LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 30/03/13 DAL BENEMERITO COTOLA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Cotola 30/03/13 10:52 - 7330 commenti

I gusti di Cotola

Difficile giudicare in maniera compiuta questa riflessione sulla violenza ed anche sul cinema. Più bello da vedere (alcuni momenti sono notevoli) che da seguire (come spesso accade col cinema di Wenders) eppure con un certo potere attrattivo. Narrativamente risulta a tratti un po' confuso e certi snodi non sono molto originali o sorprendenti. Eppure l'interesse non manca ed il risultato finale è comunque più che dignitoso. Una sceneggiatura migliore lo avrebbe reso un gran film. Amaro ma "realistico" il finale. Forse da vedere due volte.

Saintgifts 11/06/13 10:10 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Soggetto di Nicholas Klein ma si vede chiaramente anche la mano di Wenders nella sceneggiatura, oltre che naturalmente nella regia. C'è tanta roba nel film dietro la violenza che, riflessione ormai accettata, domina il mondo. Critiche pure alla violenza nel mondo del cinema, violenza nascosta ai più. Ma nonostante tutto è l'amore che spicca, in tante sue sfumature; forse è violenza anche l'amore... molte volte sì, ma qui si vede anche quello giusto, ormai proprietà solo delle persone semplici, quelle che non hanno perso di vista i veri valori.
MEMORABILE: Definisci quella cosa che hai detto... definiscila... definiscila... puoi essere più preciso; La scenografia hopperiana del film interrotto.

Pigro 10/06/15 08:10 - 7667 commenti

I gusti di Pigro

Wenders vuole raccontare l’impero della paura e della violenza nella società americana, e per farlo recupera meccanismi narrativi del più trito cinema poliziesco Usa per risignificarli e reinventarli, anche grazie all’ambientazione nel mondo del cinema col produttore in fuga in pericolo di vita. Ma sbaglia clamorosamente, perché quei meccanismi lo sopraffanno, e tutto si conclude in un pastrocchio confuso e presuntuoso, anche considerando l’uso di dialoghi pseudo-profondi, sconcertanti per la loro banalità. Velleitario. Titolo italiano insulso.

Paulaster 22/05/18 10:18 - 2619 commenti

I gusti di Paulaster

Il tema della soluzione alla violenza imperante viene affrontato a due livelli: personale e globale. Interessante perché descritto all’interno della società americana di solito incurante sull’argomento. Diversi giri a vuoto in una trama complessa e che nella scomparsa del protagonista propone solo dialoghi con frasi a effetto. Manca la critica alla Altman e le figure risultano meno abiette, nell’ambiente cinematografico.
MEMORABILE: Il provino del film; Il racconto del rapper.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.