LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Perdere la casa solo perché qualcuno ci è entrato e ci è si è stabilito al posto tuo cambiando la serratura. Pare impossibile invece va proprio così; e se la casa è in affitto da personaggi equivoci che si scoprono non essere affatto i proprietari addio, non c'è modo di riprendersela. E’ quel che capita alla famiglia di Agostino (Rolando Ravello, anche regista del film), che per stanare gli occupanti abusivi si piazza a vivere sul loro pianerottolo, armi e bagagli! Una commedia amarissima, molto più tendente al drammatico, con un occhio puntato (ma solo come tipo di personaggi) al Pippo Franco di SFRATTATO CERCA CASA EQUO CANONE...Leggi tutto e uno al vecchio ARRANGIATEVI (la figura del nonno, che ricorda un po' Totò). Ravello è una maschera di moderna disperazione, teso alla rassegnazione, Kasia Smutniak una moglie dal carattere un po' stereotipato ma che recupera in credibilità grazie all'impegno dell'attrice. I due figlioletti e il nonno un po' sboccato completano il quadro di una famiglia inevitabilmente allo sbando. La parte più “comica” dovrebbe spettare a Marco Giallini (fa il fratello della moglie nonché collega di lavoro del protagonista), ma non è aria: ad eccezione di qualche sporadica battuta è un altro personaggio disilluso e cupo, perfetto specchio del film. Una storia toccante, registicamente un po' televisiva ma scritta discretamente. Una Roma popolare desolante!
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/07/13 DAL DAVINOTTI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Paulaster 31/07/13 10:13 - 2994 commenti

I gusti di Paulaster

Commedia più agra che dolce, in cui la miseria la fa da padrona e anche se il male è comune c’è poco da stare allegri. Qualche battuta da parte del nonno per stemperare, fino ad arrivare a una chiusura caciarona. Regia elementare che si aiuta con le musichette e contorno attoriale quasi sufficiente. Ravello si impegna in quanto anche regista, la Smutniak è graziosa, Giallini incide poco.

Daniela 3/08/13 11:53 - 9974 commenti

I gusti di Daniela

Commedia amara in cui c'è davvero poco da ridere, in quanto la situazione paradossale - la famigliola che si installa nel pianettolo del proprio appartamento occupato abusivamente - parte dall'osservazione di una realtà drammatica. Da Totò cerca casa le cose non sembrano cambiate in meglio, a parte l'irruzione della multietnicità e la maggior cattiveria. Riconosciuti i meriti dello spunto, la commedia non convince del tutto per l'eccesso di macchiettismo (il nonno), le incertezze di scrittura e direzione, la prova diseguale del cast, ma l'esordio alla regia di Ravello è da incoraggiare.

Galbo 14/08/13 21:43 - 11546 commenti

I gusti di Galbo

Il tema della carenza di alloggi, serissimo e molto di attualità, in una commedia di Rolando Ravello. Buona l'idea (quella di evitare le solite storielle di cui è pieno il cinema italiano), peccato non avere avuto più coraggio in fase di scrittura della sceneggiatura, essendo questa troppo blanda e buonista. Anche gli attori sembrano recitare con il freno a mano tirato. Giallini soprattutto incide molto al di sotto delle sue possibilità. 

Nando 24/04/14 16:09 - 3514 commenti

I gusti di Nando

Commedia dolceamara sull'annoso problema della casa e conseguenti occupazioni. Qualche spunto interessante nonostante il buonismo imperi sovrano e il macchiettismo dilaghi. L'esordio registico di Ravello è comunque animato da buone intenzioni. Giallini meno ispirato del solito e la Smutniak monoespressiva.

Piero68 5/05/14 13:15 - 2802 commenti

I gusti di Piero68

Commedia amara che ha dalla sua originalità e molti spunti di riflessione. Come già detto la vera carta vincente nella commedia italiana oggi si chiama Massimiliano Bruno. Che sceneggi o diriga è sicuramente uno dei migliori in circolazione e, soprattutto, uno dei più intelligenti e lungimiranti. Non che il soggetto spacchi ma il tratteggio dei personaggi, dell'ambiente e delle situazioni è davvero a grandi livelli. Peccato che il cast non sempre sembri all'altezza, ma a conti fatti il film gira alla perfezione. Bravo Ravello anche come regista.

Stelio 15/05/14 20:25 - 384 commenti

I gusti di Stelio

Gran bella idea e un soggetto di sicuro fascino per un film tutto sommato sufficiente. Cast di buon livello; Giallini come al solito fa il suo alla grande ma, purtroppo, da coprotagonista. Rolando Ravello, discreto attore all'esordio alla regia, probabilmente andrebbe verificato in nuove produzioni; chissà se ne avremo mai modo.

Gabrius79 6/06/14 01:20 - 1232 commenti

I gusti di Gabrius79

Rolando Ravello dirige e interpreta questa commedia amarognola che tratteggia in modo sufficiente alcuni problemi attuali (in questo caso gli sfratti). Pur non osando troppo, il bersaglio viene in parte centrato. Ravello e la Smutniak se la cavicchiano, mentre Giallini non rende come dovrebbe e difatti diverte ben poco.

Rambo90 28/03/18 00:05 - 6602 commenti

I gusti di Rambo90

Uno spunto felice, che però perde presto mordente incerto tra la farsa pura e la satira sociale. Il risultato è che a un certo punto il film va in stallo, sia nella trama che nel ritmo, diventando a tratti noioso e a tratti incredibilmente frettoloso. Ravello regista è acerbo, ma come attore funziona bene, mentre la Smutniak e Giallini sono al di sotto delle loro possibilità, pur non demeritando. Cameo divertentissimo di Sassanelli. Così così.

Schramm 1/01/20 19:00 - 2510 commenti

I gusti di Schramm

In un mondo in balia del più ingovernabile relativismo normativo, non si è nemmen più padroni a casa propria. Per quest'orrendo foco tutt'altro che fantasioso il regista alza una pira ove far ardere quella black comedy, un tempo cara al più fecondo cinema nazional popolare, che fidanza amaro intrattenimento e allarme, ghigno e degrado, spasso e sdegno. A Ravello, complice un cast affiatato ma desultòrio, la frittata riesce più speziata e nutriente con le uova marce, tanto più che l'applauso più forte e lungo va al gomorriano Gerardi. Lo si aspetta con fiducia in un round che ci mandi KO.

Reeves 21/01/21 10:20 - 387 commenti

I gusti di Reeves

Amara commedia drammatica sul degrado dei quartieri popolari, stretti tra egoismi di ogni tipo. La maschera dolente del protagonista e regista Ravello riesce a suscitare simpatia; intorno a lui ci sono solo personaggi negativi: dalla palazzinara arricchita e volgare al malavitoso fascista e razzista ai bulletti adolescenti. Molto più profondo e realistico di quello che può sembrare in superficie.
MEMORABILE: Il nonno e i suoi commenti sulla situazione

Rolando Ravello HA RECITATO ANCHE IN...

Puppigallo 15/01/21 12:38 - 4564 commenti

I gusti di Puppigallo

Parte piuttosto bene, con l'occupazione dell'appartamento e le conseguenti problematiche per chi, da un giorno all'altro, si ritrova senza un tetto. La soluzione dei forzati-sfrattati è da pura commedia; e il contributo del nonno, che dice pane al pane e devasta tutti con le sue russate definite "soprannaturali" consente allo spettatore di seguire sorridendo. Poi però, da metà pellicola, il tutto vira verso la denuncia, col piccolo dramma (il figlio minore) e quello più serio (l'amichetto della sorella). Il risultato è una pellicola bifronte, che perde colpi da entrambi i lati.
MEMORABILE: Il nonno, riferito ai condòmini: "Tra un po' ci tireran pure le noccioline"; "Uè cioccolata torna al paese tuo a costruire piramidi"; Cane ringhiante.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.