Curiosità su I due marescialli - Film (1961)

CURIOSITÀ

4 post
  • Se vuoi aggiungere una curiosità a questo film, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (se necessario) e se gli eventuali titoli in essa citati hanno il link alla relativa scheda sul Davinotti, verrà spostata in Curiosità.
  • Smoker85 • 14/01/12 01:15
    Custode notturno - 82 interventi
    L'ultima scena del film, in cui De Sica rincorre Totò, si può avvertire chiaramente che sul grande maestro del neorealismo è usato un doppiatore: curiosità delle curiosità, si tratta di Carlo Croccolo, che era solito doppiare proprio il Principe, specie quando i peggioramenti della vista gli rendevano arduo leggere i copioni e doppiarsi da solo.

    (fonte: wikipedia)
  • Zelig46 • 30/10/12 10:44
    Galoppino - 94 interventi
    Non solo Carlo Croccolo doppia Totò in alcune scene, ma dal sito di Antonio De Curtis in una sua dichiarazione si viene a sapere che nell'ultima scena doppia anche Vittorio De Sica!

    Il motivo è semplice: finite le riprese, il montaggio e doppiaggio si resero conto che mancava qualche scena, così richiamarono De Sica e Totò per l'integrazione delle voci, ma i due nel frattempo si erano impegnati in altri lavori, così nacque l'idea di Carlo Croccolo.
  • Fedemelis • 17/06/14 08:51
    Fotocopista - 2139 interventi
    La moglie del Podestà Pennica (Gianni Agus) è interpretata da Nori Corbucci, allora compagna del regista e aiuto costumista del film: ruolo affidato da Sergio Corbucci durante le riprese per risparmiare sulle comparse minori.

    Fonte: Intervista nell'extra del DVD
  • Siska80 • 13/07/20 20:54
    Risorse umane - 677 interventi
    Per questo film venne utilizzata una pellicola speciale che non richiedeva molta luce sul set, al fine di tutelare la già precaria vista di Totò. Fonte: Imdb