Scherzo del destino in agguato dietro l'angolo come un brigante da strada

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
PAPIRO DAVINOTTICO INSERITO IL GIORNO 7/08/06
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Schramm 21/11/07 15:07 - 2412 commenti

I gusti di Schramm

Datato e anacronistico, scaduto sul nascere e invecchiato peggio, interessante quanto la morte di una formica e indigesto quanto un chilo di uova sode. Moschin sacrificatissimo, Tognazzi fa quel che può, ma non essendo compatibile con le corde di una Wertmuller ormai smarrita e indifendibibile, annaspa all'interno del più pneumatico dei vuoti. Pessimo.

Cif 30/05/09 15:27 - 272 commenti

I gusti di Cif

La Wertmuller ha un senso del cinema assolutamente personale e profondamente italiano. Qui la critica di costume è assai blanda e di maniera, ed ogni personaggio è esattamente come ce lo si aspetta, direttamente attinto dall'immaginazione popolare. La nostra regista appare in fase calante, però il film attrae, o meglio attrae Tognazzi, in un ruolo untuoso, da valvassino intento a conservare i privilegi e magari provare anche a fare il grande colpo. Lo "scherzo", in fondo, potrebbe volgersi a suo favore. Fastidiosamente piacevole. **½
MEMORABILE: Inutile la presenza della Golino, un po' di maniera la presenza e la raffigurazione dei terroristi.

Enricottta 1/03/10 13:02 - 507 commenti

I gusti di Enricottta

Lo stile di questa Signora del cinema di casa nostra è personalissimo, a volte troppo sofisticato. Credo che non sia piaciuto molto al pubblico della sale proprio per questo, tuttavia proprio per questo "scherzo" si ritaglia un esclusivissimo posto nella cinematografia italiana. Aggiungete un cast di attori eccellenti e il "Pranzo" è servito. Tognazzi vs Degli Esposti, una battaglia fra titani, una gioia per tutti i sensi.

Rambo90 22/09/10 18:55 - 6277 commenti

I gusti di Rambo90

Particolarissimo film della Wertmuller che parte da un ministro che rimane chiuso in un auto per presentare una galleria di personaggi sopra le righe. Il migliore del gruppo è sicuramente Tognazzi, in grande forma quando litiga con Piera Degli Esposti, mentre Moschin deve affidarsi solo alla mimica in quanto non parla mai e appare un po' sprecato. Jannacci si dimostra ottimo interprete, la Golino è ancora acerba e Montagnani non aggiunge molto ad un film fatto di alti e bassi. La seconda parte è migliore, ma il finale troppo assurdo.

Tomastich 12/10/10 08:00 - 1216 commenti

I gusti di Tomastich

Wertmuller tenta la via della satira politica (lo aveva già fatto puntando la cinepresa verso la società) mettendo a nudo le debolezze di una classe politica post-p2 e post-terrorismo. Ne viene fuori una pellicola difficile, leggermente noiosa ma interessante dal punto di vista storico (anche se si può facilmente decontestualizzare dagli Anni Ottanta).

B. Legnani 8/06/12 01:15 - 4676 commenti

I gusti di B. Legnani

Pur senza arrivare alle sguaiataggini che le sono spesso state tipiche (Pasqualino, Film d'amore...), questa pellicola della Wertmüller è troppo calcata. La critica di costume affonda nell'eccesso e la rende più macchiettistica che sentita. Buon cast, con Helitzka e la Degli Esposti su tutti. Partenza bunueliana, parolaccia dall'interno uguale a quella de Il vigile... Spesso noiosetto, anche per via di qualche lungaggine di troppo. **

Alex1988 12/09/18 17:20 - 631 commenti

I gusti di Alex1988

Lina Wertmuller lo considera uno dei suoi film migliori. Per quanto riguarda la direzione dell'ottima squadra di attori, non ha tutti i torti. Purtroppo, per quanto il soggetto possa essere interessante, forse, non è sfruttato al meglio, rispetto ad altri film diretti dalla stessa regista. Neanche lo spirito grottesco, tipico della Wertmuller, lascia troppo il segno. Occasione mancata, in parte.

Faggi 16/01/19 20:31 - 1479 commenti

I gusti di Faggi

Wertmüller, probabilmente sotto la fascinazione degli squisititi e lucidissimi deliri buñueliani, gira con frizione e stile (non da capogiro cinefilo) una satira politico-sociale non indegna e con qualche suggestione. Se il lavoro si lascia seguire fluidamente è anche vero che traballa; tuttavia gli attori (strenui ed espressivi combattenti per la causa) conquistano e sono il vero fulcro d'interesse. Irresistibili e fanatici Tognazzi e Montagnani; moschin mimo e minimalista; audaci Degli Esposti e Herlitzka.

Rufus68 22/06/19 21:48 - 3015 commenti

I gusti di Rufus68

Comincia benino con un'intuizione surreale degna del miglior cinema grottesco-politico, ma si arena ben presto perché tali premesse non vengono sfruttate né portate all'eccesso che provoca la satira più pungente. Anzi, la regista si lascia blandire dal mestiere del ricco cast per imbastire una debole commediola che ha il potere sullo sfondo invece che al centro della critica. Sempre un piacere, tuttavia, vedere i vecchi leoni all'opera.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Undying • 9/06/08 23:51
    Scrivano - 7638 interventi
    Stralcio di una intervista, realizzata a Montagnani, nell'estate del 1996, a cura di Filippo Mazzarella ed Igor Molino Padovan Come si è trovato con Lina Wertmüller? Tremendamente male... Come mai? Per come tratta la gente... sempre incazzata, sempre a urlare... Fonte: Amarcord n. 3 - Giugno-Luglio 1996
  • Curiosità B. Legnani • 8/06/12 01:08
    Consigliere - 13761 interventi
    I versi ariosteschi declamati da Beniamino (Wertmüller ) ad Adalgisa (la Golino), sono presi da ORLANDO FURIOSO, I, 42-43. La partita di calcio vista per televisione è ITALIA-CAMERUN 1-1, giocata nella fase finale dei Mondiali di Spagna, primo turno, il 18 Giugno 1982.
  • Curiosità Paulaster • 17/11/16 12:32
    Contatti col mondo - 82 interventi
    E' il film dell'esordio cinematografico di Valeria Golino. Fonte: Wikipedia.
  • Curiosità Buiomega71 • 26/10/17 10:09
    Pianificazione e progetti - 21679 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv (martedì 14 ottobre 1986) di Scherzo del destino in agguato dietro l'angolo come un brigante da strada: