LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 1/10/20 DAL BENEMERITO RAMBO90
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Rambo90 1/10/20 02:55 - 6814 commenti

I gusti di Rambo90

Un giovane ebreo in cerca di soldi accetta di vegliare un cadavere fino all'arrivo delle pompe funebri. Durante la notte accadono cose strane, mentre il ragazzo è chiuso in casa con il morto e la sua stramba vedova. Un plot molto semplice che permette al regista di sfoderare gli stilemi più classici del cinema dell'orrore: tanti jumpscare, non tutti al momento giusto, e l'angusta ambientazione casalinga a creare se non altro una certa tensione. Senza infamia e senza lode.

Daniela 23/12/20 10:44 - 10645 commenti

I gusti di Daniela

Yakov, appena uscito dalla comunità di ebrei ortodossi a cui apparteneva e bisognoso di denaro, accetta di vegliare il cadavere di un vecchio sopravvissuto ai campi di sterminio. Dovrebbero essere poche ore di lavoro ben pagate, ma la notte non sarà tranquilla né per lui né per il morto... Horror certo non innovativo per quanto riguarda i meccanismi dello spavento ma che contiene una bella rivelazione per quanto riguarda la natura del demone che perseguita sia il defunto che il giovane protagonista, entrambi sopravvissuti ad una tragedia ed oppressi dai sensi di colpa. Bravo Davis. 
MEMORABILE: Preoccupante segno dei tempi: anche i demoni usano lo smartphone. 

Lupus73 27/12/20 15:27 - 986 commenti

I gusti di Lupus73

Un ragazzo uscito dalla comunità ebraica è in bolletta e accetta il lavoro di shomer (chi veglia il morto). Il morto da vegliare si rivelerà ancora irrequieto per via di un demone. Ben confezionato ma abbastanza prevedibile il fatto che il ragazzo si trovi di fronte a fenomeni paranormali e/o allucinatori, che in questo caso coinvolgono anche il suo smartphone (sms mostrati nella grafica in sovraimpressione); questo non mina la fruibilità del film e l'intrattenimento (non altissimo) che mostra una sorta di percorso iniziatico di redenzione del protagonista e del defunto. Si guarda.

Hackett 27/01/21 10:27 - 1805 commenti

I gusti di Hackett

Horror di ambientazione ebraica (che già per questo risulta originale rispetto al solito) nel quale si mescolano religiosità e storia raccordando antiche sofferenze (della guerra) con odierne nefaste presenze. Un horror fatto di attese, silenzi e sguardi. Il non visto dice più dei pochi e oculati spaventi, regalando una visione gradevole e interessante. Buona la fotografia in interni che aumenta il senso di claustrofobia. Budget contenuto e sfruttato bene.

Pumpkh75 11/02/21 15:08 - 1430 commenti

I gusti di Pumpkh75

L’abito (e l’habitat) non fanno il rabbino: diverse variabili (la casa e l’arredamento ordinato che olezza di muffa, la buona performance di Davis, il ricorso alla demonologia ebraica) suscitano sì interesse per quel che seguirà, ma poi, di lì a poco, si rivelano infingarde quando da sotto il tappeto emerge la tipica produzione Blumhouse lucida e perfettina, girata seguendo sempre lo stesso schema e nutrita da una manciata di spaventi codificati. Fa più paura il disorientato abbandono della dottrina che lo spettro. Un vestito della Domenica, ben stirato ma senza esser stato lavato.

Kinodrop 27/06/21 20:16 - 1950 commenti

I gusti di Kinodrop

Il budget palesemente al risparmio condiziona (non sempre in positivo) la riuscita e le finalità di questo horror in ambiente ebraico, in cui un giovane della comunità viene ingaggiato per una notturna veglia funebre che si rivelerà straordinariamente inquietante per la presenza di indizi misteriosi e perturbanti. L'angustia dell'ambientazione e la povertà di mezzi tecnici riducono l'impatto emotivo e si resta sempre in attesa di un qualcosa di risolutivo che tarda molto e si esaurisce subito. Di grande efficacia invece lo spessore degli effetti sonori e della OST ossessiva.

Teopanda 3/08/21 22:31 - 70 commenti

I gusti di Teopanda

Classico horror contenente tutti gli stilemi dei più moderni film di questo genere, composto in maggioranza da jumpscare che risultano ormai alquanto scontati. La trama è semplice, quasi banale in quanto per tutta la durata si prova un enorme senso di déjà vu. Anche gli effetti speciali sembrano essere stati realizzati al risparmio. Interessante, tuttavia, la scoperta della vera natura del demone, non essere sovrannaturale bensì creato dalla cattiveria e dal senso di colpa umano.

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.