LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

A firma Ferdinando Baldi (che dirige, scrive il soggetto e sceneggia) arriva dal 1980 questa indegna commedia sexy, che va ricordata solo per il generoso cast femminile: se Anna Maria Rizzoli (che fin dalle primissime sequenze non ha scrupoli a mostrare il suo famoso seno, il sedere e la sua pelle vellutata) è l'indubbia protagonista, troviamo tra le passeggere del vagone che funge da set praticamente per l'intero film, la pornostar Marina Frajese (anche lei con pochi pudori, è ovvio) doppiata con un ridicolo accento torinese, l'esordiente Serena Grandi (un po' più pudica, si copre il generoso seno lasciandolo intravedere solo in un paio di scene), la francesina Annie Belle e Marisa Mell (entrambe sempre vestite) nelle parti rispettivamente...Leggi tutto di una timida dattilografa e di una fotografa col pallino dei muscoli maschili; in una piccola parte in apertura e chiusura di film (ma le basta per mostrare il suo abbondante seno) Moana Pozzi al suo primo ciak (nel titolo Anna Moana Pozzi). Deludente invece il cast maschile: il coprotagonista Gastone Moschin ha una parte infelice, mentre l'unico altro volto conosciuto, e cioè Gorgio Bracardi, si vede troppo poco (è uno dei tanti passeggeri del treno) e non ha modo, se non nelle prime apparizioni, di dar sfogo ai suoi deliranti monologhi. E' inspiegabilmente misurato (nonostante qualche felice incursione nei soliti "chettefrega") e si confonde nello squallore generale. Poco da dire sugli altri: il "controllore" del wagon-lits sembra quasi fare il verso a Franco Franchi ma non ne è all'altezza, gli altri si vedono poco o niente. La tramna conta quasi nulla, la sceneggiatura non esiste lasciando agli attori di improvvisare su un canovaccio orripilante.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Undying 22/04/08 20:27 - 3841 commenti

I gusti di Undying

Un cast variegato, che unisce sacro (Moschin) a profano (la Frajese, già sulla via dell'hard, dopo aver presenziato in Luce Rossa, dello stesso anno, per la regia di Angelo Pannacciò) con l'aggiunta di un regista che ha saputo distinguersi in svariati generi (dei quali, però, resta a buona memoria solo il debole Nove ospiti per un delitto) non riesce a convincere il pubblico, per via di una serie di gag dettate ed uscite di getto, senza sentimento. Giorgio Bracardi è simpatico ed il reparto femminile è notevole (ma poco esposto). Televisivo.

Cif 4/09/08 02:11 - 272 commenti

I gusti di Cif

Un film molto semplice, di poche pretese e che scorre rapidamente. Da segnalare il fatto che si incrocino nella pellicola una serie di sex symbol italici Anni Ottanta: una acerba Serena Grandi, Anna Maria Rizzoli al culmine della carriera, Marina Lotar nei panni di una signora inibita ed infine Marisa Mell (a fine carriera). Gastone Moschin, come spesso gli è accaduto, si spreca e si butta via. E poi un capotreno che assomiglia a Montesano, oltre ad un tizio che fa il verso a Stallone. Un prodotto per palinsesti notturni d'agosto della TV di Stato.
MEMORABILE: L'improbabile aggeggio tecnologico manovrato da Gastone Moschin: due interruttori on-off ed un rumore da fax. Chissà cosa avranno avuto in mente.

Cotola 25/01/09 13:48 - 7404 commenti

I gusti di Cotola

Blanda commediola che tenta, senza riuscirci, di rinverdire i "fasti" (si fa per dire) dei tempi delle commedie sexy. I risultati sono quelli che sono (pessimi) e dispiace vedere un bravo attore come Moschin (che probabilmente accettò per pure ragioni "alimentari") coinvolto in una pellicola del genere. Lasciate perdere.

Mco 12/10/09 01:54 - 2127 commenti

I gusti di Mco

B-movie "ferroviario" targato Baldi, ripetuto "ad libitum" dalle tivù private sin dagli Anni Novanta (e anche oggidì, mercé il nuovo boom dei canali digitali) con un apparato ginecologico di tutto rispetto: la Lotar-Frajese e la Rizzoli (dal corpo statuario) su tutte, seguite a ruota da un'impacciata Grandi alle prime battute. Raf De Luca fa quel che può, ma il repertorio offertoci non è di prim'ordine. Il resto non si erge dalla dozzinalità. Prendere o lasciare. Io un'occhiata gliela dò sempre...

B. Legnani 15/03/10 01:28 - 4673 commenti

I gusti di B. Legnani

Pessimo. Ibrido mal riuscito, perché non è erotico, non è "colpo perfetto", non è (tanto meno) giallo-rosa. Resta impresso solo per l'incredibile incrocio di attrici dell'erotico italiano: Rizzoli, icona del presente, Mell, icona del passato, Lotar, icona dell'hard italiano dell'immediato, Pozzi, icona dell'hard italiano del futuro, Belle icona arsaniana, Grandi, icona erotica del futuro. Tutte doppiate: quella più espressiva (quindi più brava) è la Lotar! Il più brutto film con Gastone Moschin che io abbia visto. Perfida ironia su Renato Zero.
MEMORABILE: Nell'incipit, il servizio fotografico prima alla Rizzoli, poi alla Pozzi.

Daidae 2/11/10 21:43 - 2719 commenti

I gusti di Daidae

Squallido e inutile, pasticcio di generi (una sorta di erotico suggerito, commedia che non fa sorridere e "azione" ridicola, il tutto mischiato a casaccio). Paragonandolo a una ricetta mi viene in mente della farina buttata sulle salsicce condite con spicchi di arancia. Cast: gli ottimi Bracardi e Moschin forse al punto più basso della loro carriera "coadiuvati" da Raf Luca, pessimo caratterista che non ne ha mai imbroccata una. Un discorso a parte merita il cast femminile: tutte belle quanto incapaci. Zero spaccato.

Homesick 2/12/10 07:52 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Ripulito dei balordi assassini del rape and revenge, il vagone letto di Ferdinando Baldi ospita ora una commedia sexy di rara anemia e inconcludenza, nonostante la partecipazione di professionisti della risata come Moschin (curiosamente doppiato: la voce è di Marcello Tusco), Luca e Bracardi e i nudi in posa artistica delle starlets Rizzoli, Grandi e Hedman. Graziosa e impaurita la Belle; sfioritissima e mascolina la Mell.

Ronax 25/02/13 01:34 - 893 commenti

I gusti di Ronax

Tarda e tediosissima commedia pseudo-sexy, con una posticcia contaminazione gialla alla 7 uomini d'oro e afflitta da una sceneggiatura anemica e ripetitiva che si esaurisce in una parata di noiose macchiette e di gag paratelevisive. Al di là della sua conclamata insignificanza, il filmetto ha il solo merito di riunire un buon numero di icone passate, presenti e future dell'immaginario erotico nazionale: Annamaria Rizzoli, Serena Grandi, Marina Frajese, Marisa Mell, Annie Belle e, in una fuggevole particina, l'ancora sconosciuta Moana Pozzi.
MEMORABILE: La Rizzoli che avanza ancheggiando nel vagone, avvolta da una lunga vestaglia trasparente.

Shannon 26/06/13 08:34 - 72 commenti

I gusti di Shannon

Un barone e un'attricetta cercano di rubare un carico di lingotti d'oro sul treno per Parigi. Intanto, si incrociano diverse storie. Moschin al nadir della carriera, Raf Luca allo zenit (si fa per dire). Da infarto, per contro, il cast femminile: Rizzoli-Mell-Frajese-Grandi-Pozzi. Sceneggiatura assente. Inutile, noioso e, ciononostante, spesso inserito nella programmazione notturna di varie reti televisive: misteri del trash.

Motorship 15/02/14 17:29 - 567 commenti

I gusti di Motorship

Insulsa e quasi tediosa commedia sexy con ben poco da salvare, se non il comparto femminile da sturbo (quanto di meglio ci poteva essere ai tempi) che comprende niente poco di meno che: Annamaria Rizzoli, Marisa Mell, Marina Lotar-Frajese, Serena Grandi e una giovanissima Moana Pozzi. Ma, tolto questo ben di Dio, c'è il nulla assoluto, in quanto il cast maschile è pessimo; gli unici di rilievo sono un Moschin decisamente sottotono (e stranamente doppiato) e un Bracardi che esce sì e no due o tre volte.
MEMORABILE: Il servizio fotografico della Rizzoli prima e della Pozzi poi a inizio film.

Faggi 2/01/16 13:17 - 1479 commenti

I gusti di Faggi

Il solo motivo per vedere questa boiata coi fiocchi è il dispiegamento di forze al femminile di cui si avvale. Alcune con futura (o in atto) carriera nel porno. Vediamo Moana ancora teenager e la Dellera non troppo in carne. E poi le altre, di sicuro fisicamente all'altezza. Forse un altro motivo per darci uno sguardo può essere questo: è esempio ennesimo di quel cinema irripetibile che solo in un certo contesto storico poteva trovare i soldi per essere prodotto e distribuito.
MEMORABILE: Moana Pozzi (in quel poco dove appare).

Herrkinski 10/10/16 01:12 - 4963 commenti

I gusti di Herrkinski

Di nuovo vagoni letto per Baldi dopo la sua deriva rape & revenge, stavolta nell'ambito della commedia sexy all'italiana tipica del periodo. Rispetto a prodotti analoghi però manca un comico di razza in grado di sostenere la baracca; stupisce anzi vedere il grande Moschin in un ruolo tanto sacrificato e privo di spunti interessanti, mentre il resto della pellicola allunga il minutaggio mostrando le grazie di un nutrito cast di bellezze d'epoca. Sembrerebbe quasi improvvisato, tanto lo script si trascini senza nerbo e idee. Fallimentare.

Panza 23/12/17 18:03 - 1487 commenti

I gusti di Panza

I primi dieci minuti con la presentazione di ogni singolo passeggero uno dopo l’altro con un abuso dei frusti dialetti e del solito effeminato fanno già presagire un'assenza di qualsivoglia forma di divertimento. Questa tortura dura per almeno un'ora, seguita dallo sviluppo della trama vera e propria che non migliora la situazione. Insomma, un mortorio totale, con effetti narcolettici, dove arrivare sani e salvi alla conclusione è un'impresa. Pessimo Raf Luca, mentre Moschin e Bracardi anche con il loro mestiere non divertono.

Gabrius79 25/08/18 23:26 - 1183 commenti

I gusti di Gabrius79

Film pruriginoso grazie alle procacità del reparto femminile, in gran forma (fisica), ma il resto della pellicola è raffazzonato e arriva a fatica alla fine dei suoi 85 minuti. Quasi tutto lo svolgimento della trama si svolge all’interno di un treno e in questo mega pasticcio dispiace vedere invischiati Moschin e Bracardi. Moana Pozzi e Serena Grandi alle prime armi, Rizzoli bella e basta, Raf Luca urticante.

Giacomovie 27/01/19 10:43 - 1339 commenti

I gusti di Giacomovie

In un treno in transito un barone organizza un furto con lo scopo di produrre un film. La trama è il pretesto per il susseguirsi di diverse situazioni a sfondo erotico. Baldi si districa bene nel girare in spazi ristretti ma l’umorismo latita ed emerge la mediocrità. Nutrito il cast femminile, che esprime diverse sfaccettature della seduzione creando un ideale "mondo delle donne" che si abbina al riferimento felliniano fatto nel finale.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Geppo • 14/02/08 10:23
    Addetto riparazione hardware - 3967 interventi
    Prossimamente in DVD per la Raro.
    Ultima modifica: 9/01/10 16:41 da Geppo
  • Homevideo Zender • 22/04/08 08:29
    Consigliere - 43803 interventi
    Il prossimamente ora ha una data certa: 23 aprile 2008.
  • Homevideo Geppo • 22/04/08 11:31
    Addetto riparazione hardware - 3967 interventi
    Contenuti extra: INTERVISTA A GIORGIO BRACARDI e TRAILER.
  • Homevideo Zender • 22/04/08 11:59
    Consigliere - 43803 interventi
    Beh, l'intervista a Bracardi dovrebbe rendere pressoché imperdibile il dvd...
  • Homevideo Geppo • 29/11/09 12:59
    Addetto riparazione hardware - 3967 interventi
    Ecco la rara fascetta VHS CIV di "La compagna di viaggio" direttamente dalla Geppo Collection.
    Ultima modifica: 30/11/09 12:07 da Zender
  • Homevideo Geppo • 9/01/10 16:55
    Addetto riparazione hardware - 3967 interventi
    Ecco il DVD RaroVideo di "La compagna di viaggio". Master: Discreto Audio: A tratti sporco Durata: 85 minuti (integrale) Video: 16/9 1.78:1 Extra: Intervista a Giorgio Bracardi (9 minuti), Trailer originale.
    Ultima modifica: 9/01/10 18:24 da Zender
  • Curiosità B. Legnani • 15/03/10 00:39
    Consigliere - 13752 interventi
    Ecco una giovanissima Moana Pozzi nel film:
  • Curiosità Buiomega71 • 19/10/17 19:24
    Pianificazione e progetti - 21655 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima visione Tv (venerdì 7 marzo 1986) di La compagna di viaggio:
  • Discussione Panza • 11/01/18 10:28
    Contratto a progetto - 4970 interventi
    In una scena negli occhiali di Moschin si vedono riflessi i riflettori di scena:
    Ultima modifica: 12/01/18 14:15 da Zender