Qualcuno in ascolto - Film (1988)

Qualcuno in ascolto

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 14/10/08 DAL BENEMERITO TOMASTICH
1
1!
2
2!
3
3!
4
4!
5

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione ( vale mezzo pallino)
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Tomastich 14/10/08 11:36 - 1255 commenti

I gusti di Tomastich

Da una sceneggiatura di Franco Ferrini e Vincenzo Cerami, nasce questo spy-thriller "innevato" girato da Falerio Rosati (il regista del documentario "L'addio a Berlinguer" e "Cronaca Nera"). È la storia di un responsabile di parabole-tv che lavora sulle alpi svizzere che si mette in contatto con un ragazzino americano; per colpa di un fulmine una parabola inizia a trasmettere immagini a circuito chiuso di una casa e in questa casa avviene un omicidio. Sta alla loro arguzia capire cosa c'è dietro. Film godibile, direi anche "familiare".
MEMORABILE: I bellissimi paesaggi montani; Peter che suona la batteria sulle nevi; La casa sul lago di Danny.

Tarabas 6/12/10 14:02 - 1881 commenti

I gusti di Tarabas

Un tecnico in una stazione satellitare sulle Alpi capta un segnale video, tramite il quale assiste a un delitto. Con l'aiuto di un ragazzino americano appassionato di radio, si intromette in un intrigo spionistico. Inizia non male, con qualche suggestione sul potere (e sull'impotenza) della visione che sembra citare Antonioni e Blow up. Poi diventa più ovvio man mano che la scena si allarga dai monitor e dai microfoni radio al mondo reale. Curioso e poco più. Messa in scena molto televisiva.

Homesick 8/01/12 08:41 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Pochi mezzi ma grandi risultati per questo thriller spionistico dalla trama affascinante (richiami a La finestra sul cortile, Blow-up, Videodrome, Wargame) che distribuisce tensione continua e crescente, facendo leva sul progresso tecnologico come arma a doppio taglio e su una scena circoscritta a un triangolo di locations: la stazione satellitare tra le nevi delle Alpi svizzere, la casa nel Maine e l’appartamento con la coppia di spie. Attori giusti al posto giusto, con nota particolare per lo sveglio ragazzino, interpretato da Oliver Benny.
MEMORABILE: Il radioamatore di Odessa che gioca a scacchi via radio; Spano che dà istruzioni a Berry attraverso il video; Il blackout.

Pigro 20/08/13 14:19 - 9767 commenti

I gusti di Pigro

Una sceneggiattura compiacente annacqua un plot incalzante, facendolo slittare verso la storiella, comunque intrigante. Perché l’idea di partenza non è male, con la ridefinizione dei confini tecnologici dell’intercettazione casuale, inaugurati da Hitchcock e Antonioni, e qui declinati con l’intrusione imprevista in una spy-cam da parte di un tecnico sulle Alpi, che coinvolge nell’intrigo un ragazzino americano. Il film riserva alcuni momenti intensi, ma poi l’aria un po’ bonacciona da pellicola per ragazzi prende il sopravvento.

Lythops 18/12/13 18:32 - 1019 commenti

I gusti di Lythops

Il merito del film, del resto comune a pochi (ma in quegli anni ce n'erano), è di lasciare un messaqgio secondo cui fino a quando non lasci spazio alla curiosità di sapere, andare oltre l'apparente, non potrà mai succederti nulla. L'apertura del velo è lì, casuale e in quanto tale sempre possibile, ma devi tenertene lontano. Un tempo c'era il tempo (!) per pensare a queste cose, ma oggi, invasi da una libertà falsa, distratti dal gossip, ciò non può/deve accadere, pena conseguenze spiacevoli. Didattico, ben congegnato, anche per famiglie.

Daidae 12/08/20 13:18 - 3214 commenti

I gusti di Daidae

Interessante e particolare thriller italiano che ricorda vagamente anche WarGames - Giochi di guerra. Si ritrovano nel film un po' di dramma, di azione, di spionaggio e una spruzzata di tecnologia per una volta con i computer incredibilmente quasi assenti. Il film è molto teso fino alla sua conclusione. Buona la prova di tutto il cast, in particolare dei due attori principali. Un film sicuramente da riscoprire.

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Cronaca neraSpazio vuotoLocandina DarkroomSpazio vuotoLocandina Il colpevoleSpazio vuotoLocandina Bridge to nowhere
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Musiche Lucius • 7/11/10 12:24
    Scrivano - 9041 interventi
    Volevo segnalare questa bellissima e suggestiva colonna sonora del maestro Pino Donaggio.
    Alcune suites ricordano quelle di "Sotto il vestito niente", altro suo lavoro inedito.
    Da non perdere.