Cerca per genere
Attori/registi più presenti

BLACK MIRROR: BANDERSNATCH

All'interno del forum, per questo film:
Black mirror: Bandersnatch
Titolo originale:Black Mirror: Bandersnatch
Dati:Anno: 2018Genere: fantascienza (colore)
Regia:David Slade
Cast:Fionn Whitehead, Craig Parkinson, Alice Lowe, Asim Chaudhry, Will Poulter, Tallulah Haddon, Catriona Knox, Paul Bradley, Jonathan Aris, Fleur Keith, Laura Evelyn, A.J. Houghton
Note:Film interattivo, prodotto da Netflix e pubblicato sulla piattaforma nel Dicembre del 2018.
Visite:380
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 12
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 29/12/18 DAL BENEMERITO FABBIU

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 1/1/19 8:39 - 10826 commenti

Difficilmente giudicabile, almeno secondo i parametri di giudizio canonici, questo episodio speciale di Black Mirror va visto come un esperimento del quale salvare alcuni elementi e respingere altri. Decisamente interessante la modalità del racconto e ben resa la condizione psicologica del protagonista (ottimamente interpretato), il cui impasse mentale appare assolutamente credibile. Riuscita l’ambientazione. Piuttosto fragile e narrativamente debole la storia. Nel complesso, non male.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Pigro 21/1/19 10:41 - 7203 commenti

Film interattivo in cui lo spettatore decide il prosieguo della trama, o almeno crede di poterlo fare: proprio come il protagonista, creatore di videogiochi, crede di avere un libero arbitrio che non ha. L’effetto Storia infinita (sposato con Memento) è suggestivo, soprattutto pensando alla reciproca illusione di essere autori del proprio e altrui destino. Ma la storia in sé, pur coerente col concetto, ha un’eccessiva povertà narrativa, che favorisce il gioco del coinvolgimento ma deprime la potenziale forza dell’opera, fino all'insipido.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Daniela 30/12/18 9:42 - 7794 commenti

In "Il giardino dei sentieri che si biforcano" Borges esplora le infinite possibilità del racconto, ma all'interno di una struttura lineare disegnata dell'autore: il labirinto è tutto mentale. Qui invece siamo di fronte ad una esperienza che rappresenta, al di la dell'ambito ludico, la migliore simulazione visiva finora prodotta di un labirinto fisico: frustrante, sorprendente o gratificante, a secondo dell'esito della nostre scelte. Non un capolavoro (la trama è debole), ma un'opera innovativa in cui è piacevole perdersi, senza porsi la questione se sia vero cinema oppure videogame.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Potreste non vedere il mio momento memorabile, troppe le variabili perché le visioni di persone diverse possano risultare esattamente identiche.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Redeyes 4/1/19 7:45 - 2002 commenti

Slade effettivamente ci pone innanzi alla scelta se seguire un film o in qualche modo giocarci, se giudicare l'innovazione o il prodotto. Difficile giudicarlo sufficiente come trama e sviluppo in sé, per quanto ottime le ricostruzioni e le prove attoriali, tuttavia c'è da restare entusiasti del nuovo "tv-videogame" e della nuova frontiera che si andrà a esplorare, forse.
I gusti di Redeyes (Drammatico - Fantascienza - Thriller)

Fabbiu 29/12/18 20:35 - 1874 commenti

Gli anni 80 di Netflix (Stranger things e San Junipero) fanno ancora da ambientazione. Come esperimento, non si può negare che sia interessante e non solo per la questione dei bivi interattivi ma proprio da un punto di vista della costruzione narrativa, ovvero per come si sia riusciti a giustificare in modo funzionale alla trama e alla sceneggiatura la circostanza per cui lo spettatore adotti delle scelte. Lo spirito da metafilm infatti è solido e rende l'esperienza piacevole poiché lo "schema generale" funziona bene e riesce a coinvolgere.
I gusti di Fabbiu (Commedia - Fantascienza - Fantastico)

Ryo 22/1/19 0:48 - 1832 commenti

Prima o poi qualcuno avrebbe doveva tentare un’operazione simile, così come esistevano i libri-game. Anche alcuni videogames utilizzano lo stesso meccanismo, quindi il prodotto non fa gridare all’innovazione. Definirlo come prodotto cinematografico è arduo, con regia e attori senza infamia né lode. La parte ludica è gestita bene, ma risulta frustrante il dover sempre ricominciare da capo a ogni scelta non buona. 10 e lode per l’impegno e il lavoro, che dev’essere stato immenso.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Ti sto guardando su Netflix, sono io che prendo le decisioni per te"; Le recensioni finali di Bandersnatch.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Il ferrini 31/12/18 15:06 - 1411 commenti

Molto divertente. Certo derivativo e largamente autocitazionista, pieno zeppo di easter eggs (la psicanalista lavora al "Saint Juniper’s", si parla di un videogame intitolato "Metalhead"... tutti vecchi episodi di Black mirror). Molti i finali possibili e tutti coerenti, uno - difficile da ottenere - porta addirittura a ottenere attraverso un QR code la possibilità di scaricare realmente il videogame di cui parla il film. Un'esperienza videoludica interessante, che rompe anche la quarta parete; la forma supera di gran lunga la sostanza.
I gusti di Il ferrini (Commedia - Thriller)

Jandileida 12/1/19 15:28 - 1100 commenti

Se questo è il futuro del cinema forse sarebbe meglio ritirare fuori dalla naftalina il pianista dei film muti. Se la sfida era di per sé stimolante (anche se per chi è cresciuto con i Libri Games non così stupefacente), la realizzazione cozza inesorabilmente contro i duri scogli della ripetitività. La svolta "sbagliata" costringe a rivedere quello che si è già visto: al quinto riassuntino la voglia di proseguire viene meno anche perché la storia di suo non stimola così vigorosamente le sinapsi e le meningi. Un tentativo apprezzabile ma poco riuscito.
I gusti di Jandileida (Azione - Drammatico - Guerra)

Kinodrop 2/1/19 17:27 - 999 commenti

Come esperimento di una nuova possibilità visiva nel genere intrattenimento, certamente può interessare (abbandonando però le consuete categorie estetiche). Lo spettatore è chiamato a scegliere possibili itinerari, in parte casuali in parte frutto della curiosità; i risultati sono molti e ognuno può avere un senso e un impatto privato. La domanda che si impone è: se tutti sono registi per se stessi, “il pubblico dove sta”? Certo, incuriosisce e non passa inosservato, ma i contenuti si frantumano e ognuno finisce per accontentarsi del “proprio prodotto".
I gusti di Kinodrop (Commedia - Drammatico - Thriller)

Nancy 22/1/19 13:59 - 763 commenti

L'idea è stimolante, anche se "rubata" al videogioco e riadattata nella forma televisiva perde molto della sua potenzialità, banalmente perché dopo un po' lo spettatore si stufa. La trama è inizialmente abbastanza noiosa, man mano che si compiono le scelte il tutto diventa più interattivo, il meta-filmico prende il sopravvento ma subito dopo che si comprende il meccanismo, il gioco-film diventa di nuovo noioso, tanto da farti cercare in ogni modo i titoli di coda. Ben inserito nella serie Black mirror, che sembra la più adatta a un esperimento simile.
I gusti di Nancy (Commedia - Drammatico - Thriller)

Magi94 18/3/19 23:16 - 509 commenti

Deludente occasione persa, che da un'idea un po' pop ma estremamente affascinante (le storie a bivi), partorisce un film innovativo per i primi 15 minuti ma che poi si perde in un bicchier d'acqua. Le prime decisioni infatti sono intriganti, la storia si fa interessante e la voglia di giocare/guardare aumenta. Però, dopo il finto-vero suicidio, tutto si perde, le scelte non sono più determinanti, la storia ripetitiva e scadente. Peccato.
I gusti di Magi94 (Commedia - Drammatico - Horror)

Legnanino 11/2/19 1:21 - 15 commenti

Una valutazione completa è difficile. L'esperienza è più divertente per il modo di seguirla che per quanto in effetti si vede. Ci sono però momenti molto notevoli, che fanno decollare il film... almeno nella strada che ho percorso io. Molto buona l'interpretazione del protagonista, che rende al meglio la sua alienazione. Tre pallini assolutamente meritati.
I gusti di Legnanino (Azione - Gangster - Poliziesco)