Blood on Méliès' moon

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 13/07/16 DAL BENEMERITO MYVINCENT
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Deepred89 14/07/16 02:21 - 3405 commenti

I gusti di Deepred89

Cozzi realizza il suo Gatto nel cervello mettendo in scena se stesso in uno squinternatissimo ma spassoso guazzabuglio. Confezione amatoriale, ma tra delitti argentiani al Profondo rosso store, citazioni e pubblicità occulte, apocalissi e mondi paralleli con ampio utilizzo di After Effects, Méliès che appare in sogno e cenette a casa Bava il divertimento (per una volta non involontario) è assicurato, con Cozzi che prende beatamente per i fondelli (anche troppo) il proprio personaggio e il proprio cinema. Cast meno peggio del previsto.
MEMORABILE: L'incubo di Cozzi, col youtuber che lo definisce l'"Ed Wood italiano".

Myvincent 14/07/16 00:17 - 2949 commenti

I gusti di Myvincent

Davvero la storia del cinema inizia con l'avanguardia dei fratelli Lumière? O c'è dell'altro? E cosa si nasconde dietro le gesta efferate del "magicien masqué" che sembra provenire da un mondo parallelo per seminare dubbi? L'opera di Cozzi è un'esperienza visiva eclettica che attraverso svariati momenti coniuga la cultura cinematografica con l'ironia, l'auto-ironia, l'invenzione, il giallo, il fantasy e arricchendosi con citazioni colte e la collaborazione "on stage" di grandi protagonisti di genere. In breve, diverte con esplosiva intelligenza.

Anthonyvm 25/05/18 22:01 - 3103 commenti

I gusti di Anthonyvm

Realizzato a budget pressoché nullo da Cozzi fra amici e con lui stesso nei panni del protagonista, si tratta di un'esplosione di fantasia che spazia dal giallo alla fantascienza al trash comico, in un tripudio di effetti speciali digitali poveri ma mostrati con fierezza, idee folli (e alcune incredibilmente buone) che si inseguono senza lasciare tregua allo spettatore, dialoghi tutti da ridere. Si vede che Cozzi si è divertito: quasi due ore di durata sono eccessive, ma il divertimento e la nostalgia regnano sovrani. Simpatici i vari camei.
MEMORABILE: Cozzi sogna di essere definito l'"Ed Wood" italiano e si inorgoglisce a tal punto da sperare che Tim Burton un giorno giri un film su di lui.

Luigi Cozzi HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.