Ric e Gian alla conquista del West - Film (1967)

Ric e Gian alla conquista del West

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

La coppia Ric e Gian funzionava in TV, così qualcuno provò a lanciarla anche nel cinema con un soggetto western nella scia delle allora superstar Franchi e Ingrassia. Quel qualcuno fu Osvaldo Civirani, più noto come fotografo di scena in film come OSSESSIONE e LO SCEICCO BIANCO che come regista di mediocri erotici (SEXY PROIBITO il suo esordio) o western (IL FIGLIO DI DJANGO). Ma l'incasso al botteghino fu talmente misero che Ric e Gian tornarono...Leggi tutto in TV e Civirani li sostituì ben presto, per i suoi lavori comici, con gli "originali", Franchi e Ingrassia (suoi I DUE FIGLI DEI TRINITÀ o I DUE DELLA FORMULA 1 ALLA CORSA PIÙ’ PAZZA DEL MONDO). Qui Ric (irlandese) e Gian (scozzese, con tanto di kilt) sono nel west e devono condurre una diligenza, le cui ruote dovrebbero a loro insaputa essere d'oro, attraverso i territori dell'Ovest rischiando l'attacco di sudisti e indiani per portare l’oro a un cartello nordista. Il film racconta del loro viaggio insieme a un nordista in borghese che sorveglia le loro mosse, Barbara (una bella spia nordista), un contrabbandiere di alcolici (che i due berranno credendoli ricostituente) e una bara con chiuso dentro un pericoloso gangster (Tiberio Murgia) che si finge morto. Durante il viaggio il gruppo si scontrerà prima con gli indiani poi con un commando sudista (il cui colonnello è sempre Ric, favorendo così il solito gioco dei sosia). Si capisce subito quanto i due comici, soprattutto Gian, fatichino, al cinema. Non potendo contare su una sceneggiatura decente (e non essendo in grado di improvvisare come i grandi comici del periodo) rimediano una figura non proprio consolante: gag dilatate oltre ogni limite, battute mai divertenti, scarsa confidenza coi tempi comici... Oltretutto, inspiegabilmente, il film dura un'ora e cinquanta risultando insopportabilmente interminabile. E' vedendo film così che si capisce quanto Franco e Ciccio improvvisassero riuscendo spesso a salvare l'insalvabile.

Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

124c 15/02/10 17:54 - 2909 commenti

I gusti di 124c

Chissà cosa avevano in mente Ric e Gian quando accettarono di girare questa parodia di film western; forse eguagliare le geste cinematografiche di Franco Franchi e Ciccio Ingrassia, campioni d'incassi Anni Sessanta del genere? Fatto sta che questo film è una dimenticabile parodia, passata anni e anni or sono nelle nostre tv locali, dove l'allora giovane duo di comici trentenni cercava di divertertire il pubblico. Li rivedremo in Kakkientruppen nel ruolo di dottori.

Panza 12/09/16 10:30 - 1833 commenti

I gusti di Panza

Non si ride mai in questo pedestre tentativo di lanciare Ric e Gian al cinema sulla scia delle parodie western francocicciesche di cui Civirani, che lavorerà poi con il duo siciliano con risultati scadenti, ricalca lo stile. Il risultato è pessimo, con una trama inutilmente allungata e i due protagonisti assolutamente ingessati e antipatici, senza i tempi comici giusti per far divertire. La fase della cena con il capitano, in cui si fa uso della trovata del sosia (geniale...), è insostenibile come il resto del film. Orrendo!
MEMORABILE: La rasatura di Tiberio Murgia.

Osvaldo Civirani HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Il diavolo a sette facceSpazio vuotoLocandina I due pezzi da 90Spazio vuotoLocandina I due della Formula 1 alla corsa più pazza, pazza del mondoSpazio vuotoLocandina I due figli dei Trinità
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Discussione Geppo • 15/02/10 12:16
    Call center Davinotti - 4268 interventi
    Profonda tristezza per la morte di Gian (Gianfabio Bosco)... un altro grande amico che se ne va...

    R.i.p.
  • Discussione Cangaceiro • 15/02/10 12:52
    Call center Davinotti - 740 interventi
    Avevo letto nei giorni scorsi del suo ricovero in ospedale e delle sue gravissime condizioni..mi dispiace un sacco. Ciao Gian ci mancherai!
  • Discussione Markus • 15/02/10 13:09
    Scrivano - 4775 interventi
    Questa è una pessima notizia. Mi spiace davvero tanto.
  • Discussione Galbo • 15/02/10 13:58
    Consigliere massimo - 3990 interventi
    Mi dispiace, era un bravo caratterista nel senso più nobile del termine
  • Discussione B. Legnani • 15/02/10 14:28
    Pianificazione e progetti - 14923 interventi
    Per me era il migliore del duo.
    Talento molto più da spettacolo dal vivo e televisivo che cinematografico.
  • Discussione Caesars • 15/02/10 14:56
    Scrivano - 16789 interventi
    Spiace molto. Bravo attore teatrale e divertente in tv (cinematograficamente parlando ha fatto poco). Aveva iniziato col grande Gilberto Govi.
  • Discussione Zender • 15/02/10 16:35
    Capo scrivano - 47601 interventi
    Chissà perché ma io lo lego sempre al marito della Salerno e "complice" di Calà in Fratelli d'Italia. Quindi scomparsi entrambi...
  • Discussione 124c • 15/02/10 17:46
    Gestione sicurezza - 5190 interventi
    L'anno scorso, o due anni fa, credo d'aver intravisto il duo in "I migliori anni" e Gian non era certo al suo meglio, tremicchiava come se avesse l'Alzeheimer. Poverino davvero!
  • Discussione Cangaceiro • 15/02/10 20:24
    Call center Davinotti - 740 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Chissà perché ma io lo lego sempre al marito della Salerno e "complice" di Calà in Fratelli d'Italia. Quindi scomparsi entrambi...
    Già, l'onnipresente signor Sauli! Alla fin fine forse quella è la sua più famosa e riuscita prova sul grande schermo (tra l'altro il segmento di Calà è il mio preferito in Fratelli d'Italia).