Gaia

Media utenti
Titolo originale: Gaia
Anno: 2021
Genere: horror (colore)
Numero commenti presenti: 4

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 26/06/21 DAL BENEMERITO HERRKINSKI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Herrkinski 26/06/21 16:15 - 6010 commenti

I gusti di Herrkinski

Tra sci-fi, horror e survival, un prodotto sudafricano girato in una lussureggiante foresta che vede quattro personaggi alle prese con una natura ostile che fagocita gli uomini; un'idea non innovativa, tra funghi e radici mortali che crescono sulle vittime e creature antropomorfe che da più parti si dice siano copiate da un videogioco ("The Last Of Us"). Tuttavia l'esecuzione è buona, con SPFX ben realizzati, un aspect-ratio che cambia intelligentemente in varie parti del film, un'ottima fotografia e un cast efficace, con buona parte del girato recitato in afrikaans. Non male.

Kinodrop 5/07/21 19:27 - 1959 commenti

I gusti di Kinodrop

Un horror più d'atmosfera che da brivido, che riprende da lontano i miti ancestrali della contaminazione e delle metamorfosi tra regno animale e vegetale rendendo ardua e inquietante la sopravvivenza di una giovane forestale dispersa e due survivalisti (padre e figlio) alle prese con impressionanti uomini-pianta. Una foresta lussureggiante carica di penombre, insidie e di presagi ottimamente realizzati in CGI, con in più uno sfondo sonoro che anche da solo evoca e allude all'inafferrabilità dei misteri che stanno dietro a una concezione animistica della natura. Particolare.
MEMORABILE: Le spore fluttuanti; L'albero-madre; L'incursione notturna degli uomini-pianta; Gli effetti sonori; Gabi metamorfizzata.

Daniela 6/07/21 20:44 - 10668 commenti

I gusti di Daniela

Durante un'ispezione, una ranger forestale si imbatte in un uomo che vive insieme al figlio in simbiosi con la natura, convinto che una forza ancestrale stia preparando la fine dell'invadente genere umano... Tanti (troppi) temi in ballo tra eco-revenge e richiami biblici, tra i quali quello più inquietante è quasi certamente ispirato al modus operandi di un funghetto bastardo dal nome Ophiocordyceps unilateralis. Coeso nella prima parte, questo horror sudafricano si disperde un poco nel finale allucinatorio, mantenendosi comunque suggestivo. Eccellente la fotografia, ottima l'ost.  

Anthonyvm 1/08/21 15:41 - 3031 commenti

I gusti di Anthonyvm

L'eco-horror offre a Madre Natura occasioni di rivalsa contro l'invasiva specie umana in termini e modalità disparate; in questa anomala entry sudafricana, Bouwer si serve di un ricco mélange di survivalismo alla Boorman (specie all'inizio), monster-movie in stile Matango il mostro (gli uomini fungo), ovvi richiami biblici (Abramo e Isacco), sprazzi visionari vontrieriani (il pittorico climax allucinatorio, fra panici nudi femminili e inquietanti accoppiamenti) e montaggi psichedelici che ricordano Without name di Finnegan. Il risultato non convince sempre, ma sa come farsi notare.
MEMORABILE: Il formato video mutevole; Il sangue e i funghetti miracolosi; L'albero con la vera al ramo; Le mutazioni micologiche; Il sottofinale un po' scontato.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.