Squid game (9 puntate)

Media utenti
Titolo originale: Ojingeo Game
Anno: 2021
Genere: fiction (colore)
Note: Serie sud-coreana in nove episodi distribuita da Netflix.
Numero commenti presenti: 5
Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/09/21 DAL BENEMERITO DANIELA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Daniela 23/09/21 14:06 - 10766 commenti

I gusti di Daniela

456 persone sono coinvolte in un torneo che mette in palio un'enorme somma di denaro... Da Battle Royale in poi, il cinema asiatico ha proposto più volte giochi che prevedono l'eliminazione letterale dei perdenti per cui i pregi di questa serie non vanno cercati nello script e neppure nella messa in scena pop già vista altrove ma nella caratterizzazione dei personaggi: non teenagers abituati a baloccarsi con l'idea del suicidio ma uomini e donne di ogni età e estrazione sociale disposti a perdere tutto perché non hanno più nulla da perdere. Empatica, avvincente, spettacolare.
MEMORABILE: Il primo gioco; Il porcellino appeso; Le scalinate escheriane dai colori pastello; Le biglie; Il ponte di vetro; Il calamaro sotto la pioggia.

Rufus68 9/10/21 23:35 - 3394 commenti

I gusti di Rufus68

La serie più commentata di Netflix ha in suo sfavore alcuni punti dolenti: la prevedibilità degli snodi principali, gli insopportabili stereotipi politicamente corretti tipici delle serie americane (il bigotto, il maschio alfa ridicolizzato), una autentica mancanza di cattiveria. Assai stanche le scenografie umane (Eyes wide shut for dummies) che non riescono mai a suggerire la claustrofobia distopica; più coinvolgenti, seppur derivative, quelle fisiche. Buone la tensione e il cast. Tra Belfagor e Franju il già visto, però, affiora costante. Alla fin fine un prodotto dimenticabile.

Teopanda 10/10/21 10:36 - 77 commenti

I gusti di Teopanda

Un gruppo di disperati senza più il becco di un quattrino viene reclutato per partecipare a giochi mortali per guadagnare una grossa somma di denaro. Nonostante la trama sappia di già visto, i personaggi sono scritti alla perfezione (ognuno con la propria motivazione per la vittoria e senza nulla da perdere). La regia è funzionale, soprattutto nelle scene d’azione (ma sono discrete pure quelle in cui si privilegia il dialogo). Peccato per il finale, alquanto debole nonostante un colpo di scena sensato ma comunque inaspettato.

Cotola 14/10/21 20:23 - 8048 commenti

I gusti di Cotola

Ha l'indiscusso merito di intrigare e coinvolgere lo spettatore per tutta la sua durata. Le nove puntate scorrono via velocissime e la voglia di sapere come proseguiranno le cose è sempre alta. I meccanismi narrativi non sono nuovi, ma l'efficacia è indiscutibile. Inoltre la narrazione riesce a superare la logica del videogioco grazie ad una buona caratterizzazione dei personaggi, senza mai appesantire il racconto con inutili flashback e riuscendo anche a descrivere una società ormai priva di umanità. Riusciti i colpi di scena. Confezione di ottimo livello. Cosa volere di più?
MEMORABILE: Il primo gioco; La partita a biglie. 

Reeves 17/10/21 17:58 - 721 commenti

I gusti di Reeves

La serie è sicuramente originale, è girata e interpretata con grande professionalità, si giova di una confezione impeccabile ed è stata promossa nel modo giusto. Resta però molto forte la sensazione che si sia di fronte a un'operazione fatta con il bilancino, costruita sulla base di una ricerca di mercato. Insomma, c'è il corpo ma non c'è l'anima, e dopo un po' ci si annoia.

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Daniela • 23/09/21 14:26
    Gran Burattinaio - 5648 interventi
    Caro Cotola,
    ti faccio una proposta: ti perdonerò di avermi indotto alla visione di Suburbia Killer (vabbé, probabilmente l'avrei vista prima o poi considerato il regista, però la tua spinta me l'ha fatta mettere in cima alla lista dei "prossimamente") se ti guardi questa serie sud-coreana presente su Netflix.  
    Non è originale nello spunto e neppure nell'epilogo - dove si andava a parare l'avevo sospettato a partire dal secondo episodio -  eppure mi ha tenuto col fiato sospeso per due notti di fila. Merito dell'empatia che riesce a suscitare nei confronti dei personaggi principali ed in particolare del protagonista che è vero coglione riprovevole sotto tutti i punti di vista (disoccupato, pieno di debiti di gioco, ruba alla madre che lo mantiene, trascura la figlioletta) ma possiede un'umanità che commuove.
    Ma anche gli altri personaggi dei giocatori in campo, compresi quelli più spregevoli, sono tanto ben caratterizzati che si finisce per fare il tifo per loro.
    Probabilmente la serie non ti piacerà come è piaciuta a me, ma per male che vada gli potrai sempre appioppare un pallino solitario come io ho appena fatto con Suburbia Killer :oP 
  • Discussione Daniela • 23/09/21 15:21
    Gran Burattinaio - 5648 interventi
    Il cast non è stato ripreso da IMDB ma da Asianwiki, non per il noto problema dell'inversione tranomi e cognomi ma perché IMDB elenca attori e relativi personaggi in modo arbitrario, tanto che solo uno tra i principali protagonisti compare in ultima posizione nella prima pagina della scheda dedicata alla serie.

    Il film è stato accusato di plagio per le somiglianze con As the Gods Will diretto da Takashi Miike ed uscito nel 2014, anch'esso incentrato su giochi infantili ad esito mortale. Il regista si è difeso sostenendo di aver iniziato a lavorare alla sceneggiatura di Squid Game dal 2008 e di aver visto il film giapponese solo a riprese in corso. Notizie qui (inglese) 
  • Discussione Cotola • 24/09/21 09:00
    Consigliere avanzato - 3681 interventi
    Daniela ebbe a dire:
    Caro Cotola,
    ti faccio una proposta: ti perdonerò di avermi indotto alla visione di Suburbia Killer (vabbé, probabilmente l'avrei vista prima o poi considerato il regista, però la tua spinta me l'ha fatta mettere in cima alla lista dei "prossimamente") se ti guardi questa serie sud-coreana presente su Netflix.  
    Non è originale nello spunto e neppure nell'epilogo - dove si andava a parare l'avevo sospettato a partire dal secondo episodio -  eppure mi ha tenuto col fiato sospeso per due notti di fila. Merito dell'empatia che riesce a suscitare nei confronti dei personaggi principali ed in particolare del protagonista che è vero coglione riprovevole sotto tutti i punti di vista (disoccupato, pieno di debiti di gioco, ruba alla madre che lo mantiene, trascura la figlioletta) ma possiede un'umanità che commuove.
    Ma anche gli altri personaggi dei giocatori in campo, compresi quelli più spregevoli, sono tanto ben caratterizzati che si finisce per fare il tifo per loro.
    Probabilmente la serie non ti piacerà come è piaciuta a me, ma per male che vada gli potrai sempre appioppare un pallino solitario come io ho appena fatto con Suburbia Killer :oP 

    Cara Daniela,
    l'avevo già messa in lista dopo aver visto il trailer su Netflix. Il genere ed il tipo di storia sono quelle che mi piacciono anche se immagino che novità particolari non ce ne siano. Ovviamente però il tuo consiglio fa salire la visione di questa serie in cima alla lista.
    Ti farò sapere presto. 
  • Discussione Daniela • 24/09/21 11:57
    Gran Burattinaio - 5648 interventi
    Cotola ebbe a dire:
    Ti farò sapere presto. 
    Ci conto!
    PS: Il protagonista è interpretato da Lee Jung-Jae, il poliziotto infiltrato di New World costretto a mostrarsi più freddo di un ghiacciolo, qui in un ruolo agli antipodi: un buono a nulla estroverso e pasticcione che all'inizio della storia mette voglia di entrare nello schermo per prenderlo a calci, poi ad un certo punto vorresti sempre entrarci ma per abbracciarlo. 
  • Discussione Cotola • 14/10/21 20:34
    Consigliere avanzato - 3681 interventi
    @ Daniela

    Vista e completata. A me è piaciuto molto. Certo novità vere non ce ne sono molte, ma l'efficacia del tutto è, a mio avviso, indiscutibile. Anche la messa in scena, non nuovissima, l'ho trovata gustosa. Che poi sia avvincente è evidente.
    Come detto da te però, il meglio è proprio la caratterizzazione dei personaggi, ed anche se la parte finale non è imprevedibile - tutt'altro - si è comunque curiosi di capire come ci si arriverà.
    Insomma, per me un vero spasso che mi sono gustato in tre-quattro, serate.
    L'avrei vista comunque, per amore verso la Corea e perché l'avevo già adocchiata e mi intrigava, ma il tuo consiglio mi ha permesso di metterla in cima alla mia lista delle visioni, così da evitare accidentali spoiler visto che ormai se ne parla ovunque.
    Pensa che ne parlano persino i miei alunni, per fortuna senza spoilerare. Adesso se anche lo faranno, potrò dormire sonni tranquilli.

    P.S.

    A proposito di spoiler li ho sentiti anche parlare della nuova stagione de La casa di carta e se è verò ciò che ho sentito, credo proprio che mi abbiano spifferato un colpo di scena non del tutto inaspettato ma tutto sommato notevole. Vedrò...
  • Discussione Daniela • 14/10/21 20:44
    Gran Burattinaio - 5648 interventi
    Cotola ebbe a dire:
    metterla in cima alla mia lista delle visioni, così da evitare accidentali spoiler visto che ormai se ne parla ovunque.
    Eccome se ne parla, soprattutto ora che è risultata la serie Netflix più vista di sempre, prima in 90 paesi compreso il nosto nonostante non sia doppiata).
    Ora quasi certa del tuo apprezzamento e avrei anche scommesso che l'aspetto che avresti maggiormente gradito sarebbe stata la caratterizzazione dei personaggi principali ;o)