Il quinto elemento

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Le cinquième élément
Anno: 1997
Genere: fantascienza (colore)
Regia: Luc Besson
Note: Aka "Il 5° elemento", "Il 5o elemento" o "The fifth element". Scenografie di Moebius.
Numero commenti presenti: 18
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Con NIKITA e LEON Luc Besson ha raggiunto il successo. Ora, con THE FIFTH ELEMENT, cerca di consolidarlo. Come in precedenza, ancora una volta la storia conta meno di zero, i dialoghi sembrano uno scialbo orpello da inserire perché il muto non è più di moda e i luoghi comuni, le banalità, gli stereotipi, si fanno unica legge. Aggiungeteci poi una fotografia ben poco moderna e costumi per nulla ricercati e avrete il risultato. Perdipiù Bruce Willis non ha le qualità di Jean Reno (LEON) e Gary Oldman (attore di grande talento pure lui già nel cast di LEON...Leggi tutto) si vede per una ventina di minuti al massimo. In poche parole un disastro, in cui il montaggio veloce, le inquadrature dinamiche e i movimenti di macchina non riescono a risollevare un ritmo blando, inevitabilmente soporifero (considerate anche le due ore e più di proiezione). L'attacco di mostri all'hotel sembra non finire mai, tra spari, voli eccetera filmati come se John Woo non fosse mai esistito e quindi con tecniche al giorno d'oggi ampiamente superate. Gli effetti speciali non sono così eclatanti come ci si aspetterebbe e, se si eccettuano le corse in auto a mezz'aria tra i grattacieli (davvero suggestiva come idea, pure se mutuata spudoratamente da BLADE RUNNER), il pianeta infuocato che assorbe senza difficoltà salve di testate nucleari (pure qui i riferimenti alla Morte Nera o al recente INDEPENDENCE DAY sono palesi) e poco altro, IL QUINTO ELEMENTO si dimostra deficitario pure sotto questo punto di vista. L’idea dell'amore che vince ogni altra forza è la degna conclusione di un'operazione di recupero dei temi più battuti dalla fantascienza dalle origini a oggi. IL QUINTO ELEMENTO fa apparire STARGATE un capolavoro inarrivabile e film scenograficamente simili come AZIONE MUTANTE dei veri capisaldi, perché qui nemmeno l'umorismo cercato dei protagonisti ad ogni costo riesce a far sorridere. Pare che Luc Besson abbia voluto introdurre ammiccamenti tipici da prodotto statunitense (la presenza dell'intrattenitore di colore immancabilmente effeminato e dalla battuta pronta) senza saperli padroneggiare a dovere. Sceneggiatura terribile, con la giovane e perfetta Leeloo (Milla Jovovich) a fare da suppellettile in una stanza vuota di contenuti. il film è insomma mal concepito e fallisce i suoi obiettivi su tutta la linea. Speriamo solo che la fantascienza non debba contare su lavori simili per sopravvivere: sarebbe la fine di un genere glorioso e sovente innovativo.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Freebravo 5/04/07 17:12 - 4 commenti

I gusti di Freebravo

Restaurant Besson. Benvenuti per gustare la nostra specialità, la Grand Salade! L'INSALATONA. Ingredients: Prendere a piene mani il già visto ovunque, aggiungere il tentativo di mantenere un certo tono, s-b-r-a-c-a-r-e alla fine nel massimo ridicolo, un pizzico di Blade Runner, un pugno (nel nostro stomaco) di Star Wars, una spruzzata di videogame sparatutto, mescolare (e nemmeno quello tanto bene). Guarnire tutto con fortuna sfacciata al botteghino. (P.S.: Restaurant Besson esiste a Parigi, è ottimo).

Galbo 9/06/07 07:28 - 11385 commenti

I gusti di Galbo

Il quinto elemento va visto per quello che è: un discreto film di fantascienza su cui non vanno ricercate pretese autoriali. Partendo da ciò, Besson confeziona un film godibile, sufficientemente fracassone e con citazioni di fantascienza colta stile Blade Runner. Il limite va semmai ricercato nella lunghezza eccessiva e nel mettere troppa carne al fuoco senza riuscire sempre a ritrovare il filo conduttore del discorso. Ci sono inoltre alcune buone trovate scenografiche.

Stubby 19/10/08 11:57 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Film che quando vidi al cinema tutto sommato mi divertì. Rivisto più tardi in televisione invece mi annoiò parecchio e non sono più riuscito a rivederlo peri intero. Storia molto ingarbugliata, effetti visivi azzeccati, bella la Jovovich ma non di più, bravi Oldman e Willis. Due pallini, va!

Cangaceiro 7/01/09 13:27 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Dopo aver diretto un paio di gangster-movie Besson si dà alla fantascienza. Ciò che ne scaturisce è un buon fumettone ad alto tasso di spettacolarità che vede protagonista un'icona del cinema d'azione: Bruce Willis, come al solito più che a suo agio in ruoli come questo. La storia non dice niente di nuovo e in questo genere in molti hanno fatto decisamente meglio ma non è un lavoro da cestinare in toto. Bravina la Jovovich.

Tarabas 17/01/09 13:23 - 1702 commenti

I gusti di Tarabas

Film di plastica se ce n'è uno, senza storia, senza idee, da cui traspare un'opinione miserevole del pubblico del cinema di fantascienza. Besson rubacchia spunti qui e là senza nemmeno il coraggio di un'esplicito omaggio o citazione. Gary Oldman aveva evidentemente la rata del mutuo in scadenza, mentre la Jovovich è un mero complemento d'arredo. Il finale new age è da lancio dei popcorn verso lo schermo.

Saintgifts 5/09/09 23:24 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Nel 1997 avere un Presidente degli Stati Uniti nero rientra nell'atmosfera rarefatta dell'umorismo con cui va visto questo film e una fortunata anticipazione di quello che sembrava impossibile. Willis ripete se stesso come eroe-antieroe che salva tutti: aveva cominciato a farlo dieci anni prima. Il film assomiglia a tanti altri film di fantascienza (e non), ma se non altro non vuole prendere nulla seriamente: tutto va visto come puro divertimento, per chi riesce a divertirsi... Qualche buona trovata c'è, la Jovovich è proprio carina e se la cava.
MEMORABILE: Lilù dice: "Voi umani siete molto strani: quello che create lo usate per distruggere".

Siregon 20/03/10 00:40 - 353 commenti

I gusti di Siregon

Uno dei registi più trash in circolazione al culmine del suo delirio sforna quest'ammucchiata di idee prese da più o meno tutti i film di fantascienza più importanti, condita da musiche modaiole e vestiti firmati Gaultier che oggi appaiono ridicoli. Fumettistico, piatto, finto e pretenzioso. Si salva solo la bella Jovovich. Ennesima marchetta di Willis.

Redeyes 21/03/10 14:47 - 2144 commenti

I gusti di Redeyes

Premettendo che Besson, eccezion fatta per due discrete pellicole, non mi ha mai entusiasmato, guardai questa pellicola. Ed è esattamente come il regista francese, ovvero confusionaria, pregna di situazioni ed alla fine ovviemente goffa. La fantascienza è un terribile campo di battaglia, ove o si ragiona e si sforna un bel prodotto o si finisce per cadere nella boiata. Il quinto elemento non avrebbe cattivi spunti, ma troppi. E così è prolisso ed inconcludente, ed alla fine si ha quel senso di niente. Occasione persa!

Mr.geko 16/07/10 11:17 - 34 commenti

I gusti di Mr.geko

Guardare il quinto elemento è come guardare un lungo episodio di Futurama in live, il problema è che non si capisce quanto è voluto questo effetto e quanto invece si cercasse di fare un film serio. La storia è pure interessante, con ambientazioni suggestive (anche se riprese) e con certe battute ed effetti un po' retrò, come gli alieni. Così l'aura di serietà svanisce del tutto diventando un grande fumettone dove il bene e il male si scontrano in un universo impazzito utilizzando tecnologie egizie e il quinto elemento.
MEMORABILE: Alcune scene montate unendosi in un unico discorso, la scena ridicola dell'imbarco, Bruce Willis sempre a suo agio nel duro!

Disorder 28/04/11 13:23 - 1408 commenti

I gusti di Disorder

Incredibile, frenetico e sconnesso fumettone che mescola impunemente Star Wars con Blade Runner, passando per 007 (notare il finale clamorosamente rubato a La spia che mi amava!) ma strizzando l'occhio a Roland Emmerich. Si tratta di un lavoro minore nella cinematografia bessoniana, uno spudorato blockbuster tuttavia divertente e interpretato da attori di valore. Un po' troppo caotico ma alla fine più che guardabile, consigliabile comunque solo ai fan del regista francese...

Puppigallo 2/12/11 16:32 - 4508 commenti

I gusti di Puppigallo

Ecco come ridurre in burletta la fantascienza, che già non gode di tutta questa fama e ammirazione; e quella poca se l'è dovuta guadagnare col sudore di grandi registi. Nessuno si aspetta che ogni fantapellicola sia di livello, ma qui c'è davvero poco; e quel poco è diluito all'inverosimile in due ore di dialoghi logorroici di medio-basso livello e azione dall'esito regolarmente scontato. Il tutto è poi condito con personaggi ultracaricaturali (il cattivo, che quando presenta le armi è ridicolo; alieni-troll; il nero...). Tanto baraccone multicolore in assai poca sostanza. Puerile.
MEMORABILE: L'inizio, nel deserto egiziano; La ricostruzione cellulare; Il Presidente, emblema di questa baracconata che non sa che strada prendere.

Rambo90 29/11/11 22:35 - 6344 commenti

I gusti di Rambo90

Un vero giocattolone, che funziona a fasi alterne; perché se gli effetti speciali e Bruce Willis che fa il duro funzionano a dovere, non si può dire lo stesso per le dosi massicce di humor stupido e per la lunghezza eccessiva. La trama è semplicissima e non troppo coinvolgente e mancano scene action davvero esaltanti. Nel complesso un film mediocre, nobilitato anche dal resto del cast (tranne che per Tucker, particolarmente insopportabile). Inadeguata la colonna sonora.

124c 3/12/11 18:35 - 2771 commenti

I gusti di 124c

Film di fantascienza diretto dal francese Luc Besson con tanto di cast hollywoodiano che ha, fra i meriti, quello di aver lanciato, in maniera definitiva, Milla Jovovich, all'epoca compagna di Besson. Abbastanza divertente e colorata, con abiti curatissimi e scenografie d'effetto, la pellicola si lascia guardare anche per la presenza di un Bruce Willis con i capelli tinti di biondo, che fa l'agente segreto spaziale che s'innamora della Jovovich. Simpatiche le scene di lotta di Milla, sempre bravi Gary Oldman e Ian Holm.

Piero68 21/01/13 08:35 - 2758 commenti

I gusti di Piero68

Vero e proprio excursus di Besson nel campo della sci-fi, anche se il suo è un taglio decisamente fumettistico a cavallo tra la commedia e la parodia. Con sceneggiatura e attori diversi ma direi un po' alla Mars attacks. Peccato che il progetto riscuota poco successo anche per colpa della sceneggiatura alquanto obsoleta. nel cast un buon Willis e qualche attore a lui caro (Oldman e Jovovich), ma come già detto il problema è altrove. Qualche buona ricostruzione futuristica e qualche discreto effetto. Non lo rivedrei.

Furetto60 4/09/14 08:31 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Frizzante e ironica commedia fantascientifica, che tutto vuole tranne che prendersi sul serio. Ruota attorno alla figura del buon Willis che, simile a un piatto di spaghetti, fa la figura insostituibile della pasta, appunto, ma senza sale e ingredienti a contorno non saprebbe di nulla. Sono infatti la sarabanda di personaggi, spesso bislacchi e le ricche ambientazioni a rendere piacevole la fruizione del film, di cui non s’avverte la lunghezza. Assai gradevoli la bella Milla e Tucker.
MEMORABILE: Le telefonate della madre; L’esibizione della cantante Plavalaguna.

Daniela 27/01/15 11:10 - 9388 commenti

I gusti di Daniela

Il "male supremo" minaccia di distruggere la Terra. A contrastarlo, un taxista ed una creatura aliena... Il primo impatto intriga per alcune belle trovate scenografiche, la grinta di Willis in inedita versione bionda, la bellezza di Milla, lo stile ipercinetico. Alla seconda visione emergono invece le magagne tipiche del regista, da sempre più attendo al fumo che all'arrosto. Se inquadrato come un sci-fi action fumettoso e modaiolo, depurandolo sulle soprastrutture filosofeggianti ed esoteriche fuori luogo, resta però spettacolo gradevole.
MEMORABILE: Il baracchino volante

Schramm 9/03/16 14:03 - 2414 commenti

I gusti di Schramm

Più megalomane che mai, Besson inebria un tanto al metro con un film-polveriera, tra cascami di tinture fotografiche mai esperite, potenza ritmico-narrativa a tutto megatone, cast divertito ancorché generoso quanto a spericolata aderenza (la Jovovich ginnasta ballerina karateka stilnovista oltre che attrice); come tutte quanto appartiene al Meglio, ha il pregio-vantaggio di non somigliare/guardare a niente se non a se stesso, di fare mitologia-cosmogonia-neofantascienza a sé, per endogenesi. Ha 20 anni ma sembra venire dai prossimi 20, va via che non t’accorgi, ma lascia tutt’altro che poco.

Taxius 12/04/18 13:14 - 1643 commenti

I gusti di Taxius

Simpatico e coloratissimo film di fantascienza dalle scenografie e costumi spettacolari con un biondissimo Bruce Willis e una carinissima Milla Jovovich. Molto particolare, perché a momenti di seria fantascienza alterna momenti assurdi e demenziali tanto da potersi aspettare un'improvvisa comparsata di Leslie Nielsen. La trama è molto semplice e sembra quella di un cartone animato, ma non è un difetto. Sicuramente nulla di eccezionale ma, assolutamente, un buon film, leggero e spassoso.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Gestarsh99 • 5/07/11 00:47
    Scrivano - 14474 interventi
    Disponibile in edizione Blu-Ray Disc dall'11/07/2011 per FilmAuro:



    DATI TECNICI

    * Formato video 2,35:1 Anamorfico 1080p
    * Formato audio 5.1 Dolby Digital: Italiano Inglese
    Dolby TrueHD 5.1: Italiano
    * Sottotitoli Italiano NU
    * Extra Making of
    Interviste
    Fotogallery
  • Curiosità Raremirko • 8/05/14 00:40
    Addetto riparazione hardware - 3475 interventi
    Besson aveva preparato lo script quando aveva solo 16 anni


    Fonte: extra del dvd