La trincea infinita

Media utenti
Titolo originale: La trinchera infinita
Anno: 2019
Genere: drammatico (colore)
Note: Disponibile su Netflix. La pellicola si ispira alla vicenda di Manuel Cortés Quero, sindaco repubblicano del comune di Mijas nella provincia di Malaga.
Numero commenti presenti: 5

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/09/20 DAL BENEMERITO KINODROP
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Daniela 1/10/20 21:30 - 9534 commenti

I gusti di Daniela

La storia, ispirata ad una vera vicenda, è quella di un repubblicano che, condannato a morte dai franchisti durante la guerra civile, passa molti anni sepolto vivo in casa con la complicità della moglie. Tranne pochi esterni, il film è ambientato in spazi angusti che ben restituiscono il senso di soffocamento fisico e mentale, mentre l'ottima prova dei due protagonisti riesce a rendere credibili le varie fasi del loro rapporto. Un modo originale ed efficace per mostrare cosa significhi vivere in una dittatura, esposti ad una tensione logorante, fino all'epilogo malinconico e poetico.
MEMORABILE: Nel pozzo; Dopo aver respinto le molestie di un cliente, la moglie accusa di codardia il marito che ha visto tutto nascosto dietro un pannello.

Kinodrop 25/09/20 19:55 - 1550 commenti

I gusti di Kinodrop

La singolare e drammatica storia di un repubblicano ai tempi della guerra civile spagnola, autosegregatosi per oltre trent'anni per sfuggire alla dittatura e alle rappresaglie. Higinio, con l'assidua amorevolezza della moglie Rosa, vive nel buio e nella paura, apparentemente fuori delle atroci vicende di quel tempo, ma ne cogliela gravità dall'interno del suo rifugio e dentro se stesso. Un documento che, pur senza scene esplicite, riesce a scuotere e trasmettere tutta l'angoscia dei due protagonisti attraverso uno stile scarno ed essenziale. Ottimo cast, da vedere assolutamente.
MEMORABILE: Le attenzioni sempre più morbose di Rodrigo; La fossa; Il patto con i due omosessuali; Jaime; Il pensiero fisso di Gonzalo; Alla luce del sole.

Galbo 30/09/20 15:58 - 11424 commenti

I gusti di Galbo

La persecuzione franchista cambia per decenni la vita di un repubblicano costretto a vivere nascosto con la complicità della moglie. Una tragedia politica vista da un punto di osservazione intimista, insolito ma efficace, fatto di sguardi e dialoghi spesso fuori campo, ma sempre ricco di tensione che si mantiene per tutta la durata non indifferente dell’opera e di malinconia nella seconda parte. Straordinarie le interpretazioni di Antonio de la Torre e di Belén Cuesta. Un film originale e assai riuscito.

Anthonyvm 5/10/20 15:33 - 2037 commenti

I gusti di Anthonyvm

Notevole dramma storico affrontato da una prospettiva atipica, con un repubblicano (l'ottimo de la Torre) costretto a nascondersi per trent'anni in casa dopo l'avvento di Franco. Il fulcro della vicenda è il rapporto tra i due coniugi, fra spirito di sacrificio e inevitabili tracolli emotivi, umanissimo egoismo e paranoia più o meno giustificata. Dialoghi e performance di ottimo livello, ricostruzioni storiche finemente eseguite, lodevole lavoro di make-up (efficace l'effetto invecchiamento). Il ritmo è ovviamente lento, spezzato tuttavia da sequenze parecchio ansiogene. Meritevole.
MEMORABILE: Il rifugio nel pozzo; I due omosessuali colti sul fatto; L'omicidio durante lo stupro; Gonzalo scopre il nascondiglio; Fuori di casa dopo trent'anni.

Pigro 27/10/20 09:45 - 7834 commenti

I gusti di Pigro

Nascosto in casa per trent'anni per sfuggire alle purghe franchiste: coraggioso o codardo? vittima o carnefice? Film sottile nella descrizione di un eroe assediato nella casa-prigione, in una claustrofobia prima mentale che fisica, e in un’ambiguità che lo fa oscillare tra egoismo e altruismo. Il tempo avanza e il senso del nascondersi (e della lotta stessa!) si trasforma diventando incomprensibile soprattutto ai giovani. Sfiziosa la divisione in capitoli per parole chiave. Bellissima la delicatezza del finale. Struggente, inquietante, magnetico.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Kinodrop • 26/09/20 14:59
    Addetto riparazione hardware - 75 interventi
    Film spagnolo che mi sento di consigliare, sia per il soggetto particolare che per il forte impatto emotivo che a mio avviso non può lasciare indifferenti, con attori all'altezza del dramma interpretato.
    Secondo me vale un'attenta visione (disponibile su Netflix).
    Saluti K.

  • Discussione Galbo • 26/09/20 15:10
    Gran Burattinaio - 3764 interventi
    Kinodrop ebbe a dire:
    Film spagnolo che mi sento di consigliare, sia per il soggetto particolare che per il forte impatto emotivo che a mio avviso non può lasciare indifferenti, con attori all'altezza del dramma interpretato.
    Secondo me vale un'attenta visione (disponibile su Netflix).
    Saluti K.

    Grazie lo avevo ”adocchiato”, apprezzo molto l’attore protagonista 

  • Discussione Anthonyvm • 26/09/20 15:15
    Formatore stagisti - 364 interventi
    Grazie mille per la chiamata, Kinodrop! Me lo sono già aggiunto alla lista, il soggetto mi incuriosisce molto.
  • Discussione Daniela • 26/09/20 18:39
    Consigliere massimo - 5231 interventi
    Grazie Kino, faccio tesoro della dritta!
  • Discussione Cotola • 26/09/20 21:34
    Consigliere avanzato - 3634 interventi
    Grazie. Me lo segno. 
  • Discussione Pessoa • 27/09/20 19:53
    Call center Davinotti - 177 interventi
    Grazie Kinodrop per la chiamata, lo metto nella lista degli "importanti", anche perché adoro il cinema spagnolo.
  • Discussione Rambo90 • 27/09/20 21:33
    Pianificazione e progetti - 324 interventi
    Lo vedrò sicuramente nei prossimi giorni grazie! 
  • Curiosità Galbo • 30/09/20 15:54
    Gran Burattinaio - 3764 interventi
    La pellicola si ispira alla vicenda di Manuel Cortés Quero, sindaco repubblicano del comune di Mijas nella provincia di Malaga, che nel 1939, durante la guerra civile spagnola, si nascose nella propria abitazione per sfuggire ai rastrellamenti franchisti, restandovi per 30 anni, fino a quando non venne decretata l'amnisitia.

    Fonte: Wikipedia
  • Discussione Pigro • 25/10/20 23:29
    Consigliere avanzato - 1490 interventi
    Grazie della segnalazione. L’ho visto finalmente e confermo che è un gran film, da vedere.