LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 6/04/07 DAL BENEMERITO IL GOBBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il Gobbo 6/04/07 12:55 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Riduzione per il grande schermo del romanzo di Buzzati, efficacissima nel rendere lo squallore, l'abiezione e la tristezza della storia fra il maturo architetto Dorigo e la disinibita Laide. Perfetta Agnes Spaak, Brazzi se la cava alle prese con la nemesi del suo ruolo di seduttore. Musiche di Gaslini e splendida fotografia. Da riscoprire.

Uomoocchio 10/08/07 09:58 - 40 commenti

I gusti di Uomoocchio

Non ho letto il racconto di Buzzati, ma questo film è notevole (Vernuccio è un regista da riconsiderare). Il rapporto carnefice-vittima tra un maturo e ricco professionista e una squallida ninfetta: bella ed efficace l'ambientazione milanese, stupenda la colonna sonora di Gaslini, Brazzi è bravo e misurato. La Spaak invece... Mah, non ha la personalità né la bellezza che dovrebbero renderla irresistibile ma forse la cosa è intenzionale, per rendere meglio l'assurdità della situazione e l'aspetto morboso.

Homesick 22/12/08 17:24 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Dall’omonimo romanzo di Buzzati. La regia di Vernuccio è piana – tranne nella scena dell’incubo dell’”ospedale” – ma corretta e sa definire adeguatamente sia la coppia protagonista (il maturo e ingenuo Brazzi e la capricciosa sgualdrina Spaak), sia i personaggi secondari ma imprescindibili della Merlini e di Blain. Efficaci le musiche di Gaslini (con canzone interpretata da Dosaggio) e il bianco e nero della fotografia di Scavarda.

Stefania 28/01/10 01:24 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

La laida Laide sfrutta il maturo Antonio... Ovvero: il maturo Antonio ha l'arrogante pretesa di comprare non solo il corpo, ma anche l'amore di Laide... uno dei tanti pregi di questo film è lo sguardo non giudicante che offre sui personaggi e sul loro vivere. Brazzi è bravissimo a rendere, del suo Antonio, la goffaggine, la rigidezza, i brevi e buffi entusiasmi. E la regia è scarna ma fluidissima, sorprendente nella sequenza onirica, dormiveglia di un malato di febbre. Perfetto anche l'ambiguo Blain.

Dusso 22/07/11 07:31 - 1544 commenti

I gusti di Dusso

Tratto da un romanzo di Buzzati che trovò gli attori del film molto adatti a quelli che lui aveva raccontato nel libro, è un film che mi è indubbiamente piaciuto, merito di una regia che ho trovato davvero ottima e funzionale con belle trovate e una grande vivacità. Notevoli i due protagonisti. Non ho visto molti film di Agnes Spaak per giudicarla, ma qui è molto brava e Brazzi altrettanto. Tema musicale d'accompagnamento davvero azzeccato.

Fauno 1/11/11 14:30 - 1970 commenti

I gusti di Fauno

Senza usare epiteti troppo volgari, se c'è un film che tira gli schiaffi lontano un chilometro dal gran che snerva per la pochezza sia di trama che di attori e fa sprigionare un disprezzo totale sia da parte dei maschilisti che delle femministe è proprio questo... Lei capricciosetta, irresponsabile, bugiarda, priva di cultura, della serie giochi intelligenti per bambini scemi, lui viziato e bamboccio fino al midollo, che si meriterebbe di essere ancora più umiliato di quanto lo sia. Altro che amore, questa è soggiogazione bella e buona di un pisellone. Brazzi nel film ha 48 anni e sembra mio nonno... si salva la Milano in bianco e nero ancora a misura d'uomo, ben lontano da quella dell'amaro Ramazzotti

Lucius 15/11/12 05:04 - 2862 commenti

I gusti di Lucius

La solitudine in età matura, la necessità di avere una compagna che la colmi, anche se di differente ceto sociale, anche se molto più giovane; l'importante è che sia donna. Pur considerando che oggi la cosa fa certamente meno scandalo di allora, resta un certo squallore di fondo, il cui senso emerge dalla visione per merito del regista. Il bianco e nero e un certo quid, non so quanto voluto, mi han fatto apprezzare la pellicola, perchè di storie così ne esistono a bizzeffe. Pertanto risulta realistica e patetica, ma autentica.

Myvincent 24/01/21 09:55 - 2712 commenti

I gusti di Myvincent

Tratto da un romanzo di Buzzati, il film fortunatamente risente della sua fonte letteraria, evitando così di trasformarsi in un'opera pruriginosa come tante. Un uomo maturo (ma immaturo affettivamente), soggiogato al rapporto materno, sembra diviso fra un amore mercenario e un altro approvato dalla società borghese a cui appartiene. Rossano Brazzi alza il valore di una trasposizione difficile altrimenti da rendere pienamente. La sorella della più famosa Spaak gli fa da contraltare, indelicatamente, inaspettatamente, ma con sufficiente aderenza all'operazione complessiva.

Gianni Vernuccio HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Undying • 23/05/08 22:41
    Scrivano - 7619 interventi
    Visto l'importante pallinaggio del nostro Gobbo, direi che l'uscita in DVD (vendita), annunciata per il 10 Giugno (nel catalogo Surf Video) non può che essere attesa dagli amanti del cinema italiano (mi)sconosciuto...
  • Discussione Dusso • 3/11/11 07:58
    Segretario - 1620 interventi
    Scusami Fauno nel film Brazzi è stato volutamente fatto invecchiare visto che il personaggio che doveva interpretare credo dovesse avere almeno 10 anni in piu' di quelli che Brazziaveva (47-48 anni) al momento in cui ha girato il film.Il fatto che nel film sia stato invecchiato tramite qualche trucco lo puoi leggere nell'ottimo archivio storico della Stampa online facnedo una semplice ricerca
    Il film per me è avviso è molto carino comunque i gusti sono gusti...
  • Discussione Fauno • 3/11/11 21:59
    Contratto a progetto - 2563 interventi
    Ciao Dusso. Credo di essere stato molto attento a proposito, e mi pare che proprio in una scena lui dicesse di avere 48 anni nel film, non nella realtà (non so nel'65 quanti ne avesse effettivamente). Mi son permesso quell'epiteto, ma l'ho fatto solo per ridere, perchè effettivamente, come tutto, sembra che ne abbia ben più di 48...Va bene che un conto era avere quell'età nel '65 e un conto averli adesso, che perfino a 75 si ha la pretesa di fare ancora i rubacuori, ma dal momento che purtroppo per me il film è stato un calvario, non potevo fare a meno di puntualizzarlo. Figurati che a me Brazzi piace tantissimo. Ma anche ad Agnes Spaak non ne ho risparmiate...A presto. FAUNO.
  • Musiche Lucius • 11/10/12 20:55
    Scrivano - 8367 interventi
    Direttamente dalla prestigiosa collezione Lucius, il 45 giri originale:

    Ultima modifica: 12/10/12 08:13 da Zender
  • Musiche Lucius • 19/10/13 00:06
    Scrivano - 8367 interventi
    Sempre direttamente dalla prestigiosa collezione Lucius, il 45 giri di una cover targata Pino Donaggio:

    Ultima modifica: 19/10/13 08:26 da Zender