Guardia del corpo

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: The bodyguard
Anno: 1992
Genere: thriller (colore)
Note: Aka "The body guard". E non "La guardia del corpo".
Numero commenti presenti: 20
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Lovejoy 3/01/08 18:44 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

La sceneggiatura era pronta dagli anni '70 e al posto di Costner ci doveva essere Steve McQueen ma il progetto non andò in porto e venne quindi dimenticato. Ripreso dal regista Jackson con la complicità del produttore e sceneggiatore Lawrence Kasdan, subì un deciso restyling e i due ruoli principali vennero affidati a Costner e alla Houston. Ma ciò che ne è venuto fuori non è all'altezza delle aspettative. Storia e personaggi fin troppo risaputi, regia di Jackson monocorde e due protagonisti decisamente deludenti. Le canzoni poi non sono granché.

Galbo 5/01/08 12:49 - 11386 commenti

I gusti di Galbo

Questo insulso film di Mick Jackson è la riprova che non bastano due star da botteghino come Costner e la Houston per confezionare un film degno di nota. I due divi si impegnano al massimo ma non salvano dal naufragio un film scontato, girato senza grande fantasia a partire da una sceneggiatura insulsa con dialoghi ridicoli e per di più con una colonna sonora (che doveva essere uno dei "pezzi forti" del film alquanto anonima.

Il Gobbo 6/01/08 18:02 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Letale. Film di estremo interesse didattico, naturalmente in senso negativo: tutto quello che non si deve fare (miscasting, banalità assortite, musiche svenevoli), per un prodotto di cassetta, sì, ma dei medicinali. Costner particolarmente ebete, la Houston simpatica come una cartella esattoriale, sequenze terribili, fa le quali si segnala l'aereo in procinto di decollare che inchioda e fa inversione più o meno come una Panda. La canzone "I will always love you" fu un tormentone insostenibile.

Puppigallo 7/01/08 15:47 - 4508 commenti

I gusti di Puppigallo

Operazione su celluloide molto furba. Un bravo attore e un'altrettanto brava e popolare cantante formano un duo che non può deludere al botteghino; e se poi si aggiunge il maniaco e lui che deve proteggerla, il gioco è fatto e il successo assicurato. Detto questo, il film funziona nella prima metà, quando il protagonista deve alzare il livello di sicurezza attorno alla cantante, finendo per scontrarsi con lei, ma soprattutto con un'ottuso body guard, che si sente scavalcato. Nella seconda, invece, tutto diventa ripetitivo, banale e prevedibile.
MEMORABILE: La lezione che il protagonista (Costner) dà in cucina al body guard, continuando a mangiare una mela.

Cotola 22/10/08 21:55 - 7521 commenti

I gusti di Cotola

Imbarazzante filmone commerciale che punta tutto sulla solita storiellina d’amore (a lieto fine?... Chissà!) tra un Kostner sempre più inebetito e una Whitney Houston che come attrice non è certo memorabile. Il tutto condito dalle sue canzoni che, per chi ama il genere, non sono poi tanto malvage. Pessima la sceneggiatura di un Kasdan che ha ormai toccato il fondo (e che non si rialzerà più).

Pigro 16/12/08 09:34 - 7788 commenti

I gusti di Pigro

Cantante minacciata da un maniaco assolda una guardia del corpo. Commedia romantica con affondi nel thriller (o viceversa), ma soprattutto edicola votiva per Whitney Houston e le sue canzoni. Un film tecnicamente sufficiente, ma sostanzialmente piatto: vola basso e si salva solo quando rivela la sua vera essenza di grande videoclip. Ed è proprio la voce della cantante a salvarlo dal baratro...

Ciavazzaro 17/12/08 17:39 - 4762 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Insomma. Pochi meriti per questo film, che sembra molto una marchetta per la Houston, star musicale che assume un aitante bodyguard per difendersi da un killer (la persona che lo ha ingaggiato è l'unica sorpresa del film) che vuole ucciderla. La Houston recita la parte della diva viziata, ma in fondo debole, senza troppa convinzione. Trascurabile.

Scarlett 9/09/09 16:50 - 307 commenti

I gusti di Scarlett

Si salv la colonna sonora, che volenti o nolenti rimane in testa. Sulle battute finali ci si rende conto di quando un inizio, se non buono almeno interessante, viene brutalmente ucciso per lasciare spazio ad una melensa e del tutto prevedibile sciocchezzuola, compreso il particolare "inaspettato" che alla fine ci si "aspetta"... Visione buona forse per un pigiama party di adolescenti.

124c 30/09/09 18:29 - 2771 commenti

I gusti di 124c

Film sopravvalutato, che segna, forse, il punto più basso dell'allora divo Kevin Costner. Una trama piccola piccola, quasi insignificante, una canzone (cantata dalla co-protagonista Whitney Huston) melensa, noiosa, se non irritante. Eppure, è stato un film di successo, dove le ragazza piangono per una storia d'amore impossibile fra i due personaggi. Troppo lungo, con un altro attore, "Guardia del corpo" sarebbe, al massimo, durato 100 minuti. Inizialmente pensato per il mitico Steve McQueen.
MEMORABILE: La nenia della Huston, che fu canzone di successo del 1992.

Matalo! 14/01/10 15:53 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

Imbarazzante prodotto puntuale nell'applicare le regole della fabbrica hollywoodiana sin nel minimo campo-controcampo/dominio dei primi piani dei divi. E che divi! Il buonista Costner e l'insopportabile ex bacchettona, capricciosa Houston. La fusione tra thriller e batticuore è classica e logora. Peraltro il giudizio del film sta tutto nella voce della Houston; perfetta e insignificante. Nel cast anche Gary Kemp, mente degli Spandau Ballet.

Daniela 15/01/10 14:19 - 9391 commenti

I gusti di Daniela

Confezione di lusso, interpreti di grido, con Costner all'apice della fama ed in piena forma fisica, per quanto penalizzato da una zazzerina che lo imbruttisce, e Whitney Houston, donna stupenda e cantante dalla voce meravigliosa. La trama è quello che è, ma a far rapidamente calare a picco l'interesse non è tanto la prevedibilità (difficile che film del genere sentimentale sorprendano) quanto la fiacchezza del ritmo, la scarsa vena dei due big (che non sembrano poi piacersi tanto), la modesta riuscita dal punto di vista musicale. Noioso.

Cangaceiro 31/03/10 12:24 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Pesante come un'incudine. Non poteva essere altrimenti visto che, da un soggetto di 3 righe, la si tira per le lunghe così tanto. Bastano poche scene per gettare lo sguardo all'orologio e aspettare che i due finiscano a letto, ma si rimane delusi anche lì perché il pessimo Jackson (scadente e ultra convenzionale la sua regia) non ci fa vedere praticamente nulla. Costner ha solo quell'indisponente e fintissima espressione da duro mentre la Houston conferma che ognuno dovrebbe limitarsi al proprio mestiere. Chiusura d'ordinanza con "I will always love you".

Stefania 31/03/10 22:22 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

In un film di cassetta, basato sull'appeal commerciale dei due divi protagonisti, il massimo che si può fare è inserire, quasi surrettiziamente, piccoli tocchi di originalità su un canovaccio altamente prevedibile. I fan della Houston e di Costner non vogliono essere spiazzati, vogliono pensare che, quella storia, potrebbe averla scritta anche uno di loro. E infatti è così! Diverso il capitolo regia: mi pare professionale, con buone ricostruzioni di ambienti hollywoodiani. Divertenti gli scambi di battute acide, all'inizio, tra Frank e Rachel.
MEMORABILE: La nuova missione di Frank "dopo Rachel" è proteggere un cardinale in viaggio apostolico: e questo sì che sarebbe stato un bel film!

Piero68 9/11/12 08:25 - 2758 commenti

I gusti di Piero68

Nonostante la mediocrità della pellicola un insegnamento almeno lo si può trarre, e cioè che se a uno dei peggiori fisici di Hollywood è dato di interpretare il ruolo di bodyguard e se a una Houston è dato di fare l'attrice allora vuol proprio dire che nel mondo del cinema non esistono limiti alla decenza. Sceneggiatura semplicistica con un cast mai all'altezza, colonna sonora ossessivamente della Houston e regia quasi televisiva. D'altra parte Jackson è prestato dal prodotto del piccolo schermo. Eppure all'epoca fu un successo.

Rambo90 3/09/13 02:09 - 6345 commenti

I gusti di Rambo90

Una ventina di minuti in meno avrebbe giovato, eppure il film non mi è dispiaciuto affatto, in particolare per l'affiatamento fra Costner e la Houston, entrambi a loro agio nelle rispettive parti e particolarmente "magnetici". La prima parte scorre via velocissima, poi c'è qualche rallentamento di troppo sulla parte in montagna, per risollevarsi nella tesa sequenza alla notte degli oscar. In definitiva è un buon film. Colonna sonora ineccepibile.

Jandileida 7/12/15 14:13 - 1253 commenti

I gusti di Jandileida

La guardia del corpo dovrebbe essere messa a protezione della tv che, al momento della visione, potrebbe attirarsi le ire di chi guarda. Siamo infatti di fronte al solito insulso polpettone servito a uso, consumo e detrimento delle masse per sfruttare i divi del momento infilandoli in una trita storia d'amore che dovrebbe essere attraversata da momenti di tensione invero più difficili da individuare dello Yeti. E così l'imbambolato Costner salva l'imbronciata Houston che nel frattempo canta canzoni smielate e buone giusto per addormentarsi. Inutile.

Redeyes 23/10/17 14:35 - 2144 commenti

I gusti di Redeyes

Thriller o sentimentale? Superato l'impasse sulla sua collocazione dobbiamo per forza cambiare il nostro punto di vista, restando delusi dalla prima ipotesi (trama spicciola e pochi spunti) e riconoscere invece un suo fascino all'aspetto che ammicca all'amore. Le due stelle non brillano, ma finiscono per eccellere in virtù della sopraggiunta iconicità amorosa di "I will Always love you", pari a "Unchained Melody" e a poche altre.

Nando 2/06/18 22:33 - 3475 commenti

I gusti di Nando

Una cantante strapazzosa e un attore sulla cresta dell'onda. Una pellicola indubbiamente telefonata ma non da bistrattare totalmente. Certo tutto sembra condurre a quel finale che vorremmo vedere e nel frattempo nasce l'improbabile dovuto allo sviluppo della trama. Costner sempre appropriato mentre la Houston, buonanima, poco recita e molto canta. Nel complesso si sapeva cosa vedere quindi criticarlo lascia il tempo che trova.

Krack113 1/06/18 11:38 - 13 commenti

I gusti di Krack113

Niente da fare. Non funziona né come film sentimentale, con la povera Houston che, canti o no, è nulla più che una graziosa statuina di cera e con Costner che sembra finito lì per caso, né come film thriller, per l'insignificanza della trama e la totale carenza di scene d'azione. Confezione laccatissima per quello che poteva essere non più che un film-tv e pure mediocre.

Hackett 3/04/20 09:52 - 1725 commenti

I gusti di Hackett

Grandissimo successo commerciale per un film che forse non era stato nemmeno preventivato dai produttori, che pure avevano calato l'asso Costner (nel suo periodo d'oro) e azzardato la scommessa (vinta) Houston. Il film è semplice, come deve essere un poliziesco con venature rosa confezionato allo scopo di intrattenere e dare lustro a una splendida voce. Mick Jackson gira con mestiere, nota speciale per il villain Arana.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Ciavazzaro • 16/07/09 12:14
    Vice capo scrivano - 5599 interventi
    Bill Vitagliano, un tecnico, morì durante le riprese del film in un garage.
  • Discussione Geppo • 12/02/12 07:15
    Addetto riparazione hardware - 4022 interventi
    Profonda tristezza per Whitney Houston che ci lascia a soli 48 anni. Mi dispice molto... R.i.p. Whitney.
  • Discussione Galbo • 12/02/12 07:27
    Gran Burattinaio - 3754 interventi
    l'ho appena saputo, mi dispiace molto, una bravissima cantante, specie nei primi anni di carriera.
  • Discussione Gugly • 12/02/12 08:13
    Segretario - 4677 interventi
    Noooo...una bellissima voce (la ricordo anche a Sanremo) distrutta da alcool e droga :-(((
  • Discussione Guru • 12/02/12 09:58
    Servizio caffè - 472 interventi
    una cantante dalla voce ineguagliabile!
  • Homevideo Gestarsh99 • 25/02/12 11:00
    Scrivano - 14474 interventi
    Disponibile in edizione Blu-Ray Disc da Maggio per Warner Home Video:

  • Curiosità Maxspur • 25/03/12 11:02
    Galoppino - 206 interventi
    Dalla seconda metà degli anni 70 Lawrence Kasdan propose la sceneggiatura a sessantasette persone diverse prima di riuscire a venderla, dovette attendere il 1992 per vederla sullo schermo.

    Fonte: "Ciak".
  • Curiosità Schramm • 10/07/18 19:23
    Risorse umane - 6710 interventi
    Il progetto risale a metà degli anni 70 e avrebbe dovuto esserne la protagonista Diana Ross, ma non se ne fece niente per via di interminabili traversie e polemiche.

    (Fonte: Rhiannon Guy, Portala al cinema, pag 143)