LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/04/13 DAL BENEMERITO TOMMY3793
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Tommy3793 25/04/13 03:23 - 72 commenti

I gusti di Tommy3793

La solita accozzaglia di azione, supportata da stupefacenti effetti speciali e ironia (di battutine ammazza-tensione ce ne sono a bizzeffe) in puro stile americano. La pellicola trasuda stelle e strisce da ogni poro: dall'eroe ricco, bello e fieramente americano, al malvagio di turno, simile a un terrorista islamico. In più anche la trama pare soffrire di evidenti buchi narrativi. Insomma, tutto pare orientato alla spettacolarità grossolana senza badare a importanti particolari (tipo le reazioni umane). Il peggiore della trilogia.
MEMORABILE: Gli Eiffel 65 nei titoli di testa.

Puppigallo 28/04/13 00:41 - 4673 commenti

I gusti di Puppigallo

La serie si conclude in burletta, con mano calcata su battutine e scemezucole (le crisi di panico), personaggi caricaturali (persino la Paltrow, miracolosamente sopportabile per quasi tutto il film, viene rovinata alla fine) e un cattivo ombra che si surriscalda facilmente, studiato in poco più di cinque minuti. Gli effetti speciali, seppur presenti, non colpiscono (crolli compresi), perché l'esagerato numero di armature finisce per banalizzarle, privandole dell'originale impatto visivo. Ciliegina sulla tortaccia, l'inutile 3D, che fa sentire fesso chi spende per un simile servizio truffaldino
MEMORABILE: Il bambino: "Mio padre è uscito sei anni fa a comprare un gratta e vinci...credo che abbia vinto"; Il "temibile" Mandarino (realtà alla Austin Powers)

Fedemelis 26/04/13 09:51 - 31 commenti

I gusti di Fedemelis

Indegna conclusione della trilogia di uno dei migliori personaggi della Marvel. Battute e scenette comiche non riescono a calmare l'insofferenza del pubblico alla distruzione di uno dei più temibili e potenti dei cattivi. Il prologo lascia a desiderare per la pigrizia degli autori.

Rambo90 27/04/13 18:49 - 6854 commenti

I gusti di Rambo90

Il cambio di regia ha giovato a Iron Man: Black riesce a portare su un piano decisamente più umano Stark, alleggerendolo dell'armatura nella maggior parte delle scene e aggiungendo un po' d'azione vecchio stile tra sparatorie e scazzottate. Downey è ancora ottimo nella parte ed è supportato da una Paltrow finalmente molto più centrale, da un divertentissimo Kingsley e dal cattivone di turno Guy Pearce (mentre chi ha poco spazio è Cheadle). Belli gli effetti, giustamente epico il combattimento finale (il migliore nei 3 capitoli). Buono.

124c 29/04/13 12:23 - 2815 commenti

I gusti di 124c

I trailer del film ci hanno gabbato, perché da quelle immagini pareva un po' più serio. Invece è il più disneyano della trilogia di Iron man. Il cambio di regia c'è e si vede, ma perché buttarla sopratutto in commedia brillante? Perché intraprendere il percorso inverso del Batman di Nolan? Perché i Marvel Studios devono essere superiori ai lungometraggio Warner/Dc solo per quantità di film prodotti? Per gustare "Iron man 3" bisogna scordare il fumetto originale della Marvel e pensare che sia un action alla Bruce Willis. Giocattolone.
MEMORABILE: Il vero ruolo del Mandarino.

Bruce 30/04/13 09:48 - 1006 commenti

I gusti di Bruce

Brillante epilogo della trilogia con cui si torna ai livelli del primo capitolo. Questa volta in primo piano è l'uomo, a fatica capace di superare le proprie debolezze, rispetto al supereroe di ferro per definizione invincibile. Downey jr., coinvolto in pieno, recita alla grande e si diverte pure. Sceneggiatura solida e lineare. Riuscitissima la continua combinazione tra azione e umorismo, combattimenti ed effetti speciali eccezionali.

Furetto60 2/05/13 20:19 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Con questo terzo episodio il personaggio viene messo ancora più a registro; aumenta la spettacolarizzazione ma senza penalizzare l'aspetto umano che anzi è ancora più evidenziata, anche grazie a una notevole vena ironica ravvisabile lungo tutto l'arco del film. Il personaggio è spremuto in quasi tutte le sue potenzialità, quasi perché l'ultima scena fa intravedere nuovi orizzonti, peraltro già indicati nella serie a fumetti successiva alla saga di Extremis. Iron Man si conferma, insieme a Spiderman, la serie di punta dei film Marvel.

Xamini 8/05/13 00:01 - 1069 commenti

I gusti di Xamini

Ironman 3, ovvero Ironman senza armatura, ovvero Tony Stark. Adoro la decostruzione del personaggio, specie quando l'oggetto del processo è un supereroe. Nella fattispecie un Robert Downey Jr. sempre in palla, sorretto questa volta da una Pepper Paltrow più centrale. Il risultato finale è qualcosa che cede anche spesso il fianco a qualche mancanza logica, ma, incamerati i deficit come concessioni al versante più estroso della categoria fumettone, finisce per produrre sia un ottimo action che un grande comic movie. Peccato solo per l'insipido 3D.
MEMORABILE: La distruzione della casa. Consiglio: rimanete in sala oltre i titoli di coda

Cloack 77 15/05/13 16:46 - 547 commenti

I gusti di Cloack 77

Certamente il peggiore della serie. Iron man 3 si salva naturalmente grazie a Robert Downey jr., rilassato, sciolto, perfetto e indispensabile, talmente fondamentale da non aver bisogno di un film. Tutto poggia su quel volto, sulla battuta pronta, sul sorriso beffardo anche a un passo dalla fine. Notevole anche la scena del salvataggio "volante", la cosa migliore di tutta l'operazione.

Ryo 16/05/13 01:45 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Sceneggiatura molto sotto tono per essere un film supereroistico; le vicende che portano il protagonista a scontrarsi con gli antagonisti sono più incentrate sulla psicologia del personaggio, il che va anche bene se non fosse che è stato dato troppo spazio a quest'aspetto sacrificando praticamente tutta l'azione adrenalinica che ci si aspetterebbe. Inoltre ci sono scelte di dubbio gusto, stravolgimenti completi di grandi personaggi (il mandarino su tutti), espedienti narrativi senza alcun senso. E a tutto questo si aggiunge che hanno levato persino la colonna sonora heavy metal!
MEMORABILE: L'incontro con il piccolo Harley.

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Myvincent 21/07/13 16:08 - 2948 commenti

I gusti di Myvincent

Robert Doweny Jr. un po' troppo intellettuale per questo ruolo scintillante da supereroe, dove però l'uomo di ferro risulta quasi essere più coraggioso fuori che dentro la sua corazza. L'ispirazione al terrorismo internazionale contemporaneo è fin troppo smaccato e i risaputi super-effetti speciali non lo discostano molto dalle cosiddette "americanate" similari.

Galbo 28/09/13 07:27 - 11693 commenti

I gusti di Galbo

Dopo un secondo capitolo assai fiacco, il terzo episodio delle avventure dell'uomo di ferro è un film piuttosto godibile, anche se siamo lontani dal riuscito connubio tra azione e ironia del primo episodio. Qui prevalgono (a dispetto delle impressioni) i toni ironici e l'attenzione è più orientata sul versante privato del protagonista. Il film si mantiene su un buon ritmo anche se è penalizzato da una lunghezza eccessiva e da un pre-finale dai toni eccessivi. Ottima la prova del carismatico protagonista.

Schramm 17/10/13 15:29 - 2597 commenti

I gusti di Schramm

Back to Black: Shane va in direzione ostinatamente contraria agli arzigogoli intellettuali infagottanti Marvelland tanto cari all'ultimo Nolan, e ci restituisce l'era del ferro per quella che è: tutta scintillii e clangori, fusioni e lamine, subordinata a un cinema allotropico e circense tutto fireworks e zucchero filato che non ammette pensieri (a voi lasciare o raddoppiare) ma che nemmeno rinuncia allo sfizio del cinismo radical-chic quando si tratta di lambire la psicologia di massa o la sfera della politica internazionale. La popcornata è servita, ma occhio ai chicchi inesplosi.

Harrys 31/03/14 13:28 - 683 commenti

I gusti di Harrys

Sbagliato il pretesto scatenante, basato sulla scorante e inflazionata figura del sociopatico di turno mosso da manie visionarie di matrice anarcoide (ovverosia il Joker), sintomatico e non casuale termometro sulla condizione statunitense. Sbagliato il ridondante contesto di apparato mangia-soldi, inaugurato sibillinamente anni orsono e celebrato con The Avengers. Azzeccata, invece, la craveniana legge dei sequel (più sangue e più vittime, tradotta in più esplosioni e più robot), ma non è evidentemente un pregio, se non per i divoratori di popcorn. Un colpo al cerchio e uno alla botte e il baraccone è operativo, Signore.

Piero68 17/06/14 12:27 - 2848 commenti

I gusti di Piero68

Arrivati al terzo capitolo era quasi d'obbligo un cambio di direzione. Peccato che il cambio si indirizzi più verso un aspetto intimistico del protagonista che fa ridere i polli. A chi non piacerebbe avere dei problemini di nevrosi ma essere multimiliardario ancor prima di essere iron man? Tra battute e continui riferimenti a The Avengers si deve arrivare quasi alla fine per vedere in azione il super eroe con la sua armatura. Buoni gli effetti, molto meno le scene di lotta. Cast funzionale con il solito cameo di Stan Lee.

Fabbiu 9/05/15 10:55 - 2021 commenti

I gusti di Fabbiu

Giunti al terzo capitolo, con un cambio di regia e una confezione disneyana, la saga di Iron Man continua a mantenersi piuttosto atipica nel panorama supereroistico marvelliano; apprezzabili le novità introdotte, da una introspezione maggiore del personaggio protagonista (ora con più difetti umanizzanti, come gli attacchi di panico) ai toni comici più accentuati e frizzanti, soprattutto nei dialoghi; l'action è a livelli esuberanti, ma sui nemici (e in particolare nel rappresentare "Mandarino") si è fatto un lavoro imbarazzante. Divertente.

Jena 15/10/15 17:32 - 1345 commenti

I gusti di Jena

Potrei ripetere quanto già detto nella recensione a Thor; The dark world. Non sono film brutti, ma visto il primo della serie visti tutti o quasi. Non si scoprono mai grosse novità. Qui la si butta più sul lato commedy, sfruttando il bravissimo Robert Downey Jr e valorizzando maggiormente la pur brava Paltrow. Pearce e Kingsley sprecati. Per il resto solite mazzate, cattivi non eccessivamente originali, uomini meccanici a profusione. Sicuramente meglio del secondo ma niente di clamoroso.

Daniela 19/10/15 11:34 - 10738 commenti

I gusti di Daniela

Il successo del primo capitolo era legato al carisma ironico di Downey Jr., "anima" del pupazzone d'acciaio emblema di un paradossale pacifismo armato. Qui, agisce quasi sempre fuori dell'armatura - che a sua volta si è clonizzata, disperdendo il proprio impatto iconico - e questo lo rende più vulnerabile, quindi tendenzialmente più umano. Ma si tratta di un umano che fa battutine anche nei momenti peggiori e questo butta tutto in buffonata: troppa leggerezza rischia di far scoppiare il palloncino. Non peggiore del secondo capitolo, piuttosto modesto, ma comunque distante dal primo.

Belfagor 18/10/16 23:46 - 2643 commenti

I gusti di Belfagor

Dopo un secondo capitolo di routine e la baracconata degli Avengers, ecco comparire il lato umano di Tony Stark, fra stress post-traumatico e crisi relazionale, il tutto unito a una nuova minaccia. Eppure non c'è profondità: i tanti dialoghi finiscono sempre con l'inevitabile battuta per frenare la tensione, in barba all'alchimia della coppia Downey/Paltrow. E l'azione? Scarsa e sparpagliata. Anche il Mandarino di Kingsley fa pensare a una parodia malriuscita, mentre Pearce si impegna e dà vita a un discreto cattivo. Traballante.

Minitina80 4/05/18 08:50 - 2616 commenti

I gusti di Minitina80

I cinefumetti sono diventati un po’ come i cinepanettoni, basta metterci dentro le solite cose senza andare troppo per il sottile e il gioco è fatto. Una trama appena abbozzata come pretesto per andare avanti, chiacchiere a non finire e la solita inspiegabile mossa di superare le due ore di durata. Incomprensibile, inoltre, la scelta di scomodare un attore come Ben Kingsley per affidargli una parte simile, stucchevole per la sua banalità e ridicolaggine. L’ennesimo scontro conclusivo non ha nulla di diverso da tanti altri e il tutto annoia.

Rebecca Hall HA RECITATO ANCHE IN...

Thedude94 31/10/18 00:43 - 729 commenti

I gusti di Thedude94

Terzo e ultimo capitolo dedicato all'uomo di ferro, sempre interpretato dal solito Downey Jr. e diretto questa volta dal buon Shane Black, il quale non disdegna affatto; la sua mano si vede, soprattutto in sceneggiatura, mentre per quanto riguarda le scene d'azione si limita a sfruttare bene i fior di quattrini e le tecniche moderne che ha a disposizione. Nulla di particolarmente spaventoso il nemico (qui nei panni di Pearce), anche se è simpatica la trovata che dà una svolta alla trama. Niente di eccelso, ma meglio dei precedenti e più carismatico.

Capannelle 19/07/19 21:01 - 3926 commenti

I gusti di Capannelle

Fa un po' fatica; l'ironia di Tony Stark e l'iconicità della sua creatura alla lunga si stemperano e non trovano adeguata sponda in uno sviluppo che non va oltre la media e che presenta microstorie a volte superflue. E' vero però che non si registrano punti di caduta e che i dialoghi sono un minimo studiati. Non male anche i cattivi, dall'infido Guy Pierce alla figura burlesca del finto Bin Laden (che porta alla mente qualche riflessione complottista), ai loro galoppini.

Daraen4 6/05/21 00:57 - 102 commenti

I gusti di Daraen4

Shane Black confeziona un prodotto ipervisivo, ironico e straordinariamente effettato, barocco e mai noioso, con  twist nei momenti giusti e rilegato alla perfezione in gusto pop; storia movimentata, diversi momenti comici riuscitissimi, regia ipercinetica e pulita; viene presa di petto la questione reale dello specchietto per le allodole politico, del cattivo creato ad hoc verso cui concentrare le attenzioni, con una aperta e chiara critica all'America nell'utilizzo di Bin Laden; pellicola che finge di non prendersi sul serio tanto da non risultare spocchiosa. Ultragodibile.
MEMORABILE: "E' Natale! Siamo più cattivi!".
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione 124c • 24/04/13 15:58
    Risorse umane - 5173 interventi
    Il trailer italiano del film.
  • Discussione 124c • 24/04/13 15:59
    Risorse umane - 5173 interventi
    Arriva nei cinema, il terzo capitolo delle avventure cinematografiche di Iron man, sempre impersonato da Robert Downey Jr., con un nuovo regista, una nuova armatura e un nuovo nemico. Questo film segna l'inizio del dopo "The Avengers", una fase 2 dei Marvel Studios che promette colpi di scena e super-ospiti a volontà.
  • Discussione Didda23 • 25/04/13 14:36
    Comunicazione esterna - 5754 interventi
    Al cinema.