mano del regista, qui anche sceneggiatore.

Xamini 8/05/19 17:24 - 1129 commenti

I gusti di Xamini

Comic movie un pelo diverso dal solito, ossia ammantato da un corposo velo di comicità, a causa della combinazione di un curioso gruppo di eroi (un procione? Un albero semi parlante?), eppure molto più capitale per il MCU di molti altri, proprio perché introduce il concetto di gemme dell'infinito e il personaggio di Thanos. Se funziona bene reggendosi su una serie di situazioni che non sfigurerebbero in un comico, quel che gli imputo è proprio l'ambientazione, la galassia, un guazzabuglio di elementi fantastici senza un riferimento forte o preciso, qualcosa che rischia di levare peso al tutto.

MAOraNza 8/08/21 21:21 - 223 commenti

I gusti di MAOraNza

I Guardiani della Galassia sono sempre stati un comic minore della casa delle idee, eppure dopo il rilancio fumettistico sono diventati un vero e proprio punto cardine del Marvel Cinematic Universe e probabilmente il film migliore della fase 2 (a pari merito con Ant-man). Gunn mette insieme una rutilante esibizione di ruffianaggine, citazionismo e ammiccamenti agli anni '70 e '80 tratteggiando ciascuno dei membri del "super" gruppo in maniera esemplare. Tantissima CGI che però nulla toglie al clima parodistico della pellicola. Chris Pratt letteralmente sugli scudi.
MEMORABILE: L'introduzione di Star-Lord è veramente memorabile.

Giùan 21/05/22 14:12 - 3793 commenti

I gusti di Giùan

Arruolato di prepotenza nel novero degli armamenti "leggeri" della Marvel, lontano dagli arrovellamenti etico esistenziali del marchio di fabbrica, il film gioca bene le sue carte sul piano del divertimento e del disinnesco ironico, pur se spesso scontato, dei codici del genere (l'esibizione straniante di Star Lord nel pre finale risulta tuttavia eccessiva). Gunn è "tromaniamante" bravo a governare la sua navicella pirata, che mette assieme un manipolo di antieroi disperati e disperanti (il laconico Groot e l'affabulante Rocket su tutti), issando spavaldo ma furbetto il suo vessillo.
MEMORABILE: L'avversione di Drax al linguaggio figurato; Zoe Saldana ascolta le cuffie di Pratt.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione B. Legnani • 7/01/18 00:32
    Consigliere - 14605 interventi
    Per 124c.
    Scrivi "i personaggi principali sono tridimensionali".
    E' corretto, o volevi dire "monodimensionali"?
    Grazie e ciao.
  • Discussione 124c • 7/01/18 02:13
    Comunicazione esterna - 5176 interventi
    B. Legnani ebbe a dire:
    Per 124c.
    Scrivi "i personaggi principali sono tridimensionali".
    E' corretto, o volevi dire "monodimensionali"?
    Grazie e ciao.

    Corretto, quelli che mi hanno deluso sono i cattivi, ma è una brutta prerogativa di molti film Marvel Studios.
  • Discussione B. Legnani • 7/01/18 10:51
    Consigliere - 14605 interventi
    124c ebbe a dire:
    B. Legnani ebbe a dire:
    Per 124c.
    Scrivi "i personaggi principali sono tridimensionali".
    E' corretto, o volevi dire "monodimensionali"?
    Grazie e ciao.

    Corretto, quelli che mi hanno deluso sono i cattivi, ma è una brutta prerogativa di molti film Marvel Studios.


    Ricevuto.
    Non capisco cosa intendi per "personaggio tridimensionale". Forse ti faccio una domanda di chiarimento banale e me ne scuso in anticipo. Grazie e ciao.
  • Discussione Daniela • 7/01/18 11:00
    Gran Burattinaio - 5821 interventi
    124c ebbe a dire:
    quelli che mi hanno deluso sono i cattivi, ma è una brutta prerogativa di molti film Marvel Studios.

    Concordo, i "cattivi" sono assai debolucci sia nel primo che nel secondo capitolo, il che è ancora più deludente considerata la caratura del fetente in questione.
    Per quanto riguarda la "monodimensionalità" dei personaggi in generale, la davo in partenza quasi per scontata, dato il loro carattere fumettoso.
    A parte questo, ho gradito queste avventure spaziali scacciapensieri come una rilassante alternativa alla pesantezza degli ultimi capitoli di Star War, con il bonus di una colonna sonora goduriosa.
  • Discussione 124c • 8/01/18 15:39
    Comunicazione esterna - 5176 interventi
    B. Legnani ebbe a dire:
    124c ebbe a dire:
    B. Legnani ebbe a dire:
    Per 124c.
    Scrivi "i personaggi principali sono tridimensionali".
    E' corretto, o volevi dire "monodimensionali"?
    Grazie e ciao.

    Corretto, quelli che mi hanno deluso sono i cattivi, ma è una brutta prerogativa di molti film Marvel Studios.


    Ricevuto.
    Non capisco cosa intendi per "personaggio tridimensionale". Forse ti faccio una domanda di chiarimento banale e me ne scuso in anticipo. Grazie e ciao.


    Intendo dire che tutti e cinque personaggi sono ottimamrente introdotti, rispetto ai cattivi, che restano quasi in secondo piano, visto che loro essendo cattivi e basta non hann spessore, né ragioni che spieghino perché sono cattivi.
  • Discussione B. Legnani • 8/01/18 16:46
    Consigliere - 14605 interventi
    124c ebbe a dire:
    B. Legnani ebbe a dire:
    124c ebbe a dire:
    B. Legnani ebbe a dire:
    Per 124c.
    Scrivi "i personaggi principali sono tridimensionali".
    E' corretto, o volevi dire "monodimensionali"?
    Grazie e ciao.

    Corretto, quelli che mi hanno deluso sono i cattivi, ma è una brutta prerogativa di molti film Marvel Studios.


    Ricevuto.
    Non capisco cosa intendi per "personaggio tridimensionale". Forse ti faccio una domanda di chiarimento banale e me ne scuso in anticipo. Grazie e ciao.


    Intendo dire che tutti e cinque personaggi sono ottimamrente introdotti, rispetto ai cattivi, che restano quasi in secondo piano, visto che loro essendo cattivi e basta non hann spessore, né ragioni che spieghino perché sono cattivi.


    Ora ho capito. Grazie e scusa ancora.
  • Musiche Michdasv • 25/08/21 20:46
    Galoppino - 246 interventi
    Il personaggio di Peter Quill è sentimentalmente legato a un Walkman (tecnologia con le cassette a nastro!) che contiene una compilation di canzoni degli anni 70 e 80.
    Alcune di queste canzoni non sono puro e semplice ornamento ma servono a definire il personaggio e - senza spoilerare - a dare svolte alla trama.
    Consapevoli di ciò, i produttori hanno messo in vendita sia la colonna sonora delle musiche udite nel film, sia una "compilation" che si presume fosse contenuta nel walkman. Nel sequel ci saranno sorprese.
    La compilation si intitola "Guardians of the Galaxy: Awesome Mix Vol. 1" e (assieme ai due veri e propri "inni" del film: Hooked on a feeling, e Piña Colada)  contiene:  
    Blue Swede – Hooked on a Feeling
    Raspberries – Go All the Way
    Norman Greenbaum – Spirit in the Sky
    David Bowie – Moonage Daydream
    Elvin Bishop – Fooled Around and Fell in Love
    10cc – I'm Not in Love
    The Jackson 5 – I Want You Back
    Redbone – Come and Get Your Love
    The Runaways – Cherry Bomb
    Rupert Holmes – Escape (The Piña Colada Song)
    Five Stairsteps – O-o-h Child
    Marvin Gaye & Tammi Terrell – Ain't No Mountain High Enough