Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONCineprospettive

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/04/09 DAL BENEMERITO LUCIUS POI DAVINOTTATO IL GIORNO 23/07/13
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Lucius 28/05/10 00:48 - 2954 commenti

I gusti di Lucius

Un thriller sorprendentemente sperimentale in cui l'assassino è il protagonista indiscusso della pellicola. C'è Argento e c'è Saw nel film di Pastore, e omicidi spietati che scioccano lo spettatore. Il film è caratterizzato da flashback e da un montaggio serrato che accentua l'efferatezza degli stessi, andando però a discapito della trama che ne risulta impoverita. Un regista da tenere sott'occhio, decisamente migliore di Zuccon.
MEMORABILE: La citazione iniziale dal film Tenebre e l'uccisione del prete, col sangue che schizzava sull'immagine di Ratzinger.

Myvincent 29/05/10 00:10 - 3265 commenti

I gusti di Myvincent

Basso budget e scarse idee. Girato a mo' di spot pubblicitario sparato in faccia, senza lasciar decollare alcunchè a livello di dialogo, lasciando che il protagonista-assassino parli con voce-guida innaturale e libresca. Attori non professionisti, recitazione imbarazzante. Buoni effettacci speciali da macelleria! Non ci siamo, ricominciamo tutto daccapo.

Beyond87 13/08/11 23:36 - 34 commenti

I gusti di Beyond87

Assolutamente nulla da salvare in questa furbesca operazione low budget che non fa che sceverare, con un certo autocompiacimento, citazionismo a man bassa. Si parte da L'occhio che uccide - di cui Pastore recuperare il punto di vista dell'assassino nonché il primissimo piano dell'occhio - per continuare con una abbondante salsa di Dario Argento, un po' di torture porn, un po' di Maniac e Manhunter et voilà, il polpettone è servito. Atroce. Finale banale e insipido.

Corinne 30/05/13 22:46 - 413 commenti

I gusti di Corinne

Le belle musiche di Simonetti & co, la fotografia a tratti molto suggestiva, omicidi efferati... e poi? Una trama che sembra, o forse è, il pretesto per un buon esercizio di stile con copiosi omaggi a Dario Argento, interpretazioni scadenti e un finale insulso. Vado a rivedermi Morituris, per non perdere speranza nei confronti del nuovo horror all'italiana.

Il Dandi 4/12/13 18:16 - 1917 commenti

I gusti di Il Dandi

Al di là delle ovvie citazioni che fanno impazzire i filologi (ma perché a parte Argento nessuno risale indietro fino a La scala a chiocciola? boh) presenta soluzioni decisamente inconvenzionali: per tutto il film seguiamo l'assassino (senza mai vederlo in faccia) nella sua "missione" omicida fino alla sua stanchezza: tensione, ma senza sorprese. La polizia? arriva sui titoli di coda; gli altri personaggi? hanno vita (letteralmente) troppo breve. La fredda e luminosa fotografia digitale lo rende un perfetto esempio di thriller "dei nostri tempi".
MEMORABILE: L'omicidio della prostituta a letto col cliente.

Herrkinski 4/12/13 03:14 - 6835 commenti

I gusti di Herrkinski

A svariati anni dalla sua prima, riusciamo finalmente a vedere il film di Pastore, seppur sul piccolo schermo. Evidente l'omaggio generale al cinema argentiano, forse Tenebre su tutti, anche se il risultato finale s'avvicina più agli ultimi lavori del Dario nazionale; detto questo, il film rimane più che discreto, grazie a una realizzazione decorosa e a una confezione piuttosto curata, considerando il budget irrisorio; manca però una vera sceneggiatura e il film finisce per essere l'ennesimo ritratto di serial-killer senza altri grandi spunti.
MEMORABILE: L'omicidio del prete.

Cotola 8/01/14 20:41 - 8403 commenti

I gusti di Cotola

Non basta il profluvio di citazioni argentiane (sin dal primo fotogramma) e non solo a fare un film. Non deve averlo capito Pastore che sostanzialmente ripete per buona parte della pellicola le stesse situazioni, col risultato di annoiare anche un pochino lo spettatore. La storia prosegue così boccheggiante fino allo scontato finale. Di buona qualità sono invece gli effetti speciali di Stivaletti e la colonna sonora di Simonetti che guarda anche lui ai bei tempi andati. Se questa è la new age del cinema thriller-horror italiano, stiamo freschi.

Saintjust 22/03/16 18:41 - 134 commenti

I gusti di Saintjust

Considerando che vengo dalla visione del buonissimo Francesca il paragone risulta imbarazzante. Definirei l'operazione sconcertante: ok, è un film low budget, però incredibilmente sciatto, privo di trama, senza tensione, con personaggi solo abbozzati e una regia di stampo televisivo. Il tutto si risolve in una serie di ammazzamenti per nulla intriganti dietro ai quali si nasconde il solito dramma infantile. L'accozzaglia di citazioni sparse e la presenza dei Demonia non salva la pellicola dal naufragio. Ecco il triste thrilling italico odierno.
MEMORABILE: La splendida Federica Carpico che legge Rimbaud in barca.

Undying 14/08/16 04:37 - 3813 commenti

I gusti di Undying

Straniante perché nel film non esiste un personaggio in cui immedesimarsi, perché la camera da presa si sdoppia (una è in mano al killer) e perché le soggettive partendo da citazioni (il primo piano dell'occhio da La scala a chiocciola) si perdono poi in visioni lontane, con il melanconico quanto feroce (per di più triste e solitario) omicida ripreso in campo lungo e in terza persona. Strepitoso Tentori che senza mai mostrare il volto tratteggia questa onnipresente ombra nera, dall'anima oscura come la pece, alla disperata ricerca di affetto...
MEMORABILE: L'omicida (Tentori) in confessionale al prete (Fabio Giovannini): "Tu accusi il Diavolo... e porti la coda!"

Rufus68 7/08/18 20:47 - 3589 commenti

I gusti di Rufus68

Una stanca collection di cover argentiane. La trama, men che scarna, si limita a una serie di brutali ammazzamenti, ben gestiti tecnicamente ma privi sia di vischiosa morbosità che di vero sadismo. In tal modo il regista non riesce nemmeno ad attingere alla fonte del manierismo: siamo, invece, dalle parti del centone originato dal culto di genere (o d'autore), privo di unità ispirativa e capace di comunicare qualcosa solo a chi conosce a fondo la materia. Attori mediocrissimi.

Riccardo Serventi Longhi HA RECITATO ANCHE IN...

Anthonyvm 16/07/22 02:32 - 4024 commenti

I gusti di Anthonyvm

Tributo palese e dichiarato al cinema di Argento, in primis a Tenebre (con proemiale citazione didascalica tratta da Peter Neal), visivamente ispirato quanto concettualmente povero: lo script consiste in un collage di vignette delittuose commentate dalla voce del serial killer (Tentori), vittima di abusi sin dall'infanzia e impaziente di sfogare la propria sofferenza sul mondo. Proprio l'efferatezza e l'inventiva coreografica degli omicidi (buoni gli SFX di Stivaletti), insieme alla decorosa colonna sonora (con cameo dei Daemonia) redimono in parte un filmetto acerbo e semplicistico.
MEMORABILE: Il prete pedofilo ucciso con una croce in testa (e il sangue che schizza sulla foto del papa!); I due amanti colpiti a letto; La ballerina pugnalata.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Buiomega71 • 3/10/13 20:49
    Pianificazione e progetti - 24152 interventi
    Quoto Zender. E poi devo vedermelo pure io! :)

    Ci tenevo talmente ad averlo che non ho badato a spese ;)
  • Discussione Lisa89 • 3/10/13 21:52
    Disoccupato - 6 interventi
    Sicuramente mi porterò sempre nel cuore il ricordo di un'esperienza incredibile e unica; e poi c'è da dire che Luigi è una persona speciale che ti mette a tuo agio. A me personalmente, come agli altri del cast, ha dato l'irripetibile possibilità di recitare in un film pur non avendo esperienza. Spero per me, ma tanto per lui che abbia più consensi possibili.
  • Discussione Lucius • 3/10/13 22:19
    Scrivano - 8857 interventi
    Lisa, credo che con quel budget ha fatto un lavoro decisamente buono, considerando anche che era alla prima esperienza come regista.
    Il dvd tedesco è curatissimo e gli extra ben mettono in evidenza lo sforzo registico e i molteplici aspetti del progetto, lodati con veemenza da Daria Nicolodi (e non è cosa da poco) e dallo stesso Argento.
    Inoltre se ti può far piacere è già oggetto di culto di tanti collezionisti di thriller.
    Ciao. Lucius.
    Ultima modifica: 3/10/13 22:22 da Lucius
  • Discussione Lisa89 • 4/10/13 10:58
    Disoccupato - 6 interventi
    Ciao Lucius, sarà emozionante per me vedere il risultato finale, perché mi sono solo fatta un'idea di come Luigi abbia raccontato la storia, ma credo che questo film sia più incentrato sulle sensazioni: l'angoscia, il dolore, insomma ha puntato molto sul coinvolgere lo spettatore a livello emotivo. Certo ha avuto la fortuna di avere Stivaletti come addetto agli effetti speciali e anche una buonissima colonna sonora..non mi resta che aspettare l'8 ottobre!
  • Discussione Lucius • 4/10/13 11:10
    Scrivano - 8857 interventi
    C'è forse troppo Argento nel film, ma è stato il suo vero punto di riferimento e ha voluto fare un omaggio sencero anche se plateale.
    Che c'è di male?
    Ps:
    se sai qualcosa dei luoghi dove è girato, come vedi nella scheda stiamo cercando alcune location, tipo il Bar tabacchi, ecc...
    Facci sapere.Ciao.
  • Discussione Lisa89 • 4/10/13 11:23
    Disoccupato - 6 interventi
    Nulla di male: è la sua fonte di ispirazione!
    Riguardo i luoghi ti posso dire che il bar è a Pomezia, ma non ricordo il nome, forse si vede dall'inquadratura dell'uscita di Lisa e dei 3 amici. Inoltre le scene del "sequestro", del parto, dell'uccisione della prostituta e del cliente sono state girate ad Ardea nella casa privata di Luigi.
  • Discussione Lucius • 4/10/13 11:29
    Scrivano - 8857 interventi
    Grazie, sarebbe interessante sapere dove è ubicata la casa della prima vittima, quella che si vede in da cercare:

    https://www.davinotti.com/forum/location-da-cercare/come-una-crisalide/60015167

    l'indirizzo intendo.Grazie ancora.Ciao.
    Ultima modifica: 4/10/13 16:20 da Zender
  • Discussione Herrkinski • 4/12/13 22:48
    Consigliere - 2490 interventi
    Finalmente visto ieri sera. Rimando al mio commento di prossima pubblicazione, comunque un buon inizio per Pastore, pur mancando totalmente di idee innovative. Visto il budget, un lavoro decoroso.
  • Discussione Zender • 5/12/13 08:33
    Pianificazione e progetti - 46026 interventi
    Sì, direi che il problema principale è il budget, anche se poi è anche vero che con pochi soldi c'è chi riesce anche a fare di molto meglio, a mio parere.

    Spostate le Terrazze del Dandi in location (ho tolto il "mie" Terrazze perché era poco professionale :)
  • Homevideo Undying • 3/04/14 12:09
    Scrivano - 7599 interventi
    Reperibile UNCUT anche in Blu-ray per conto della Ascot Elite Home Entertainment GmbH con il titolo di Symphony in Blood Red.
    Formato video 1.78:1 e presenza della traccia audio italiana in DTS-HD 5.1.

    Extra:
    - Making of
    - Interviste
    - Kino Premiere
    - Teaser
    - Trailer
    - Galleria Fotografica
    - Dietro le quinte

    Formato Blu-ray codice regione B, quindi compatibile con i lettori europei.

    Ultima modifica: 3/04/14 12:12 da Undying