LOCATION VERIFICATE di Attila flagello di Dio (1982)

LOCATION DEL FILM GIÀ TROVATE

M Roma • Acquedotto dei Quintilii

I ruderi che i barbari attaccano credendo di trovarsi davanti alle "mura di Roma"

M Manziana (Roma) • Caldara di Manziana

La terra dove abitano i barbari (l'antica Segrate) mostrata all'inizio del film

M Canino (Viterbo) • Castello dell'Abbadia di Vulci (e ponte del diavolo)

Le mura di Saturnia che i barbari tentano ridicolmente di assediare

M Viterbo • Teatro romano di Ferento

Il teatro romano dove i barbari incontrano il gallo Renoldo incatenato

Ladispoli (Roma)

La torre davanti alla quale vengono lasciati i barbari dal ligure (Diogene)

Roma

La torre sotto cui i barbari incontrano i romani che vogliono pagarli in oro

M Roma • Castel Sant’Angelo

Il luogo da dove Uraia (Rusic) riuscirà a scappare con un tranello ai danni di Fusco Cornelio

Formello (Roma)

Il ponte dove l'avanzata di Attila (Abatantuono) e i suoi viene fermata dai centurioni romani

LOCATION VERIFICATE

  • Qui di seguito le location del film che sono state da noi verificate, controllate e inserite nel radar (quando non di passaggio).
  • M.shannon • 31/08/10 22:50
    Disoccupato - 310 interventi
    Il castello di Saturnia dove arrivano i barbari tentando l'assedio in realtà è a Vulci (Canino, VT): è il Castello dell'Abbadia, dove in L'Armata Brancaleone stava la Spaak.


  • Zender • 11/09/10 10:20
    Pianificazione e progetti - 45847 interventi
    La prima immagine del film, con le acque che ribollono e che dovrebbe rappresentare la terra dei barbari (quella che oggi è Segrate), noto che è girata invece alla Caldara di Manziana (Roma), "un vero e proprio monumento naturale sede di sorgenti di acque sulfuree collocate in ciò che resta del cratere di un vulcano", come diceva il caro Matemalex in Velocità massima.




    Sempre qui c'è il campo dove lavorano le femmine barbare a inizio film:

  • Zender • 11/09/10 12:00
    Pianificazione e progetti - 45847 interventi
    Dopo esser passati sopra il Ponte del Diavolo (lo stesso che si vede durante L'armata Brancaleone, un film con cui Attila condivide l'ambientazione in Tuscia, oltre a molte idee di soggetto) davanti al castello della Badia a Vulci (VT)...




    (questa la scena da Brancaleone):



    ...il gruppo incontra il gallo Renoldo (il nome faceva riferimento a una vecchia pubblicità della Renault in cui l'auto si divincolava dalle catene) al teatro di Ferento (VT), che ho trovato cercando un po' di teatri del viterbese:




    Ecco l'antica strada romana che gli passa dietro (come potrete verificare in mappa):

  • Zender • 11/09/10 12:22
    Pianificazione e progetti - 45847 interventi
    Lasciati dal ligure (Franco Diogene) sulla costa maremmana (così dice una didascalia nel film), i barbari si ritrovano in realtà a fianco della Torre Flavia, ovvero il monumento più celebre di Ladispoli (Roma). Anche qui è stato sufficente cercare un po' di rovine in zona... Poi mi sono accorto che è scritto su Wikipedia per cui...


  • Zender • 11/09/10 12:45
    Pianificazione e progetti - 45847 interventi
    L'acquedotto scambiato dai barbari per "le mura di Roma", che lo scalcinato gruppo tenterà di distruggere. è l'acquedotto dei Quintilii sull'Appia Nuova a Roma, al tempo già teatro di una simpatica scena in Bravissimo (con Sordi).



    Si confrontino le immagini e si notino gli archi quasi a uscire dalla struttura e i piccoli fori sulle colonne:


  • Allan • 11/09/10 13:42
    Disoccupato - 1197 interventi
    La torre sotto alla quale i romani chiedono ad Attila di abbandonare l'idea di saccheggiare Roma e per questo lo pagano in oro è la Torre Selce, sull'Appia Antica poco fuori Roma.


  • Fedemelis • 24/01/13 10:01
    Fotocopista - 1990 interventi
    Il luogo da dove Uraia (Rita Rusic) riuscirà a scappare con un tranello ai danni di Fusco Cornelio (Angelo Infanti) è un bastione di Castel Sant'Angelo a Roma.




    Ecco la parte interessata (logicamente ai tempi di Attila Castel Sant'Angelo non aveva quelle torri):

  • Fedemelis • 8/11/17 18:19
    Fotocopista - 1990 interventi
    Il ponte dove l'avanzata di Attila (Abatantuono) e i suoi viene fermata dai centurioni romani (e dove Attila farà il celeberrimo spelling del suo nome: A come Atrocità...) è al Parco di Veio a Formello (RM). Si riconoscono ancora la fila dei sei alberi (A), il profilo della montagna (B), l'ansa del fiume:




    Qui si vede la postazione dei romani al di là del ponte e nella ricostruzione di oggi:




    Qui il sentiero C che corre lungo l'argine:

  • Zender • 9/11/17 14:42
    Pianificazione e progetti - 45847 interventi
    Grazie Fedemelis, radarizzata.