Starsky e Hutch (88 episodi)

Media utenti
Titolo originale: Starsky and Hutch
Anno: 1975
Genere: fiction (colore)
Regia: Vari
Note: Aka "Starsky & Hutch".
Numero commenti presenti: 16

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/07/07 DAL BENEMERITO PUPPIGALLO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Puppigallo 19/07/07 09:31 - 4508 commenti

I gusti di Puppigallo

Gli eroi della mia infanzia. Ma anche rivedendo gli episodi (specialmente la prima serie), posso affermare che si tratti di una delle coppie poliziesche meglio assortite del piccolo e grande schermo (Starsky, l’allegro, a volte superficiale e quasi fanfarone e Hutch, il serio (ma non sempre), riflessivo e iper salutista (fantastico quando propina a Starsky i suoi frullati). E poi ci sono, lo scheletrico Huggy, che vive ai limiti della legalità e il pasciuto capitano Dobey (quasi sempre imbronciato). Ritmo notevole, storie piuttosto interessanti e humor.
MEMORABILE: Gli inseguimenti con la mitica Ford.

Hackett 23/04/08 10:12 - 1725 commenti

I gusti di Hackett

Una delle migliori serie poliziesche anni 70. Starsky & Hutch fonde in egual misura azione e commedia con un pizzico di nostalgia ed impegno. Azzeccatissimi gli interpreti che hanno donato un'anima vera ai personaggi e, aiutati da un cast nel complesso di ottimo livello, hanno dato vita ad un telefilm che ha fatto storia. La serie rompe con le regole del poliziesco classico mettendo in scena in alcuni episodi argomenti "delicati" per l'epoca, dalla violenza domestica al disagio sociale, all'omossessualità. Precursore e innovativo.

Herrkinski 9/06/08 19:51 - 5123 commenti

I gusti di Herrkinski

Eccellente serie degli anni '70. Con "Starsky & hutch" viene inventata una formula vincente, che farà scuola negli anni seguenti: la coppia di poliziotti buoni di cuore ma duri quando serve, amici per la pelle e dalla battuta facile. Le storie sono quasi sempre appassionanti, piene di ritmo e di battute che non scadono mai nel demenziale, rendendo la visione un vero piacere. Perfetti Paul Michael Glaser e David Soul, ma grandi anche i personaggi "di contorno" Fargas e Hamilton. In molte puntate comparivano anche guest-star destinate a diventare famose.
MEMORABILE: Le "lotte" per contendersi le ragazze tra Starsky e Hutch, i look eccentrici di Huggy, le corse di Starsky e ovviamente la mitica Ford Torino.

Homesick 16/06/08 18:05 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Il moro e il biondo, l’impulsivo e il riflessivo: l’indimenticabile coppia di sbirri che, con mise casual anni Settanta, sfreccia a sirene spiegate a bordo della fiammante Ford Torino di Starsky (battezzata da Hutch “pomodoro a strisce”…) all’inseguimento di ladruncoli, rapinatori, assassini, spacciatori, poliziotti corrotti… Il carismatico Huggy e il brontolone nero Dobey si aggiungono ai personaggi fissi della serie, che non di rado accoglie numerose guest-stars. Garantiti ritmo, azione, humour e un tocco di glamour rigorosamente seventies.

Ale nkf 19/05/09 18:03 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Seri di telefilm che non conta molte puntate ma è comunque più che buono, con protagonisti due poliziotti abbastanza giovani. Le storie sono molto appassionanti, con un ritmo che permette allo spettatore di non annoiarsi. Cast buono. Da guardare e riguardare.

Ciavazzaro 2/12/09 16:46 - 4762 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Dirò sicuramente quella che ai più potrà risultare una bestemmia, ma Starsky e Hutch è una delle serie che non sono mai riuscito a digerire. Ripetitiva, senza spessore (però con buone guest-star), avventurosa e scanzonata quanto si vuole, ma noiosa (per me ovviamente).

Galbo 4/12/09 13:46 - 11383 commenti

I gusti di Galbo

Serie discreta ma assai sopravvalutata che punta tutte le sue carte sulla simpatia dei due protagonisti principali (ma è buono anche il cast dei caratteristi!). Per il resto si tratta di telefilm polizieschi piuttosto routinari, realizzati con professionalità ma senza particolari picchi creativi. Si può vedere.

Il Dandi 27/10/10 13:48 - 1766 commenti

I gusti di Il Dandi

Basettoni, jeans a campana, giacche di pelle e una Gran Torino rosso fiammante: un must che ha rivoluzionato l'immaginario delle serie poliziesche, facendo del poliziotto "in borghese" tutto tranne che un borghese. Il mito è forse superiore ai meriti reali, ma gli episodi risultano ancora godibili. Peccato che le ultime stagioni cedano un po' troppo alla commedia, a scapito della dimensione drammatica (ancora efficace) delle prime. Ma finalmente basta coi violini: sia Huggy che il capitano sono neri, il funky era proprio quel che ci voleva!
MEMORABILE: Le care vecchie semplicissime Adidas basse con le tre striscie: corrono, accellerano, sfrizionano, buttano giù porte a calci....

Il Gobbo 17/06/11 15:23 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Mitici nel ricordo, leggermente sbiaditi a rivederli di recente, forse perchè con gli anni si sono accumulate tante serie e film con cui fare raffronti. Ma, a parte l'abbellimento nostalgico, i protagonisti non sono mai più stati così in parte e il contorno funzionava, non è quasi mai mancato il ritmo, le musiche (successone il tema di Tom Scott poi rilanciato dal James Taylor Quartet) ci mandano in sollucchero, che diavolo d'altro si vuole?

124c 15/03/12 13:02 - 2770 commenti

I gusti di 124c

Ecco uno dei serial polizieschi seri di successo degli anni '70, con due attori azzeccati a tal punto che non potevi vederli in altri ruoli. Ironico Glaser, affascinante ma non troppo belloccio Soul. Sempre alla guida della loro "Gran Torino" rossa vanno a caccia di criminali di ogni tipo. Antonio Fargas è immenso nel ruolo di Huggy Bear, l'informatore della strana coppia di poliziotti. Divertimento, musica e abiti stile anni '70, una valanga di guest-star note o che sarebbero state tali in seguito; cosa chiedere di più da questo serial? Tre.
MEMORABILE: Juggy: "Starsky, Hutch, ma dove eravate, dannati sbirri"?

Markus 5/04/12 17:08 - 3292 commenti

I gusti di Markus

Due bellocci dai volti di affabili canaglie che tanto piacciono alle donne (e stanno simpatici agli uomini) sono la spina dorsale di un poliziesco yankee davvero celebre (anche se eccessivamente considerato). Rivisto aggi, il telefilm appare molto datato per via dei vezzi modaioli dell'America anni Settanta, che tuttavia sono stilemi della serie stessa di cui ancor oggi beneficia più che della messa in scena. Gli episodi sono di una lentezza disarmante, perciò è meglio ricordarli!

Piero68 24/08/12 09:00 - 2755 commenti

I gusti di Piero68

Una delle migliori serie poliziesche di sempre. Glaser e Soul sono davvero bravi a dare vita ai personaggi dei due poliziotti. Ne colgono le sfumature e ne rappresentano una versione vincente e convincente. E anche se a volte gli episodi lasciano un po' a desiderare, si respira sempre una sorta di clima goliardico che i due tendono a ricreare in ogni puntata con battute tra loro ma anche coinvolgendo il sempre nervoso Capitano Dobey, anch'esso ottimamente caratterizzato da Bernie Hamilton. Vincente l'idea di piazzare guest-star in vari episodi.

Trivex 24/08/12 14:24 - 1488 commenti

I gusti di Trivex

Sdrammatizzato, rispetto al più "serio" Agente Pepper (paragonabile per data di nascita), merita attenzione per il venticello spesso allegro e insieme spesso triste di quel tempo. Non che inseguimenti e sparatorie siano assenti; e non mancano cenni impegnati nei rapporti tra polizia e malviventi. Ma il contorno, a volte, è quasi da commedia e questo può piacere o meno. Anche qui, come altrove, gli agenti operano molte volte senza supporto (a scapito del realismo). Anche se il protagonismo, in questo caso, è giustificato dalla natura medesima del prodotto.

Modo 22/05/14 19:41 - 823 commenti

I gusti di Modo

Fortunata e acclamata (meritatamente) serie tv poliziesca anni '70. Quello che balza agli occhi sono l'affiatamento e l'umanità dei personaggi. Storie raramente banali, anzi spesso degne di nota che toccano i problemi socio culturali di quegli anni. Non si hanno cali col passare delle stagioni. Non trovo il telefilm invecchiato male; inoltre è un bel tuffo nel passato.

Ultimo 6/07/15 14:19 - 1358 commenti

I gusti di Ultimo

Serie tv americana di grande successo, con protagonisti due giovani poliziotti che se la vedono con un numero ingente di malavitosi in quel di Los Angeles. I due sembrano all'opposto dal punto di vista caratteriale ma il connubio funziona. Non tutti gli episodi sono di pari livello, ma nel complesso la serie risulta buona grazie a ottimi inseguimenti e scontri a fuoco di livello.

Alex75 26/06/20 18:55 - 676 commenti

I gusti di Alex75

Nell’ambito del poliziesco televisivo, che ancora negli anni ‘70 era piuttosto serioso e azzimato, il look informale e il piglio scanzonato del ben assortito duo Glaser-Soul hanno portato una ventata di novità (percepibile anche nelle tematiche di alcuni episodi), che allora costituì l’elemento vincente di questa fiction, influente sul genere negli anni successivi malgrado gli intrecci siano ancora piuttosto convenzionali. Iconico e tuttora godibile.
MEMORABILE: La Ford Torino di Starsky; L’abbigliamento pittoresco di Huggy.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Musiche Ellerre • 9/06/09 18:01
    Call center Davinotti - 1119 interventi
    Il tema della seconda stagione è ormai impresso nella mente di tutti: un MiniMoog scandisce le note della sigla mentre incalza la ritmica funk di basso e batteria con intarzio di chitarra in overdrive. La nota sigla è del sassofonista Tom Scott: http://www.youtube.com/watch?v=bJnPS0QuTvY

    Da notare che il tema della prima stagione era stato scritto da Lalo Schifrin, meno incalzante e convincente del secondo, ma sempre ben fatto: http://www.youtube.com/watch?v=yhVdCubsMqo

    Ultima modifica: 10/06/09 02:21 da Zender
  • Musiche Ellerre • 29/03/10 12:20
    Call center Davinotti - 1119 interventi
    Il tema della prima stagione, composto da Lalo Schifrin, era troppo cupo e serioso, "vecchio stile" alla Mission Impossible per capirci, non ha avuto il successone che invece ha giustamente ottenuto il tema Gocha composto da Tom Scott, più adatto al telefilm, e magistralmente rielaborato dalla Patrick Williams orchestra e di cui - fino a oggi - non ne esistono registrazioni audio dai master tapes originali.

    Riferimento discografico: Tom Scott Theme From "Starsky & Hutch" Gotcha, 7'', Epic 1977. 7'' estratto dall'LP Blow It Out.



    Sigla di Lalo Schifin della prima stagione 1975-76:
    http://www.youtube.com/watch?v=2SS3b9coJ2M

    Sigla di Tom Scott dal 1977:
    http://www.youtube.com/watch?v=2PCyMsCq0Cw

    Sigla rielaborata (in peggio) da Mark Snow nella 4 serie:
    http://www.youtube.com/watch?v=vD6R7EXpCUw
    Ultima modifica: 29/03/10 12:30 da Ellerre
  • Musiche Nemesi • 27/07/14 09:42
    Disoccupato - 1520 interventi
    I temi della serie sono quattro.
    Nella terza (1977-1978) c'era quello di Mark Snow:

    http://www.youtube.com/watch?v=n8l3cltz-z0
  • Musiche Alex75 • 2/07/20 16:52
    Call center Davinotti - 621 interventi
    Non ricordavo il tema di Schifrin e nemmeno quello di Snow. Ascoltandoli tutti e quattro, si capisce perché si faccia ricordare solo quello di Scott.