LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 5/06/08 DAL BENEMERITO UNDYING
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 6/06/08 07:12 - 11343 commenti

I gusti di Galbo

Imprescindibile esempio di commedia all'italiana e film dallo straordinario successo commerciale (testimoniato dalle infinite repliche televisive), è felicemente ambientato nel microcosmo (attualmente considerato quasi un'arcadia) dell'Italia provinciale del dopoguerra, in cui si muovono vere e proprie maschere da commedia dell'arte che furono interpretate da attori entrati nella storia del cinema italiano, sia come protagonisti (De Sica), sia come efficacissimi caratteristi. Un piccolo capolavoro.

Ciavazzaro 26/02/09 12:10 - 4758 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Dalla bellezza della Lollobrigida alla bravura della Merlini e con De Sica protagonista. Le scene tra il maresciallo De Sica e la sensuale ragazza Mariella (con parecchi ammiratori) sono da incorniciare. Comencini offre un'ottima regia. Da vedere sicuramente, un classico.

Saintgifts 26/05/09 11:50 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Comencini è uno dei grandi registi italiani e ha diretto questo famoso film in modo esemplare. La vita nel piccolo paese montano del centro Italia è descritta non solo fedelmente ma mettendone in risalto caratteristiche che ne fanno ora anche un documento prezioso. Per questo il film non è solo divertente ma è ricco di tanti personaggi veri e situazioni altrettanto vere, vissute poco più di cinquant'anni fa e che ora possono sembrare perfino ingenue se non fosse che di fondo sono ancora le stesse a tuttoggi, aggravate però da assenza di umanità.
MEMORABILE: La Lollobrigida (veramente brava) trova tutte le scuse per incontrare il carabiniere timido di cui è innamorata.

Homesick 14/06/10 17:31 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

In un’ambientazione schiettamente popolare e agreste, Comencini dà inizio all’aureo periodo della commedia italiana con una favola amorosa semplice, spontanea, pervasa da sentimenti di umanità ed organizzata sotto forma di scenette brevi ed incisive. L’affettuosa bonomia partenopea di De Sica e la sensualità campagnola della Lollobrigida si integrano con un folto gruppo di brillanti caratteri riscontrabili in ogni piccolo paese: la domestica che sa tutto (Pica), il carabinierino timido (Risso), la donna pudica e chiacchierata (Merlini), il trafficone Vingelli, il prete Riento. Obbligato.

Matalo! 16/06/10 13:32 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

Amatissima, strareplicata e proverbiale commedia che decreta la fine certa del neorealismo, stemperato in toni rosa e mixato con la nascente commedia italica. Un delitto? No, anche se a ben vedere tutto scorre sin troppo liscio. Ma Comencini guida con mano amorevole un parterre di caratteristi che non esistono più, donando a De Sica una maschera che diverrà quella abituale, il bell'uomo di mezza età gaudente ma obbligato al dovere. La Lollo agreste fulmina con le curve. Ottime la Merlini post Totò e la Pica nel ruolo di una vita. Fatua ma perfetta.

Pigro 27/12/11 09:01 - 7728 commenti

I gusti di Pigro

De Sica e Lollobrigida in forma smagliante per una deliziosa e classica commedia all’italiana che combina il popolare e il bozzettistico, mostrandoci un simpatico spaccato di vita in un paesello. Il sottofondo di bontà e umanità che circola nel film neutralizza ogni potenziale asperità (il clima pettegolo, la povertà diffusa), puntando invece a raccontare con semplicità e ariosità due parallele storie d’amore accidentate tra paesane e carabinieri, ma inevitabilmente votate al lieto fine. Un congegno narrativo lieve e seducente.

Rambo90 25/11/12 18:09 - 6316 commenti

I gusti di Rambo90

Un classico della commedia italiana, diretto con maestria e molto brio da Comencini. De Sica è il vero mattatore, indimenticabile nei panni del maresciallo Carotenuto, ma anche la bellezza della Lollobrigida incide, così come il cast di contorno ricco di validi caratteristi (Tina Pica irresistibile e poi Riento, Carotenuto, la Merlini...). Imperdibile.

Gabrius79 11/09/13 19:58 - 1185 commenti

I gusti di Gabrius79

Bella commedia all'italiana di grande impatto popolare (come si facevano una volta). Il cast è decisamente superbo e ci regala memorabili scene e momenti che restano nella storia del cinema. De Sica è infallibile nel suo ruolo forse più famoso, la Lollobrigida è simpaticissima e bella, la Pica insuperabile. Ottimi anche Marisa Merlini e Roberto Risso.

Graf 23/09/13 00:07 - 684 commenti

I gusti di Graf

Grande affresco popolare della candida Italia contadina prima che patisse il genocidio culturale (Pasolini dixit...) dell’industralizzazione del boom economico, questo film presenta con scrupolo quasi documentaristico e con un sorriso tenero e complice, la vita pubblica e privata del mondo rurale meridionale di 60 anni fa con i suoi pittoreschi tipi umani sani e schietti che accettano, con il buon senso della solidale rassegnazione comune, una vita di stenti ricevuta in eredità da un destino secolare. Ammirevole la ricchezza comunicativa dei dialoghi.
MEMORABILE: La bellezza casereccia ed esplosiva di Gina Lollobrigida e quella più matura, rassicurante ed educata di Marisa Merlini.

Simdek 26/02/14 11:38 - 93 commenti

I gusti di Simdek

Affresco delicato dell'Italia contadina del dopoguerra, dove piccole vicende paesane diventano grandi pettegolezzi di cui parlare e parlare, probabilmente per occupare un tempo interminabile di vuoti, miseria e atavica fame che può essere solo placata con un po' di fantasia. Un ottimo De Sica maresciallo, nel solito ruolo dongiovannesco, circuisce la bella contadina e la misteriosa levatrice, creando scompiglio nel misero borgo bombardato ma mettendo un po' di vitalità a dei poveretti che con fantasia e religione dimenticano i veri problemi della vita.
MEMORABILE: "Cosa mette nel pane?" chiede De Sica; "Fantasia", la risposta.

Fabiorossi 13/10/14 20:21 - 67 commenti

I gusti di Fabiorossi

Il primo e probabilmente anche il migliore di una fortunata serie di film, grande ispiratrice di quel filone cinematografico chiamato commedia rosa all'italiana. Comencini ce la mette tutta e riesce, con l'aiuto di un magnifico Vittorio De Sica, a dare uno spaccato sociale di una realtà più vera del vero. Da sottolineare la grande interpretazione di Pietro Roberto Strub (in arte Roberto Risso) nella veste del carabiniere Stelluti, un esempio di cine-realtà dimostrata da un attore quasi alle prime armi. Irrinunciabile una Tina Pica magistrale.
MEMORABILE: De Sica a un paesano con del pane in mano: "Cosa mangi?" e lui: "Pane", De Sica di nuovo: "Che ci metti dentro?"... "Fantasia marescia".

B. Legnani 7/07/15 21:53 - 4688 commenti

I gusti di B. Legnani

Celebre, simpatica, azzeccata commedia di grandissimo successo, superiore ai veri meriti. Cala non poco nel secondo tempo, ma viene tenuta a galla da interpretazioni impeccabili, dai protagonisti agli attori di contorno (come Riento), ai comprimari (come Guerzoni, l'uomo col cannocchiale, che farà poi il giudice ne Il vigile). De Sica su tutti, adorabile anche quando gigioneggia, Lollobrigida perfetta per il ruolo.

Piero68 25/10/16 14:45 - 2754 commenti

I gusti di Piero68

In una Italia ancora sotto il terribile peso del dopoguerra e ancora lontana dagli anni del boom, Comencini dirige una commedia rosa che oltre a divenire un vero e proprio cult sarà anche una sorta di manifesto di quegli anni duri ma comunque spensierati sotto molti aspetti. Cast assolutamente sontuoso, capitanato da un De Sica super che consacra definitivamente la bellezza esplosiva della Lollo contrapposta a quella più misurata della Merlini. Passato infinite volte sulle tv... chi non l'ha visto almeno una volta nella vita?

Minitina80 6/12/16 19:27 - 2300 commenti

I gusti di Minitina80

Riuscita commedia che si distacca dal neorealismo classico per il registro narrativo più leggero e disimpegnato, pur mantenendone un legame nella rappresentazione fedele della piccola città e dei costumi della gente che identificano la situazione del secondo dopoguerra italiano. Funziona per la sfavillante prova corale di ogni attore, da De Sica e la Lollobrigida a tutti gli ottimi caratteristi di contorno, immedesimati in personaggi scolpiti alla perfezione dall’ottima regia di Comencini. Genuino e irrinunciabile.

Paulaster 1/01/19 16:55 - 2725 commenti

I gusti di Paulaster

Maresciallo dei Carabinieri si insedia in un paesino abruzzese. Negli anni della fine della ricostruzione si passa da un registro di miseria tragica alla commedia popolare. Divertente nelle componenti di costume tra i commenti dei paesani, l’esser creduloni e le caste voglie d’amore. La Lollobrigida è la rivelazione, spigliata con una certa intensità; De Sica è la chioccia che ispira fiducia e fa un tributo all’Arma per la sua opera (tra cui la cura dell’asino fuori servizio).
MEMORABILE: Il panino con la fantasia; La Lollobrigida che canta in cella; Il miracolo delle 5.000 lire.

Pinhead80 22/06/19 19:56 - 3879 commenti

I gusti di Pinhead80

Un maresciallo dei carabinieri arriva in un piccolo e tranquillo paesello. Non essendoci assolutamente alcun tipo di criminale da combattere, si destreggerà tra la giovane "bersagliera" e la più matura "levatrice". Affascinante film di Comencini che fa respirare aria di dopoguerra, di semplicità, di cose buone della terra. Nonostante sia un film prevalentemente sentimentale non mancano i momenti di buona comicità. Non può mancare nella collezione di qualsiasi appassionato di cinema.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Gugly • 28/07/08 10:21
    Segretario - 4678 interventi
    dalle brevi del sito Ansa del 28 luglio 2008:
    SI E' SPENTA MARISA MERLINI
    ROMA - Si è spenta ieri notte a 84 anni nella sua casa romana l'attrice Marisa Merlini. Lo hanno annunciato i familiari. Era nata a Roma il 6 agosto 1923. Bruna, procace, dotata di una simpatia innata, appena diciassettenne aveva esordito con successo nella rivista.

    Non aveva ancora vent'anni, quando debutta sul grande schermo e in breve si impone come una delle migliori caratteriste del cinema italiano del dopoguerra. Interprete di moltissime pellicole (soprattutto comiche, genere a lei particolarmente congeniale), non dimentica il palcoscenico e in varie occasioni si lascia tentare dalla televisione. Levatrice e madre non sposata che conquista (inutilmente) il cuore del maresciallo De Sica in 'Pane, amore e fantasia' (1953) di Luigi Comencini, è poi una turista malinconica in 'Tempo di villeggiatura' (1956) di Antonio Racioppi (ruolo con cui vince il Nastro d'Argento) e un'allegra prostituta in 'Dramma della gelosia - Tutti i particolari in cronaca' (1969) di Ettore Scola. Fra le sue ultime apparizioni sullo schermo, nel 2005 ha preso parte al film di Pupi Avati 'La seconda notte di nozze".


    Questa straordinaria caratterista mi pareva immortale, credo che mi mancherà molto.
    Ultima modifica: 28/07/08 18:22 da Gugly
  • Discussione Ciavazzaro • 28/07/08 11:53
    Vice capo scrivano - 5596 interventi
    Infatti la sua morte mi lascia di sasso.
    Era una di quelle persone che sembravano destinate a non morire mai....
    R.I.P.
  • Discussione Cangaceiro • 28/07/08 20:40
    Call center Davinotti - 743 interventi
    Oggi pomeriggio Rete 4 ha mandato in onda Il vigile come omaggio alla Merlini,che tra l'altro ricordo pochi mesi fa al Costanzo show ancora simpaticissima e scherzosa ricordare alcuni aneddoti della sua lunga carriera.
  • Discussione B. Legnani • 17/11/10 15:09
    Consigliere - 13718 interventi
    È scomparso Roberto Risso.
    fonte: Nocturno forum
  • Discussione Wylly • 17/11/10 16:53
    Disoccupato - 90 interventi
    Mi dispiace molto
  • Discussione Wylly • 17/11/10 17:14
    Disoccupato - 90 interventi
    Non riesco a capire come mai alcune persone, un tempo famosissime, spariscono dalla circolazione, nessun intervista attuale, nessuna apparizione in tv, niente di niente!
    E pensare che ascoltando alcune persone di Castel San Pietro, set della saga dei vari " Pane amori e......" lui venne spesso nelle varie ricorrenze dei film, quindi non sembrava un tipo che si sia voluto dissolvere nel nulla,
    mah!