A spasso con Daisy

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 22/02/08 DAL BENEMERITO IL GOBBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il Gobbo 22/02/08 09:19 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

La vecchia signora Daisy non è più in grado di guidare, e il figlio assume un autista. Nero. Nella Georgia degli anni '50... Pur premiata oltre i meriti (quattro Oscar quattro fra cui quello alla ottantenne Tandy) questa commedia non eccede nei buoni sentimenti, ed è certamente godibile, grazie alla prova notevolissima degli interpreti, la bisbetica e simpatica carampana, il misurato Ackroyd e il buon Freeman che da qui spiccò il salto verso la serie A. Tenero e ben fatto.

Galbo 23/02/08 11:51 - 11385 commenti

I gusti di Galbo

Commedia molto gradevole di Bruce Beresford incentrata su un particolare (specie nell'America degli anni '50) rapporto di amicizia inter-razziale tra un'anziana signora bianca e il suo autista di colore. Il film è godibile a patto di accantonare ogni pretesa di realismo e veridicità (il film accenna solo larvatamente ai conflitti razziali) e prenderlo per quello che è, una gradevole favola che indugia talora un po' troppo sul sentimentalismo. Interpreti eccellenti e meritato premio Oscar per la Tandy.

Domino86 14/01/10 11:26 - 544 commenti

I gusti di Domino86

Commedia gradevole sul rapporto tra un'anziana e scontrosa signora che, per raggiunti limiti d'età, vede arrivare a casa sua un uomo di colore, assunto dal figlio di lei, per farle d'autista. Bello il legame che nasce tra i due nel corso di anni e anni che li porta a diventare amici, piacevole la scena finale del film. Molto divertente Morgan Freeman.

Enzus79 11/11/10 16:10 - 1798 commenti

I gusti di Enzus79

Commedia semplice, deliziosa e intelligente. Freeman e la Tendy sono la classica coppia cane e gatto che poi finirà con una solidissima amicizia. Da ricordare anche Aykroyd, che qui è un pancione simpatico. Comunque reputo eccessiva la vittoria dell'Oscar come miglior film.

Nando 4/12/10 15:47 - 3472 commenti

I gusti di Nando

Commedia interrazziale ambientata in Georgia negli anni 50 e poi sviluppatasi cronologicamente nel tempo. Narrazione misurata e tendente alla favola felice nonostante gli atteggiamenti burberi della protagonista. Validi i tre interpreti e segnale antirazzista con le parole del reverendo King.

Luchi78 12/04/11 17:00 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Film cha ha come tema principale la questione razziale vissuta nel perbenismo della borghesia americana "bianca" negli anni '50-'60, concentrata nel longevo rapporto tra i due protagonisti (la Tandy e Freeman). Sceneggiatura posata e gentile, approccia il tema del razzismo senza episodi eccessivi o di violenza, ma semplicemente ne esamina il significato da un punto di vista più emotivo e riservato, quasi "domestico". Bello, ma 5 Oscar sono proprio esagerati...

Pigro 22/02/12 09:47 - 7787 commenti

I gusti di Pigro

Indubbiamente i due eccellenti protagonisti Tandy e Freeman fanno il film (e la regia, astutamente, fa un passo indietro lasciando campo libero agli attori), con la loro toccante interpretazione dell’acida vecchietta e del suo paziente chaffeur. Ma è la storia stessa a sedurre e affascinare, grazie alla capacità di offrire uno sguardo ravvicinato sulla vecchiaia, con molto pathos, intelligenza e tenerezza. Ulteriori stratificazioni (lei è ebrea, lui nero...) arricchiscono il film di spunti. Insomma, un’opera che sa emozionare e non lascia indifferenti.

Rigoletto 1/04/13 12:48 - 1563 commenti

I gusti di Rigoletto

Film la cui semplicità è il punto di forza: un'anziana signora scorbutica e un paziente autista di colore. Difficile accettare i cambiamenti, vedere limitata la propria libertà, superare le differenze razziali. La Tandy e Freeman offrono un'ottima prova, anche se forse gli Oscar sono un po' eccessivi. Nel complesso un buon film con qualcosa da insegnare (e al giorno d'oggi è già molto). ***

Daniela 16/05/16 13:58 - 9388 commenti

I gusti di Daniela

Entrambi persone di una certa età, ma divisi dal tutto il resto - condizione sociale, razza, religione, cultura - eppure nel corso degli anni fra Daisy e Hoke nascerà una sincera amicizia... Commedia gentile che affronta solo per accenni il tema della segregazione razziale, preferendo concentrarsi sul confronto caratteriale fra la bisbetica ex insegnante e il suo autista analfabeta ma dotato di una robusta dose di buon senso popolare. Forse sopravvalutato il film, ma non la prova del cast, con Aykroyd buona spalla di una coppia formidabile: Tandy premiata con l'Oscar, Freeman con il successo.

Noodles 4/07/20 19:11 - 845 commenti

I gusti di Noodles

Una coppia inconsueta quella formata da Morgan Freeman e Jessica Tandy. Inconsueta, ma riesce a reggere praticamente da sola tutto il film e a renderlo interessante, con risvolti malinconici e gioiosi allo stesso tempo. I due attori sono straordinari (Oscar e nomination per loro) e i loro siparietti sono sempre belli, specialmente all'inizio, poiché dopo un po' la pellicola inizia ad avere troppi punti vuoti e a prendere una pericolosa virata patetica, fortunatamente interrotta dal finale. Come sceneggiatura lascia un po' a desiderare. Da vedere, anche per la fotografia bellissima.

Smoker85 14/06/17 22:49 - 390 commenti

I gusti di Smoker85

Commedia agrodolce costruita perfettamente sulla coppia protagonista: Jessica Tandy è una vecchietta dispotica e spigolosa, ma anche capace di affetto e sensibilità, Morgan Freeman un compassato autista di colore che non piega mai completamente la testa di fronte agli sghiribizzi dell'eccentrica signora. Nel corso degli anni impareranno a rispettarsi e a volersi bene, fino all'epilogo. Tra i due cerca di farsi largo Dan Aykroyd, che offre una prova calibrata ma forse un po' opaca.
MEMORABILE: Il presunto furto della scatola di salmone; Hawk che malgrado la sua età deve chiedere il permesso di andare in bagno; Il finale.

Giacomovie 10/09/18 23:59 - 1347 commenti

I gusti di Giacomovie

Tra un'arzilla signora e il suo autista di colore nasce un'amicizia nonostante le differenze. Il film offre uno sguardo affettuoso sulla terza età, con sottile ironia e una delicatezza che caratterizza anche lo stile raffinato di Bruce Beresford. Ma di ciò (e della bravura di tutto il cast) ci si deve accontentare in quanto il soggetto non offre materiale per una trama corposa. Generoso l'Oscar come miglior film.

Ryo 7/03/19 23:59 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Simpatica commedia agrodolce, con un cast eccellente e credibile e un ottimo comparto trucchi che fa un ottimo lavoro d'invecchiamento dei personaggi. La fotografia e il ritmo registico sono i punti dolenti: le immagini sembrano alterate da un filtro stile telenovela sudamericana e le sequenze spesso si soffermano su scenette, dettagli e inquadrature di poco conto, dando un senso di riempimento. Oltre a offrire uno spaccato di vita dell'epoca, sempre interessante, il film non sembra offrire molto altro. Discreto, con un "lieto" fine; tutto qui.

Alex1988 27/08/19 18:09 - 652 commenti

I gusti di Alex1988

Per certi versi anticipa la tematica che verrà ripresa nel recente vincitore dell'Oscar Green book; storia di un'amicizia (difficile da raggiungere) tra un'anziana donna bianca e un autista nero. La storia si svilupperà nel corso degli anni, nel contesto di un'America ancora lacerata dai conflitti interrazziali. Insomma, una storia intrisa di buoni sentimenti, valorizzata dalla performance dei due protagonisti. Da vedere.

Victorvega 6/10/19 15:07 - 297 commenti

I gusti di Victorvega

Bel film, anche se decisamente sopravvalutato. Il suo punto di forza è rappresentato dalla prova degli attori, in maniera specifica dalla formidabile coppia protagonista. Per il resto una commedia dei buoni sentimenti, una regia che lascia molto spazio (giustamente) agli attori e una storia per certi versi prevedibile, molto asciugata e in alcuni punti frettolosa. In sostanza non male, senza entusiasmi e grida al capolavoro.

Paulaster 13/02/20 09:45 - 2779 commenti

I gusti di Paulaster

Anziana signora necessita di uno chaffeur che la accompagni. I toni sono quelli morbidi della commedia che vive perlopiù degli scambi dialettici tra la cocciuta vecchietta e l'autista analfabeta. Come corollario della combattuta storia d'amicizia ci sono piccoli accenni alle lotte interrazziali, alla religione, alle differenze economiche, ma la sceneggiatura non pare interessata ad approfondire tematiche seriose. Protagonisti che si completano a vicenda con la Tandy che tiene meglio la scena e vince un meritato Oscar.
MEMORABILE: Il sospetto furto del salmone; La fermata per fare i bisogni; La Tandy che cerca i compiti di scuola corretti.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Daniela • 16/05/16 14:14
    Consigliere massimo - 5127 interventi
    Anche se nel film interpreta il ruolo di un uomo anziano e come tale appare, Freeman all'epoca dell'uscita del film aveva solo 52 anni. A spasso con Daisy gli fruttò, oltre ad un Golden Globe come miglior attore protagonista in una commedia, una candidatura all'Oscar, che andò a aggiungersi a quella ottenuta l'anno precedente, questa volta come miglior attore non protagonista, per il film Street Smart - Per le strade di New York.
  • Curiosità Buiomega71 • 25/11/19 19:18
    Pianificazione e progetti - 21901 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv (lunedì 30 marzo 1992) di A spasso con Daisy: