Soldato Jane - Film (1997)

Soldato Jane
Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: G.I. Jane
Anno: 1997
Genere: drammatico (colore)
Papiro: elettronico

LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Si parte con Anne Bancroft che si lancia in un apologo per la parità dei sessi in Marina, che le altre personalità militari vedono ovviamente di cattivo occhio. E così viene lanciata una sfida: trovata una candidatura, riuscirà a sopravvivere ai terribili addestramento dei Navy Seals (i marines americani)? Scelta dopo un'accurata selezione la bella Demi Moore, la si dà in pasto al rude addestratore di reclute Viggo Mortensen, pronto a sbranarla quando è lei a pretendere l'identico trattamento riservato agli uomini. E si procede così per quasi tutto il film, con la Moore che si rasa a zero e fa flessioni peggio di Rocky (d'altronde i muscoli li aveva già ampiamente esibiti in STRIPTEASE...Leggi tutto), corre tra il filo spinato, si tuffa dal gommone, striscia nel fango... in fondo quello che conta Ridley Scott ce lo fa capire subito: è la forma, e in questo il regista di BLADE RUNNER e ALIEN non è secondo a nessuno. Attraverso un montaggio ipervitaminico, scene veloci, primi piani sui volti feriti, inquadrature sempre di gran pregio, una fotografia di classe e un'adeguata colonna sonora, la confezione di lusso è garantita. Non ci si annoia, insomma, nonostante le due ore e un soggetto che solo nel finale prende ad animarsi rivelando poco onorevoli sotterfugi politici. Demi Moore per la parte è l'ideale: sguardo fermo, fisico atletico, una femminilità ruvida e l'aria convinta di chi è anche tra i produttori del film. L'azione militare in Libia è girata da Scott con una tecnica esasperata, con un'imprevista abbondanza di zoom e controzoom che alla fine stancano e basta. Grande professionalità in tutto il cast, con la Bancroft sugli scudi.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Cotola 10/07/08 18:34 - 8575 commenti

I gusti di Cotola

Vergognoso film in cui Scott tocca il fondo della sua carriera che già negli ultimi anni non brillava troppo. Non si capisce proprio la necessità di girare una porcheria del genere che fallisce sotto tutti i punti di vista: se volveva essere un film pro-donne va detto che non rende un buon servizio al sesso femminile. Come film che denuncia la brutalità dell'esercito è stantio ed è pieno di violenza gratuita e, a mio avviso, compiaciuta. La Moore praticamente non recita mentre la Bancroft dovrà vergognarsi finché campa di avervi partecipato.
MEMORABILE: "Succhiami il c...". Il finale in cui l'istruttore cattivo le regala un libro di poesie: semplicemente stucchevole e ridicolo.

Lovejoy 27/09/08 13:23 - 1823 commenti

I gusti di Lovejoy

Deprimente action movie femminile con una Demi Moore esageratamente caricata. A tratti più involontariamente comico che drammatico, con battutacce di dubbio gusto e un cast potenzialmente interessante, lasciato libero di sbragare nell'istrionismo eccessivo. Regia al ribasso di Scott (ha fatto e farà di meglio). Insomma, un film (se cosi lo si può definire...) da evitare.

Redeyes 18/12/08 15:45 - 2358 commenti

I gusti di Redeyes

Il peggior Scott di sempre! Patetica boiata che non si sa a chi tirerebbe la volate e chi cazzierebbe. Fin dall'inizio si percepisce un alone di finzione, di superficialità e di facile buonismo populista. Al di là delle dubbie prove recitative è triste la storia dalla sua genesi al suo epilogo. Evitabilissimo!

Tarabas 16/01/09 10:47 - 1869 commenti

I gusti di Tarabas

Inguardabile pasticcio bellicista-femminista-cretinista, con una trama che non sarebbe bastata per un porno, figuriamoci 90 minuti e passa. Infatti Scott si deve inventare una specie di invasione della Libia. Demi Moore, che già di suo non è granchè come attrice, qui va sotto zero, rapata a zero mentre urla "succhiami il lazzo": ossia il pensiero caramente rivolto dagli spettatori agli autori della boiata all'uscita dai cinema. Con marines così, si fa il tifo per i nemici.

Patrick78 4/02/09 17:53 - 357 commenti

I gusti di Patrick78

Anche i grandi prima o poi falliscono. Ridley gira un film di guerra che sembra più di suo fratello Tony e lo infarcisce di luoghi comuni del genere. I problemi partono già dal cast con Demi Moore poco credibile in versione Rambo e continuano con uno svolgimento lento soprattutto della prima parte del film tra addestramenti e umiliazioni varie in stile Full Metal Jacket, senza però avere un decimo della bellezza del film di Kubrick. Noiosa anche la parte d'azione in cui un gruppo di soldati è impegnato in una missione in terra nemica. Scadente.

Ciavazzaro 16/02/09 16:31 - 4773 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Abbastanza brutto. Un film che supporta la conquista da parte delle donne di diventare soldatesse, ma il film è annacquato da luoghi comuni e una regia scialba del pur bravo Ridley Scott. Demi Moore con caschetto da militare è davvero inguardabile; salvo solamente Anne Brancroft. Pessimo.

Von Leppe 3/05/11 10:35 - 1173 commenti

I gusti di Von Leppe

Film che comunque pone delle domande: la vita di una donna vale più di quella di un uomo? E anche: se un uomo salva un'altro uomo ferito in battaglia è un eroe, se si commuove e salva una soldatessa è un mollaccione? Però i risvolti della trama non affrontano il problema fino in fondo, Jane rimane un caso isolato. Antipatica la politicante femminista ed alla fine la trama è accomodante. Niente di che questo film, anche se tecnicamente non è male, ma è esagerato e la battuta "Succhiami il cazzo" non mi è piaciuta...

Greymouser 4/05/11 15:18 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Il primo pesante scricchiolio nella carriera registica del grande Ridley: un film zeppo di ruffianeria e luoghi comuni, fintamente amticonformista (e invece convenzionale fino al midollo). Interpretazioni tutte fastidiosamente sopra le righe, ma la colpa più che degli attori è della sceneggiatura, e soprattutto dei dialoghi veramente oltre il livello di guardia della pazienza del pubblico. Un film brutto, c'è poco da dire, ideologicamente stantio e tecnicamente mediocre.

Stefania 18/10/11 02:10 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Ottima pellicola trans-gender... scherzo, ovviamente! Però, ciò che resta impresso nella memoria non sono tanto le istanze femministe, né la blanda denuncia contro l'ipocrisia dei politici, tanto meno la spettacolarità delle sequenze belliche (a tratti persino ridicole), bensì la progressiva ipertrofizzazione muscolare e il depauperamento tricologico della Moore, il cui maggiore sforzo nella caratterizzazione del suo personaggio è comunque quello di mantenere la mascella perennemente contratta. Ambiguo il messaggio, mediocre lo spettacolo.
MEMORABILE: Le flessioni su un braccio solo!

Piero68 13/09/12 08:37 - 2907 commenti

I gusti di Piero68

Passato alla storia per la trivialissima battuta della Moore "succhiami il c****, istruttore capo" il film vorrebbe aprire un capitolo di discussione sulla parità dei sessi nell'esercito. Finisce con l'essere il solito film stereotipato, mega spottone sulle forze armate Usa e con la solita e noiosissima retorica sui buoni americani e i cattivi islamici, patriottismo, senso del dovere ecc. Mi meraviglio di Scott che ci abbia messo il nome, anche perché quando finalmente si passa all'azione il film finisce con lo scomparire del tutto.

Jason Beghe HA RECITATO ANCHE IN...

Cangaceiro 11/02/13 13:04 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Al netto di una disgustosa Anne Bancroft (com'è brutto invecchiare...) in versione Crudelia De Mon è una pellicola che funziona e pure bene, fondata su meccanismi facili e consumati ma sempre dal forte impatto. Scott inserisce la variabile di genere all'interno del feroce addestramento militare ottenendo lo stesso bel risultato di famosi precedenti filmoni sul tema. Il lieto fine ossequia pubblico e produttori hollywoodiani, bilanciando la manciata di scene per stomaci duri. Molto brava la Moore, se non altro per la grande aderenza fisica al ruolo.

Belfagor 23/06/13 00:31 - 2663 commenti

I gusti di Belfagor

Primo scivolone di Ridley Scott. Dietro un femminismo puramente di facciata e sottile come la carta velina, trionfano il più gretto conformismo a stelle e strisce, le tipiche trivialità nelle scene d'addestramento (non tentiamo nemmeno dei paragoni con Full metal jacket), l'esaltazione nelle scene di guerra che sfocia presto nel ridicolo. La Moore deve aver rinunciato alla recitazione oltre che ai capelli e si spera che la Bancroft sia stata pagata profumatamente per essere comparsa qui.

Saintgifts 1/07/13 10:10 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Subito il commento musicale impone un ritmo frenetico non solo ai politici litigiosi e sempre più "politici" e ai soldati sottoposti a un addestramento da per chi suona la campana (dopo tre minuti), ma anche alla mente dello spettatore che, almeno nella prima parte, può tranquillamente occuparsi, nel frattempo, delle faccende domestiche senza per questo perdersi pezzi importanti della trama. Poi un qualche sviluppo c'è, ma su tutto pervade un senso di costruzione così poco originale per cui anche gli interpreti, addatti all'impresa, falliscono.

Galbo 13/02/14 20:12 - 12065 commenti

I gusti di Galbo

Non può che avere realizzato questo film per motivi "alimentari" il buon Ridley Scott, certo uno dei punti più bassi della sua filmografia, secondo solo al pessimo Un'ottima annata. Soldato Jane è uno spot dedicato a Demi Moore (non a caso coproduttrice dell'opera) e in modo negativo all'esercito americano, che nella migliore delle ipotesi figura come corpo ottusamente muscolare. Il peggio è il non avere saputo filtrare il tutto con un minimo di (auto)ironia, ma anzi prendendosi maledettamente sul serio. Per lo meno la Moore è un bel vedere.

Pinhead80 16/11/18 17:42 - 4405 commenti

I gusti di Pinhead80

Se lo si guarda dal punto di vista femminile il film può gasare anche le femministe più ferventi; a un occhio critico però non può che rivelarsi un'opera molto americanizzata con l'eroe che cade e risorge più forte di prima e che rafforza l'idea del sogno americano. Demi Moore ci mette l'anima e il corpo attraverso una performance a 360 gradi. Il complotto politico toglie ritmo alla storia e allunga la durata del film a due ore.

Enzus79 17/12/20 13:16 - 2515 commenti

I gusti di Enzus79

Decisamente ridicolo. Storia che si dovrebbe far apprezzare per il tema trattato (parità di genere nell'esercito), ma risulta solamente un'accozzaglia di assurdità e banalità (su tutte il "duello" fra Jane e l'istruttore) e di frasi senza senso. Ridley Scott almeno è riuscito a dare verve con le scene d'azione, girate egregiamente. La Moore discreta, meglio Mortensen.

Yari 29/11/22 18:10 - 27 commenti

I gusti di Yari

Praticamente Rambo al femminile: Ridley Scott ci porta nei campi di addestramento più duri d'America, quelli dei marines. Demi Moore è scelta come cavia per dimostrare che anche le donne possono inserirsi come militari. Spettacolari le scene d'addestramento, dirette benissimo e montate al cardiopalma, ottime anche fotografia e colonna sonora. La Moore è perfetta nel personaggio, sia fisicamente (i suoi esercizi fisici sono incredibili) che a livello recitativo (è molto credibile). Bravo anche Viggo Mortensen come capitano duro e spietato e valida la Bancroft. Ottimo film.
MEMORABILE: Gli esercizi fisici di Demi Moore.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.