Lo trovi su

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 26/12/08 DAL BENEMERITO PUPPIGALLO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Harrys 8/08/09 11:39 - 686 commenti

I gusti di Harrys

Miller non possiede minimamente il senso del ritmo cinematografico; talune sequenze (già in partenza piuttosto forzate) risultano davvero esasperanti. Spirit si inerpica spesso e volentieri in monologhi, che involontariamente sfociano nella parodia (rimarcare con un dialogo un fatto cui lo spettatore ha appena assistito... piuttosto stucchevole). Troppo spesso mi ha ricordato Sin City, non solo nel (prevedibile) stile, ma anche per quel che riguarda la struttura narrativa. Samuel L. Jackson gigioneggia alla grande e diverte.

Puppigallo 27/12/08 00:36 - 5001 commenti

I gusti di Puppigallo

Questo va dritto nel cestone dei super eroi che non mi interessano. L'invulnerabile sbirro con mascherina è interessante quanto una lezione di schiacciamento brufoli, anche se almeno si può godere della presenza di attrici che, oltre a essere piuttosto brave, hanno altre simpatiche doti (ad esempio, un sedere panettonico, molto natalizio). E veniamo al cattivo (Jackson). Dovrebbe essere una sorta di genio, visto ciò che fa, ma da quel che esce dalla sua bocca, sembra solo uno sciroccato. Insomma, trattasi di boiatucola, che si può anche vedere (o no), ma che dopo Sin City, sa troppo di riciclo.
MEMORABILE: L'interpretazione di Jackson che, a mio avviso, d'ora in poi gli precluderà tutti i ruoli seri e impegnati (ormai è marchiato a vita).

Supercruel 13/01/09 23:54 - 498 commenti

I gusti di Supercruel

Se Frank Miller ha ideato tutto questo come tributo alla buonanima del suo maestro Will Eisner, gli ha fatto un pessimo servizio. The Spirit ha solo due pregi, ovvero quello di essere esteticamente appagante (con i pur evidenti debiti verso il pioneristico Sin City di Rodriguez e dello stesso Miller) e quello di mettere in scena in modo stilosissimo alcune delle femmine più gnocche del momento. Il resto è noia, tanta noia. La sceneggiatura non regge e si ha la sensazione che tutto il film serva solo a presentare i personaggi. Pessimo.

Mascherato 9/02/09 13:37 - 583 commenti

I gusti di Mascherato

Tempo un quarto d'ora e già ci si è rotti terribilmente le biglie. Miller, e lo si sapeva, ha la mano pesante ed i suoi tentativi di scrivere qualcosa di lontanamente ironico sono patetici. Metteteci che formalmente Sin City già è stato fatto ed ecco servito l'indigesto polpettone, al cui confronto anche il seriosissimo 300 è divertentissimo. Lo Spirit di Eisner si rivolterà nell'aldilà dei fumetti, perché il neoregista lo ha definitivamente affossato. E tremo all'idea che Miller pare voglia dedicarsi con costanza alla regia.

Sabryna 6/08/09 12:44 - 225 commenti

I gusti di Sabryna

Film un po' deludente, lascia il tempo che trova e gli effetti speciali - ottimi peraltro - non riescono, da soli, a sopperire alla mancanza di contenuti. In alcuni punti resta comunque molto godibile per l'atmosfera altamente fumettistica. Sembra davvero di trovarsi in un graphic novel in 3D. Peccato che anche Samuel Jackson qui non sia all'altezza del personaggio che interpreta. La caratterizzazione dei personaggi è blanda e poco incisiva. Preferibile Sin City, a questo punto.
MEMORABILE: Le lotte all'infinito tra Octopus e Spirit.

Cotola 4/04/09 16:47 - 8564 commenti

I gusti di Cotola

Ignobile pastrocchio senza alcuna originalità, che cerca di nascondere la sua totale vacuità dietro uno stile visivamente "tonitruante" che può deliziare solo chi conosce il cinema contemporaneo e null'altro. Tensione nulla, nessuna emozione e zero ironia? Sul regista meglio tacere. Serve altro? Evitatelo.

Matalo! 16/06/09 23:16 - 1377 commenti

I gusti di Matalo!

Davvero Eisner avrebbe di che ridire di un film tratto dal suo capolavoro: senza traccia dello spirito urbano e wellsiano del capitale fumetto e con una messinscena ridiola e goffa che non cattura le deformazioni grottesche dei ritrati del mitico fumettista. Protagonista tonto e inefficace. A meritare 5 palle c'è solo il derrière di Eva Mendes, che però si vede solo di sfuggita. Troppo poco. Il grand guignol alla Sin City mal si addice e il film è stato giustamente un flop.

Galbo 5/06/09 07:17 - 12053 commenti

I gusti di Galbo

Dopo il conclamato (e deludente) Sin City, il regista (e sopratutto autore di celebrati fumetti) Frank Miller ci riprova con The Spirit celebrata graphic novel di Will Eisner, compiendo un'operazione simile per quanto concerne lo stile visivo alla precedente. Ne deriva un film bello da vedere ma purtroppo assai povero di contenuti. Personaggi poco interessanti e anche quando interpretati da validi attori (Samuel Jackson) privi di carisma. A ciò si aggiunge l'inadeguatezza del protagonista, veramente poco indicato per il ruolo.

Capannelle 12/06/09 09:48 - 4186 commenti

I gusti di Capannelle

Oh my Goodness che noia! Tensione assente, dialoghi sempre sopra le righe, attori fuori posto con un protagonista del tutto anonimo. Per fortuna che il nostro eroe è uno sciupafemmine e questo ci permette di ammirarne qualche bel esemplare. Ma basta la Mendes per assegnargli mezzo pallino? No, il critico deve rimanere incorruttibile.

124c 15/06/09 16:46 - 2853 commenti

I gusti di 124c

Frank Miller tratta "The Spirit" di Will Eisner come se fosse il suo Sin city, co-diretto da Robert Rodriguez e Quentin Tarantino, ma il risultato è un concentrato di Dick Tracy di Warren Beatty mescolato a situazioni (in) degne anche del "Batman" tv degli anni 60. Passerella di dive bellissime e attori che fanno il verso ad altri attori. Eva Mendes era più in parte in Ghost Rider, Scarlett Joansson crede di far ridere come in Scoop di Woody Allen. Triste anche Jackson come Octopus.
MEMORABILE: La battuta di Samuel L. Jackson su Spirit: "Eri morto, come "Star Trek".

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Elsup 18/07/09 12:06 - 140 commenti

I gusti di Elsup

Ricalcando il modello di regia di Sin City, Frank Miller sforna un piacevole fanta-noir, riportando in vita un personaggio dei fumetti degli anni '40. Bello l'effetto retrò, buona l'interpretazione in generale di tutti. Un film girato in vecchio stile, ma con le tecnologie di adesso. Piacevole.
MEMORABILE: Confessando anche solo la metà dei miei peccati, brucerei le orecchie al prete.

Ford 16/01/10 17:20 - 582 commenti

I gusti di Ford

In questa pagina si trovano una sfilza di recensioni negative, difetti che comprendo e vedo anch'io; ma non riesco a non apprezzare: uno stile inedito, smaccatamente artefatto, disegnato, con situazioni limite, dialoghi banalissimi, stereotipi a manetta, montaggio serrato, colori che vanno e vengono, una giocosità nella regia davvero sorprendente... tutto molto simile a Sin city, vero, ma questi film verranno rivalutati, proprio come adesso sbaviamo tutti dinanzi ai film di exploitation... È un modo di fare cinema che difenderò strenuamente.
MEMORABILE: Samuel L. Jackson che urla UOVA AL TEGAMINO!!! Per non parlare di quando è vestito da gerarca nazista...

Redeyes 22/08/10 19:17 - 2355 commenti

I gusti di Redeyes

Deliziato da Sin City mi sono cimentato in questa pellicola sul mascherato Spirito e le sue "gattine". Che dire: è un trionfo di micie questo sì, ma il prezzo da pagare pare piutosto salato. Sicuramente ho apprezzato l'ironia che marchia l'intera pellicola, al contrario non ho gradito l'uso del colore che in precedenza tanto mi era piaciuto. La nota positiva è la breve durata, ma alla fine si arriva un po' sfiniti da tante piccole sciocchezzuole che in prima battuta allietano ma poi stufano. Se ne può fare a meno.

Luchi78 3/09/10 11:27 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Sembra un fumetto a tutti gli effetti: certo, sarebbe stato meglio cercare una sceneggiatura un po' più interessante del supereroe mascherato sciupa femmine, però riconosco che lo stile con cui è stato girato è molto accattivante (fumettisticamente parlando). Pazienza per i dialoghi e alcune situazioni al limite del ridicolo.

Siregon 25/10/10 17:58 - 353 commenti

I gusti di Siregon

Pietoso. Se già Sin City era sembrata un'operazione studiata a tavolino per accattivarsi la critica cool, di questa pellicola non se ne capisce francamente la necessità. Miller non è un regista e non ha il talento per diventarlo, il cast è pessimo e il pubblico ha giustamente bocciato l'operazione disertando le sale. Non se ne può più di trasposizioni fedeli ai fumetti. Il cinema è altrove.

Belfagor 20/10/11 23:53 - 2663 commenti

I gusti di Belfagor

Accostare alla rinfusa gli elementi narrativi più disparati senza essere un provetto dadaista è un'operazione a costante rischio boiata e Miller ci casca in pieno. L'aspetto formale non presenta nulla di nuovo rispetto al precedente Sin City, mentre la trama è confusa e lo svolgimento inconsistente. Potrebbe salvarsi come un so bad it's good, ma non c'è un autentico gusto trash, il cattivo non è il Bison di Street Fighter e la sfilza di bellezze, per quanto comprendente la Mendes e la Johansson, non salva il film.
MEMORABILE: Jackson vestito da gerarca nazista: non sempre recitare sopra le righe è garanzia di intrattenimento.

Furetto60 20/01/14 08:01 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Del personaggio creato da Eisner c’è ben poco, la mascherina e poco più... Per il resto c’è solo Miller che imposta il film sul proprio credo grafico: esaltazione dei contrasti (il bianco e nero col tocco di rosso spesso si trova nei fumetti di Sin City), gli eventi atmosferici, neve, pioggia e nebbia, che diventano sfondo indispensabile e spettacolare, massiccia presenza di bellezze femminili e violenza. Però, tolta questa patina pur affascinante, sotto non c’è nulla, rimane un prodotto piacevole come una bella scatola. Vuota.

Nando 14/03/14 00:17 - 3702 commenti

I gusti di Nando

Una scopiazzatura di lavori precedenti. In Sin city c'erano Rodriguez e Tarantino, qui Miller è solo e il risultato è evidentemente carente, con ritmi lenti, noia e un protagonista poco simpatico. Cast anonimo in confronto al precedente film, ma soprattutto ci si imbatte in dialoghi cloroformizzati e ricchi di banalità. Jackson appare come una ridicola macchietta, soprattutto nella scene nazista.

Pigro 25/05/15 18:19 - 9137 commenti

I gusti di Pigro

La calligrafia visiva è l’aspetto più eclatante del film, anzi l’unico: perché non c’è proprio altro in questa nuova (dopo Sin City) versione laccata ed estetizzante di un graphic novel. Il solito scontro tra il buono e il cattivo, sia pure in una più complessa ambiguità, si risolve in una fantasmagoria di effetti e soluzioni grafiche fashion, che scivolano sullo sguardo dello spettatore con totale inconsistenza, senza emozioni ma spingendo a una grande ammirazione estetica. Simpatici i cicciottelli schiavetti clonati dal sorriso ebete.

Pol 23/01/16 15:48 - 589 commenti

I gusti di Pol

Sulla scia di Sin City Miller si mette in proprio e tira fuori questa roba brutta, ma brutta forte, che non concede nessun appiglio se non un paio di stravaganze tipo Samuel L. vestito da nazi. Troppo poco comunque per dare un senso a 90 verbosissimi minuti fitti di dialoghi scarsi, "da fumetto" appunto ma nell'eccezione peggiore del termine. Poteva salvarsi con un po' di azione, ma non c'è manco quella, solo chiacchere su chiacchere ed effetti visivi un tot al chilo. Insomma, una porcheria che non si capisce a chi dovrebbe piacere.

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Ryo 13/08/17 15:07 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Tratto da un fumetto di successo che non conosco, il film ricalca come una fotocopia stile di regia, fotografia e atmosfera, Sin city. La trama non è malvagia e la visione è scorrevole e divertente. Adorabile l'atmosfera noir e i richiami fumettistici. Inoltre c'è Samuel Jackson che per interpretare questi tipi di ruoli è un must. Il punto di forza sono le scene action e le trovate assurde. Azzeccata la colonna sonora.
MEMORABILE: I cloni; Octopus che sfodera armi sempre più grandi.

Magerehein 16/07/22 17:27 - 568 commenti

I gusti di Magerehein

Molto simile a Sin City e 300 nell'aspetto, con fotografia buia e "fumettosa" (forse ancor più estrema dei suddetti) ed effetti speciali di buona fattura, anche se talvolta bizzarri. Il film in sé però è un mezzo disastro; Macht risulta poco espressivo, mentre Jackson diverte e si diverte ma il suo personaggio è assurdo ai limiti del parodistico (esilarante che un supercriminale non abbia mezzi per crearsi dei servi migliori di quelli che ha). La storia, inoltre, presenta sin troppi monologhi e dialoghi che, non approfondendo nulla di utile, servono solo a fare minutaggio. Insipido.
MEMORABILE: I tanti momenti di involontario trash riguardanti Jackson ("solo uova al tegamino!", la divisa da SS, il tentativo di produrre un servo furbo).
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Gestarsh99 • 6/01/12 00:04
    Vice capo scrivano - 21549 interventi
    Disponibile in edizione Blu-Ray Disc per Sony Pictures:



    DATI TECNICI

    * Formato video 2,40:1 Anamorfico 1080p
    * Formato audio 5.1 Dolby Digital: Catalano
    Dolby TrueHD 5.1: Italiano Inglese Spagnolo
    * Sottotitoli Danese Ebraico Finlandese Inglese Italiano Norvegese Spagnolo Svedese
    * Extra Commento regista e produttrice
    La storia si ripete
    Miller parla di Miller
    Un mondo di effetti speciali
    Storyboard con finale alternativo
  • Discussione Pigro • 25/05/15 18:20
    Consigliere avanzato - 1627 interventi
    Zender, nella scheda manca il titolo originale. Certo, il titolo originale è uguale a quello italiano, però mi sembra che noi mettiamo sempre e comunque l'originale quando si tratta di film straniero, giusto?
  • Discussione Zender • 25/05/15 18:23
    Pianificazione e progetti - 46677 interventi
    Giusto Pigro; l'ho aggiunto, grazie.