Gunga Din

Media utenti
Titolo originale: Gunga Din
Anno: 1939
Genere: avventura (bianco e nero)
Note: Soggetto dal poema omonimo di Rudyard Kipling, pubblicato nel 1892.
Numero commenti presenti: 4

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 22/01/11 DAL BENEMERITO F. FELLONI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

F. felloni 22/01/11 02:38 - 10 commenti

I gusti di F. felloni

Non lasciatevi ingannare dalla data di questo film. Gunga din è un film pieno di ritmo e che si lascia vedere molto tranquillamente, con scene d'azione dotate di coreografie credibili anche sotto il punto di vista della resa delle tecniche di combattimento. È anche un film sulla realtà coloniale, caratterizzato dalla mentalità reazionaria tipica di quegli anni (che il doppiaggio sottolinea ancora di più). Tuttavia le scene non di azione sono perlopiù leggere e fanno spesso sorridere. Vedibilissimo.

Galbo 30/03/13 09:10 - 11454 commenti

I gusti di Galbo

Piacevole cinema d'altri tempi. Film "coloniale" diretto da George Stevens e tratto da un romanzo di Rudyard Kipling e' realizzato con professionalità di altissimo livello, a partire da regista e da un gruppo di ottimi attori. Molto ritmo e un'azzeccata combinazione di avventura e ironia. Magari ideologicamente datato, ma senza dubbio un bello spettacolo.

Cotola 28/09/19 11:46 - 7634 commenti

I gusti di Cotola

Piacevolissimo film di Stevens che mescola in modo riuscito avventura e commedia. Il comparto attoriale è azzeccato e fornisce belle prove. I ritmi si mantengono sempre buoni e fanno registrare poche e brevi pause. Gunga Din poi è un personaggio che non si dimentica. Ci si diverte e le due ore passano in fretta. Gli accenti colonialisti ci sono e potrebbero infastidire qualcuno, ma oltre ad essere in linea con l'epoca non sono poi così spiccati ed esaltati, soprattutto considerato che sono passati ben ottant'anni dalla realizzazione della pellicola. Buon film.

Daniela 30/09/19 11:40 - 9663 commenti

I gusti di Daniela

In India, una guarnigione britannica deve vedersela con una setta di seguaci della dea Kali. Intanto Gunga Din, un umile portatore d'acqua indigeno, sogna di diventare un soldato... Impossibile vedere in azione il Gunga Din di Jaffe senza ripensare all'esilarante parodia che ne fatto Sellers in Hollywood Party. A parte questo e mettendo tra parentesi il ributtante paternalismo coloniale mutuato dal poema di Kipling, un film d'avventure piacevole che smussa con tratti farseschi il discutibile eroismo del trio scanzonato Grant-McLaughen-Fairbanks.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Daniela • 10/03/15 17:23
    Consigliere massimo - 5298 interventi
    Il film ha avuto un remake non dichiarato e un omaggio/parodia.
    Tre contro tutti, diretto nel 1962 da John Sturges, riprende la trama di Gunga Din con ambientazione western e Rat Rack al completo.
    La parodia è quella indimenticabile di Hollywood Party di Blake Edwards: Sellers interpreta il ruolo di Hrundi V. Bakshi, attore indiano chiamato a replicare il personaggio di Sam Jaffe con risultati disastrosamente esilaranti.