One-eyed monster

Media utenti
Titolo originale: One-Eyed Monster
Anno: 2008
Genere: commedia (colore)
Note: Aka "One-eyed monster".
Numero commenti presenti: 4

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 14/03/10 DAL BENEMERITO UNDYING
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Undying 14/03/10 17:12 - 3839 commenti

I gusti di Undying

"Ragazze da sogno bagnate" è il titolo del film che una troupe isolata tra le montagne della California s'appresta a "girare": guest stars Ron Jeremy e Veronica Hart. Una luce nel cielo preannuncia un evento insolito: il membro del porno-divo si stacca e minaccia l'intera troupe. Delirante e demenziale all'ennesima potenza con svariate citazioni a film hardcore e risate garantite dalle azioni (e soggettive!) del fallo assassino, derivato carnale di Killer condom. Charles Napier nei panni di reduce di guerra conoscitore della filosofia aliena è esilarante, come in generale l'intero tono filmico.
MEMORABILE: Gli attacchi del mostro: bocche e orefizi vari, con prevalenza di destinazione le giovani attrici e la bella truccatrice.

Greymouser 16/04/10 21:56 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Va bene, si può anche strizzare l'occhio benevolmente al tono goliardico e all'autoironia dei protagonisti (alcuni veri attori hard-core), insomma, al timbro scanzonato di questo film senza pretese che non siano quelle di far sorridere e divertire. Però, senza voler classificare il tutto con un sostantivo derivato dal soggetto della pellicola in questione, occorre anche dire che si poteva evitare un'eccessiva verbosità che induce più volte allo sbadiglio e puntare tromaticamente al trash più spinto. Simpatico, ma non del tutto commestibile.

Schramm 10/05/12 10:33 - 2449 commenti

I gusti di Schramm

Dei delitti e del pene. Non uno qualsiasi, si badi: quello di Ron Jeremy, nientemeno, tornato dall'aldilà dei 70's far piazza pulita del video killed the old pornstars. Un'invasione degli ultrafalli (che il porno torni a essere alieno) in cui la morte del porno ha la sua nemesi nel porno come morte. Se non è zuppa è pen bagnato, del sangue di chi il porno l'ha ucciso. E allora largo al vero pornholocaust, in cui le nuove leve dell'hardcore sono solo suini da slasher sci-fi (del resto porco non è anagramma di corpo?), e toccherà non a caso alla decaduta Hart ripristinare lo status quo ginecocratico. Entr'acte del thanatheros in fallocratica salsa pseudotrash.

Anthonyvm 21/11/20 15:50 - 2116 commenti

I gusti di Anthonyvm

Per essere un fanta-horror con un pene omicida a caccia di orifizi, è molto più fine di quello che si direbbe. Non tutte le gag fanno centro, ma in generale l'umorismo funziona (la presenza di autentiche star dell'hard come Ron Jeremy e la bellissima Veronica Hart è, a questo proposito, salvifica). Dispiace che il membro assassino si veda poco (scelta dettata forse da limiti effettistici), avvilendo l'elemento grottesco e il tono irriverente della vicenda. Simpatiche le morti per fellatio à la Porno holocaust e per taglio a metà sulla neve. Da vedere in double-bill con Killer condom.
MEMORABILE: Quello che la Hart riesce a fare con "certi" muscoli; La macchina masturbatrice che "simula" le celebrità; Il pene strozzante; La sorpresina finale.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Undying • 14/03/10 17:50
    Scrivano - 7630 interventi
    Il membro posseduto: 24 cm all'attacco

    Film delirante, in perfetto stile Troma: il membro di un porno attore, Ron Jeremy si stacca dal corpo, dietro controllo alieno, e si mette alla caccia di una fanciulla in grado di procreare, tra quelle presenti nella troupe di un film porno isolata tra le montagne della California.

    Oltre a presenziare il pacioccoso veterano dell'hard, autocritico e (incredibile dictu) pure bravo attore, al suo fianco compare l'icona del "porno con sceneggiatura", ossia Veronica Hart.

    Sui titoli di coda il film chiude con un suggerimento: una lista di hard interpretati da Ron Jeremy, consigliati alla visione...
  • Curiosità Undying • 14/03/10 20:00
    Scrivano - 7630 interventi
    C'è un momento del film davvero esilarante e fuori di testa, che merita di essere riportato nella sua totale demenzialità....

    Il reduce di guerra Mohtz (Charles Napier), rievocando esperienze dal campo ...
    Citazioni dal film

    "Una notte io e il comandante eravamo al posto di guardia, e ci stavamo facendo una canna... roba Thai.
    Sto totalmento fatto e, d'improvviso, vediamo un raggio di luce...
    E sembrò come atterrare a, forse, a circa due Km, a nord-est del campo.
    Allora il capitano dice:
    "Vado a controllare".
    "Vai avanti amico!", più erba per me, capisci? E così se ne va.
    Ah... possono essere passati dai dieci minuti alle due ore. Non saprei, ero fatto.
    Ma torna indietro e mi accorgo che è strano.
    E ora, beh... nessun problema, è solo quella roba Thai che fa effetto.
    Beh, amico, in un attimo comincia a saltare dappertutto come se i suoi pantaloni fossero in fiamme.
    Non ti sto prendendo per il culo, sai.
    E poi... gli esce dalle mutande. Le strappa.
    Strappa via le sue mutande.
    E così mi ritrovo col capitano in piedi, di fronte a me tutto nudo dalla cinta in giù.
    E poi è successo qualcosa percui, amico, non mi hanno preparato al campo di addestramento.
    L'uccello del tipo, il suo cazzo, si è strappato dal corpo, e si è indirizzato ai tendoni.
    Così il capitano comincia a strillare come un pazzo!
    Presto non lo sento più perché le urla ora vengono dai tendoni.
    Vuoi sapere cosa diavolo sentivo?
    Sentivo come... trenta uomini massacrati da un cazzo!
    E così mi sono nascosto dietro una roccia per circa un'ora e ho dovuto ascoltare il mio intero plotone venire ucciso.
    Ed ho sentito un tipo sparare un colpo, ma poi ho sentito che veniva ucciso.
    Così, dopo, tutto tacque.
    Sono entrato con cautela, credimi, nel tendone per chiedere soccorsi via radio, e... vedo il cazzo, sdraiato lì sulla branda.
    E sembra come mi stia guardando anche lui.
    Ma ti guardava come, sai, come se fosse stanco, amico.
    E se ne stava tutto così, accartocciato, e avrei potuto ucciderlo lì, ma ero così fatto da aver paura di mancarlo.
    E, d'altrocanto, sapevo che era soltanto questione di tempo, prima che tornasse di nuovo in azione.
    Così, senza togliergli gli occhi di dosso, prendo una radio e chiedo di spedire in elicottero due troie di Saigon.
    Così, nella mezz'ora successiva, tengo sotto mirino questo cazzo.
    Ora, pensavo che non sapesse che ero fatto, così non mi salta addosso.
    Così l'elicottero atterra appena in tempo, grazie a Dio, perché ora il cazzo stava per tornare grande e duro.
    Così ho detto alle due troie:
    "Guardate, farò di tutto, cavolo, vi porto in America, qualsiasi cosa se solo ve ne state lì sdraiate e aprite le vostre gambe per me."
    Beh, credo che America fosse la parola magica, perché non ho mai visto due zoccole levarsi di dosso le mutande così in fretta.
    Ora, il cazzo deve aver odorato la cena perché... si precipita sulle due troie.
    E così io guardo.
    E aspetto, e guardo.
    Finalmente... finalmente esplode il suo carico...
    L'ho afferrato e sono andato fuori, e l'ho lanciato in un bunker.
    Dio, Gesù Cristo...
    Circa dieci secondi dopo rincorre quindici musi gialli!
    E avrei potuto fotterli uno per uno ma... no: ho preso una decisione prioritaria, lanciare una granata!
    Fuoco nel buco! Ba-booom...
    Sta piovendo cazzi.... Sì, sta piovendo cazzi.
    Sono strisciato dentro una bottiglia di whiskey una volta tornato in America, e ci sono rimasto da allora..."