Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

Uno dei film di Totò più sopravvalutati dopo la rivalutazione postuma del grande comico napoletano. Citatissimo lo sketch in casa Bellavista (che infatti l'anno dopo gli sceneggiatori, Age e Scarpelli riprenderanno, in meglio, nella scena della famiglia “distratta” in SETTE ORE DI GUAI), con Totò che si finge miope per solidarietà con i Bellavista, tutti semiciechi: scambieranno sigari per salsicce, inchiostro per amaro continuando a vagare, scontrandosi, sul set. È l'esempio di una buona idea diretta con poca dimestichezza, un po' come tutto il film, che procede a episodi (i Bellavista, nella casa del dentista, all'ambasciata, il...Leggi tutto lungo e pomposo finale in casa...) che hanno qua e là momenti molto riusciti (specie quando la spalla è il fido Mario Castellani) ma troppi dilungamenti improvvisati. Il risultato è un film disomogeneo, inutilmente gridato (ingombrante la presenza di Ave Ninchi, la zia invadente) e girato volutamente con l'intento di accelerare il ritmo finendo invece per livellarlo sulla sovraeccitazione del cast secondario (Pavese, Ave Ninchi, Aroldo Tieri, il paziente con il mal di denti...), a lungo andare sfibrante. E l’orrendamente interminabile gag del boomerang che torna sempre al padrone raggiunge note di demenzialità surreale oggi imbevibili. Peccato per Totò, che si rivela ancora una volta fucina inesauribile di lazzi e giochi di parole al limite del geniale e che offre, in alcuni momenti, una mimica degna dei migliori performer del cinema muto. Se solo non si fossero infilati nel minestrone troppi ingredienti senza curarsi del fatto che si sposassero bene insieme potremmo ricordare il film di Bragaglia in modo migliore.

Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Lovejoy 30/12/07 15:04 - 1823 commenti

I gusti di Lovejoy

Tra i più divertenti del grande comico napoletano. Ben scritto e ottimamente diretto da Bragaglia, che lascia campo libero all'improvvisazione del comico il quale, infatti, crea un paio di scene memorabili: quella in casa della famiglia Bellavista e quella nella casa del dentista. Per non parlare di alcune battute altrettanto memorabili. Totò è al massimo della forma affiancato da uno splendido cast di supporto su cui spiccano il socio di sempre Castellani, la Ninchi, Aroldo Tieri, Pavese e Garinei. Cult.
MEMORABILE: "Quale dente le fa male? Il canino?" "No, No, quello vicino... il gattino!"; "Ci vuole una donna adatta alla tua condizione." "Ah, con la condizionale".

Galbo 2/01/08 19:27 - 12393 commenti

I gusti di Galbo

Tra i film di maggior successo del grande artista napoletano, è in realtà tra i più sopravvalutati. La regia di Bragaglia asseconda il comico in una serie di numeri comici (a volte francamente irresistibili) che però mancano di una sceneggiatura "collante", con un impianto generale piuttosto debole. Ottima comunque la prova di tutti i caratteristi coinvolti.

Undying 25/05/08 17:51 - 3807 commenti

I gusti di Undying

La zia Adelia, residente in Australia, invia cospicue somme di denaro al nipote Totò che, come scultore, versa sempre in miseria. Una missiva della parente annuncia il rientro in Italia ed una condizione: il nipote dovrà sposarsi con una donna di colore e la foto allegata alla lettera induce Totò in uno stato di angoscia, essendo, la ragazza, dire brutta un eufemismo. Unico tentativo è quello di trovare una moglie prima dell'arrivo della parente: tramite agenzia matrimoniale finisce in casa dei cecati di nome Bellavista. Esilarante e spassoso!

Pigro 9/05/11 08:58 - 9666 commenti

I gusti di Pigro

Esilarante infilata di episodi, tutti basati sull'equivoco, uniti insieme dalla trama pretestuosa della ricerca della moglie da parte di uno scultore squattrinato (astrattista? no, assenteista...). Con alcuni brani di grasso divertimento a cominciare dalla miope famiglia Bellavista per finire con l'omaggio alle mogli di Keaton. Si ride di gusto, anche se l'intera macchina perde colpi qua e là, soprattutto nella sua concezione generale. Da notare l'estrema cura nel ricreare la casa dell'artista, con molte opere da collezione. E un curioso finale metafilmico.

B. Legnani 22/08/11 16:22 - 5532 commenti

I gusti di B. Legnani

Bruttarello. Serie di scenette disomogeneee, tenuemente incollate l'una all'altra, sul tema dello scambio di persona e dell'equivoco in generale. Ne esce una farsaccia con vari momenti pessimi (il boomerang), taluni carini (l'azzoppamento generale all'Ambasciata di Papillonia) e troppa eccitazione. Sbalorditiva citazione (l’inseguimento del gruppo delle aspiranti mogli) da L'hereu de Ca'n Pruna (1904) del periodo spagnolo di Segundo de Chomón! Citazione o copiatura bella e buona... Non più di *½
MEMORABILE: Totò, accennando alla Ninchi: "Sembra uno zio, ma è una zia!"

Graf 14/10/12 15:03 - 708 commenti

I gusti di Graf

Il futurista Bragaglia con gli sceneggiatori Marchesi e Metz sono i creatori del Totò marionetta senza tempo e che si muove in uno spazio astratto. Un personaggio privo di spessore realistico e senza un'identità sociale specifica che si aggira dentro la storia con la logica della comica del muto. Totò in questo film di impostazione teatrale ha i tempi comici perfetti e le sue espressioni, le sue pause, le sue movenze, sono quelli ereditati dall'antica commedia dell'arte. Il film é modesto, la storia appiccicata con lo sputo e la regia manca di stile.
MEMORABILE: Da ricordare la comicissima sequenza in casa della famiglia Bellavista; La scena del dentista geloso è puro distillato nonsense cinematografico.

Gabrius79 5/09/13 18:59 - 1427 commenti

I gusti di Gabrius79

Farsa piuttosto squinternata con un Totò in ottima forma e una bravissima Ave Ninchi come spalla. Risate assicurate dettate da una trama un po' banale ma tutto sommato gradevole. Film piuttosto breve, ma alla fine è meglio così, altrimenti l'idea tirata per le lunghe avrebbe stancato.

Minitina80 17/09/16 15:25 - 2984 commenti

I gusti di Minitina80

Molti dei film a cui ha partecipato Totò possono essere accostati per impostazione alla struttura tipica della commedia dell’arte. "Totò cerca moglie" non è da meno e anche qui tutto ruota attorno a un canovaccio su cui gli attori improvvisano andando avanti a soggetto. Non mancano i caratteristi che lo affiancano con la solita professionalità e i richiami al surreale, parte integrante della comicità del Totò più libero da esigenze di copione. Curioso e simpatico il finale metacinematografico.
MEMORABILE: La mia arte è assenteista, cioè vale a dire: nelle mie opere manca sempre qualche cosa.

Rambo90 28/11/17 00:00 - 7697 commenti

I gusti di Rambo90

Un Totò scatenato in una delle sue perfomance più divertenti, ben servito da una sceneggiatura che propone equivoci su equivoci senza mai scadere nell'ovvio o nel ripetitivo. Come in altre sue regie, Bragaglia impone un ritmo serrato, sempre fresco, aiutato anche da una buona dose di gag slapstick. Bene il cast di contorno, pieno di caratteristi importanti (tra tutti la Ninchi e Castellani). Notevole.

Paulaster 16/09/19 10:51 - 4419 commenti

I gusti di Paulaster

Zia australiana propone sua nipote a Totò per il matrimonio. Premessa con i soliti equivoci amorosi per concedere al protagonista i tipici giochi di parole. Nella seconda parte il tutto diviene più inverosimile e utilizza una comicità in stile film muto. La conclusione con le varie spose è uno scopiazzamento del cinema di Keaton. Inserimento di metacinema che dà una certa variazione di stile e una sottolineatura al nome di Totò.
MEMORABILE: La modella spiata dalla serratura; Il boomerang; La cannibale; Gli zoppi.

Carlo Ludovico Bragaglia HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Animali pazziSpazio vuotoLocandina Casanova farebbe così!Spazio vuotoLocandina Totò le MokòSpazio vuotoLocandina 47 morto che parla

Giùan 29/07/22 15:39 - 4559 commenti

I gusti di Giùan

Farsa raccogliticcia che, recuperando titolo e si presume parti di set di un precedente, si muove fisiologicamente tra il godibile e l'asfittico, la cialtronata post litteram (la foto della serva aborigena) e tocchi di surrealismo avanguardista (Bragaglia che dirige era uomo eclettico e talentuoso, decisamente superiore a molte delle sue regie). Age e Scarpelli tirano su dalla gavetta un paio di citazioni (Keaton su tutte) e il riadattamento della gag da rivista sui miopi (destinata certamente all'antologia totoesca). Il principe ci mette i suoi lazzi, Merlini e Ninchi qualche lazzo.

Noodles 31/10/22 23:19 - 2228 commenti

I gusti di Noodles

Divertentissima commedia degli equivoci in tipico stile Totò, stavolta scatenati dalla ricerca di una consorte. Innumerevoli sono le gag esilaranti, alcune diventate molto famose come quella della famiglia Bellavista. Ma forse il meglio è Totò che azzoppa tutti all'ambasciata di Papillonia. Insomma, gira tutto bene in questa commedia, forse una delle migliori del periodo per l'attore napoletano. Il resto del cast fa da ottima spalla, con un'ottima Ave Ninchi. Forse un po' troppo tirato per le lunghe il finale. Da vedere assolutamente, per i fans ma non solo.

Gottardi 16/01/23 11:18 - 396 commenti

I gusti di Gottardi

Scultore squattrinato deve sposarsi urgentemente per compiacere ricca zia australiana che vuole maritarlo a bella nipote erroneamente scambiata per orrida aborigena. Disavventure ed equivoci nella ricerca della moglie ideale. Una volta di più un film sconclusionato che si regge solo sulle doti mimiche e verbali di Totò. Le situazioni si svolgono in episodi quasi autonomi, inizialmente passabili, poi degenerano man mano nella farsa sgangherata e financo nell’urlato fastidioso (sbaglia stranamente registro la Ninchi). Gag oltremodo loffie. Peccato per i bravi Castellani e Merlini.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Discussione Jacopotore • 29/09/16 17:11
    Disoccupato - 1 interventi
    Qualcuno mi sa dire il significato della frase finale?
    Non capisco se si riferisce al bacio
  • Discussione Wikipedian • 1/09/22 19:01
    Disoccupato - 3 interventi
    Qualcuno ha informazioni su Ubaldo Loria, che in questo film interpreta il ruolo del primo aiutante dell'ambasciata di Babilonia?

    Qui ho elencato tutte le partecipazioni note dell'attore.
    In questa pagina è possibile vedere le immagini relative.
  • Discussione B. Legnani • 1/09/22 19:05
    Pianificazione e progetti - 14964 interventi
    Wikipedian ebbe a dire:
    Qualcuno ha informazioni su Ubaldo Loria, che in questo film interpreta il ruolo del primo aiutante dell'ambasciata di Babilonia?

    Qui ho elencato tutte le partecipazioni note dell'attore.
    In questa pagina è possibile vedere le immagini relative.

    Se le immagini sono state da te catturate, dovresti scegliere l'immagine migliore e metterla qui.