Oscar - un fidanzato per due figlie - Film (1991)

R
Oscar - un fidanzato per due figlie
Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Oscar
Anno: 1991
Genere: commedia (colore)
Note: Remake di "Io, due figlie, tre valigie" (1967).
Papiro: elettronico

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJ

OSCAR era il titolo originale di IO, DUE FIGLIE E TRE VALIGIE, una commedia francese del 1967. Carlo Ponti, via Disney, ne propone a John Landis il remake. Questi, poco convinto dal progetto originario, lo reambienta (negli Anni Trenta) e lo sposta sul versante gangsteristico chiamando Sylvester Stallone (desideroso di cimentarsi in ruoli meno statici) a ricoprire la parte che era stata di De Funès. Condisce il tutto con quel ritmo a volte stranito che contraddistingue il suo stile e ci propina una commedia degli equivoci che dall'originale riprende l’impressionante catena di coincidenze. Oscar, l’autista,...Leggi tutto diventa un personaggio del tutto marginale e manda in confusione i titolisti italiani (che finiscono per far immaginare un legame inesistente tra titolo e sottotitolo). Il cast è di prim'ordine, con una lunga serie (altra mania di Landis) di partecipazioni speciali e divi del calibro della nostra Ornella Muti (è la moglie di Stallone/Provolone), il fondamentale Chazz Palminteri (il braccio destro), Vincent Spano, Tim Curry (il suo ingresso in scena nel ruolo del professore di dizione ci regala i cinque minuti migliori del film) e Marisa Tomei (la figlia). In più camei per Kirk Douglas (il padre, nel divertente prologo sul letto di morte), Linda Gray, Don Ameche... Tra tanti volti noti Landis si muove con esperienza, dettando i tempi comici e riuscendo (quasi) nell'impresa di trasformare Stallone in attore brillante. Pur tuttavia la sceneggiatura zoppica, manca la giusta spinta che dia la carica e si naviga in una generale mediocrità risollevata (troppo di rado) dal genio tipico di Landis (nella scena del disarmo insistito di Palmenteri, ad esempio). La qualità c'è, ma il coro stona spesso.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
In attesa di comparire nel box Ultimi commenti: Raremirko (30/11/22 11:48)
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Caesars 7/02/07 11:34 - 3479 commenti

I gusti di Caesars

Poco riuscito tentativo di riciclare Stallone nel genere commedia degli equivoci. Peccato, perchè sicuramente Landis è regista in grado di regalare film di altra qualità. Ottimo lo stuolo di attori che forma il nutrito cast, ma il risultato finale è inferiore alle aspettative. Rimangono comunque alcuni momenti divertenti, ma la sensazione è che il film si trascini un po' troppo stancamente per le quasi due ore di durata. Il titolo originale "Oscar" era tale anche nel film con De Funes del 1967.

Galbo 19/04/08 16:48 - 11975 commenti

I gusti di Galbo

Tentativo di Stallone di esordire nel genere della commedia brillante. Per tale esordio, l'attore si affida ad un maestro del genere, John Landis che dirige una non originalissima commedia in cui Stallone interpreta (con pochi sforzi di fantasia) un gangster italo-americano. L'attore si impegna ma risulta troppo "ingessato" ed è la pricipale causa della scarsa riuscita del film. La Muti inoltre fa la bella statuina. Mediocre.

Capannelle 25/04/08 15:58 - 4131 commenti

I gusti di Capannelle

Un film abbastanza divertente ma che non fa molto per diventare memorabile. La storia è resa con un certo stile ma sconta la mancanza di imprevedibilità e le situazioni brillanti che non sono frequentissime. Stallone e la Muti non sono primattori del genere ma pensavo peggio. Palminteri è decisamente bravo. Una menzione anche per i sempre solidi Don Ameche e Kirk Douglas.

Lovejoy 12/07/08 15:26 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Uno degli ultimi, riusciti film del bravo Landis. Garbato, priva di volgarità, con buon ritmo e gag azzeccate. Parata di stelle tutte in parte. magnifico cameo del grande Kirk Douglas; Stallone alla sua miglior parte comica, a tutt'oggi; la Muti sempre splendida e brava. Degli altri, da ricordare Ameche e Curry. Da riscoprire.

Pigro 9/11/08 10:25 - 9036 commenti

I gusti di Pigro

Remake di Io, due figlie, tre valigie, ambientato stavolta nella casa di un gangster degli anni 30. Il film è imperniato sulla trasformazione comica di Stallone, che ha il physique du rôle giusto per fare il gangster tutto d'un pezzo capitato nel delirio più caotico. La regia rinuncia al ritmo frenetico, riuscendo a mettere a segno un film non entusiasmante ma ugualmente piacevole. Visione consigliata per una serata leggera.

Ciavazzaro 21/12/08 11:44 - 4774 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Gradevole. Stallone in un ruolo comico (interpreta un gangster geloso del nuovo fidanzato della figlia) è bravissimo, la Muti discreta; menzione d'onore per Kirk Douglas e Don Ameche. Alcune scene sono molto riuscite, altre in modo appena sufficiente. In definitiva si merita il pollice su.

Renato 30/06/09 12:56 - 1648 commenti

I gusti di Renato

Un mezzo passo falso per Landis, che innanzitutto sbaglia la scelta degli attori (il bolso Stallone e la tremenda Muti) ed in più non riesce mai a dare un po' di verve alla solita pochade, per quanto ben costruita. Qua e là si sorride anche, ma manca del tutto quell'umorismo irriverente che di solito sprizza da tutti i pori nelle commedie del regista di Chicago.

Cotola 20/03/11 02:03 - 8507 commenti

I gusti di Cotola

Alla luce dei film successivi, uno dei migliori Landis degli ultimi tempi. Niente di eccezionale, sia chiaro, ma la storia è gradevole ed abbastanza divertente e scorre via veloce grazie ad un buon ritmo. Non male Stallone in una parte comica, ma il meglio del cast è rappresentato dai ruoli di "contorno" interpretati da ottimi attori: Yvonne De Carlo, Chazz Palminteri, Marisa Tomei, Don Ameche, Tim Curry e diversi altri. Remake di un vecchio film.

Rigoletto 4/07/12 19:26 - 1739 commenti

I gusti di Rigoletto

Sylvester Stallone alle prese con una commedia fa uno strano effetto e non per forza negativo. Come Schwarzenegger l'arma vincente è sempre l'autoironia, alla quale Sly non è certo immune. Il film parte bene ma zoppica un po' troppo nel ritmo e costringe a tirare il fiato dopo un po', cosa che a metà film non è un buon segno. Nel cast figura anche Ornella Muti, ma temo se ne siano accorti in pochi. Bravi gli altri attori. **1/2 per l'impegno.

Daniela 30/07/12 12:37 - 11836 commenti

I gusti di Daniela

Landis già in fase calante dirige, rifacendo un vecchio film con De Funès, una commedia degli equivoci non indegna ma poco riuscita che avrebbe dovuto servire per lanciare Stallone in chiave brillante. Sky si impegna abbastanza, aiutato in questo da un ruolo ad hoc, ma il cast nel complesso offre prestazioni assai diseguali, fra comparsate di lusso (Douglas quasi irriconoscibile), comprimari di classe e tinche come la Muti. Ma ad essere carente è soprattutto il ritmo, troppo farsesco in alcuni passaggi, troppo statico in altri.

Joey Travolta HA RECITATO ANCHE IN...

Rambo90 2/09/13 02:54 - 7234 commenti

I gusti di Rambo90

Commedia molto divertente, dal ritmo scatenato e con equivoci perfettamente incatenati, forse l'ultimo lavoro valido di Landis. Ottimo il cast: Stallone in versione comica sorprende per verve, i tirapiedi Palminteri e Riegert sono fantastici, così come sono divertentissimi i camei di Curry, Ameche e Kirk Douglas. Unici punti a sfavore: la Muti, bella quanto incolore e la Tomei troppo sopra le righe. Ottime scenografie e costumi, buona la colonna sonora.

Minitina80 27/02/16 13:08 - 2758 commenti

I gusti di Minitina80

Divertente commedia basta sugli equivoci e nulla più, sufficiente per passare una serata in leggerezza. Landis rimane incastrato in una sceneggiatura già scritta e la sua impronta stilistica, graffiante e personale, è molto più soffusa e sparuta che in altre occasioni. Variopinta e affiatata la compagine di attori, anche se a brillare sono i personaggi secondari; forse sottotono la Muti che non incide come dovrebbe. Spassoso e con una buona colonna sonora.

Victorvega 5/02/18 11:42 - 470 commenti

I gusti di Victorvega

Commedia degli equivoci classica, che sarebbe stata perfetta su di un palcoscenico e che paga un po' la riduzione cinematografica. In ogni caso garbata, ben congegnata, con un Sylvester Stallone che dimostra di non essere solo Rambo o Rocky. Leggera, da vedere ma senza menzioni particolari. In generale buona prova di tutti gli attori. Rimarchevoli i camei d'autore.

Maxx g 12/06/19 23:19 - 572 commenti

I gusti di Maxx g

Stallone entra nel territorio della commedia brillante e lo fa con un remake di Io, due figlie, tre valigie del 1967. Il cast non è male (c'è anche la nostra Ornella Muti) e qualche risata è assicurata. La trama però a lungo andare risulta troppo ingarbugliata, creando un po' di confusione nello spettatore. Il film risulta godibile ma, trattandosi di Landis, forse ci si aspettava qualche trovata graffiante e così non è. Nel cast anche Don Ameche e Kirk Douglas, in un gustoso cameo.

Herrkinski 10/06/22 10:55 - 7073 commenti

I gusti di Herrkinski

Tratto dalla commedia francese "Oscar" di Claude Magnier, già portata su schermo nel film con de Funès, ne rispetta l'impostazione teatrale e modifica alcuni dettagli, in primis impostando un setting di stampo gangsteristico dove attori ben scelti come Spano e Palminteri - tra gli altri - si muovono in maniera brillante. Ma è tutto il cast a brillare, da uno Stallone in chiave comica più convincente del previsto fino a un ottimo Curry e a una brava Muti, ben diretti da Landis che imprime un ritmo spigliato alla classica sarabanda di equivoci, truffe e scambi di persona. Divertente.

Pessoa 30/09/22 13:18 - 2450 commenti

I gusti di Pessoa

Landis riprende un vecchio film francese mettendo insieme un cast da paura che comprende una manciata di premi Oscar al servizio di un efficace Stallone, cui non par vero di uscire dai panni dei vari Rocky e Rambo per vestire quelli brillanti di Angelo Provolone. Nonostante le premesse più che buone il film si arena su una sceneggiatura incolore, capace solo di alcuni gustosi dialoghi ad effetto, e si tiene in piedi solo grazie al talento di protagonisti e comprimari. Impeccabile la confezione, che tiene alto il pallinaggio. Sicuramente vale una serata di cinema senza troppo impegno.

Raremirko 28/11/22 22:57 - 564 commenti

I gusti di Raremirko

Stallone spiritoso, bonario e in parte in una delle sue pochissime commedie. Ottimo grande cast di supporto (non mancano ovviamente attrici italiane, come la Muti), con gli abituali camei di registi illustri come Joe Dante; ironici, divertenti e continui equivoci, vuoi giocati sulle parentele, vuoi attinenti a borse. Edulcolorato, teatrale, simpatico, un film di Landis da riscoprire e che non sfigura anche dopo più rivisioni.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Herrkinski • 10/06/22 10:56
    Consigliere - 2524 interventi
    Essendo tratto da "Oscar" di Claude Magnier, non dovrebbe essere "versione di"?
  • Discussione Zender • 10/06/22 12:04
    Pianificazione e progetti - 46424 interventi
    Non è detto, va valutato se oltre alla fonte letteraria il regista si è rifatto anche al film di Molinaro, come sembrerebbe a leggere quel che scrive Imdb che lo dà sì come versione ma anche come remake.