LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 6/12/08 DAL BENEMERITO UNDYING
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Undying 6/12/08 17:53 - 3816 commenti

I gusti di Undying

Cinese produttore di vini pregiati (da cui il ridicolo titolo originale) invita un gruppo di giovani, al fine di sottoporli ad un provino finalizzato alla realizzazione di un film. In realtà Po (questo il nome del pazzoide) si nutre del sangue dei giovani per evitare che il tempo "scorra sulla sua pelle". Storpiare un fatto di cronaca antica (Erzsèbet Báthory aka Elizabeth Báthory) per realizzare una simile immondizia ha dell'incredibile. C'è di mezzo qualche cinoamericano (di male in peggio, quindi) e se i due registi si son sempre trovati chiuse le porte per altri lavori, ci sarà un motivo.

Daidae 2/11/19 09:39 - 2891 commenti

I gusti di Daidae

Ennesimo filmetto dell'orrore, dallo stile tipicamente fine anni Ottanta, con un anziano cinese che fabbrica un vino particolare. Si mescola (malissimo) di tutto: dal ritratto di Dorian Gray alla vicenda della famosa contessa sanguinaria, passando per riti Maya, leggende cinesi e addirittura morti viventi (sic!), che appaiono ogni tanto. Un disastro su tutta la linea: non fa paura, non fa ridere, è diretto male e recitato peggio. Unica nota di merito: la bella modella americana Karen Witter.

Pumpkh75 28/07/20 14:19 - 1468 commenti

I gusti di Pumpkh75

La vigna c’è, sono gli acini ad essere in malora: un garbuglio orripilante, che spinge a singhiozzo sul versante orrorifico e accatasta al suo interno corbellerie scollate tra loro, con lo spreco della playmate Karen Witter sempre vestita e con il tremendo James Hong di Grosso guaio a Chinatown in pieno e immotivato delirio di onnipotenza (scrive, interpreta e dirige... qualcos’altro?). A dir il vero si rivela pure multirazziale e multiculturale, ma poi riflettendoci su accostare questi due concetti alla simpatica sciocchezza appena vista è un oltraggio. Aceto balzano.

Herrkinski 2/12/21 15:57 - 6277 commenti

I gusti di Herrkinski

A undici anni di distanza dal simpatico Teen lust si concretizza questa terza regia dell'attore di origini orientali, che presto si rivela poco più di un progetto di vanità; riprendendo un tema abusato, dalla contessa Bathory al "Ritratto di Dorian Grey" e innumerevoli altri epigoni, si mette in scena un horror che accumula cliché spesso inseriti a caso (gli zombi, i riti diabolici), nel tentativo di tener viva l'attenzione di fronte a un lavoro dai valori produttivi mediocri (fotografia piatta, SPFX e cast pessimi), a tratti soporifero e privo di qualsivoglia motivo d'interesse.

James Hong HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Undying • 6/12/08 18:04
    Scrivano - 7613 interventi
    Bei tempi i primi anni Novanta.

    Entravi in una videoteca e trovavi - spesso - curiose VHS da noleggiare.

    Erano anni nei quali la comunicazione globale (ovvero internet) non esisteva, pertanto era impossibile saperne di più su un prodotto che mai e poi mai le riviste specializzate avrebbero preso in considerazione.

    Così, magari, un bel giorno ti ritrovavi questa cassetta sullo scaffale:



    L'Immortale? E che roba è? Mai sentito nominare... (per inciso: destino di questi prodotti è poi quello di essere immediatamente dimenticati, a dispetto - in questo caso - di un titolo non certo profetico).
    Ovviamente il titolare del negozio non ne sapeva mezza e, a tuo rischio e pericolo, spendevi 3.000 delle vecchie Lire per imbatterti in una allucinata pellicola realizzata da qualche cinese in trasferta americana, affascinato dalla personalità di Erzsèbet Báthory.

    Al posto della "contessa sanguinaria" un vinicultore con aspirazione di regista.
    Risate garantite all'inizio poi, dopo mezz'ora, l'incazzatura inevitabile generata da effetti speciali dilettanteschi, sorrisi èbeti degli interpreti (tra i quali il geniale regista/attore James Hong) e attrici cotonate all'inverosimile.

    Quando si assisteva (ormai sfiniti) all'unico effetto speciale degno di nota si augurava ai "creatori" di questo "aborto" cinematografico la stessa sorte...

    Ma ormai era troppo tardi e le tue 3.000 (delle vecchie) Lire erano rimaste nella cassa del video-noleggio...
    Ultima modifica: 7/12/08 02:11 da Undying
  • Discussione Zender • 7/12/08 00:42
    Consigliere - 45275 interventi
    Ah ah, bellissima rievocazione nostalgica Undying! Strano però che proprio non lo ricordi questo film, perché tra quei tanti che buttavano via le tremila io c'ero... Chissà, forse ritrovando la cover della vhs italiana...
  • Discussione Daidae • 2/11/19 09:41
    Compilatore d’emergenza - 984 interventi
    L'attrice americana Karen Lorre, appare qui con lo pseudonimo di Karen Witter.