LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Lovejoy 26/12/08 14:51 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Discreta commediola ravvivata sopratutto dalla verve dei due attori protagonisti. Per il resto, non si eleva di molto dalle commedie d'epoca. Regia meno che mediocre di Christian-Jaque. Totò e Fernandel strappano più di una risata e il film, in definitiva, riesce a raggiungere l'obiettivo prefissato.

Pigro 25/12/08 14:01 - 7666 commenti

I gusti di Pigro

Un doganiere e un contrabbandiere vivono in un paesino tagliato in due dal confine italo-francese. Dimostrazione lampante di come non sia automatico far uscire un buon film mettendo semplicemente insieme due mostri sacri come Totò e Fernandel. E pensare che la storia è buona (addirittura "politica") e che i due sono ovviamente molto bravi. Eppure non decolla, forse perché alla fine si usano gli stessi cliché di genere laddove l'inedita trama e i due campioni avrebbero meritato ben altra abilità registica.

Il Dandi 15/11/12 10:40 - 1722 commenti

I gusti di Il Dandi

Graziosa commedia di coproduzione italo/francese che propone alla Francia un Totò già consolidato nel personaggio del trafficone duttile e inarrestabile, ma restituisce anche all'Italia un Ferdandel senza tonaca riportandolo ai caratteri della sua maschera più ingenua e contadina. Sceneggiatura gradevole, regìa molto meno spigliata: non male. Ovviamente nella realtà non esistono né il paese di Assola né situazioni di confine analogamente amministrate.
MEMORABILE: Fernandel racconta di essere nato nella cucina.

Graf 12/09/13 02:59 - 671 commenti

I gusti di Graf

Questo film francese con Fernandel e Totò l’ho trovato privo di brio e di vitalità, molto pesante e persino noioso. Non riesco a vederci un centro d’attenzione, un tema coerente, poiché la trovata pirandelliana dell’incertezza anagrafica del doganiere Fernandel è narrativamente forzata e drammaturgicamente inconsistente. Sembra quasi che gli sceneggiatori dovessero inventarsi qualcosa per far durare il film i canonici 90 minuti. Qualche spunto comico c’è qua e là ma la coppia Totò/Fernandel è una delle più malassortite che abbia mai visto al cinema.

Gabrius79 4/06/14 00:06 - 1171 commenti

I gusti di Gabrius79

Incontro fra Totò e Fernandel con esiti non particolarmente effervescenti. Ciò è dovuto a una trama che per certi versi un po' prolissa a causa di alcune lungaggini che frenano la bravura dei due attori. Totò batte ai punti Fernandel, ma quest'ultimo ha una grazia invidiabile.

Pessoa 7/09/14 11:06 - 1024 commenti

I gusti di Pessoa

Evidentemente Totò si sente più a suo agio sulla Luna o all'inferno che nel profondo Nord, a Cuneo, nonostante i tre anni di militare/seminario, senza i suoi fidi comprimari a reggergli il gioco. Fernandel bravissimo prova a tenergli testa ma l'empatia non scatta e le battute del Principe a volte cadono nel vuoto. Ci si divertiva molto di più quando a inseguirlo c'era Fabrizi, ma Christian-Jaque non è Monicelli e qui mancano le penne di Brancati e Flaiano. Peccato, perché questa storia scritta e diretta meglio poveva essere un gran bel film.
MEMORABILE: "Poliziotti, carabinieri finanzieri e doganieri, ammazza ammazza è tutta una razza" (Totò).

Saintgifts 1/08/16 12:30 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Come mettere assieme due comici così diversi: allontanare Totò dalla sua Napoli (che rimane però la città d'origine) facendogli fare il contrabbandiere al confine con la Francia, dove Fernandel (anche se di origine dubbia) si trova a suo agio. Il tutto condito con le leggi dei due Paesi (Italia e Francia), dove la burocrazia, osservata scrupolosamente dalle rispettive forze dell'ordine, permette un'infinità di equivoci che danno la possibilità ai due mattatori, di esibire la loro bravura. Esperimento non riuscito del tutto, comunque gradevole.

Minitina80 24/10/16 14:49 - 2252 commenti

I gusti di Minitina80

Nel loro unico incontro Totò e Fernandel non brillano granché limitandosi a svolgere il compitino con la professionalità e il mestiere che gli appartiene. Nessuno dei due attori riesce a emergere veramente e il copione, per quanto ben tratteggiato, non desta un grande interesse. Trattasi di una commedia su cui pesa, da un certo punto in poi, la drammaticità degli eventi che danno al film un sapore diverso da quello che forse ci si aspettava. Se lo si giudica a tutto tondo allora lo si apprezza di più poiché una vena satirica emerge qua e là.

Rambo90 28/11/17 16:57 - 6243 commenti

I gusti di Rambo90

Un'idea molto originale, forse ideale per mettere a confronto due grandi come Totò e Fernandel, perfettamente affiatati tra loro seppure di tempi e comicità diverse. Grazie alle loro interpretazioni (e alla regia spigliata che sa valorizzare la sceneggiatura) il film scorre felicemente fino alla fine, senza intoppi, ma anzi anche con qualche momento di amarezza che non guasta. Si sorride spesso, la situazione si ribalta più volte e il finale non delude. Buona la colonna sonora. Notevole.

Hearty76 24/08/19 00:43 - 220 commenti

I gusti di Hearty76

Eccezionale ma non scontata accoppiata comica, che regala una commedia atipica e letteramente "di confine"! Un doganiere e un contrabbandiere, in un paesino a metà tra le due patrie, si provocano con l'inevitabile antagonismo e i curiosi equivoci che ne divampano. Il mordente in alcuni momenti si perde, ma tra battute pungenti e sguardi sornioni s'alternano fin alla fine sorrisi e sospiri di tenerezza. Si fa notare la versatilità attoriale di Fernandel, notamente legato alla saga del prete Don Camillo. Molto bello anche nella versione francese.

Nando 9/12/19 21:43 - 3441 commenti

I gusti di Nando

Scaramucce goliardiche miscelate con un lieve pathos edulcorato tra un doganiere francese e un contrabbandiere italiano. Tra battute e principi di adulteri si dipana una vicenda nel complesso accettabile che vede il confronto tra due comicità che hanno tempi cinematografici diversi. Il principe della risata vince per distacco mentre Fernandel svolge il solito compitino.

Giacomovie 29/03/20 23:34 - 1337 commenti

I gusti di Giacomovie

Un gendarme e un contrabbandiere nascono nella stessa casa divisa dal confine italo-francese e sono sempre in conflitto. L'incontro tra due mostri sacri della risata costituisce un'occasione non sfruttata al meglio ma è comunque fruttuoso. Ci si poteva aspettare più umorismo, ma l'esito comico è comunque spigliato e gradevole. Il film va pure segnalato per la parodia dei cavilli burocratici. Nel confronto tra i due comici va ammessa una leggera prevalenza di Fernandel. Belle le musiche di Nino Rota.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.