LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Terence Hill fallisce il tentativo di conquistare da solo il pubblico statunitense: MISTER MILIARDO è una commedia d'azione imbarazzante, che spera di mascherare una sceneggiatura e un soggetto avvilenti mostrando paesaggi imponenti (il Grand Canyon) o panoramiche d’effetto (San Francisco dall'elicottero) nel tentativo di farci respirare a ogni costo il clima fresco, libero dell'America on the road. Per Terence Hill viene approntato un ruolo tagliato su misura: Guido Falcone (unico congiunto in vita dal deceduto dirigente di una florida multinazionale) è il bravo ragazzo italiano che sogna l'America di John Wayne e che per arrivare a San Francisco decide di usare piroscafi e treni come i vecchi emigranti. Naturalmente ad ostacolarlo trova...Leggi tutto il boss della multinazionale (Jackie Gleason), che spera così di bloccare l'erede naturale al "trono" impedendogli di firmare il documento di "trasferimento beni" (che ha una scadenza precisa e inderogabile). Ci proverà prima assoldando una femme fatale (Valerie Perrine, un po' troppo avanti con l'età per convincere...), poi con altri mezzi meno leciti. Il regista Jonathan Kaplan non ha il ritmo giusto, si perde in riprese paesaggistiche insistite e il montaggio peggiora le cose senza tagliare dove dovrebbe. C'è un'unica rissa corale ma anche qui la regia è inadeguata e senza fantasia, gli inseguimenti in auto ricordano le peggiori puntate di HAZZARD, i personaggi sono stereotipati all'inverosimile. Non può bastare l'innegabile simpatia di Hill a mandare avanti il film e infatti dopo la prima mezz'ora ci si è già abbondantemente stancati. Anonima la colonna sonora.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il Gobbo 18/01/08 09:14 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Chissà chi ha messo in piedi questa sgangheratissima operazione, col futuro regista di Sotto accusa alle prese con un cast di raccattati e di ei furono a far da contorno a Terence Hill. Storia di cospicua dabbenaggine, noia a chili e vistoso disinteresse di tutti i coinvolti. Meglio tornare dall'Omone...

Redeyes 8/12/08 15:01 - 2141 commenti

I gusti di Redeyes

Il Terence Nazionale in veste Usa non convince affatto e lo fa perché frenato ed ingabbiato in una sceneggiatura banale e qualunquista. Film abbastanza stucchevole, intriso di buonismo, amicizia, contraltari della sete di potere; quindi non aspettatevi le scazzottate e i deliziosi sfottò del nostro ma solo dolci occhioni azzurri. La scena finale, poi, è genialmente inguardabile e sembra quasi un'ottimo spunto per il governo americano che vedremo, molti anni dopo, in Idiocracy. Spiace ma qui siamo decisamente sotto il 6 scolastico!

Disorder 23/06/09 22:08 - 1408 commenti

I gusti di Disorder

Noioso. La trama è decisamente esile, tutto è molto prevedibile e fin troppo lineare. Terence Hill è in ottima forma e gli esterni splendidi, ma non basta, mancano semplicemente le idee; ad appesantire il tutto, un po' di retorica buonista ed un prevedibile tributo ai valori e alla storia americana (il Sogno Americano degli emigranti), forse per compiacere il pubblico Usa.

124c 18/06/10 14:51 - 2770 commenti

I gusti di 124c

Che cosa volevano fare gli americani di Terence Hill, una versione nostrana del loro Burt Reynolds, o di Steve McQueen, forse? No, perché più che l'amico di Bud Spencer io qui avrei visto proprio il baffuto divo dei film anni '70, o anche l'attore che qui Hill idolatra, mentre guida macchine da corsa. Valerie Perrine, un anno più tardi, avrebbe affiancato Gene Hackman in Superman, ma qui è davvero inutile. Jackie Gleeson? È un attore da film con Burt Reynolds, con Terence Hill c'entra poco.

Fauno 7/03/14 22:02 - 1916 commenti

I gusti di Fauno

Gioca in trasferta e si vede... per lunghi tratti lo si potrebbe definire un road movie. Di comicità ce n'è, ma non è affatto grossolana: perfino le scazzottate, pur partendo in stile saloon, fanno nascere grossi sodalizi, anzichè dividere. Sorprende vedere un Hill così cotto d'amore per la Perrin e rimane impresso il suo sguardo sdegnato quando capisce chi veramente è lei. Forse qualche minuto in più lo si poteva spendere per descrivere meglio la nuova organizzazione aziendale, vista tutta l'azione necessaria per giungere al momento fatidico...
MEMORABILE: L'accanimento degli stuntmen contro certe auto; La caduta deleteria dell'insegna (moltiplicata per due!)

Nando 9/03/14 19:54 - 3468 commenti

I gusti di Nando

Visto al cinema da bambino mi appassionò per i grandi scenari americani e le automobili rombanti; visto ora appare desueto e poco interessante, con Hill privato del suo complice naturale. Storia esile e leggera in cui il buonismo trasuda con decisione mostrando attualmente la corda.

Brik94 10/08/15 09:14 - 68 commenti

I gusti di Brik94

Pessimo film con Terence Hill girato davvero male nelle scene d'azione. Hill con il suo personaggio regala qualche momento di allegria, ma il resto è da buttare. Storia già vista, facce sconosciute che non dicono nulla e una brutta colonna sonora. Un classico esempio in cui un grande attore come Girotti viene sfruttato malissimo.

Il ferrini 31/12/16 00:30 - 1680 commenti

I gusti di Il ferrini

Lento, banale, registicamente piatto, un film sbagliato sotto quasi tutti i punti di vista. L'unica ragione per guardarlo è Terence Hill, capace da solo di creare alcuni momenti divertenti (la scena iniziale nel ristorante, poi in treno con la Perrine) che restano tuttavia isolati nella mediocrità generale di un Kaplan davvero poco ispirato. Le location sono buone (ancorché rispondenti ai cliché Usa) e si apprezzano alcune riprese aeree. Finale prevedibile. Un film invecchiato male.

Noodles 17/07/19 22:52 - 844 commenti

I gusti di Noodles

Mentre Bud Spencer da solo regge i suoi film, non si può dire lo stesso per Terence Hill, che senza il fido compagno appare spaesato e poco convincente, come se gli mancasse qualcosa. Questo non fa che peggiorare la situazione di un film noiosissimo e scontato, dall'inizio alla fine. Il taglio è quello di un telefilm americano anni '80, ma forse non è questo che lo spettatore vorrebbe vedere. Quasi nulla da salvare. Meglio Don Matteo, a questo punto.

Rambo90 20/09/19 00:58 - 6343 commenti

I gusti di Rambo90

Terence in una produzione americana è un'idea buona sulla carta, ma la sceneggiatura non lo sfrutta al meglio ingabbiandolo in una storia troppo semplice e dalla comicità infantile. Qua e là si sorride e il ritmo è sostenuto, ma le scene d'azione sono prive di fantasia (vedere la rissa, che paragonata a quelle di Clucher o Fondato è patetica) e i personaggi fin troppo arronzati. Buono l'apporto dei vari caratteristi tra cui Pickens e Miller, ma siamo sotto la sufficienza.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Geppo • 17/06/10 23:20
    Addetto riparazione hardware - 4022 interventi
    Ecco il DVD appena sfornato della Koch Media Italia di "Mister Miliardo".



    Master: Molto buono
    Audio: Sufficiente, italiano, inglese e tedesco (Dolby Digital 2.0)
    Video: 1.85:1 (16:9)
    Durata: 89' minuti (integrale, contiene 2 minuti inediti in lingua originale)
    Extra: Versione Super 8, Trailer tedesco e inglese

    Ultima modifica: 18/06/10 08:13 da Zender