Amore e chiacchiere

Media utenti
Anno: 1957
Genere: commedia (bianco e nero)
Note: E non "Amore e chiacchere". Aka "Amore e chiacchiere (salviamo il panorama)".
Numero commenti presenti: 4

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/01/09 DAL BENEMERITO DANIELA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Daniela 24/01/09 13:12 - 9205 commenti

I gusti di Daniela

L'amore di due ragazzi di diversa condizione sociale si intreccia con gli intrighi relativi alla costruzione di un nuovo ospizio in questa commedia non molto riuscita. La storia romantica è infatti poca cosa rispetto ai risvolti farseschi, nonostante la freschezza della giovanissima Gravina. Godibili comunque Cervi (ricco industriale che prova una fitta al cuore se sente la parola "fisco") e soprattutto De Sica, oratore pomposo e politico opportunista dalle promesse facili.
MEMORABILE: I divani leopardati nella casa del riccone.

Pigro 25/01/09 10:04 - 7729 commenti

I gusti di Pigro

Classico doppio filo narrativo intrecciato: da una parte una storia d'amore ostacolato tra due giovani, dall'altra le chiacchiere della politica intrallazzona in un paesino. La commedia non ha particolari motivi di interesse, se non il paradosso della costruzione dell'ospizio per anziani, impedita perché blocca la visuale alla villa del notabile: non è un caso che ci sia la divertita impronta di Zavattini. Piacevoli De Sica trombone e Cervi furbone, mentre si impongono da giovanissimi protagonisti un bravo Meynier e una spigliata Gravina.

Rambo90 2/03/13 20:16 - 6316 commenti

I gusti di Rambo90

Una commedia gradevole, soprattutto grazie a Vittorio De Sica, particolarmente in forma nel suo ruolo di sindaco fissato con i discorsi pomposi. La storia dei due giovani è più interessante rispetto ad altre rappresentate in prodotti coevi, inoltre c'è un cast di comprimari particolarmente azzeccato (fra tutti il grande Gino Cervi). Certo non è un capolavoro, c'è qualche gag ripetitiva, ma nel complesso è buono.

Graf 3/10/13 23:59 - 684 commenti

I gusti di Graf

Una deliziosa commedia paesana con insegnamento morale. Blasetti sente odore di boom economico con contigue prime speculazioni edilizie e quindi, con il suo modo di narrare esuberante, fresco e personale, indaga su certi aspetti di costume connaturati con il popolo italiano tipo le chiacchiere vuote delle buone intenzioni che nascondono, in realtà, l’opportunismo e il gattopardismo di un certo modo di fare politica. Un film d'alta classe e attualissimo. Peccato che le romantiche avventure amorose dei due giovani c’entrino poco con il resto del film.
MEMORABILE: De Sica è perfetto nel ruolo dell'avvocato ampolloso e fanfarone; non da meno Gino Cervi nella parte dell'industriale Commendator Paseroni.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Mauro • 26/09/13 11:05
    Disoccupato - 9433 interventi
    Nei titoli di testa tra gli attori secondari è segnalato Umberto Lenzi
  • Discussione Mauro • 26/09/13 23:52
    Disoccupato - 9433 interventi
    Aggiungere al cast un giovanissimo Riccardo Garrone che nel fotogramma vediamo, con il microfono in mano, accanto a due mostri sacri del calibro di Gino Cervi e Vittorio De Sica.

    Ultima modifica: 27/09/13 10:55 da Zender
  • Curiosità Mauro • 30/10/13 13:36
    Disoccupato - 9433 interventi
    Umberto Lenzi recita in un piccolo ruolo e, seppur non accreditato, fu anche aiuto regista per questo stesso film.

    Fonte: Lenzi stesso, sentito su Facebook

  • Curiosità Fedemelis • 11/10/19 18:00
    Fotocopista - 1707 interventi
    Le formazioni della Fiorentina e della Roma annunciate dallo speaker dello stadio quando nel finale Maria (Gravina) e Paolo (Meynier) scelgono di suicidarsi sono le seguenti:

    FIORENTINA:
    Sarti, Magnini, Cervato, Chiappella, Rosetta, Segato, Julinho, Gratton, Virgili, Montuori, Prini.
    ROMA:
    Panetti, Cardarelli, Losi, Giuliano, Stucchi, Venturi, Ghiggia, Pestrin, Nordahl, Da Costa, Loiodice.

    Solo nella stagione '56/'57 tutti i giocatori fanno parte delle squadre citate (nella stagione precedente Nordahl era al Milan e in quella successiva Cardarelli giocherà nell'Udinese).

    Fiorentina-Roma
    Roma-Fiorentina

    Le due formazioni (all'epoca le rose delle squadre erano più corte delle attuali) sono state schierate dagli allenatori più volte nel corso del campionato: Fiorentina 3 volte (1°, 2° e 3° giornata), Roma 6 volte (3°, 4°, 10°, 11°, 12° e 13° giornata).

    Curioso però che nella stagione '55/'56 nell'undicesima giornata di campionato la Fiorentina (in casa) abbia giocato contro la Roma con quella formazione giocatori, mentre quella della Roma, come detto in precedenza, era differente.

    Questo il tabellino della partita

    Qui sotto Maria (Gravina) e Paolo (Meynier) ascoltano le formazioni allo Stadio dei marmi: