Terapia e pallottole

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Analyze this!
Anno: 1999
Genere: commedia (colore)
Note: seguito da "Un boss sotto stress"
Numero commenti presenti: 26
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

La quantità di facili gag che possono essere originate dal rapporto tra lo psicanalista e i suoi “pazzi-enti” ha fornito spesso lo spunto a commedie che puntano al comico, anche qui in Italia (vedi il CARUSO PASCOSKI di Nuti). In America c'era già stato TUTTE LE MANIE DI BOB, nel quale la coppia Richard Dreyfuss/Bill Murray non s'era trovata per le mani una sceneggiatura troppo felice. Dopo il semisconosciuto NATIONAL LAMPOON’S THE DON ANALYST, che esattamente come qui prevedeva sprazzi di comicità nel rapporto...Leggi tutto tra un mafioso e il suo analista, lo specialista in commedie ridanciane Harold Ramis rilancia il tema con una coppia d'eccezione: nella parte dello psicanalista troviamo Billy Crystal, attore televisivo noto per aver presentato innumerevoli volte la notte degli Oscar e che anche al cinema aveva trovato il successo (HARRY TI PRESENTO SALLY in primis) pur restando fino ad oggi ancora poco sfruttato, e in quella del padrino nientepopodimenoche l'icona assoluta del cinema di gangster e cioè Robert De Niro (doppiato ovviamente dall’incomparabile Ferruccio Amendola). Una coppia d'assi che in mano a un regista capace come Harold Ramis non poteva fallire. E infatti ANALYZE THIS è una commedia riuscita, sceneggiata benissimo e interpretata alla grande da un cast (tra i nomi secondari molti volti noti del genere “mafia” come Chazz Palminteri) diretto con professionalità e bravura. I punti forti del film sono sostanzialmente questi, ma non è affatto poco. Ramis sa fondere bene due generi diversi come il gangster e la commedia legandoli insieme grazie alla figura di De Niro, che già in film “seri” era sempre stato il più incline alla battuta e al sorriso. Non c'è niente di veramente nuovo in ANALYZE THIS, e sia il titolo italiano che la presenza di Chazz Palminteri fanno pensare al PALLOTTOLE SU BROADWAY di Woody Allen, senza dimenticare che l'invadenza di De Niro e i ripetuti rifiuti di Billy Crystal in vacanza sono presi pari pari dal già citato TUTTE LE MANIE DI BOB. Ramis insomma, come fa spesso, rielabora idee già viste cercando di sfruttarne appieno le potenzialità. A giudicare dai risultati che riesce ad ottenere (pensiamo ad esilaranti commedie come RICOMINCIO DA CAPO) non possiamo che apprezzare i suoi sforzi. Il ritmo è quasi sempre sempre alto, la qualità delle gag tende a migliorare col trascorrere dei minuti (l'inizio in effetti non è dei più felici) e le cadute di gusto non sono mai troppe (non è un granché il discorso di Crystal alla megariunione di boss nel finale). Insolita la colonna sonora con accenni di swing composta da Howard Shore, non del tutto azzeccata la figura della moglie di Crystal (Lisa Kudrow, viene dalla sitcom di successo FRIENDS). De Niro è sempre un tremendo animale da palcoscenico, Crystal resta un po' in secondo piano ma recita la parte con la giusta ironia. Nel complesso un film piacevole, leggero leggero e con alcune gag da antologia (lo sfogo sul cuscino, la scena al bagno del ristorante...). Si ha l'impressione che sull'argomento si sarebbe potuto scrivere un film ancora migliore, ma non si può avere tutto.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Magnetti 3/05/07 15:52 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Veramente uno spasso di film. Robert De Niro dimostra ancora una volta grande predisposizione anche per i film brillanti, portando il fattore comicità all'interno di un personaggio gangster, proprio lui che è uno dei più grandi di sempre in questo ruolo. Billy Crystal, lo psicologo con il bernoccolo, lo supporta degnamente. Strepitosa la seduta in cui cerca di spiegargli il complesso di Edipo, e il De Niro gangster gli risponde: "Ma sei scemo? L'hai mai vista mia madre?". Bene anche i personaggi di contorno. Sane risate e un po' di psicanalisi.
MEMORABILE: La fine che fa il povero medico che dice al temibile gangster che i suoi malesseri sono degli attacchi di panico. "Attacchi di che?"

Galbo 12/10/07 06:07 - 11447 commenti

I gusti di Galbo

Riuscita commedia che riesce ad ironizzare con molto garbo e gusto sul mondo della mafia; la sceneggiatura è ben scritta e il film si avvale di un cast di grandi profesionisti: De Niro si rivela grande interprete anche di film brillanti (dimostrando di sapere leggere il fenomeno mafioso anche in chiave brillante dopo le performances di Il padrino) e Crystal è un'ottima spalla. Il film si avvale anche di un grande cast di caratteristi tra cui il grande Joe Viterelli. Brillante con intelligenza.

Il Gobbo 5/02/08 09:16 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Ideuzza esile ma carina, realizzata professionalmente, ma senza raggiungere chissà quali vette. De Niro col pilota automatico, come da anni ormai, mentre l'ottimo Crystal si ritaglia il suo spazio con intelligenza. Qualche gag va a bersaglio, ma si ride meno di quanto ci si aspetterebbe. Il pezzo meglio, come sempre in questi film, dalle ghigne dei caratteristi di contorno. C'è anche il grande Antonio Benedetto in arte Tony Bennett, il massimo crooner vivente!

Lovejoy 1/03/08 17:02 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Ramis firma una pellicola molto divertente, che ironizza sulla psicanalisi e sulla mafia senza mai stancare. Gag e battute brillanti, ritmo trascinante e due attori in stato di assoluta grazia. De Niro e Crystal si sfiancano letteralmente per regalare due ore di divertimento assoluto e il confronto finisce in assoluta parità. Ottimo anche il resto del cast, con un irresistibile Viterelli su tutti. Diversi i momenti da ricordare. Parte della trama si rifà al televisivo National Lampoon's The Don's Analyst.

Redeyes 20/05/08 21:17 - 2160 commenti

I gusti di Redeyes

Nonostante l'ultimo DeNiro sia spesso foriero di notevoli boiate, questa pellicola non delude, vuoi anche per una buona interpretazione di Billy Crystal. Non si può evitar di soffermarsi sui clichè della mafia e di conseguenza sugli sketch che ne possono conseguire in una commedia, ma si paga volentieri tale prezzo se l'esito è di un buon livello come in questo caso. Direi che è un piacevole film che una spensierata visione la merita senza dubbio!

Ciavazzaro 21/11/08 14:31 - 4766 commenti

I gusti di Ciavazzaro

De Niro è un divertente boss sotto stress che deve andare dallo pschiatra (il povero Billy Crystal) per una terapia! Ramis firma una bella commedia abbastanza nera, con un buon ritmo e un buon cast di attori che si impegnano a sufficienza. Buono.

Pigro 22/04/09 09:30 - 7904 commenti

I gusti di Pigro

Boss mafioso con attacchi di panico finisce in cura da uno psicanalista, coinvolgendolo nella sua vita 'professionale'. Commedia divertente, che ha la sua forza nella bizzarria del presupposto di partenza da cui discendono gag e situazioni paradossali. Bella l'idea della trasformazione psicologica dei due personaggi, che nonostante l'abissale distanza tendono a incontrarsi ciascuno sul terreno dell'altro, con inevitabili momenti comici. Il film è piacevole, pur senza brillare particolarmente.

Renato 23/04/09 15:19 - 1590 commenti

I gusti di Renato

Mah, non l'ho trovato così divertente. Sarà che vedere un attore del calibro di Robert De Niro che fa la macchietta per strappare due risate mi mette addosso una tristezza infinita; e purtroppo è un segnale della deriva che prenderà la sua carriera di qui in avanti. Billy Crystal invece non dispiace, in un ruolo molto alleniano. Della sottotrama criminosa che prevale nell'ultima mezzora di film avremmo fatto volentieri a meno, ma tant'è.

Cotola 25/04/09 23:03 - 7607 commenti

I gusti di Cotola

Simpatica commedia a base di gangster e psicanalisi caratterizzata da un ritmo piuttosto veloce e brillante e dalle buone interpretazioni di Cristal e De Niro (in un ruolo ancora dignitoso prima del "crollo"). Ciò lo rende estremamente piacevole oltre che fluido da seguire. Non un capolavoro ma ideale per una serata simpatica e senza pensieri.

Nando 9/05/11 16:10 - 3495 commenti

I gusti di Nando

Un boss stressato si affida ad un valente psicoanalista generando situazioni grottesche e dotate di discreto ritmo narrativo. Non sempre è semplice ironizzare con garbo sulla mafia americana. DeNiro e Crystal ben si comportano nelle interpretazioni soprattutto nella parte finale durante la riunione tra padrini.

Jandileida 16/08/11 19:07 - 1274 commenti

I gusti di Jandileida

Simpatico, ma nulla di più. Carina l'idea iniziale di far andare un boss italo-americano da uno psichiatra per liberarsi dagli attacchi di panico; un po' meno riuscito lo svolgimento che pecca di troppa rapidità e quindi superficialità, nel suo dipanarsi. Lontane rimembranze dei Prizzi di Houston. Gli equivoci che si vengono a creare tra i due protagonisti sono comunque divertenti e riescono a rendere il film piacevole. De Niro è in parte ma proprio questo film conferma la mia convinzione che la commedia leggera non sia proprio nelle sue corde.
MEMORABILE: Il mitico Joe Viterelli.

Piero68 1/09/11 09:17 - 2780 commenti

I gusti di Piero68

A mio modesto parere, una delle migiolri commedie anericane degli anni 90. Con un De Niro strabordante nel suo ruolo semi-serio e Crystal a tenergli botta in maniera egregia. Il soggetto è semplice e la sceneggiatura pure. Ma Ramis sa tirare fuori il meglio da tutti e due rendendo "esportabile" una certa comicità di Crystal difficilmente godibile fuori dai confini USA essendo prettamente "americana". Classico film basato sull'incontro/scontro di due personaggi dominanti ma allo stesso tempo agli antipodi tra loro come modo e concezione di vita.

Ale nkf 7/06/12 14:25 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Comincia tutto da un incidente stradale di Crystal che tampona un'auto di alcuni mafiosi. Si troverà dunque immischiato in una vicenda poco piacevole, resa però simpatica e divertente grazie ad un Robert De Niro particolarmente a suo agio nella parte del boss Vitti, che soffre di attacchi di panico. Per la diversità delle due figure protagoniste, il film è denso di situazioni comiche al limite del paradossale ed esse riescono a conciliare il genere della commedia con quello del gangster. Ramis riesce dunque a confezionare un buon lavoro.

Belfagor 15/03/13 10:17 - 2626 commenti

I gusti di Belfagor

Commedia decisamente riuscita che, partendo da uno spunto paradossale (un boss vittima di attacchi di panico) riesce a ironizzare sul mondo della mafia americana senza intenti assolutori. Il film si affida principalmente alle brillanti interpretazioni di Crystal e De Niro e alle imbarazzanti situazioni nelle quali il primo si trova invischiato per colpa del secondo. Nel cast di contorno si segnala il caratterista Viterelli. In vari momenti la caricatura va sopra le righe, ma ci si diverte ugualmente.
MEMORABILE: Lo sfogo dell'analista di fronte alla congrega dei mafiosi.

Modo 26/06/13 11:41 - 829 commenti

I gusti di Modo

Discreta commedia che tratta l'argomento mafia-boss da un'angolatura divertente. A volte ci sono momenti un po' di stanca. Comunque sempre bravo De Niro e bella prova di Billy Crystal. Si tratta con garbo un tema che rischiava di essere mal interpretato. Godibile ma niente di più.

Daniela 19/09/13 14:52 - 9631 commenti

I gusti di Daniela

Soffrendo di ansia e crisi di panico, come il collega malavitoso Tony Soprano, anche Paul Vitti, potente boss newyorkese, è costretto a rivolgersi ad uno psicoterapeuta, naturalmente in forma clandestina... Commedia brillante in cui De Niro ripropone spiritosamente quel Padrino che oltre vent'anni lo aveva consacrato star a livello mondiale, ben coadiuvato da Crystal e da bravi caratteristi come l'impagabile Viterelli, braccio destro ritardato. Ritmo non irresistibile ma anche molte sequenze divertenti. Fra i migliori risultati del discontinuo Harold Ramis, regista anche del fiacco sequel.
MEMORABILE: Come sfocare la rabbia repressa contro un cuscino

Almicione 26/12/13 01:15 - 765 commenti

I gusti di Almicione

Commedia gradevole, ma davvero nulla più. De Niro e Crystal riescono a condurre avanti una pellicola che sarebbe risultata probabilmente pessima senza la loro bravura: il primo ben si cala in una parte a lui congeniale, sebbene qui la rappresenti in modo comico; il secondo è perfetto nel suo ruolo di dottore modesto e onesto, sbadato, che cerca di imporsi senza riuscirsi. Anche il quadro generale dei problemi legati alla psicologia di Paul non è di fattura ingenua sebbene non seria. Positiva la critica dei pregiudizi verso la psiche umana.
MEMORABILE: I go fag, you die. Got it? - Got it.

Saintgifts 2/08/16 16:42 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Sono diversi i motivi che rendono divertente questa commedia. Le buone interpretazioni dei protagonisti principali e dei caratteristi, l'idea del boss mafioso con crisi psichiche che permette un'intelligente presa in giro dell'ambiente malavitoso, ma anche di quello borghese e di un certo tipo di psicoanalisi. Una buona sceneggiatura e una regia sopra la media completano un film che strappa risate in più di un'occasione.
MEMORABILE: Tutte le volte che De Niro contesta le basi della psicoanalisi moderna.

Il ferrini 1/01/17 23:35 - 1729 commenti

I gusti di Il ferrini

Si ride abbastanza, Bob è in gran forma ma anche Joe Viterelli è notevole (sarà perché ha davvero la faccia giusta). Crystal se la cava, anche se il discorso finale in simil-siculo ondeggia pericolosamente sul confine del ridicolo. Nel complesso comunque un film divertente, le crisi di pianto di De Niro sono indimenticabili e molte battute vanno a segno ("Sei impegnato? Se vuoi ti aiuto io a sfoltire i clienti"). Buono anche il finale, che lancia un messaggio positivo senza (s)cadere troppo nei buoni sentimenti. Avrà un degno sequel.

Pessoa 15/07/17 10:43 - 1222 commenti

I gusti di Pessoa

Bella commedia di Ramis che ricerca lo spirito leggero della Hollywood degli anni d'oro. L'ambientazione mafiosa, dalla sceneggiatura alle scenografie, fa abbastanza acqua anche come parodia. De Niro gira con la prima e la seconda (dominando comunque il set) e ritrova alcuni momenti di cinema superiore nei duetti con Crystal che si rivela un'ottima spalla. Molte battute funzionano, grazie anche al talento dei tanti buoni caratteristi. Confezione impeccabile come nella tradizione hollywoodiana. Nel complesso piuttosto buono.
MEMORABILE: Palminteri che a un certo punto dice di chiamarsi Sonny, il nome del boss mafioso da lui interpretato in Bronx per la regia dello stesso De Niro.

Hackett 4/01/18 08:46 - 1743 commenti

I gusti di Hackett

Effervescente e spigliato, ruota tutto attorno al tipo di comicità di Billy Crystal e rivelò il talento comico di De Niro prima della successiva apparizione dello stesso in pellicole di ogni genere. Il binomio mafia-commedia non era una novità ma l'utilizzo di un'icona dei gangster-movie in un ruolo così autoironico è la vera chiave del successo di una pellicola leggera e divertente dove il duo Bob-Billy funziona perfettamente.

Didda23 22/11/18 20:27 - 2297 commenti

I gusti di Didda23

Un'opera deludente, soprattutto considerando che Ramis in altre occasioni ha mostrato una capacità comica davvero ragguerdevole. Il film manca di quel pizzico di grinta ed è sommesso come lo stile di Crystal, a tratti veramente poco in parte (giusto per usare un eufemismo). De Niro fa De Niro e nonostante in qualche occasione gigioneggi troppo, è in grado da solo di reggere la baracca (considerando che Palminteri è poco utilizzato). Ramis è regista di mestiere (e si vede) e mantiene un ritmo significativo che facilita la visione.
MEMORABILE: L'incidente e il biglietto da visita; Il matrimonio; La riunione dei grandi capi.

Rigoletto 7/01/19 10:44 - 1621 commenti

I gusti di Rigoletto

Lo stress da vita criminosa, si sa, può essere difficile da gestire e un boss non può permettersi di crollare; la strada sarà però in salita. Commedia frizzante che dipinge la mafia in modo da riderci sopra senza prendersi troppo sul serio. Chi meglio di De Niro può raccontare un mondo simile? Ramis lo sa bene e gli affida il ruolo del malavitoso, affiancandogli una spalla di lusso come Billy Crystal, perfetto nel ruolo di strizzacervelli sull'orlo, anche egli, di una crisi di nervi. Ottimo Viterelli, simpatico braccio destro del boss.

Rambo90 31/01/19 22:09 - 6428 commenti

I gusti di Rambo90

Divertente farsa che prende in giro i gangster movie fondendoli con scenari quasi alleniani fatti di psicologi e liti prematrimoniali. Certo non c'è nulla di davvero esaltante, ma la sceneggiatura è puntuale nel servire ai due ottimi protagonisti materiale su cui costruire i propri personaggi. Ramis dirige bene, con il giusto ritmo e gli apporti della Kudrow e di un caratterista fantastico come Viterelli hanno il loro peso. Buono.

Paulaster 27/09/19 10:12 - 2863 commenti

I gusti di Paulaster

Boss mafioso avrà bisogno di uno psichiatra. Trama sui tiramolla dei protagonisti e parzialmente sulla vendetta dei nemici. I siparietti sono riusciti grazie a De Niro che fa il Capone in veste semiseria e a Crystal che ha discrete battute. Alla fine i ruoli quasi si confondono fino a una conclusione da resa dei conti. Piccolo omaggio al Padrino di Coppola.
MEMORABILE: "Io finocchio, tu morto"; Crystal buttato nella vasca degli squali; "Investito da un camion, due volte".

Lupus73 30/06/20 13:36 - 680 commenti

I gusti di Lupus73

Brillantissima commedia dall'insolito soggetto: De Niro boss mafioso italo-americano con crisi di pianto che decide di andare in terapia dallo "strizzacervelli" Billy Crystal. Ne scaturiscono gag altrettanto insolite e veramente divertenti, che non si limitano a far sorridere. De Niro sembra "giocare" i suoi ruoli storici (Il padrino 2, C'era una volta in America eccetera) trasformandoli in caricatura, e Crystal, incastrato in una situazione dalla quale non si può sottrarre, è una controparte/spalla formidabile. Tra le più riuscite commedie americane degli ultimi trent'anni.
MEMORABILE: "Tuu...tuu....tu sei bbravo" (De Niro con la classica smorfia sorridente indica Crystal): diventerà una leitmotiv anche nel sequel.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Samuel1979 • 13/11/12 08:52
    Call center Davinotti - 2975 interventi
    Almeno 5 attori presenti in questo film avevano preso parte al film "Bronx": Oltre a Palminteri e De Niro, ci sono Clem Caserta, Frank Pietrangolare e Alfred Sauchelli Jr (quest'ultimo appare solamente in una delle ultime scene).
    Ultima modifica: 13/11/12 10:00 da Zender