Ercole al centro della Terra

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Anno: 1961
Genere: peplum (colore)
Regia: Mario Bava
Note: GB: Hercules in the centre of the earth, USA Hercules in the haunted world
Numero commenti presenti: 17
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il Gobbo 27/04/07 13:28 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Grandioso affresco baviano, un peplum orrorifico di gran divertimento, con impudico frullatone di mitologia scolastica, ironia a piene mani (la scena esilarante del lancio dei macigni, che diventa quasi da cartoon) e folgoranti anticipazioni del futuro (gli zombi saltellanti e svolazzanti, sorretti da fili in bella vista, che popoleranno il fantastico hong-konghese dell'età d'oro). Bellissimo. Naturalmente Christopher Lee se magna tutto il cast, incluso il comunque valido muscolone Reg Park.

Ghostship 20/05/08 12:36 - 394 commenti

I gusti di Ghostship

Il più bel peplum mai realizzato. Un capolavoro di suggestioni e colori girato con due lire che mai nessuno avrebbe speso meglio. C'è una buona dose di horror che viene esaltata dalle sorprendenti scenografie e da una fotografia accesa e netta. Anche il ritmo, che se consideriamo il genere potrebbe essere soporifero, è incredibilmente più sostenuto rispetto alla media. Gli americani avranno pensato ad immani sforzi economici o, più semplicemente, staranno ancora morendo d'invidia. A suo modo un colossal.
MEMORABILE: L'incontro con la sibilla.

Undying 29/01/09 18:54 - 3840 commenti

I gusti di Undying

Deianira, amata da Ercole, ha perso il lume della ragione. Causa di tutto ciò è il malvagio Licos (Christopher Lee). Per aiutare la ragazza, l'eroe dovrà recarsi nientemeno che agli infèri, luogo nel quale è riposta la risoluzione al problema di Deianira. Interessante peplum, caratterizzato da un taglio orrorifico, e da un particolare uso dei colori, nel perfetto e riconoscibile stile di Mario Bava. Ottime le scenografie, un pò meno gli effetti speciali, anche se in grado di rendere (grazie alla artificiosità degli stessi) più onirico e surreale il racconto.

Bruce 8/11/10 17:07 - 1004 commenti

I gusti di Bruce

È come entrare nella bottega di un artigiano, fantasioso e geniale, che con pochissimi mezzi e tante idee prova a realizzare l'impossibile o quasi. Vi trovi le sue intuizioni, l'abilità, le luci e i colori che non t'aspetti, le passioni e le debolezze nella scrittura, qualche stravaganza (il comico), gli zombie prima degli zombie, in un assoluto carnevale di effetti speciali. Fantasmagorico.

Silenzio 26/08/10 02:37 - 59 commenti

I gusti di Silenzio

Il genio fotografico-scenografico di Bava pennella di tonalità vampanti e contorna di arcani profili cavità ctonie, règge umbratili e pelaghi tempestosi; lo spettatore, da par suo, si bea gli occhi di fronte a cotanta maraviglia, conquistato dall'atmosfera fiabesca e dal fascino (ora surreale, ora straniante, ora orrorifico) di alcune sequenze (vedi sotto). Pessimo Park, vampiresco Lee (anche senza canini). Piuttosto infantili i siparietti comici affidati a Franco Giacobini.
MEMORABILE: Il mostro di pietra; gli zombi volanti; la Sibilla; gli arbusti sanguinanti, citazione dal XIII canto dell'Inferno.

Puppigallo 4/01/11 22:05 - 4508 commenti

I gusti di Puppigallo

E' il Suspiria Baviano (genere orrorifico-mitologico-sandaloniano). Sembra di trovarsi nel laboratorio di uno scienziato visionario della regia, che sperimenta a tutto spiano, dalle scenografie, ai colori, agli effetti di luce. Ogni tanto, il risultato può sembrare un po' ridicolo (i morti volanti sostenuti da evidenti cavi che ne alzano i laceri vestiti; l'uomo di roccia). Ma bisogna ammettere che, nell'insieme, il tutto funziona e le trovate non mancano di certo (i rami con linfa di sangue; l'illusione del fuoco...) Il clownesco Telemaco contribuisce ad alleggerire. Originale.
MEMORABILE: La gnocca, che qui fa più disastri della grandine; Il delirio iniziale di Deianira; La sibilla; L'immagine riflessa di Lee nel sangue della vittima.

Lucius 27/08/12 12:57 - 2819 commenti

I gusti di Lucius

Gli appassionati del peplum lo apprezzeranno, ma solo loro. Visto oggi perde gran parte del suo fascino per via dei trucchi superati e fondali vistosamente finti. Si salva l'atmosfera, che risulta ancora assai suggestiva, anche per i tempi attuali. Un viaggio surreale in cui l'approccio dell'aspetto mitologico è appena abbozzato, ma se si pensa che il film è degli anni sessanta, si può sorvolare appieno sulla cosa. L'uomo di roccia è il punto debole del film.

Belfagor 2/09/12 17:57 - 2623 commenti

I gusti di Belfagor

Probabilmente il miglior peplum di sempre, la seconda opera di Mario Bava è una storia cupa e onirica con forti venature horror. L'uso dei colori accesi e delle scenografie rende il film un vero e proprio affresco, dotato di un'arcana grandeur nonostante il budget decisamente ridotto. Non manca l'ironia, né il coraggio di usare elementi azzardati che tuttavia rendono lo spettacolo ancor più suggestivo. Notevole come sempre la prova di Lee nei panni del cattivo, mentre Park si affida al physique du rôle. Opera unica nel suo genere.
MEMORABILE: La Sibilla; Le piante sanguinanti.

Jurgen77 10/12/12 08:37 - 630 commenti

I gusti di Jurgen77

Non ho mai aprrezzato più di tanto il peplum, seppur in età fanciullesca li abbia visti più o meno tutti. A differenza degli altri, che per opinione del sottoscritto sono quasi sempre insipidi, questo è diretto dal maestro Bava e la differenza si vede eccome. C'è quel tocco gotico che lo fa apprezzare e lo rende nettamente superiore rispetto agli altri del filone.. Fantastiche anche le ambientazioni (fatte con due lire) e i colori alla "Hammer"... Da vedere! Anabolizzato, ma non troppo, Reg Park.

Jdelarge 4/04/13 13:00 - 874 commenti

I gusti di Jdelarge

Una vera e propria delizia per le pupille, come ogni film di Bava che si rispetti; merito dell'utilizzo di colori accesi e di una scenografia visionaria e gotica, che immerge lo spettatore in un mondo totalmente fantastico. Il tutto è reso ancora più artistico dalla forma poetica dei dialoghi. La trama è piuttosto ovvia, ma non c'è da stupirsi, il genere lo impone. Non troppo riusciti i siparietti comici, anche se necessari per alleggerire il film.

Homesick 10/04/13 08:15 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Squisitamente pittorico. Bava investe il suo visionario talento di direttore della fotografia in quadri cromatici dalle tinte alterate, sature e oniriche: il mythos greco si fonde con l’horror e il fantastico in scenari ctonii e fumiganti, infestati da creature mostruose (Procuste), fanciulle ingannevoli e mortifere (l’esperide Egle di Rosalba Neri) e persino orde di zombi. Park è tutto muscoli e barba, mentre Lee va incontro ad una morte degna di Dracula. Nel 1961 non c’era la pedanteria e la prepotenza dell’effetto al computer, bensì l’arte della cartapesta e del Technicolor. Infero.
MEMORABILE: Deianira esce catatonica dalla tomba-prigione; la discesa nell’Ade; Procuste («Pietra sei e la pietra ti distruggerà!»); il sacrificio di Deianira.

Von Leppe 19/04/14 19:57 - 1025 commenti

I gusti di Von Leppe

Bava gira un peplum con tutti gli ingredienti tipici del genere (a cominciare dal protagonista muscoloso che da svariate prove di forza) e lo fa con il suo gusto per il fantastico e per il macabro; Ercole infatti si reca negli inferi e l'atmosfera creata è notevole, per non parlare degli effetti speciali e della fotografia cupa e multicolore, che da qui in avanti diventerà tipica del regista e che utilizzerà poi anche nei suoi capolavori horror. Un film che ha qualche calo per alcune situazioni della trama.

Maik271 4/05/15 12:22 - 436 commenti

I gusti di Maik271

Pellicola che si scosta dal classico peplum non fosse altro che per la trama quasi horror e l'uso notevole di effetti sanguinolenti (d'altronde il maestro del brivido Bava alla regia ne offriva la garanzia). Le lungaggini purtroppo sono presenti, come quasi sempre capita in questo genere di film, ma il regista riesce a rendere tutto molto scorrevole. Valido il cast con il muscoloso Reg Park nei panni di Ercole, l'ottimo Lee e la bellissima Ida Galli al suo esordio cinematografico.

Minitina80 29/08/15 16:34 - 2336 commenti

I gusti di Minitina80

Bava dimostra di sapersela cavare egregiamente anche nel peplum. Il suo talento visivo e artigiano ben si sposa con il mito di Ercole a cui dona un tono quasi fiabesco. Non mancano nemmeno i richiami al gotico e all’horror più puro, mentre i colori vividi e i modellini eretti a paesaggi sorprendono gli occhi per la loro magnificenza. Una pellicola da non sottovalutare e da riscoprire, che scorre via senza troppi affanni e si concede poche pause.
MEMORABILE: I morti che sorgono dalle tombe e assalgono Ercole; I paesaggi dell’Averno.

Myvincent 30/12/15 08:26 - 2549 commenti

I gusti di Myvincent

Il semidio Ercole scende negli inferi per riportare in terra la fiaccola della vita in compagnia di Teseo e Telemaco. Un'angolatura decisamente desueta questa di Mario Bava, dove il peplum s'incendia di sangue, rilucendo di un contenuto decisamente horror. L'inventiva non manca e le scenografie sono viaggi allucinatori veri e propri. Peccato per la troppa cartapesta e le battute comiche alla Gianni e Pinotto che stonano non poco.
MEMORABILE: Gli infiniti massi lanciati a ripetizione dal forzuto per antonomasia.

Aborym 15/12/16 18:43 - 28 commenti

I gusti di Aborym

Non un peplum come tanti altri, ma uno dei migliori e più "contaminati" di sempre, fotografato in maniera stupefacente e ancora oggi sorprendente. La classica storia mitologica si trasforma via via in un viaggio agli inferi sempre più spaventoso, diventando nel finale un vero e proprio horror. Memorabili le resurrezioni dei morti e i loro attacchi volanti a Ercole.

Rufus68 13/09/18 23:40 - 3083 commenti

I gusti di Rufus68

Azzeccato il duo: il forzuto e lo sciupafemmine biondo anticipano altre funzionali coppie celebri, a cominciare da Spencer-Hill (non mancano, poi, a completare la rosa psicologica, il personaggio comico e il perfido traditore, un bravo Lee). La trama è parecchio ingenua e datata (certe smancerie, il mischione mitologico): soccorre il fitto avvicendamento delle avventure cui Bava appronta la propria abilità tecnica. Ardisson convince poco mentre Park solleva massi di polistirolo con baldanza convinta. Per appassionati del genere.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Homesick • 10/04/13 08:16
    Capo scrivano - 1379 interventi
    Il prologo mancante: http://www.youtube.com/watch?v=Xk1c_4XrVpM
  • Homevideo M.shannon • 14/02/14 02:10
    Disoccupato - 312 interventi
    Dvd Fantoma (con audio italiano) fotogramma minuto 4:46. La durata è 1:21:12 e come detto manca del prologo.

    Ultima modifica: 14/02/14 07:38 da Zender
  • Homevideo Trivex • 14/02/14 08:45
    Segretario - 1292 interventi
    In prossima uscita:

    http://www.amazon.it/Ercole-Al-Centro-Della-Terra/dp/B00IEFX2RG/ref=sr_1_2?ie=UTF8&qid=1392363851&sr=8-2&keywords=ercole+al+centro+della+terra

    La durata indicata è 91 minuti..sperem!
    Ultima modifica: 14/02/14 08:47 da Trivex
  • Homevideo Zender • 14/02/14 15:46
    Consigliere - 43510 interventi
    Quest deve uscire in bray ormai per un vero salt di qualità, come tutti i Bava.
  • Homevideo Von Leppe • 19/04/14 12:48
    Call center Davinotti - 944 interventi
    Non sapevo del prologo, il dvd Sinister comincia con un fermo immagine e con titoli in tedesco.
    Extra galleria fotografica e Feauturette "Teseo al centro della terra" con Fabio Melelli e intervista a Giorgio Ardisson.
    Lingua italiano
    durata 1:19:53

    Un immagine al minuto 6.35



    Più o meno la stessa presa da M.shannon, ma con minutaggio diverso

    Ultima modifica: 19/04/14 18:04 da Zender
  • Homevideo Digital • 19/04/14 13:16
    Segretario - 3035 interventi
    Questo dvd Sinister (identico al dvd tedesco Kinowelt) non ha né il prologo né tanto meno i sottotitoli. Per quest'ultima cosa, però, mi sono adoperato personalmente per farli.
  • Homevideo Zender • 28/11/18 09:16
    Consigliere - 43510 interventi
    Ho preso il bluray della Koch Media tedesca intitolato "Vampire gegen Herakles". Innanzitutto la bella sorpresa è che il celebre prologo mancante nelle edizioni in dvd qui c'è, intero. La qualità è notevole, per quanto mi aspettassi forse dei colori più accesi, in alcuni frangenti. Ad ogni modo la migliore edizione in circolazione attualmente, direi. Audio italiano e sottotitoli escludibili, solita confezione spettacolare della serie Bava, molti extra tra cui il film "Quel bandito sono io" di Soldati, di cui Bava curò la fotografia.
    Durata del film su bluray: 1h 25' 54"

    https://www.amazon.de/Vampire-gegen-Herakles-Bava-Collection-Blu-ray/dp/B07GJ51MWT/ref=sr_1_3?ie=UTF8&qid=1543480044&sr=8-3&keywords=mario+bava+bluray

    Ultima modifica: 10/06/19 08:27 da Zender
  • Homevideo Noncha17 • 28/11/18 14:41
    Magazziniere - 1073 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Ho preso il bluray della Koch Media tedesca intitolato "Vampire gegen Herakles". Innanzitutto la bella sorpresa è che il celebre prologo mancante nelle edizioni in dvd qui c'è, intero. La qualità è notevole, per quanto mi aspettassi forse dei colori più accesi, in alcuni frangenti. Ad ogni modo la migliore edizione in circolazione attualmente, direi. Audio italiano e sottotitoli escludibili, solita confezione spettacolare della serie Bava, molti extra tra cui il film "Quel bandito sono io" di Soldati, di cui Bava curò la fotografia.

    Ma sul serio?!
    Fantastico!
  • Homevideo Xtron • 31/08/19 21:00
    Servizio caffè - 1831 interventi
    Queste sono le caratteristiche del dvd contenuto nel cofanetto tedesco KOCH MEDIA (Bluray + 2 DVD)

    Audio italiano, tedesco, inglese
    Sottotitoli in tedesco
    Formato video 2.35:1 anamorfico
    Durata 1h22m23s

    immagine a 22:54
  • Homevideo Xtron • 31/08/19 21:02
    Servizio caffè - 1831 interventi
    Zender ebbe a dire:
    molti extra tra cui il film "Quel bandito sono io" di Soldati, di cui Bava curò la fotografia.


    Il film è in inglese con sottotitoli in tedesco