LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 2/04/07 DAL BENEMERITO IL GOBBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il Gobbo 2/04/07 12:12 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Ennesimo Django farlocco. Qui anzi l'eroe eponimo è già trapassato e il protagonista è il figlio Gabriele Tinti, che ha assistito da bambino all'omicidio e cerca la verità inserendosi nella consueta disfida fra due fazenderos belligeranti. Lo aiuta uno strano prete... La regia fiacca di Civirani spreca, fra un clichè e l'altro, la faccia di Tinti, piuttosto adatta al genere e invece poco sfruttata. Delirante una sequenza - dopo il prologo - del tutto scorrelata dal resto del film. Fra i caratteristi anche Peverello e l'ineffabile Scratuglia.

Homesick 17/07/08 18:00 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Django, protagonista originale o spurio di innumerevoli film, qui viene rimandato al Creatore e fatto vendicare dal figlio. Decisamente sgangherato – le scenografie sono firmate da Fidani – e traboccante di inutili sadismi tra cui un interminabile pestaggio, si segnala unicamente per la figura del prete-pistolero di Madison e per la grandiosa sparatoria finale nel saloon tra Tinti e la banda di Vargas.

Cangaceiro 30/12/09 15:06 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Storia decente ma riciclatissima: si ha l'arrivo di un forestiero che cerca vendetta in un paese segnato dalla faida tra due signorotti. La realizzazione stessa non è da buttare completamente, ma ha il suo tallone d'Achille nella scenegrafia e nell'ambietazione, curate da Fidani (e si vede), a dir poco desolanti. Tinti è legnoso e inespressivo, mentre sono azzeccate le facce di contorno come Luciano Rossi, Osiride Peverello e Roberto Messina (doppiato da Barbetti) in uno dei ruoli più consistenti in carriera. Notevole solo l'interminabile sparatoria finale

Alex1988 17/05/18 18:03 - 657 commenti

I gusti di Alex1988

Ormai, dopo lo straordinario successo del Django di Sergio Corbucci, bastava inserire quel nome nel titolo per fare soldi; non sempre la formula ha funzionato. In ogni caso, questo Figlio di Django non lascia, certamente, il segno come l'originale; trattasi di un modesto spaghetti western con una trama vagamente da "giallo". Interessante la figura del prete (ex?) pistolero.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Il Gobbo • 9/06/09 08:59
    Contratto a progetto - 771 interventi
    Pubblicato dapprima in Germania dalla provvida X-Rated, "er fijo de 'ggiango" (cfr. "L'America a Roma") ha poi fatto irruzione nelle più fornite edicole per tramite della Hobby & Work: numero 44.
  • Homevideo Homesick • 13/06/10 08:23
    Capo scrivano - 1378 interventi
    Dal 28 agosto in dvd per 01 Distribution.