The last exorcism - Liberaci dal male

Media utenti
Titolo originale: The Last Exorcism Part II
Anno: 2013
Genere: horror (colore)
Note: Sequel di "L'ultimo esorcismo".
Numero commenti presenti: 11

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 20/07/13 DAL BENEMERITO PUPPIGALLO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Puppigallo 20/07/13 11:32 - 4525 commenti

I gusti di Puppigallo

Sequel inutile, piuttosto noioso e totalmente privo di idee. L'unico, vero piccolo sussulto si ha all'inizio, nella camera da letto, dopodichè il tutto si banalizza sempre più, costringendo lo spettatore a subire le solite avvisaglie demoniache, che ovviamente porteranno proprio là dove ci si aspetta che la pellicola approdi. Non sarebbe neanche girato male, ma il contenuto lo rende un filmaccio che nulla aggiunge al genere, finendo più che altro per danneggiarlo.
MEMORABILE: "Io non credo nel demonio; credo nel male, quello fatto dalle persone, non da fantasmi, o chissachì".

Ryo 26/07/13 15:43 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Non saprei da dove cominciare a descrivere questo film, se dal fastidio causato dagli spaventi gratuiti e fini a se stessi che offre, dalla sceneggiatura povera e priva di spunti, dalle trovate senza senso (perché l'uomo-statua si avvicina a lei e gli rimane dietro? Perchè su youtube c'è un video montato in maniera cinematografica di lei mentre è posseduta?). Piatto sino al finale che si conclude - ma guarda un po' - con il solito scontro esorcista VS demone. L'unico tocco di originalità starà nel finale, che poi, con delusione, viene sfruttato nel peggior modo possibile. Da dimenticare.
MEMORABILE: Al telefono lei sente la voce di sé stessa; L'inquadratura finale fuori di casa.

Rigoletto 27/08/13 17:20 - 1621 commenti

I gusti di Rigoletto

Non avevo apprezzato il primo film e non aspettandomi niente in questo non sono rimasto deluso. Non un grammo di vera tensione, nessuna scena che faccia paura: un flop. Bisognerebbe cominciare a chiedersi perché 40 anni fa si creavano capolavori, spesso con 2 lire, mentre ora si vivacchia attraverso sequel e remake di bassa lega. Mancando della forza morale e la rettitudine dell'Esorcista, dei dilemmi esistenziali di Karras, della Fede incrollabile di Merrin o della disperazione di MacNeil, che resta? *!

Hackett 2/05/14 21:46 - 1743 commenti

I gusti di Hackett

Superfluo sequel di un film già poco ispirato all'origine. Abbandonato lo stile mokumentary del primo capitolo, questo seguito appare una immotivata stiracchiatura di quanto il precedente finale narrava. Tensione inesistente, spaventi di bassa lega e assenza di scene di esorcismo la dicono lunga su una pellicola insensata e noiosa, che tedia lo spettatore dall'inizio alla fine.

Pumpkh75 26/07/14 13:59 - 1336 commenti

I gusti di Pumpkh75

Inutile. Salvo la bravura di Ashley Bell (ma l’avvenenza è inversamente proporzionale al cognome), il prologo e il coraggio di aver spinto il mockumentary giù per lo scarico. Il resto è nullo: non c’è storia, non c’è tensione, solo trucchetti e artifizi visti fino alla nausea negli ultimi 30 anni di genere esorcistico. Senza contare, poi, che nell’ultima mezz’ora il film deraglia completamente e lascia tutta la produzione esanime sul campo. Tempo sprecato.

Herrkinski 2/02/15 05:23 - 5292 commenti

I gusti di Herrkinski

Accantonato l'espediente del POV, si torna sui binari di un possession-movie classico; la location della Louisiana viene stavolta sfruttata maggiormente, anche se tra le classiche riprese di Mardi Gras e il voodoo si scade nei più abusati luoghi comuni dei vari horror girati in loco. Sempre brava la Bell, ma la sceneggiatura non offre particolari colpi di scena e viaggia sui classici stilemi del genere, da Rosemary's baby al Presagio, rendendo il film un lavoro ben confezionato ma che lascia la sensazione dell'occasione sprecata, viste le premesse.

Jena 26/12/15 12:15 - 1219 commenti

I gusti di Jena

Il film cambia registro rispetto al primo episodio semi documentaristico e molto realistico. Qui si vira più decisamente sulla "tradizionale" ossessione, anche se il gioco si fa più ambiguo: da che parte sta veramente il male? Chi vuole veramente salvare Nell? Il film funziona più che altro per la straordinaria performance dellla Bell, vero effetto speciale umano, per l'incredibile capacità di passare da espressioni dolcissime a quelle di assoluta malvagità. Alcune scene sono veramente potenti...
MEMORABILE: L'inizio nel letto; L'esorcismo della Mano Nera.

Minitina80 9/05/17 19:35 - 2400 commenti

I gusti di Minitina80

Qualcosa prevedibilmente si perde per strada a favore di un impianto narrativo più canonico, fatto di scelte consunte e obsolete. Folate sussultorie scaturiscono solo da rumori e apparizioni improvvise, ma possono essere funzionali unicamente per neofiti. Anche la storia non va tanto per il sottile e più di qualcosa rimane campata in aria. Ashley Bell, invece, se la cava degnamente dimostrando di avere le capacità adatte a ricoprire il ruolo da protagonista. Destinato a perdersi nel mucchio malgrado non sia orrido.

Piero68 2/10/17 10:06 - 2781 commenti

I gusti di Piero68

Poche idee e per di più scarse, un cast qui imbarazzante e suspense non pervenuta. Esorcismo, questa volta affidato ai riti voodoo invece che alla Cristiana Chiesa, che strappa un sorriso involontario per la sua banalità e scarsa incisività e finale che vorrebbe scimmiottare horror di ben altro peso ma con effetti speciali terribili. Insomma, le produzioni continuano a battere lo stesso tasto senza però avere un briciolo di novità o di interesse, sfornando horror che col genere hanno davvero poco a che fare. Da salvare giusto un paio di scene.

Pesten 7/02/18 08:55 - 646 commenti

I gusti di Pesten

Se il primo episodio si salvava per pochissimi punti, questo invece fallisce miseramente. Lento sì, ma il vero problema è la pochezza e la piattezza del tutto: storia quasi inesistente, non succede nulla per il 90% del film se non fosse per qualche voce effettata e qualche presunto incubo. Per il resto il nulla fino alla conclusione, con un finale che cerca di movimentare la scena riuscendoci poco e lasciando spazio a un possibile terzo capitolo, che si spera non verrà mai preso in considerazione.

Lupus73 23/08/20 14:17 - 686 commenti

I gusti di Lupus73

Come rovinare e banalizzare un prodotto grezzo ma brillante? Questo sequel ci riesce bene col suo predecessore. Rinuncia alla soluzione mockumentary per una veste più "canonica" ed artefatta del cinema mainstream americano (ma poteva essere anche una scelta positiva). Il problema è la mancanza di materia prima, idee in sceneggiatura (di cui era ricco il primo capitolo). Qualche buona intuizione (il primo film su YouTube, il fan per strada, l'atmosfera festaiola/inquietante di New Orleans), ma per il resto è riciclo del tema post possessione e il finale peggiora solo le cose.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.