Lo trovi su

Location LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 27/10/19 DAL BENEMERITO DIGITAL
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Digital 27/10/19 01:03 - 1257 commenti

I gusti di Digital

Novella sposa, Grace si trova costretta a partecipare a un sadico gioco che metterà in serio pericolo la sua stessa vita. Notevolissimo film in cui la componente prettamente horror va amabilmente a braccetto col black humor, il che crea una perfetta alchimia: si ride di gusto ma non mancano sequenze particolarmente foriere di emoglobina, tra corpi letteralmente esplosi, mani perforate e letali frecce. La Weaving irradia lo schermo con la sua avvenenza (e bravura), ma tutto il cast se la cava egregiamente. Regia al top, fotografia maestosa.

Il ferrini 27/10/19 12:31 - 2375 commenti

I gusti di Il ferrini

Più che nell'horror siamo dalle parti della commedia, ancorché grottesca, a tratti violentissima, ma comunque molto, molto divertente. La Weaving, già torva babysitter e qui sposa sanguinaria alla Beatrix Kiddo, è splendida (memorabile la sua immagine mentre indossa una bandoliera di proiettili tipo fascia da Miss sull'abito bianco). La villa è di per sé un'altra protagonista, con i suoi anfratti bui, i quadri inquietanti, i passavivande. Un'ora e mezza di giostra degli orrori con una gioiosa esplosione di sangue.
MEMORABILE: La fossa delle capre; Le "esplosioni" finali.

Herrkinski 22/11/19 14:43 - 8159 commenti

I gusti di Herrkinski

Ennesima variazione sul tema della caccia all'uomo (della donna, in questo caso) in salsa survival, stavolta con protagonista un'opulenta famiglia decisa a rispettare un patto col diavolo. In positivo si segnalano sicuramente il cast di buoni nomi e la messinscena nella sontuosa villa, valorizzata da una buona fotografia; il resto è tutto già visto, dalla commistione tra commedia nera e splatter (con SPFX sanguinosi ma quasi tutti in CGI, quindi inoffensivi) fino ai vari twist, fughe e catture. Qualche finezza registica ma pure una certa noia.

Kinodrop 24/11/19 19:21 - 2981 commenti

I gusti di Kinodrop

Una "dark family", per salvare la pelle da un ricatto diabolico deve reiterare un rituale cruento prima che il gallo canti. La vittima designata, ahimé, è la sposa novella di un rampollo della stessa famiglia e ciò complica maledettamente le cose. Al di là dei prevedibili step nei momenti horror, la storia resta nel solco del divertimento, sia pure con un pizzico di brivido ed effetti sorpresa a cominciare dalla grande villa piena di misteri e nascondigli. Curatissima la fotografia e qualche effetto speciale, nulla da eccepire per il cast.
MEMORABILE: La sposa perseguitata mette le converse; Il buco alla mano, le tornerà poi utile; La fossa; Il rituale prima dell'alba; L'"esplosivo" finale.

Daniela 27/11/19 22:50 - 12699 commenti

I gusti di Daniela

Per entrare a far parte della famiglia snob del marito, una sposa novella deve partecipare ad un gioco fatto in onore di un misterioso personaggio dal cui favore sono derivati ricchezza e potere... Scene di caccia da parte di gatti bizzarri ad una topolina molto più tosta del prevista all'interno di una lussuosa magione piena di anfratti e nascondigli: niente di nuovo sotto il sole dell'horror, comprese svolte e tradimenti, ma il tutto è ben orchestrato e, grazie al cast in parte e alla discreta dose di humor nero, risulta di gradevole visione.

Ryo 1/12/19 21:12 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Thriller/horror che, senza pretese, riesce alla grande a intrattenere e divertire. Proprio perché il film mantiene costantemente la vena ironica e il black humor. I personaggi sono ben caratterizzati e ci si "affeziona" subito alla loro assurdità e stravaganza. Buono il ritmo, notevole la scelta della location. Esempio di soggetto semplice, portato ad alti livelli grazie a un ottimo lavoro di fantasia registica.
MEMORABILE: Gli incidenti mortali agli inservienti; La maledizione finale.

Taxius 22/12/19 18:06 - 1656 commenti

I gusti di Taxius

Giocare a nascondino non è mai stato così divertente, soprattutto se quelli che ti cercano sono armati fino ai denti e sono i parenti dell'uomo che hai appena sposato. Spassosa horror comedy ricca di black humor ambientata dentro una gigantesca magione in cui il sangue e le esplosioni umane abbondano. Ci si ammazza a volontà e lo si fa sempre col sorriso sulle labbra. Il film funziona e scorre ma oltre all'originalità della trama sono da segnalare fotografia e ambientazione, splendide. Applausi anche per la Weaving. Notevole!

Viccrowley 10/02/20 23:38 - 814 commenti

I gusti di Viccrowley

A fine anni 80 il grande Yuzna ci ha regalato con Society un grottesco, potente attacco all'upper class americana. La coppia Olpin/Gillett prova ad aggiornare il discorso ai giorni nostri, ma se Yuzna puntava sul delirio splatter con orgiastiche mutazioni di ogni sorta, qui si vira sulla dark comedy. La brava Weaving e un affiatato cast mettono in scena un letale "nascondino" nei meandri di una ricchissima magione mettendo alla berlina in modo spietato la borghesia e i suoi riti coniugando violenza e humor, risata beffarda e patetismo.

Rambo90 16/02/20 01:49 - 7707 commenti

I gusti di Rambo90

Divertentissimo. Nella sua semplicità il film riesce a fare un bel mix di horror e situazioni grottesche grazie a una sceneggiatura che evita momenti morti e regala varie situazioni gustose per i fan del genere e a una regia che si destreggia molto bene tra i registri. La protagonista inoltre è dotata di un'ottima mimica facciale, che sottolinea i momenti più assurdi (soprattutto nella seconda parte). Molto buono anche l'uso piuttosto macabro di alcune canzoncine altrimenti innocue. Un piccolo gioiello.

Lupus73 8/03/20 18:01 - 1500 commenti

I gusti di Lupus73

"Il matrimonio è la tomba dell'amore"? Una sposa il giorno delle nozze a casa della ricca famiglia di lui e una strana usanza iniziatica: nascondino con caccia "alla sposa". Intrigante ambientazione e degna confezione in una villa retrò (con passaggi segreti) vicina a certe opere della Christie; horror ma con presupposti di "giallo" al contrario, in cui tutti sono l'assassino. Il movente? Proteggere il lignaggio, il legame della famiglia d'origine (anche a costo di rituali neri). Schegge di ironia che strabordano nel finale/farsa. Interessante.
MEMORABILE: La riunione a tavola per scegliere il gioco, con la strana scatola magica; Il finale.

Tyler Gillett HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina La stirpe del maleSpazio vuotoLocandina ScreamSpazio vuotoLocandina Scream VISpazio vuotoLocandina Abigail

Pumpkh75 1/04/20 12:35 - 1758 commenti

I gusti di Pumpkh75

Stravagante, con quella verve rigorosa e scolastica nel voler radunare felici attorno allo stesso tavolo il mito di Faust e il lancio della giarrettiera, le converse gialle e i giochi dal tavolo con le magioni anguste che dimorano nella Hammer. Ancor più pazzesco che il tentativo sia andato a buon fine: gran ritmo, splatter in giusta misura e una ironia mai fastidiosa illuminano la caccia a giorno, con quel finale succulento che aspettavamo da tempo. La firma è del collettivo Radio Silence: teniamolo assolutamente d’occhio.

Gestarsh99 26/05/20 16:28 - 1395 commenti

I gusti di Gestarsh99

Abiti nuziali e carneficine. Kill Bill e Frontiers avevano abbondantemente espresso la loro su questo connubio: mai torcer un capello alla cara sposa insanguinandole pizzi o chiffon. Horror e commedia nera partecipano assieme al pranzo d'ingresso nell'alta società, secondo le regole d'un gioco di ruolo basato su patti col diavolo e cerimonie sacrificali: una battuta di caccia alla Scappa - Get out ma depurata da letture politiche e satira antirazzista. Sotto tiro, il volto conigliesco e gradevolmente spiritato di Samara Weaving, oramai comoda frequentatrice di splatterate più che autoironiche.

Pinhead80 3/09/20 18:39 - 4813 commenti

I gusti di Pinhead80

Una dolce sposina, nel giorno del suo matrimonio, deve partecipare a un gioco infernale voluto dalla famiglia del marito. Discreto thriller a forti tinte horror che riprende il tema della fuga per la sopravvivenza aggiornandolo in chiave familiare e con l'aggiunta di una forte dose di umorismo. La tensione è garantita dagli spazi interni ed esterni cupi ed inquietanti della villa e da una sceneggiatura che prevede diversi colpi di scena. Senza ombra di dubbio sono da menzionare Samara Weaving (la sposa) e Nicky Guadagni (Zia Helene) per le loro splendide interpretazioni.

Ira72 30/08/20 23:44 - 1315 commenti

I gusti di Ira72

Esteticamente piacevole, con una godibile caratterizzazione dei vari protagonisti che varia dal grottesco al kitsch, senza mai scivolare nel trash. Ammiccando alle atmosfere dei "Dieci piccoli indiani" e avvalendosi della sontuosa dimora, pregna di pregiati e antichi gingilli di famiglia, il mix tra old style e contemporaneo risulta riuscito grazie anche ai costumi, ai trucchi e parrucchi e alla colonna sonora. Un buon lavoro stilistico, non banale, che sa anche intrattenere e divertire. Gradevoli le note di black humor che aggiungono pepe alla sceneggiatura splatter.

Enzus79 23/09/20 17:21 - 2925 commenti

I gusti di Enzus79

Una giovane sposa (una discreta  Samara Weaving) è costretta dalla famiglia di suo marito a seguire un'antica tradizione dai contorni sanguinari. Horror con sfumature da black comedy che tuttavia intrattiene e a tratti diverte con personaggi che sono ben calibrati dalla sceneggiatura. Numerose le scene splatter, con effetti speciali degni di nota. Finale così così.

Anthonyvm 23/12/20 16:13 - 5759 commenti

I gusti di Anthonyvm

Notevole black comedy che funziona bene sia come satira dalle parti del primo Yuzna sia come horror survivalista à la You're next (sempre in ambito di "parenti serpenti" ci troviamo). Le gag spesso funzionano (la figlia cocainomane che uccide cameriere per sbaglio, gli scatti d'ira del padre), la violenza (sopra le righe, ovviamente) non manca e la tensione regge bene fino all'ultima scena. Buono il cast, con la Weaving de La babysitter e la MacDowell in gran forma. L'indovinatissimo finale, non del tutto imprevedibile ma sardonico e spietato, chiude l'opera in bellezza. Consigliato.
MEMORABILE: La cameriera colpita da una freccia e decapitata dalla zia; Il maggiordomo in cucina e la Weaving nascosta; Il sacrificio satanico; L'ultima scena.

Jdelarge 1/01/22 12:56 - 1000 commenti

I gusti di Jdelarge

Un buon divertissement girato con la giusta sicurezza e capace di strappare qualche risata, anche se, almeno una decina di minuti in meno, a livello di durata, avrebbe giovato. Gran merito della riuscita del film va alla prova di Samara Weaving, ormai specialista nell'interpretare donne con un "certo temperamento" che non si fanno problemi a uccidere i propri nemici. Simpatico ma, a tratti, ridondante.

Schramm 9/06/22 17:31 - 3495 commenti

I gusti di Schramm

Ricordate? "I borghesi son tutti dei porci / più sono grassi più sono lerci / più son lerci e più c'hanno i milioni / i borghesi son tutti…" mattacchioni? Al punto da parificare Bildung e sadica caccia all'uomo, esoterismo e familismo; un po' per superstizione (scongiurare l'estinizione araldico-genealogica) un po' per quel gioco che diverrà più serio e grande dei giocatori con una vittima virago suo malgrado tra ennupli voltafaccia. Olpin e Gillett fanno centro a gore contento incastrando altri pezzi in quella solarizzazione dell'home invasion già arrischiata da Wingard e Peckover.
MEMORABILE: Pozzo degli indesiderati; Scanners mio fatti famiglia!; Rimandi musicali e nominali a Kubrick e Lester.

Giùan 25/06/22 07:17 - 4591 commenti

I gusti di Giùan

Ben modestamente convincente questo aggiornamento di Pericolosa partita con l'ennesima riproposizione di famiglia alto borghese socialmente (e non solo) divorante. Insomma, tutto già visto e siccome i nostri due bei tomi in cabina di regia ne son cinematograficamente consapevoli ecco che pensan bene di ciurlare nel manico del grottesco esplicito, il che se ci assicura momenti di discreto diverti(sse)mento, non fa che render il gioco vieppiù meccanico. Poco smalto e zero carisma anche nel cast, dove giusto si ha il piacere di re-incontrare lo sguardo di Andie McDowell.
MEMORABILE: Il finale scoppiettante e polverizzante

Galbo 16/07/22 18:07 - 12420 commenti

I gusti di Galbo

Commedia nerissima post matrimoniale su una bizzarra e crudele famiglia che pratica una macabra caccia all'uomo che ha per vittima una giovane sposa più tosta del previsto. Trama poco originale, ma il film (che rimane lontano dal capolavoro) si fa vedere grazie alla buona messa in scena, che prevede una suggestiva pur se lugubre location e qualche simpatica idea "mortifera". Convincente la protagonista. Tra gli attori si apprezza una Andie MacDowell in versione totalmente inedita.

Andie MacDowell HA RECITATO ANCHE IN...

Spazio vuotoLocandina Crimini invisibiliSpazio vuotoLocandina Ritrono a Tara RoadSpazio vuotoLocandina Sesso, bugie e videotapeSpazio vuotoLocandina Hudson Hawk - Il mago del furto

Magerehein 2/01/23 14:00 - 1011 commenti

I gusti di Magerehein

Commedia nera che strizza l'occhio a Scappa e Quella casa nel bosco. L'idea di base non è certo nuova, così come non lo sono la vittima che si scopre combattente e il "patto" di fondo, però il modo grottescamente umoristico con cui vengono mostrati i fatti (alcuni personaggi non sono palesemente in grado di eseguire il compito) centra il bersaglio: si ride spesso. In un tale contesto persino qualche sequenza brutale risulta esilarante. Quasi ovvio che vi siano forzature e incongruenze (legate per lo più a Brody), ma si accettano senza troppi problemi. Ottima la Weaving. Gustoso.
MEMORABILE: La canzoncina del nascondino; I due coniugi negati nell'uso delle armi (lui cerca tutorial online, lei combina guai di continuo).

Capannelle 22/08/23 11:58 - 4421 commenti

I gusti di Capannelle

Presenta un buon ritmo e valide interpretazioni, fattori che compensano la scarsa originalità della trama. Ovviamente avere a disposizione una protagonista capace (la Weaving) e una nutrita schiera di componenti della famiglia che trasudano ambiguità e perfidia è il lasciapassare per una serata riuscita e ricca di humour nero. Da apprezzare poi la location e le inquadrature degli interni che la valorizzano. Forse toni fotografici troppo scuri, ma funzionali al contesto.
MEMORABILE: La figlia che compie errori su errori e si dispera davanti a tutti.

Cotola 12/11/23 09:50 - 9088 commenti

I gusti di Cotola

La storia della caccia all'uomo, qui in realtà alla donna, è vecchia come il cucco. Qui cambiano le motivazioni ma alla fine le dinamiche narrative sono quelle, pur aggiornate all'oggi. E così, cosa resta di un film prevedibile dall'inizio - considerato che la sceneggiatura non si degna di nascondere i suoi intenti nemmeno per qualche minuto - all'epilogo? Un'ambientazione gustosa e pienamente riuscita, qualche guizzo splatter e una final girl tosta: tutto qui. Non ci si annoia, ci si può anche divertire ma non bisogna aspettarsi alcuni tipo di novità, seppure piccola.

Puppigallo 2/05/24 16:44 - 5299 commenti

I gusti di Puppigallo

Non male, soprattutto grazie alla giusta dose di ironia e sarcasmo che deve contraddistinguere un prodotto del genere, che se si prendesse troppo sul serio rischierebbe di risultare ridicolo. Qui la sceneggiatura non è certo il punto di forza (l'idea è già stata sfruttata). Ma l'aver indovinato la protagonista e gli attori che compongono una famiglia a dir poco singolare, fa sì che si segua lo sviluppo degli eventi per capire che fine farà ognuno di loro, sposa compresa. Il sangue scorre, la cattiveria non manca; e il finale, che vira anche come genere, è simpaticamente esagerato.
MEMORABILE: La canzoncina del nascondino; "Conosci meglio la tua balestra"; La drogata; Sposa con fucile e cartuccera; L'autoinchiodamento utile; "Parenti".
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Homevideo Taxius • 17/02/20 22:25
    Addetto riparazione hardware - 181 interventi
    Al momento non si hanno notizie di una distribuzione in Italia ma nell'edizione tedesca del bluray l'audio ita è presente.