Laure

Media utenti
Anno: 1975
Genere: erotico (colore)
Note: La protagonista Annie Belle sostituì Linda Lovelace. La regista è l'autrice del libro Emmanuelle. Co-registi non accreditati sono (parole di Assonitis) Roberto D'Ettorre Piazzoli e Louis-Jacques Rollet-Andriane.
Numero commenti presenti: 6

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/02/07 DAL BENEMERITO B. LEGNANI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 24/02/07 16:07 - 4788 commenti

I gusti di B. Legnani

Costernante produzione, destinata al grande successo ma naufragata nel ridicolo. Qualche amplesso bizzarro (una scena ricorda, a sessi invertiti, quella di Scuola di Polizia con Gaynes e Georgina Spelvin) non evita la noia mortale che discende dal ridicolo discettare sulla filosofia del piacere della Arsan. Stupefacente la presenza di Orso Maria Guerrini, che recita con l'espressione di chi sta pensando (come dargli torto?) "ma dove sono capitato?". Molto affascinante Annie Belle.

R.f.e. 18/06/09 16:49 - 817 commenti

I gusti di R.f.e.

All'epoca mi inamorai letteralmente di Annie Belle, canticchiavo come un cretino le canzoni di Linda Lee ("Annie Belle", "Love is a Magic", tratte però da "La fine dell'innocenza"): insomma, un perfetto deficente! Non m'importa se qualcuno lo considera ridicolo, a me piacque molto (e continuo a pensare che costituisca un bell'esempio del filone esotico-erotico). Lo ricordo con grande tenerezza e di recente mi sono pure procurato il costoso dvd giapponese - anche con traccia italiana - solo per poterne avere una copia di buona qualità!

Undying 16/05/10 17:18 - 3839 commenti

I gusti di Undying

Vitalistico, libertario e, rivisto oggi, liberticida: il rapporto di coppia aperto, messo in atto da Laure (una sublime Annie Belle) e Nicholas (Al Cliver), contempla un tipo di sessualità promiscua e, solo in apparenza, gratificante. Ovidio G. Assonitis, nel rispetto del testo originale della Arsan (pure attrice) contestualizza lo scambio di partner (sublimato nell'orgia finale) in un ambiente esotico, nel pieno rispetto del mini-filone avviato da Bora Bora. In questo, grazie allo splendido score musicale di Micalizzi, il film si distingue pur restando nell'ambito del mediocre.

Homesick 23/12/14 16:31 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Chiunque sia, l'anonimo regista della pellicola è un maestro del soft-core spinto ma sempre entro i perimetri di una sensuale, elegante artisticità; allo scopo concorrono la naturalezza dei nudi e gli occhi radiosi di Annie Belle, le ellissi, i paesaggi esotici al tramonto, di notte e all'alba, le acque, i ritmi vellutati di Micalizzi. Tutto ciò prevale su una trama tipica delle storie arsaniane - un canto all'Eros puro, libero e totale sino al pansessualismo del coito prima dei titoli di coda - che si indebolisce nella seconda parte, più circoscritta e statica.
MEMORABILE: I passanti incantati dalla Belle in minigonna con niente sotto; I bagni della Belle; «Un anno vissuto senza paura vale una vita eterna».

Faggi 19/02/18 21:54 - 1509 commenti

I gusti di Faggi

Sulle note del maestro Micalizzi - sature di languore, echi lounge e turbamento - un erotico-esotico libertario con fluttuante aura d'epoca, dai tratti registici impersonali e impregnato di elucubrazioni sensuali e detriti filosofici. Annie Belle è uno splendore e da sola vale la visione dell'oggetto in questione, senz'altro non repellente ma da consegnare all'ipotetico regno situato tra il mediocre e lo scarso. Guardandolo con occhio da archeologo si troveranno brandelli di pellicola da salvare.

Alexpi94 5/03/18 03:44 - 186 commenti

I gusti di Alexpi94

Erotico-esotico di livello medio che non riesce a convincere per colpa di una trama (quasi) inesistente e di un ritmo (decisamente) fiacco. A risollevare la media ci pensa però l'ottima fotografia, una buona regia e la piacevolissima OST composta da Franco Micalizzi, che aggiunge valore all'opera e rende ancor più piacevole la piccante vicenda. Da menzionare le suggestive location (che la fanno da padrona) e le sequenze erotiche dirette (e interpretate) in maniera molto garbata. Per il resto abbastanza noiso!
MEMORABILE: La sequenza d'amore acquatica tra la Belle e Cliver.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione B. Legnani • 8/12/12 17:25
    Consigliere - 14000 interventi
    Buio, scusa se m'intrometto, ma ho riletto l'intervista e Assonitis nega sia direttamente sia indirettamente di averlo diretto.
    Dice che l'hanno diretto inizialmente Louis-Jacques Rollet-Andriane e poi il direttore della fotografia Roberto D'Ettorre Piazzoli.
    Assonitis nega pure di essere mai andato nelle Filippine e di avere fatto tutto da Roma, dal licenzaimento della Lovelace al reclutamento della Starck.
  • Discussione Zender • 8/12/12 18:08
    Consigliere - 43740 interventi
    Detto questo, Buio, mi pare che Buono abbia spiegato la cosa
  • Musiche Lucius • 18/12/12 19:41
    Scrivano - 8307 interventi
    Direttamente dalla prestigiosa collezione Lucius, il 45 giri originale italiano:

    Ultima modifica: 12/05/20 23:12 da Lucius
  • Homevideo Buiomega71 • 5/06/13 10:34
    Pianificazione e progetti - 22112 interventi
    Direttamente dalla collezione privata di Buiomega71, la vhs Video Ciak

    Ultima modifica: 5/06/13 14:22 da Zender
  • Homevideo Quidtum • 21/12/14 11:31
    Servizio caffè - 2188 interventi
    Ho visto che, dopo i crediti finali, il bel master TV trasmesso da Cielo ieri riporta in coda i ringraziamenti alla cineteca per i materiali forniti. Che tutto questo preluda ad un'uscita su dvd?
  • Discussione Caesars • 24/09/18 10:01
    Scrivano - 11327 interventi
    Scusa Zender, ma ritorno sulla questione regia. Secondo Imdb come registi (n.c.) figurano anche Roberto D'Ettorre Piazzoli e Louis-Jacques Rollet-Andriane (non so se qui c'entra la mano del buon Buono, visto che aveva segnalato la cosa qui qualche annetto fa...).
  • Discussione Zender • 24/09/18 14:07
    Consigliere - 43740 interventi
    Mah mi pare che qui la questione regia sia ancora oggetto di discussione. Bisognerebbe vedere da dove han preso loro...
  • Discussione B. Legnani • 24/09/18 14:26
    Consigliere - 14000 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Mah mi pare che qui la questione regia sia ancora oggetto di discussione. Bisognerebbe vedere da dove han preso loro...

    Direi che se non è attendibile Assonitis, chi può esserlo?
  • Discussione Zender • 24/09/18 17:09
    Consigliere - 43740 interventi
    Ok, messi nelle note (troppo lunghi per il campo regia).
  • Discussione B. Legnani • 24/09/18 21:52
    Consigliere - 14000 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Ok, messi nelle note (troppo lunghi per il campo regia).

    Nel film, in regìa, si legge Anonimo, in italiano, non in lingua estera.
    Visto anche che scriviamo Sconosciuto per le regia non chiare, e non Unknown o Inconnu, metterei Anonimo, come nei titoli di testa.