Una notte da leoni 2

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: The Hangover: Part II
Anno: 2011
Genere: commedia (colore)
Numero commenti presenti: 35
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Quando si centra un successo simile risulta impossibile evitare il sequel. E difatti rieccoli qui i nostri tre irrimediabili ubriaconi, a ripetere passo dopo passo la medesima esperienza sperimentata in UNA NOTTE DA LEONI. Se però già era difficile credere a tre amici che insieme perdono la memoria dopo una colossale sbornia, oltre l’assurdo è pensare che la stessa situazione si verifichi una seconda volta in modo tanto simile. D’altronde la formula vincente è ben precisa: lambisce i territori del giallo nella ricostruzione passo dopo passo della "notte misteriosa" aderendo nel contempo perfettamente alla logica della migliore commedia americana attraverso una sceneggiatura...Leggi tutto arguta e ricercata. Qualità che ritroviamo qui, senza che però possa più verificarsi l’effetto sorpresa. Così tutto, dalla costruzione temporale ai titoli di coda con foto rivelatrici, ricalca smaccatamente il prototipo rivelando una povertà d’invenzioni (o una totale assenza di coraggio) preoccupante. Eppure non gli si può negare nuovamente una qualità nei dialoghi difficilmente riscontrabile in commedie analoghe, un’efficacia comica che trova ideale riscontro nell’invidiabile affiatamento del cast (anche se di nuovo l’unico fuoriclasse, vero motore comico del film, è il simpatico Galifianakis). Certo, si tratta di commedia dalle scarse ambizioni, una trasferta a Bangkok con trovate di discreta volgarità alternate a situazioni costruite ad arte che puzzano di artificioso lontano un miglio, però il suo dovere il film lo fa: intrattiene, fa sorridere, azzecca tre o quattro ottimi momenti ed è sostenuto da una regia scoppiettante che permette di godere appieno del modesto spettacolo. Se tuttavia esiste un film che dovrebbe far riflettere sull’utilità di certi sequel è proprio questo: a che serve riproporre tanto pedissequamente una formula quando già ne esiste l’esempio compiuto e finito? Persino la presenza di una mascotte da portarsi appresso (lì un infante, qui una scimmietta) e il cameo di Mike Tyson (alle prese con una stonatissima versione della “One night in Bangkok” di Murray Head) vengono riproposti senza un briciolo di vergogna. Né ci si è fatti mancare Chao, il criminale da operetta (più simpatico che nel primo capitolo) dalla particolarissima voce (ottimo il doppiaggio). Difficile trovare un altro esempio di sequel che si avvicini molto di più all'idea di vero e proprio remake...
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 26/05/11 DAL BENEMERITO HARRYS POI DAVINOTTATO IL GIORNO 28/05/11
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Jandileida 3/10/15 15:23 - 1261 commenti

I gusti di Jandileida

Già il primo della serie non mi aveva fatto impazzire: il secondo è uguale al precedente ma si passa da Vegas a Bangkok. In pratica questo è il cambiamento più evidente; poi ci sono di nuovo l'amnesia alcolica, i tre amici (il buono, il figo e il matto), il gangster asiatico nevrotico e la solita serie di peripezie che sono una sorta di sommatoria di tutti i luoghi comuni conosciuti sul sud-est asiatico e i piaceri che la capitale thailandese può regalare. Magari qua e là un risatina l'ho fatta, ma direi che si può comodamente passare oltre.

Harrys 26/05/11 01:02 - 682 commenti

I gusti di Harrys

Tutte, ma proprio tutte, le avvisaglie avveratesi. L'hangover in Bangkok ricalca pedissequamente quello a Las Vegas, sbrigando la quisquilia recitativa relegandola in seno a Cooper, focalizzando quello che rappresenta il solo ed unico pretesto del sequel sulla strepitosa caratterizzazione del personaggio di Galifianakis (ciò che porterà milioni di teenager al cinema). Perduto lo stupore derivante dalle inaspettate peripezie del primo episodio, la magia svanisce. Rimane del "sano" pseudo-razzismo che da Hollywood proprio non t'aspetti. **1/2

Didda23 26/05/11 14:25 - 2288 commenti

I gusti di Didda23

Confermare il successo del primo capitolo era un'impresa quasi impossibile. L'impianto narrativo è il medesimo, l'efficacia di certe battute è notevole e la prova di tutto il cast è molto azzeccata; purtroppo mancano freschezza e originalità. Ottimo il ritmo ed i momenti di noia sono totalmente assenti. Il risultato finale è comunque molto godibile ed il divertimento assicurato. Evitate di vedere il trailer perché svela molte delle battute migliori.
MEMORABILE: La meditazione di Alan nel tempio; la canzone sulla barca.

Dengus 26/05/11 19:59 - 349 commenti

I gusti di Dengus

Cambia l'ambientazione ma la solfa è la stessa; vita da sballo all'insegna di quel divertimento che al mattino paghi con gli interessi, stavolta in quel di Bangkok; scatenati i soliti quattro! Situazioni demenziali e paradossali, ma con un occhio di riguardo nei confronti dell'amicizia, la vera protagonista del film. Grandissimo Chao con il suo accento e la scimmietta sfruttata anche per abusi sessuali! Non mi dispiace per nulla ed è uno dei pohissimi film usciti recentemente che strappa risate genuine in continuazione, come il precedente! Promosso!
MEMORABILE: Il Tatoo in faccia; l'inseguimento alla Fast and Furios!

Rambo90 27/05/11 01:27 - 6392 commenti

I gusti di Rambo90

Dopo lo strabiliante e sorprendente primo capitolo, Phillips decide di ricalcare alla lettera le orme tracciate dal precedente. Il prologo dura meno, si passa subito al mattino che li trova ancora sbronzi e smemorati, ci sono molte meno sorprese, le trovate migliori vengono verso la seconda parte e la volgarità aumenta. Viene meno il fattore originalità ma ci si diverte comunque, soprattutto grazie al trio di protagonisti in gran forma, mentre Bartha è ancora più in disparte. Inutili le comparsate di Cassavetes e Giamatti. In ogni caso spassoso.

Markus 28/05/11 00:45 - 3310 commenti

I gusti di Markus

Probabilmente sarebbe stato meglio evitare di mettere in scena un "n. 2", ma la tentazione e la bramosità di facile "danaro" è stata più forte di tutto; è giusto così. Il film non aggiunge nulla di nuovo rispetto alla struttura narrativa del primo capitolo e persevera, dunque, su un terreno di facile presa. Di affascinante - seppur stereotipata - ambientazione a Bangkok, la pellicola diverte non tanto per le battute (alcune in ogni caso spassose e provenienti da Galifianakis), quanto al ritmo davvero sostenuto che accompagna lo spettatore.

Puppigallo 29/05/11 14:12 - 4515 commenti

I gusti di Puppigallo

Spudoratamente ricalcante la prima avventura, riecco gli smemorati in balia di se stessi, dei delinquenti di Bangkok e, soprattutto, del loro barbuto amico ("Sei il diavolo con la pancia!"). Ma nonostante la trama ricalchi pedissequamente le precedenti vicissitudini (certo, non sono le stesse, ma il concetto è quello), bisogna riconoscere che i tre più l'asiatico funzionano ancora piuttosto bene, consentendo allo spettatore di seguire le loro peripezie senza sbuffare, anche se qua e là la grana si fa eccessivamente grossa (il trans che descrive il rapporto col tatuato). Non male, dopotutto.
MEMORABILE: Il barbuto servito dai genitori (li chiama col walkie-talkie); Il futuro sposo paragonato dal genero a un riso in bianco per vecchi e bambini.

Jcvd 6/06/11 22:13 - 258 commenti

I gusti di Jcvd

Purtroppo questo sequel non riesce a fare miracoli e inevitabilmente appare troppo simile allo stupendo Hangover originale. Nonostante una fantasia non proprio eccelsa degli autori e il ripresentarsi delle medesime situazioni (addirittura un Tyson totalmente fuori luogo) è una buona commedia, godibile e spesso divertente. Cooper è bravo come sempre mentre Galifianakis è il solito mattatore grazie a buone battute.

Pinhead80 10/06/11 19:28 - 3969 commenti

I gusti di Pinhead80

Non paghi della loro prima "disavventura" pre-matrimoniale, i nostri mitici protagonisti ci ricascano (ma di chi sarà la colpa...?). Questa volta però si ritrovano nella calda e caotica Bangkok, accerchiati da gente forse più folle di loro e accompagnati da una scimmietta. Il successo del film ovviamente risiede nella straripante interpretazione di Zach Galifianakis, che fa e disfa a suo piacimento ogni situazione. Tutto sommato un buon sequel, che fa della dinamicità e delle situazioni al limite del paradossale il suo punto di forza.

Cif 10/06/11 20:42 - 272 commenti

I gusti di Cif

Il canovaccio è quello. Il resto sono variazioni sul tema del primo capitolo. Qualche passaggio a vuoto, ma ci si diverte, eccome. Il gruppo di amici funziona, i nuovi innesti rendono bene. Ovviamente nessuno si attende la verosimiglianza, ma ci si ride sopra (a patto di non pensarci troppo).
MEMORABILE: L'amico barbuto assolutamente scoppiato.

Belfagor 14/06/11 10:11 - 2625 commenti

I gusti di Belfagor

Stessa formula del primo, stessi protagonisti, inconvenienti simili, il tutto spostato a Bangkok. Ne è uscito un film inevitabilmente affetto da sequelite e da una comicità molto più grossolana (in certi punti gratuitamente crassa), ma che comunque riesce a far ridere. Fra i punti di forza ci sono una scimmia spacciatrice, il mafioso Leslie Chao e, ovviamente, la delirante prova di Galifinakis. Al futuro sposo Stu tocca questa volta la parte del parafulmine cosmico.

Fabbiu 14/09/11 18:25 - 1950 commenti

I gusti di Fabbiu

Seuqel non necessario, che non fa che ripetere il gioco del suo precedente ma che nonostante tutto diverte, regala momenti carichi di umorismo e in fin dei conti allieta la serata. Improbabile ancora una volta e forse di più, questa mega ubriacata in Thailandia, ma seguire il branco uscirne fuori in un disastro dopo l'altro, tra un tatuaggio in faccia e un dito tagliato, ha i suoi momenti forti, sebbene mai troppo coerenti. Più di un comune teen movie; niente di che ma funzionante, seppur inutile.

Galbo 21/11/11 07:13 - 11422 commenti

I gusti di Galbo

Sorta di sequel/remake in salsa tainlandese di un film di grande successo, Una notte da leoni 2 è giocoforza privo dell'impatto e della carica innovativa del film precedente. Tuttavia la bravura del regista, il cambio di location, la simpatia e l'affiatamento tra i tre attori principali assicura ancora una volta parecchio divertimento e un film che nel complesso regge bene la sua durata con un grande ritmo. Buona la colonna sonora.

Luchi78 19/12/11 11:01 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Molto meno riuscito del primo episodio, non solo per la mancanza dell'effetto sorpresa ma anche per alcuni personaggi che perdono gran parte della loro verve iniziale. È il caso di Zach Galifianakis, al quale vengono messe in bocca battute spesso poco efficaci e che lo rendono più macchietta che vero personaggio al di fuori di questo mondo. Il film decolla con ritardo, grazie al simpatico criminale Chow (Ken Jeong) che diventa il vero fulcro comico del film. Finale ovviamente scontatissimo.

Mota 20/02/12 15:59 - 59 commenti

I gusti di Mota

Stesso meccanismo del primo film: i tre "leoni" si risvegliano senza ricordare quello che hanno fatto la notte prima e senza il fratello della sposa. Dovranno ricostruire quello che è successo per ritrovare il ragazzo e correre al matrimonio. Ovviamente era impossibile raggiungere e superare il successo del precedessore, ma, pur non riuscendoci, questo sequel rimane un buon film in cui le risate sono assicurate grazie ai dialoghi ben congegnati e alle ottime interpretazioni di tutti gli attori (tra cui spicca ancora una volta Galifianakis).

Cloack 77 11/06/12 11:27 - 547 commenti

I gusti di Cloack 77

Identico al precedente per schema, progressione, perfino comparse, titoli di coda... Se da un lato la scelta fa sì che i fan non rimangano delusi, per lo spettatore un po' più smaliziato tutto diviene troppo prevedibile, scontato, ormai svanito l'effetto sorpresa. Si affonda a più non posso invece nella volgarità, non vi è limite al peggio... ormai si naviga a gonfie vele nel triviale, ma si può ancora "migliorare".

Daniela 21/06/12 06:23 - 9520 commenti

I gusti di Daniela

Repetita juvant? Sarà, ma qui si prendono i tre protagonisti di una recente commedia di successo e se ne replica la stessa identica situazione, sia pure in salsa asiatica, tanto che sembra di essere di fronte ad un remake e non un sequel Il ritmo accelerato e qualche gags carina (il discorso del futuro suocero) non riescono a salvare una pellicola che si limita a spremere il limone, non evitando banalità. ruffianerie e cadute di cattivo gusto (l'episodio con il trans è imbarazzante anche per lo spettatore oltre che per il povero Stu). Mediocre.

Mco 27/09/12 19:40 - 2155 commenti

I gusti di Mco

Repetita iuvant o ne bis in idem? Phillips pare lambire maggiormente il senso del primo brocardo, con una quasi pedissequa riproposizione della formula originale: tre partecipanti (uno rimane sempre fuori dai giochi) che si risvegliano ignari da una notte di fuoco, un animale presente (tigre o scimmia), Cooper che si fa male ed Helms che si dà al sesso più sfrenato (e doloroso...). Galifianakis è un fuoriclasse nella sua icona di figlio di papà quasi bloccato alla fase fallica infantile. Molto divertente.
MEMORABILE: Il monaco dal voto silenzioso che ride e si diverte a seguito del suo ratto furtivo...

Redeyes 8/05/13 16:43 - 2148 commenti

I gusti di Redeyes

Prendi i 3 "sfigati" con un aereo e portali a Bangkok. Già, perché come farsi mancare i ladyboys? Purtroppo questo secondo capitolo niente inventa e niente rende leggero. Non dico che ci si annoi, ma si ha la sensazione di un remake con cambio di location e nulla più. Il pazzo che si droga, il dentista questa volta tatuato e persino il terrorista cinese. Se vi è piaciuto il primo risparmiatevi questo, dove il momento migliore è dato dalle istantanee alla fine.

Enzus79 29/05/13 16:02 - 1827 commenti

I gusti di Enzus79

Divertente e irriverente. La volgarità nei film di Todd Phillips non conosce limiti e questo forse è un punto di forza. Fra i personaggi risulta sempre più simpatico quello interpretato da Zach Galifianakis mentre perde punti quello di Bradley Cooper. Piccola parte per Nick Cassavetes.

Xamini 12/06/13 00:04 - 1021 commenti

I gusti di Xamini

Se il primo era una fresca ventata di fancazzismo, qui lo schema viene riproposto paro paro fatto salvo l'ambientazione (e ci mancherebbe): risveglio, serie di shock consecutivi e via di ricostruzione. Insomma, il tutto funziona discretamente bene ma resta privato dell'effetto sorpresa; un more of the same per passare la classica serata birra & rutto libero.
MEMORABILE: Ovviamente lo showreel fotografico finale

Herrkinski 17/06/13 16:27 - 5205 commenti

I gusti di Herrkinski

Inevitabile sequel di una delle più spassose commedie USA di successo degli ultimi anni, che parte dallo stesso presupposto del primo episodio ma sposta la vicenda in ambiente esotico (la caotica Bangkok). I protagonisti ancora una volta funzionano alla grande insieme e i molti riferimenti al primo capitolo divertono parecchio; le gag sono assurde e manicomiali, ma pur non raggiungendo i livelli del prototipo risultano riuscite in varie occasioni. Manca l'effetto sorpresa stavolta, tuttavia può dirsi un sequel dignitoso e gradevole.
MEMORABILE: L'inseguimento in auto.

Furetto60 5/07/13 18:57 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Squadra che vince non si cambia? E allora ecco i soliti tre amici a reggere le sorti di questo deludente nuovo episodio, poverissimo di nuova ispirazione e stancamente ripetitivo. In effetti non si capisce chi avrebbe potuto fornire nuova linfa alla verve comica: un suocero antipatico? un monaco muto? un cognatino minorenne primo della classe? o un'insulsa scimmietta? Fotocopia sbiadita e infelice della prima parte.

Blutarsky 10/10/13 16:29 - 353 commenti

I gusti di Blutarsky

Più che un sequel un remake: stessa idea (cosa è successo?), stessa trama (uno dei partecipanti è sparito) e medesimo sviluppo e finale (tutto è bene ciò che finisce bene... o quasi). Gli sceneggiatori non si sono molto sforzati replicando in maniera insensata anche i più piccoli elementi, finendo per annullare la freschezza e la genuinità del primo capitolo. Le ambiantazioni tailandesi sono sfruttate in modo tale da non risparmiarci nessun luogo comune e nonostante il dela-vu il film si fa guardare grazie alla simpatia dei personaggi principali.

Ugopiazza 16/07/14 15:05 - 118 commenti

I gusti di Ugopiazza

Il film soffre sostanzialmente di un grosso difetto: è la copia sputata del suo predecessore, con la differenza che qui l'effetto sorpresa è svanito, le gag sono costantemente forzate (come del resto la scelta di promuovere Mr. Chow a coprotagonista senza una motivazione convincente) e a volte anche di cattivo gusto (il trans), ed è quello che succede quando si gira un sequel per motivi puramente commerciali. Comunque gli attori riescono più volte a salvare la baracca col loro carisma, che alla fine è l'unico motivo valido per vedere il film.
MEMORABILE: Qui il malcapitato perde un dito (non un dente), un dito e a nessuno sembra importare niente!

Almicione 31/05/15 01:26 - 765 commenti

I gusti di Almicione

Mai dormire sugli allori, soprattutto quando si tratta di una commedia: riproporre le stesse situazioni significa renderle non divertenti, scontate e stantie. A dire il vero qui si esagera introducendo le banali peculiarità della commedia moderna – da cui il primo episodio era riuscito a evadere – come lo scontro suocero-genero e la scappatella inconsapevole con un trans. Si doveva innovare e si è innovato in modo sbagliato: ciò che rimane è un gioco che sa di vecchio e quindi non fa più ridere. Meritatissimi i Razzie.

Toporosso 4/06/15 15:06 - 77 commenti

I gusti di Toporosso

Sequel-fotocopia di una commedia di successo. Stesso regista, identici gli interpreti, i personaggi, la trama, lo sviluppo della narrazione. Per quanto sia stata apprezzabile l'idea originale, la sua pedissequa ripetizione non strappa certo applausi, tuttavia il film è diligentemente realizzato e interpretato e centra in pieno il suo obiettivo: riuscire gradito al proprio target di riferimento ed essere un successo al botteghino. Lontanissimo dalla "sophisticated comedy" (la quale, peraltro, deve la sua esistenza anche a film come questo).

Ultimo 12/04/16 10:08 - 1370 commenti

I gusti di Ultimo

Sequel che vive di pregi e difetti: da un lato è divertente e ben fatto, dall'altro è palesemente identico al primo film, con il solo cambiamento di location (da Las Vegas siamo passati alla Thailandia). Ne consegue un film non affatto brutto ma nel quale si vede ben poco di nuovo: il gruppo è sempre lo stesso, i personaggi fanno le identiche corbellerie finendo nei consueti pasticci. Bravi su tutti Cooper e Galifianakis (per l'occasione rapato a zero).

Il ferrini 30/03/16 23:55 - 1702 commenti

I gusti di Il ferrini

Quando si azzecca una commedia pressoché perfetta come Una notte da leoni ci vuole più coraggio a non girarne un sequel che a farlo. Phillips sceglie la seconda opzione e tutto sommato poteva andare anche peggio, perché il film è comunque divertente, soprattutto grazie all'innesto dell'esilarante Chow, una sorta di criminale asiatico dal codice morale piuttosto discutibile. Molti i richiami al prototipo, i cui livelli qui vengono solo sporadicamente raggiunti, ma resta comunque un buon passatempo.

Zio bacco 24/09/16 15:51 - 240 commenti

I gusti di Zio bacco

Come in molti seguiti, l'effetto novità spesso è affievolito. Qui, malgrado un repentino cambio di ambientazione, la trama ricalca pedissequamente quella del capitolo precedente, con totale annullo di contraccolpi o sorprese. Oltre al solito incontenibile Galifianakis, è forse Helms il vero perno della vicenda, anche perché il suo personaggio si tira addosso le solite sfighe di turno. In generale è un secondo capitolo decente e di buona regia, ma la mancanza di originalità e certe situazioni grottesche o volgari abbassano di molto il giudizio.

Piero68 8/10/18 10:22 - 2768 commenti

I gusti di Piero68

Difficile stabilire quanto sia sequel e quanto remake visto che la storia viene riproposta in maniera pedissequa rispetto al primo capitolo con il solo cambio della location. Resta il fatto che persa la freschezza del prodotto e conoscendo le dinamiche della narrazione l'interesse viene a scemare e molte scene risulteranno telefonate. Da sottolineare anche l'inserimento più marcato di battute volgarotte e uno spazio più ampio al personaggio del cinese. Resta sempre in secondo piano invece il personaggio di Doug/Bartha. Meno efficace del primo.

Deepred89 21/11/18 00:27 - 3292 commenti

I gusti di Deepred89

Commedia non particolarmente divertente ma spassosa e ritmata, che rispetto al predecessore accentua la componente noir, con una Bangkok infernale tutta criminali, prostitute, drogati, sovraffollamento e baracche diroccate. Buoni la confezione e il montaggio, simpatici Cooper e Helms, mentre Galifianakis, elemento forte del primo capitolo, qui stanca in fretta. Più azione che volgarità, anche se per i fan de La moglie del soldato si segnala un inaspettato nudo shemale.

Bubobubo 21/11/18 00:35 - 1223 commenti

I gusti di Bubobubo

L'esperimento di inserire la situazione-tipo del primo capitolo nel contesto thailandese (di per sé esotico, sconosciuto e quindi foriero di invenzioni esilaranti) funziona nei limiti del possibile: a differenza del passato, qui l'eccesso non è mediato se non in minima parte dallo slapstick e la volgarità gratuita serpeggia in svariati momenti (il finale, campissimo, è così fuori di testa che non ci si crede). Nel complesso meno fortunato del predecessore, ma era difficilissimo replicarlo. Si ride comunque ancora spesso.

Viccrowley 13/02/20 00:11 - 803 commenti

I gusti di Viccrowley

Secondo giro di nottate deliranti per il terzetto di sciroccati ancora una volta diretti dal bravo Phillips. Il canovaccio non si discosta molto da quello del capostipite, cambia la location che da Las Vegas passa a Bangkok ma non cambiano le situazioni assurde e le gag scorrettissime che tanto ci avevano divertito e che tornano pompate al massimo livello. L'alchimia del terzetto resta perfetta, specialmente quando irrompe Chao con la sua fisicità tutta mossette e volgarità. Manca senz'altro la freschezza del primo episodio, ma ci si diverte un mondo.
MEMORABILE: Stu e la "ballerina"; La scimmietta con la giacca; L'incontro con Giamatti al ristorante.

Vito 8/10/20 05:26 - 662 commenti

I gusti di Vito

Praticamente lo stesso plot del primo film, ma questa volta si cambia ambientazione: da Las Vegas all'esotica Bangkok. Quindi praticamente medesime gag e situazioni a volte anche più estreme, altre solo più trash. Sempre simpatico il terzetto di protagonisti Cooper, Helms e naturalmente il jolly Zach Galifianakis, ma a dire il vero non se ne sentiva il bisogno.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Zender • 28/05/11 17:36
    Consigliere - 43612 interventi
    Francamente è raro che abbia visto un sequel tanto spudoratamente ricalcato...
  • Discussione Harrys • 29/05/11 01:12
    Fotocopista - 651 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Francamente è raro che abbia visto un sequel tanto spudoratamente ricalcato...

    Concordo. Si rasenta l'auto-plagio (sic!)...
  • Discussione Galbo • 29/05/11 08:20
    Gran Burattinaio - 3763 interventi
    alla faccia della fantasia....
  • Homevideo Gestarsh99 • 28/10/11 18:07
    Scrivano - 14764 interventi
    Disponibili da Dicembre entrambi i capitoli (2 Blu-Ray Disc) per Warner Home Video:



    DATI TECNICI

    * Formato video 2,40:1 Anamorfico 1080p
    * Formato audio 5.1 Dolby Digital: Italiano Inglese
    Dolby TrueHD 5.1: Inglese
    * Sottotitoli Italiano
    * Extra Commenti picture-in-picture
    Le Gag
    Carrellata di Gag
    Iron Mike online video
    Ancora più foto dalla macchina persa
    Mappa della distruzione
    La follia di Ken Jong
    Carrellata di azioni
    Three best Friends
    The Dan Band!
    Dentro la storia:
    - Il ritmo comico di Todd Phillips
    - Un amore di scimmia
    - Un giro a Bangkok con Mr Chow
    - Documentario non autorizzato
    - Sequenza di scene d'azione
    - Ulteriori contenuti via BD-Live
  • Discussione Redeyes • 12/05/13 18:33
    Contratto a progetto - 841 interventi
    Il mio Bang Cock della recensione al posto di Bangkok, che mi hai corretto, non era proprio un errore grammaticale, come lo hai interpretato, ma un evidenziare come la città fosse messa in luce come un teatrino sessuale.
  • Discussione Zender • 12/05/13 18:42
    Consigliere - 43612 interventi
    D'accordo, ma allora perché cock maiuscolo? Peraltro non so da cosa si può capire che bang cock sarebbe un teatrino sessuale, al di là del significato singolo della parola cock...
  • Discussione Redeyes • 12/05/13 18:49
    Contratto a progetto - 841 interventi
    Lascialo pure com'è.
    E' un puro gioco di parole... bangCock, per evidenziare, il fatto che ti dicevo nella frase sucessiva che nn mancano i ladyboys, che è un lugo comune della città.
    Poi come ogni gioco di parole, va da se che se estrapolato, o se mal venuto -come sicuramente il mio- può non venir compreso.
    Il mettertelo in maiuscolo Cock, era per il motivo per cui mi sottolinei il sostantivo inglese.
    Lasciandolo in minuscolo appariva come un mero errore...
  • Discussione Zender • 12/05/13 18:57
    Consigliere - 43612 interventi
    Aaaah, ora ho capito. Ok, il gioco di parole ci poteva stare, però andrebbe impostato in modo appena più comprensibile. L'avrei almeno messo tra virgolette, ecco, o dopo tre puntini.
  • Discussione Redeyes • 12/05/13 20:51
    Contratto a progetto - 841 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Aaaah, ora ho capito. Ok, il gioco di parole ci poteva stare, però andrebbe impostato in modo appena più comprensibile. L'avrei almeno messo tra virgolette, ecco, o dopo tre puntini.

    Lo terrò a memoria per le prox volte!!
    :)
  • Musiche Samuel1979 • 28/05/13 23:11
    Call center Davinotti - 2951 interventi
    Mike Tyson canta "One Night In Bangkok".