Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

Non è un remake, per una volta, ma lo sembra. L'idea dell'incantesimo che stravolge la vita di una coppia senza figli assegnandogliene tre da un giorno all'altro sa tanto di favola per famiglie adatta a far emergere i buoni sentimenti in un finale altamente prevedibile. Marco (De Luigi) e Giulia (Raffaele) sono l'antitesi dei genitori che frequentano: dediti alle serate aperitivo, alla bella vita, alle vacanze, si presentano decisamente più in forma di molti dei loro amici; di Anna (Chichiarelli) e di suo marito ad esempio: lei è incinta, scorbutica, il marito totalmente asservito a ogni desiderio dei figli. Sono invecchiati, imbolsiti, ridotti a una vita da dedicare...Leggi tutto quasi per intero ai pargoli. E quando per loro i due protagonisti organizzano una grande festa in giardino (destinata a finire malissimo) se ne vanno tutti, lasciando Marco e Giulia a guardarsi negli occhi, comunque felici di aver scelto di non avere figli.

Poi però ecco un primo anatema, scagliato proprio da Anna: dovreste provare cosa significa essere genitori, per capire. Detto fatto: previa comparsa di un misterioso uomo-cicogna, la notte cala e la mattina dopo i due si ritrovano in casa tre ragazzini che dicono di essere loro figli. Comincia così l'avventura di chi non sa come comportarsi e reagire, a un cambiamento tanto imprevisto. Convinti sia solo un brutto sogno i due cercando di sbolognare i piccoli ovunque, ma si accorgono presto che il mondo s'è ribaltato: Anna e suo marito belli, in forma, giovanili, loro ingrassati, con la cellulite, il gozzo... La tipica inversione dei ruoli insomma, che De Luigi in veste di regista cerca di gestire alternando momenti divertenti ad altri in cui si gioca inevitabilmente con la tenerezza.

Come nel poco felice esordio di TIRAMISU, però, manca ancora la capacità di sveltire i ritmi, di rendere davvero efficaci le battute integrandole al meglio nella storia. Come attori lui e la Raffaele girano bene, dimostrano di sapersi muovere sfruttando la loro riconosciuta simpatia e De Luigi, in particolare, la confidenza coi bambini già verificata in 10 GIORNI SENZA MAMMA e TI PRESENTO SOFIA, non a caso due remake e dove tuttavia il nostro stava dalla parte opposta, quella del padre comprensivo; ma la sensazione è che il film non sappia bene dove andare, che la pur buona alchimia tra i due protagonisti incappi spesso in pause non richieste.

Fortunatamente qualche battuta va a segno e si intuisce come lo script avesse anche discrete potenzialità. Però anche lì si rilevano scarsa inventiva e un modesto sfruttamento del confronto genitori figli, con questi ultimi che non riescono a essere né brillanti (e questo era preventivabile) né particolarmente teneri. Così come monodimensionali nella loro esagerata sottomissione ai figli sono gli amici, che contribuiscono a dare una visione esageratamente caricaturale della loro condizione genitoriale. E il finale con ovvia “redenzione” appare slegato e frettoloso, giustificato solo parzialmente dalla presa di coscienza tardiva indotta dall'incantesimo. Una commedia d'impronta favolistica a tratti spiritosa solo grazie alla verve della coppia protagonista, con uno strascicato, superfluo flashback in piscina che molto dice della mancanza di vere trovate vincenti cui aggrapparsi per dare sostanza al solito messaggio educativo.

Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 3/01/23 DAL DAVINOTTI
1
1!
2
2!
3
3!
4
4!
5

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione ( vale mezzo pallino)
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Markus 3/01/23 11:40 - 3702 commenti

I gusti di Markus

Ormai ben conosciamo il "personaggio" bonario ma irresistibilmente simpatico di Fabio De Luigi, che in questa seconda regia - ricordiamo il suo film d'esordio Tiramisù - ripercorre gli stessi stilemi fatti di buoni sentimenti e qualche ghigno per famiglie. L'idea - non originale - dà indubbiamente adito a dilettevoli dinamiche con un escamotage - tipico di certi film francesi - d'accettazione della famiglia con figli di una coppia "moderna" così da uscirne con un messaggio "cristiano" che, in tempi di sbornia natalizia, trova la sua migliore collocazione. Bene Virginia Raffaele.

Rambo90 15/01/23 18:05 - 7717 commenti

I gusti di Rambo90

Commedia simpatica anche se l'idea di partenza non dà mai luogo a gag davvero esplosive come ci si aspetterebbe. De Luigi e Raffaele sono una buona coppia e ispirano simpatia con i loro personaggi, così a diverse riprese si sorride pur sapendo perfettamente dove si andrà a parare. Il ritmo è abbastanza spedito e i comprimari azzeccati, inclusi i tre bambini. Non male, adatto soprattutto a un pubblico di famiglie.

Reeves 18/01/23 09:03 - 2332 commenti

I gusti di Reeves

Una commedia basata sulla voglia di essere genitori di una coppia senza figli, tema oggi molto di attualità. Il peso principale della recitazione ricade su Fabio De Luigi, che come sempre è gradevole e simpatico. Le parti comiche sono meglio riuscite di quelle più pensose, soprattutto quando Virginia Raffaele esibisce il suo talento nel dialogo tipo screwball comedy.

Caesars 25/01/23 11:24 - 3820 commenti

I gusti di Caesars

Seconda regia di De Luigi (anche co-sceneggiatore), ben lontana dal risultare interessante. Lo spunto non è certo nuovo (un improvviso, misterioso e radicale cambiamento nella vita di qualcuno, come ad esempio in Da grande); questa volta la coppia protagonista si trova ad avere tre figli. Lo spunto poteva essere svolto meglio, invece le situazioni divertenti latitano e anche gli attori non riescono a incidere più di tanto. Ovviamente si arriva, passando anche attraverso un flashback assolutamente inutile ai fini del racconto, a un finale scontatissimo.

Didda23 29/12/23 10:23 - 2432 commenti

I gusti di Didda23

Dopo il delicato esordio, De Luigi confeziona una pellicola per famiglie senza alcun tipo di volgarità con un garbo e una delicatezza davvero ragguardevoli. Gran merito della discreta riuscita generale (perché la storia è non è granché) è l'affiatamento della coppia protagonista, con una Raffaele di rara efficacia. Le figure di contorno non lasciano il segno (nemmeno il sempre valido Balsamo); la sceneggiatura è gradevole (nonostante la rassicurante prevedibilità di fondo) complice qualche momento che riesce a strappare più di un sorriso. La regia imprime un ritmo accettabile.
MEMORABILE: L'organizzazione della festa; L'escamotage legale; Cagnotto.

Paulaster 16/05/24 18:01 - 4494 commenti

I gusti di Paulaster

Coppia indipendente si ritrova con tre figli. Commedia per famiglie con il classico transfer da una realtà al suo opposto, resta sempre in canoni morbidi. Gli unici momenti divertenti sono però quelli che ambirebbero a essere scorretti, con gli escamotage legali o quando la coppia si scaglia contro i genitori altrui. Il duo protagonista funziona ma ha poca identità e, in alcuni frangenti, la vera realtà di avere figli è ben peggio di quella rappresentata. Regia con poche idee mentre l'utilizzo del cicognone è abbastanza puerile.
MEMORABILE: L'incontro coi genitori; Il tuffo.

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Spazio vuotoLocandina PantafaSpazio vuotoLocandina Moglie a sorpresaSpazio vuotoLocandina Mariti e mogliSpazio vuotoLocandina Ragazze nel pallone
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.