LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 17/04/13 DAL BENEMERITO B. LEGNANI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 17/04/13 20:19 - 4908 commenti

I gusti di B. Legnani

Curiosa e non particolarmente celebre avventura di Maigret di produzione eminentemente austriaca, con partecipazione francese e italiana (ci sono Furia e Camaso). Rühmann traccia un Maigret non irresistibile, ma il difetto principale sta in una resa non troppo agevole della trama, che nel secondo tempo diventa talora ardua da seguire e da capire. Un po' troppo succube la polizia elvetica, va pur detto, nei confronti dell'ingombrante poliziotto francese... Film decoroso e nulla più.

Faggi 22/02/16 15:56 - 1514 commenti

I gusti di Faggi

Discutibile (nella qualità) ma non brutta pellicola con un Maigret sornione e stratega e tanti personaggi a orbitare intorno alla sua figura. Se non convince sino in fondo, il suo interesse lo suscita comunque (tutto sommato il lavoro è formalmente corretto) e ci si diverte pure a seguire l'intricata e criminosa vicenda. Si può dire che sia artigianato nobile, senza guizzi inventivi, ma anche senza sbavature.

Myvincent 16/01/21 09:08 - 2785 commenti

I gusti di Myvincent

Trasferta svizzera per l'ispettore Maigret, alle prese con una losca storia di un Van Gogh derubato al Louvre. Con alcuni trucchetti, che il navigato fumatore di pipa saprà applicare, uscirà allo scoperto l'autore di un misterioso delitto. Politically correct, il poliziesco scorre via senza sussulti né intoppi e con un Maigret meno simpatico del solito, assorbito da una storia a dir poco macchinosa e artificiosa. Il bianco e nero il bianco e nero avrebbe contribuito ad aumentarne l'attrazione.
MEMORABILE: Il famoso Van Gogh che non si farà vedere mai...

Pessoa 10/04/21 21:50 - 1486 commenti

I gusti di Pessoa

Un Maigret alla tedesca (ma l'ambientazione è svizzera) che perde molto del suo fascino sornione in una storia piuttosto complicata anche per lo spettatore, che segue con fatica a causa di qualche snodo narrativo disegnato col trattore. Mancano le elucubrazioni solitarie e i momenti ironici di altre versioni del personaggio di Simenon e anche la birra, servita nel secchiello dello champagne, ha un altro sapore. Nel cast qualche faccia giusta, però il protagonista difetta in carisma. Un compitino svolto con diligenza ma privo di anima, che si può guardare e dimenticare quasi subito.

Günther Stoll HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.