Cerca per genere
Attori/registi più presenti

WILD BEASTS - BELVE FEROCI

All'interno del forum, per questo film:
Wild beasts - Belve feroci
Dati:Anno: 1983Genere: animali assassini (colore)
Regia:Franco E. Prosperi
Cast:Lorraine De Selle, John Aldrich, Ugo Bologna, Louisa Lloyd, John Stacy, Enzo Pezzu, Monica Nickel, Stefania Pinna, Simonetta Pinna, Alessandra Svampa, Frederico Volocia, Alessandro Freyberger, Tiziana Tannozzini, Gianfranco Principi, Gennarino Pappagalli (n.c.), Amedeo Salamon (n.c.), Franco E. Prosperi (n.c.)
Note:Franco Prosperi ha firmato questo film inserendo la E. di Ernesto, suo secondo nome, così differenziandosi dall'omonimo regista Franco Prosperi, noto per aver diretto un paio di film con Alighiero Noschese.
Visite:3753
Il film ricorda:Burning bright (a Gestarsh99), Future animals (a Buiomega71)
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 20
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Separatosi da Gualtiero Jacopetti (con cui aveva firmato la serie dei MONDO CANE ed altri mondo-movies di successo), Franco Prosperi non riuscì più a trovare lo spazio necessario per dimostrare le proprie qualità (di documentarista, soprattutto). In WILD BEASTS anticipa le ambientazioni mitteleuropee di DEMONI e fa svolgere la sua storia in un'imprecisata metropoli tedesca, fredda e cupa, dove l'avvelenamento dell'acquedotto porta le belve di uno zoo alla pazzia; le vediamo forzare i cancelli e rovesciarsi per le strade della città: elefanti che schiacciano sotto le loro zampe donne indifese, tigri che entrano in metropolitana, orsi bianchi, leoni ovunque, un ghepardo (notoriamente l'animale più veloce del mondo) che ingaggia una gara con un'auto inseguendola senza tregua, attacchi feroci e sanguinari che Prosperi riprende con la consueta attenzione per il particolare raccapricciante. Molto sangue scorre, insomma, sotto gli artigli delle belve o in seguito agli assalti compiuti da orde di topi impazziti, ma il buio opprimente che avvolge ogni inquadraura, misto a riprese montate come sempre furiosamente durante gli attacchi, impedisce di apprezzare apieno il presunto valore degli effetti speciali. La recitazione complessiva poi (la protagonista è Lorraine De Selle, più nota come attrice sexy mentre qui nemmeno si spoglia) è sotto i livelli di guardia, con il solo Ugo Bologna (in un ruolo serissimo) a dare un briciolo di professionalità al tutto. Musiche tipicamente Anni Ottanta (nell'accezione peggiore) e confezione in evidente affanno di mezzi. Finale imprevisto.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Undying 12/9/07 18:26 - 3875 commenti

Il collega di Jacopetti, co-firmatario dei primordiali "mondo movies" (Mondo Cane '62, Addio Zio Tom '71), dirige un delirante eco-vengeance destinato a restare indelebilmente impresso per la ferocia insistita cui lo spettatore viene sottoposto: non solo una specie verrà alterata, ma un intero reparto zoologico, causa infezione delle acque dovute a scarichi industriali. La violenza viene esibita senza ritegno ed il titolo diventa un cult.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I convincenti effetti speciali curati da Alvaro Passeri (Plankton), Maurizio Trani e Cataldo Galiano sopperiscono alle scarse interpretazioni.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Il Gobbo 18/4/07 19:52 - 3011 commenti

Zoo turbolento, con topi antropofagi, bestie incazzose che fuggono dal giardino e scienziato che scopre la causa di tanta agitazione (ovviamente i capitalisti cattivi e inquinatori). Ma quando tutto sembra risolversi... Pallosissimo zoologico di Prosperi, che non gira male e ha anche dei buoni addestratori, ma non riesce a trovare il passo per reggere l'ora e mezza e propone una moralina scontata che meriterebbe la consegna alle fauci dei simpatici animaletti. So che è una battuta facilona, ma le bestie recitano meglio degli attori.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Puppigallo 15/7/12 9:50 - 4317 commenti

Ne ho visti di peggio del genere animali assassini (qui sbarellati da acqua con aggiunta speciale). Ma a parte gli attacchi, che vivacizzano e sono piuttosto cruenti (l'assalto dei ratti famelici; il sangue sgorga e la carne si lacera), purtroppo bisogna subire la mediocrità registica, che sfocia nel ridicolo quando si assiste alle scene di panico, da film demenziale (notare le espressioni facciali). In più, si fa abuso di inutili rallenty; e gli attori non sono certo di prima fila (neanche di seconda, direi). Comunque, proprio grazie alle bestie incarognite, un'occhiata gliela si può dare.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gli elefanti circondano un'utilitaria e la "geniale" donna all'interno si preoccupa di chiudere i finestrini...; Ghepardo vs auto; La tigre pasteggia.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Homesick 28/11/10 12:01 - 5737 commenti

Le preoccupazioni degli ambientalisti per l’inquinamento chimico nelle metropoli si sfogano in un eco-vengeance notturno, tutto uccisioni ed effettacci truculenti secondo la casistica di quei scioccanti mondo-movies di cui Prosperi è stato cofirmatario con l’ex collega Jacopetti. La scena è intero monopolio dei furiosi attacchi degli animali del circo Tribertis (elefanti, vari felini, un orso polare, una iena), di gran lunga più capaci ed espressivi dell’irrilevante manovalanza attoriale umana. Epilogo à la Serrador, che si raccorda alla frase del carneade Francis Thrive posta in apertura.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L’attacco dei ratti; la carica degli elefanti; il ghepardo che insegue l’auto.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 14/5/09 18:44 - 6968 commenti

Horror d'altri tempi, ascrivibile più precisamente al genere animali assassini, dalla trama risaputa e che si segnala per massicce dosi di violenza e di gore. La tensione invece latita così come pure il coinvolgimento dello spettatore. Finale scontato. In ogni caso dignitoso ed abbastanza divertente, nonostante un cast da brividi (non certo per bravura).
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Rebis 1/7/16 20:26 - 2073 commenti

Potente eco-vengeance di Prosperi che su un banale pretesto narrativo allestisce le più spettacolari scene di assedio belluino viste al cinema: fuori dalla narrazione stentata, quello che conta è l'incedere maestoso della regia, la bellezza estatica degli animal attack - ciascuno pensato per valorizzare le peculiarità della belva in azione. Ispiratissimo l'uso del sonoro, con stranianti melodie ricamate sui momenti più feroci. Splatter di grande realismo e azzeccato il finale serradoriano. Gli attori recitano come stoccafissi, ma la bellezza degli animali è ipnotizzante.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il pasto dei leoni; i topi in fiamme; l'attacco del pastore tedesco; il giaguaro a caccia nella metropoli notturna; l'assalto degli elefanti; Pompeo.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Ciavazzaro 5/5/08 14:35 - 4722 commenti

Divertente animal-movie targato italia, con un cast più che discreto: lo sconosciuto John Aldrich, la bella (ma vestita) Lorraine De Selle e soprattutto un ruolo importante per il mito Ugo Bologna (per questa occasione doppiato). Gli effetti sono abbastanza curiosi e molte trovate sono davvero geniali (gli elefanti sulla pista dell'aereoporto). Un vero spasso. Buona musica.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Markus 29/8/11 19:29 - 2876 commenti

I bellissimi titoli di testa scanditi da fredde ma efficaci musiche conducono lo spettatore in una plumbea Francoforte industriale nei pressi dello zoo comunale; ma c'è di più: l’inquadratura d’alcune siringhe nella metropolitana ci ricorda l’allora recente Christiane F. (anch’esso di germanica ambientazione). Il film vira poi purtroppo in lunghe sequenze notturne e d’interni che tolgono il fascino mitteleuropeo “derrickiano”; in compenso possiamo apprezzare una discreta dose di gore animalesco e un finale inatteso, seppur affrettato.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Herrkinski 4/1/11 0:52 - 4371 commenti

Eco-vengeance in piena regola per Prosperi, reduce da alcuni memorabili mondo-movies girati in coppia con il compare Jacopetti. Prosperi qui è da solo e dimostra di saperci comunque fare, girando un horror pieno di scene raccapriccianti e splatter, tra l'altro materiate di ottimi SPFX; gli attacchi degli animali inferociti sono resi con un certo realismo, superando di gran lunga produzioni analoghe realizzate oltreoceano. Un buon film per gli amanti del genere quindi, nonostante un cast a dir poco bizzarro (Ugo Bologna?!). Ottimo il ritmo.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Daidae 26/9/11 14:11 - 2584 commenti

Da uno degli autori dei famigerati mondo film, l'ennesima schifezza senza senso dove assistiamo a scene noiose, talune davvero ridicole come i siparietti della bambina e della madre. Il cast non brilla (che ci fa Ugo Bologna in questa roba?) e dà un certo sconforto vedere le sfortunate bestie dello zoo, snaturate e semirimbambite, "recitare" per un film vuoto, che visto una volta si ripone con cura nel dimenticatoio. Un pallino.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Era necessario bruciare vivi i ratti?
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Trivex 9/5/09 15:34 - 1406 commenti

Dopo l'insopportabile genere MONDO dove spesso gli animali venivano sacrificati per lo spettacolo, facendo passare il tutto come evento naturale (bello schifo!), ecco qui un rimasuglio di tali oscenità. Infatti resistono un paio di porcherie quali l'attacco ad un gatto da parte dei ratti (poi bruciati vivi) e quello dei leoni e altri predatori in un macello. A parte questo, il film è noioso ed evidentemente realizzato in economia, con effetti speciali dignitosi, questo sì. Interpretazioni scarse, a parte il veterinario davvero a suo agio tra le belve. (*!)
I gusti di Trivex (Horror - Poliziesco - Thriller)

Rufus68 18/4/18 0:05 - 2618 commenti

Ispirato (inconsapevolmente?) da "Il terrore" di Arthur Machen, il filmino svolge il suo basico e sporco lavoro di intrattenere senza troppe pretese. Qualche sequenza è persino azzeccata (il ghepardo dietro l'auto), altre son ridicole (i topi in fiamme). La svolta finale (da animali a mocciosi assassini) ha un suo fascino, ma è sviluppata con sciatteria e Prosperi non ha voglia (o mezzi) per spingere a fondo il pedale della crudeltà. Attori sotto il minimo sindacale.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Buiomega71 16/12/10 23:12 - 2001 commenti

Uno dei capolavori assoluti del cinema degli animali assassini. Prosperi, che gira da Dio e non si scorda di essere un documentarista, mostra metà regno animale alla carica contro l'umanità (leoni, tigri, orsi, iene, ratti, cani, elefanti, ghepardi), non lesinando gore e attacchi tra i più realistici mai girati in un film. Cita Argento (il cane guida del cieco), Fulci (lo splatterissimo banchetto dei topi con la coppietta in auto), e si lancia nel terrifico finale alla Grano rosso sangue, con tanto di "nenie" argentiane. Picco massimo dell'"eco vengeance". Assoluto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'orso Pompeo che sbrana la maestra di danza, con sottofondo melodico; I terrificanti resti umani del pasto dei ratti; Il cane guida; I bimbi assassini.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Ryo 26/1/12 12:19 - 1875 commenti

Animali assassini selvaggi che terrorizzano i cittadini a causa di una sostanza nell'acqua. Trovate splatter divertenti, fantasiose le uccisioni diverse che sfruttano le caratteristiche dell'animale che le effettua (l'elefante schiaccia con le zampe, il giaguaro rincorre, l'orso graffia...). L'istinto, vedendo questo film e la recitazione, è di tifare per gli animali, anche perché in alcune scene sembrerebbero maltrattati per davvero.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Tomastich 25/11/08 11:56 - 1197 commenti

Bello! Un film sottovalutato (e sconosciuto) del mondo-specialist Franco Prosperi. Una storia che si muove tra inno all'ecologia ed ecologia della violenza (per dirla in stile Mario Bava). Ottimi gli effetti speciali e visivi. Da riscoprire (per il suo messaggio importante).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'inseguimento del leopardo.
I gusti di Tomastich (Animali assassini - Horror - Thriller)

Gestarsh99 9/1/11 23:41 - 1174 commenti

Abile eco-vengeance artigianale che dissimula con accurata naturalezza le proprie carte reali, seminando minuscole briciole rivelatorie lungo l'intero sviluppo del pandemonio animalesco e rivelandosi solo alla fine in tutta la sua imprevista svolta di sconcertante discorso metaforico. Prosperi si adopera come meglio può per nascondere i limiti della messinscena (evidenti soprattutto nel montaggio e nella resa degli sfx) ed orchestra momenti di suspense che colgono nel segno, chiudendo in maniera professionale la sua trentennale carriera dedicata alla natura e al documentario.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'impavida dimestichezza di John Aldrich con tutti i feroci animali del film/ i due bambini che sbucano nel corridoio in cui passeggia l'orso polare.
I gusti di Gestarsh99 (Horror - Poliziesco - Thriller)

Anthonyvm 13/4/18 20:41 - 925 commenti

Buon eco-vengeance particolarmente intriso di quella violenza exploitativa tipica del cinema bis italico del periodo (senza contare il passato di Prosperi legato ai mondo movie, da cui affiorano alcune sequenze di quotidianità allo zoo, come il truculento pasto dei felini). Se l'idea di base è vincente e numerose le scene che restano impresse, finale super dark compreso, non si può dire lo stesso dei personaggi, in particolare del protagonista, particolarmente piatto. Ottimi gli effetti speciali e sapiente il montaggio di Morra. Memorabile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'inseguimento ghepardo/macchina; I topi che rosicchiano una coppia di amanti; Gli elefanti che schiacciano teste; Il finale cupissimo.
I gusti di Anthonyvm (Animazione - Horror - Thriller)

Werebadger 6/6/13 0:47 - 270 commenti

Se da una parte la trama presenta risvolti e tematiche interessanti (gli animali che, per un motivo misterioso, all'improvviso decidono di rivoltarsi all'uomo, in odore di protesta ecologista) dall'altra abbiamo un filmaccio dal comparto tecnico penoso (belle solo le ambientazioni urbane) e odiose scene di uccisioni dal vero di animali (il gatto sbranato dai ratti, similmente a Men behind the sun, gli stessi ratti bruciati vivi). Sprecato il bravo Ugo Bologna. Evitabilissimo.
I gusti di Werebadger (Animazione - Fantastico - Horror)

Ugopiazza 7/7/14 17:58 - 118 commenti

Quando ormai la mia passione per gli eco-vengeance era sopita da anni, scopro quello che si può definire il film sugli animali assassini per eccellenza. Difficile fare di meglio: ci sono una quantità impressionante di belve dedite a straziare chiunque gli capiti a tiro, effettacci splatter neanche così male e discrete vette di tensione. Prosperi dirige molto bene, grazie alla sua vena documentaristica che ben si applica alla natura del film e tende a valorizzare le riprese degli animali. Finale trashissimo ma a suo modo inquietante e riuscito.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Che vuol dire non ci sono tracce di elefanti, sa cosa sono gli elefanti? Elefanti, non pidocchi, elefanti!"; La macchina inseguita dal ghepardo.
I gusti di Ugopiazza (Commedia - Horror - Thriller)

Gojira 26/12/11 22:29 - 3 commenti

Film dal taglio visivo assolutamente spettacolare e ancora oggi modernissimo, ma su tutto eccelle un montaggio impeccabile che riesce a valorizzare ogni inquadratura. E non poteva essere altrimenti quando alla moviola c'è Mario Morra, uno dei più dotati e capaci montatori del nostro cinema. Alcune sequenze come l'assalto degli elefanti all'aeroporto possiedono una valenza spettacolare che raramente si era vista in un film italiano. Belle le musiche e il finale è davvero inquitante.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'attacco degli elefanti all'aeroporto.
I gusti di Gojira (Fantascienza - Fantastico - Horror)