LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 28/11/09 DAL BENEMERITO BRAINIAC
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Brainiac 28/11/09 19:03 - 1083 commenti

I gusti di Brainiac

Molti se l'erano segnato da un tot, il nome di Van den Houten. Sorretto da un romanzo di Ketchum (un bastardissimo King prima maniera) approda alla seconda-difficile-prova. Lo fa con coraggio, pure in veste di produttore, palesando limiti di budget che penalizzano make up, fotografia e qualità nei comprimari ma gli fanno guadagnare libertà d'azione. Offspring è i bambini dimenticati di Vinyan che fanno una mattanza con quelli di Serrador mutilando e castrando i civilizzati. C'è stile in questo film, e l'ultimo frame che sovverte l'intera prospettiva è una bordata che fa vacillare lo spettatore.

Undying 5/12/09 07:55 - 3839 commenti

I gusti di Undying

Tutto risale al XIX secolo e la stirpe di dissennati cannibali delle caverne sta nel "guardiano del faro". Per secoli, di generazione in generazione, gruppo di nomadi e sanguinari, va alla caccia tra i boschi e paesotti isolati. Preda: l'essere umano civilizzato. Un pizzico di Le colline hanno gli occhi, un boccone di Non prendete quel metrò e tanto di Ma come si può uccidere un bambino?. Il tutto condito con dosi splatter sconfinati spesso nel ridicolo. L'idea era simpatica (anche se non nuova) ma gli attori in tenuta adamitica fan ridere per look e recitazione. Grunt al sangue, insomma ...
MEMORABILE: Le dentiere metalliche utilizzate per estorcere confessione (luogo del figlioletto) ad una madre prigioniera: mordicchiata sul corpo nudo.

Greymouser 18/03/10 21:33 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Discreto film, grazie anche allo script tratto da un romanzo di Jack Ketchum. La prima scena "forte" è realmente disturbante e la tensione è mantenuta viva e ficcante. Angosciante e claustrofobica l'ambientazione della caverna e realistiche le scene di violenza. I difetti? La recitazione un po' troppo enfatica di alcuni protagonisti e l'acconciatura dei "selvaggi", veramente scadente e banale. Sotto l'aspetto tecnico, insomma, si poteva far di meglio. Se non si è troppo cavillosi, però, tutto scorre bene, compreso, una volta tanto, il finale.
MEMORABILE: La scena iniziale in cui una madre rientra ubriaca in casa e trova... ugh!

Schramm 20/03/10 12:57 - 2446 commenti

I gusti di Schramm

Dopo guerre del fuoco e del ferro, potevano mancare quelle del sangue, fonte rigeneratrice per eccellenza e benzina della storia e candeggina di tutte le onte? Onta su onta ed olocausto cannibale è quanto subiranno i soliti civili tanto buonini, rimessi faccia a faccia con la propria barbarie. A tal pro, si rispolverano echi deodatian-fulciani (vieppiù ridicolizzati in sede di trucco) e li si interfacciano con la sempre più inflazionata escamotage dell'infante quale nemico pubblico numero uno. Il gore abbonda sulle bocche di fantasia assenteista e ritmo scostante. Peccato, perché lo stile c'è.

Daniela 30/03/10 12:57 - 9625 commenti

I gusti di Daniela

Serrador colpisce ancora: si può, si può... Variante cannibale sul tema dei bambini cattivi, anche se qui, ad essere precisi, è tutta la famigliola cavernicola ad avere qualche problemino. Le scene forti non mancano, sangue ne scorre a fiotti, però la storia non convince sia per qualche forzatura (il marito stronzo lo è in modo insensato, data la situazione) sia soprattutto per il look della piccola tribù, troglodita ma con tocchi modaioli (quante ore ci avrà messo la truccatrice per la pettinatura della biondina?).
MEMORABILE: Gli apparecchietti metallici per le bocche dei bambini - non per correggere la dentatura...

Gestarsh99 17/06/11 13:53 - 1334 commenti

I gusti di Gestarsh99

Quarta trasposizione cinematografica da un'opera del sociologo dell'horror Ketchum. La meno riuscita, sino ad ora. I modelli principali sono Le colline hanno gli occhi e Wrong turn, ma in questo caso il clan di cannibali abbandona la sedentarietà craveniana in favore di un nomadismo ben più imprevedibile e minaccioso. I temi del romanzo cartaceo non vengono per nulla sviluppati a dovere e i rari passaggi di buona qualità sono affossati dal sadico pressapochismo di un tono violento poco credibile e sterilmente compiaciuto. Trucco e parrucco da festicciola in maschera.
MEMORABILE: La selvaggia virago che srotola e addenta gli intestini del povero Andrew Elvis Miller ancora vivo...

Pumpkh75 28/03/14 07:44 - 1335 commenti

I gusti di Pumpkh75

Di cannibali ne abbiamo visti a bizzeffe, di fanciulli sanguinari per natura o necessità anche, per non parlare della cosiddetta società civile nel suo svelamento cinico e putrido: tutto scorre via velocissimo senza scalfire particolarmente stomaci o coscienze, al di là di qualche scena suggestiva vedi quelle in riva al mare o sulle dune. Nulla di memorabile, se ci si vuole avvicinare a Ketchum meglio e di grandissima lunga, lo straziante Girl Next Door.

Arlec 14/06/19 01:00 - 18 commenti

I gusti di Arlec

Primo capitolo della trilogia sulla "donna cannibale", il film di Andrew van den Houten prova a distinguersi, partendo da un canovaccio già visto innumerevoli volte, ma ci riesce solo in minima parte. Alcuni personaggi sembrano avere le carte in regola per dare una svolta alla narrazione, ma usciranno di scena senza aver concluso nulla. Bisognerà attendere il sequel di Lucky McKee per vedere qualcosa di veramente interessante, ma a questo punto tanto vale guardare direttamente quello, senza passare per questo noioso esercizio di riscaldamento.
MEMORABILE: La scena dell'autostop.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Brainiac • 25/03/10 22:01
    Addetto riparazione hardware - 1469 interventi
    Schramm ebbe a dire:
    Purtroppo è un'inquadratura che prelude a un sequel, cosa che lo fa rientrare in una prassi e in una grammatica ben poco sovversiva, e dunque la risposta è, in my humble opinion, negativa.

    Humble,mumble...per me era più una cosa del tipo:

    ___Spoiler________

    Ok, per tutto il film avete biasimato 'sti rigazzini cannibali, avete temuto 'sti regazzetti cattivoni (come in tutti gli altri fil di genere) e mo beccatevi 'sto
    rigazzino da solo e piangente che probabilmente
    morirà di stenti, benpensanti del....

    _______________

    Ovvio che non pretendo che questa sia la
    vera interpretazione da assegnare al film,
    ovvio che ti riporto unicamente la mia sensazione...
  • Discussione Schramm • 25/03/10 22:06
    Risorse umane - 6724 interventi
    Io l'ho vissuta più come un ovvio "Li credevate schiattati tutti? E invece è rimasto lui, crescerà barbaro e selvaggio come loro e darà il la a una nuova stirpe, ancora più massiccia e incazzata..."

    E difatti, taaac, 2 in arrivo!
  • Discussione Brainiac • 25/03/10 23:08
    Addetto riparazione hardware - 1469 interventi
    Schramm ebbe a dire:
    Io l'ho vissuta più come un ovvio "Li credevate schiattati tutti? E invece è rimasto lui, crescerà barbaro e selvaggio come loro e darà il la a una nuova stirpe, ancora più massiccia e incazzata..."

    E difatti, taaac, 2 in arrivo!


    Eh, sì il dos è una iattura,
    ma l'inquadratura con quel bambino che piange non mi è parsa come il guanto di Nightmare che si rianima o come il classico killer che ha un fremito...non mi ha dato un'impressione di minaccia o pericolosità, bensì di abbandono e tristezza...vabbè è chiaramente soggettivo...
  • Discussione Schramm • 25/03/10 23:42
    Risorse umane - 6724 interventi
    Brainiac ebbe a dire:
    Eh, sì il dos è una iattura

    in questo caso non è necessariamente detto, sarà pur sempre firmato da ketchum...magari qualcosa di discreto vien fuori...
  • Discussione Zender • 26/03/10 08:31
    Consigliere - 43739 interventi
    Ehi Schramm, ma per curiosità il quote te lo fai autonomamente? Perché se tu invece di cliccare su RISPONDI clicchi QUOTE pensa a tutto il programma e tu non devi scrivere niente eh...
  • Discussione Schramm • 26/03/10 12:25
    Risorse umane - 6724 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Ehi Schramm, ma per curiosità il quote te lo fai autonomamente? Perché se tu invece di cliccare su RISPONDI clicchi QUOTE pensa a tutto il programma e tu non devi scrivere niente eh...

    oui je sais
    difatti io vado di quote. ma non so perché, a volte mi esce in un modo a volte no
    mistero della fedweb
  • Discussione Brainiac • 18/06/11 18:05
    Addetto riparazione hardware - 1469 interventi
    Gestarsh ebbe a dire:
    I temi del romanzo cartaceo non vengono per nulla sviluppati a dovere e i rari passaggi di buona qualità sono affossati dal sadico pressapochismo di un tono violento poco credibile e sterilmente compiaciuto.
    è uscita una versione italiana del romanzo?
    in libreria non trovo nulla eccetto TheGirlNextDoor...
    Ultima modifica: 18/06/11 18:06 da Brainiac
  • Discussione Greymouser • 18/06/11 18:57
    Capo call center Davinotti - 561 interventi
    Brainiac ebbe a dire:

    è uscita una versione italiana del romanzo?
    in libreria non trovo nulla eccetto TheGirlNextDoor...


    Oltre a quello, io ho sempre trovato solo In viaggio con l'assassino...
  • Discussione Gestarsh99 • 18/06/11 19:06
    Scrivano - 15027 interventi
    Brainiac ebbe a dire:
    Gestarsh ebbe a dire:
    I temi del romanzo cartaceo non vengono per nulla sviluppati a dovere e i rari passaggi di buona qualità sono affossati dal sadico pressapochismo di un tono violento poco credibile e sterilmente compiaciuto.
    è uscita una versione italiana del romanzo?
    in libreria non trovo nulla eccetto TheGirlNextDoor...


    Seeee, magari! :P
    La versione in vendita è sempre quella inglese pubblicata da Hoepli nel 2006.
    Comunque una lettura scorrevole, non è mica Joyce.
  • Discussione Brainiac • 18/06/11 19:47
    Addetto riparazione hardware - 1469 interventi
    vero, le idee di base sono belle e ben strutturate ma la scrittura l'ho trovata un po' piatta. King (almeno le prime cose) mi prendeva molto di più.