Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONCineprospettive

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Daniela 31/12/21 19:20 - 11836 commenti

I gusti di Daniela

Tre belle figliole di nazionalità assortite impegnate in un gran tour ra le bellezze italiche tra contrattempi, stupori ed avventure sentimentali con i maschi locali... Nel suo film meno personale, Pietrangeli dirige un lungo spot turistico che nella trama ricorda il più riuscito Tre soldi nella fontana di pochi anni prima. Riconosciuto il tocco garbato, restano però da segnalare la scarsa simpatia delle tre fanciulle, la banalità imperante e l'abbondanza degli stereotipi sugli italiani ed il Bel Paese. Quanto agli attori, replicano senza troppo sforzarsi personaggi a loro abituali.

Il Gobbo 24/03/08 16:10 - 3013 commenti

I gusti di Il Gobbo

Mega-spot d'epoca per turisti stranieri, che sciorina ovviamente tutto il campionario di luoghi, situazioni e banalità del caso, cui si finisce ormai per guardare con una certa nostalgia, al cospetto dell'abbruttimento attuale. Certo il ritmo langue e la melassa abbonda, meno male che c'è Albertone a innervare un po' il tutto col suo gustoso cammeo, che culmina in un breve ma efficace duetto con Mario Carotenuto. Ferzetti doppiato da Gualtiero De Angelis, Dario Fo co-sceneggia e fa una brevissima apparizione. Innocuo.

B. Legnani 28/03/08 23:08 - 5323 commenti

I gusti di B. Legnani

Ronf, ronf. Noioso racconto con tre fanciulle straniere (difficile dire che sia la più antipatica) che vengono in Italia (capiscono tutto, pure i dialetti...) e, tanto banalmente quanto incredibilmente, vi si innamorano. Se lo spettatore non si è già addormentato, può godere di un duetto, tanto carino quanto breve, fra Sordi e Carotenuto. Perfino De Sica qui è banale, quasi quanto il filmetto. Cartolinesco.
MEMORABILE: "Lei è conte?" "Non è colpa mia!"

R.f.e. 3/07/09 09:59 - 816 commenti

I gusti di R.f.e.

Secondo molti si tratta del film peggiore di Pietrangeli. Non è proprio così, anche se il regista confeziona un film-cartolina seguendo tre straniere che, sull'onda musicale di una canzone (composta nel 1955 da Lelio Luttazzi e cantata da Jula De Palma), visitano il Belpaese percorrendo i luoghi indicati dall'agenzia Cook (Finale Ligure, Portofino, Venezia, Firenze, Pisa, Roma). Da notare: Dario Fo nel ruolo di una guida turistica, un De Sica un po' sprecato e un divertente Alberto Sordi. In fondo non male, molto "Italia Anni Cinquanta".

Ciavazzaro 11/01/10 11:25 - 4774 commenti

I gusti di Ciavazzaro

C'è un buon cast, ma bisogna ammettere che non è molto riuscito. Il film infatti risulta troppo inconsistente e nonostante i paesaggi siano ottimi, quello che manca è una solida sceneggiatura e una buona messa in scena. Peccato, ma non posso valutarlo positivamente.

Galbo 12/01/10 12:30 - 11975 commenti

I gusti di Galbo

A metà tra la commedia di costume e l'opuscolo turistico per stranieri in vacanza in Italia, Souvenir d'Italie è la storia di tre austoppiste francesi che girano il nostro paese incontrando varia umanità. Siamo negli anni '50 e il risultato è una raccolta di personaggi a tratti divertenti ma assai stereotipati quasi per un autocompiacimento a concretizzare i luoghi comuni sulla penisola.

Graf 22/04/12 01:35 - 708 commenti

I gusti di Graf

Film commerciale di Pietrangeli, lento e monotono, ma con una sua elegante dignità. Il regista fa da guida turistica a tre giovani straniere per mezza Italia e, trattandosi appunto del Belpaese, il reportage complessivo è molto colorito e pittoresco, anche dal lato dei tipi umani incontrati e accuratamente descritti. Il ritratto di Sergio, il canagliesco mantenuto di una ricca tardona, interpretato da Sordi, è uno di quelli che non si dimentica: un grottesco capolavoro di ipocrisia di un uomo vizioso e bambinesco che ha l'inferno nel cuore. Film datato.
MEMORABILE: L'impressionante ritratto del vitellonesco manutengolo tratteggiato da Sordi si pone tra gli apici assoluti della sua pur ricca galleria di personaggi.

Homesick 5/07/17 16:33 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Viaggio turistico-sentimentale scritto e diretto con molto garbo e pacatezza secondo un copione la cui naturale scenografia è costituita da alcuni dei più bei luoghi d'Italia (Riviera Ligure, Venezia, Firenze, Pisa, Roma). Le tre straniere si completano nei loro diversi caratteri (la seriosa inglese Laverick, l'esorbitante francese Corey, l'equilibrata tedesca Schöner), interagendo brillantemente con i colleghi italiani, in particolare il cordialissimo nobiluomo De Sica e il mantenuto Sordi. Una raccolta di ridenti cartoline inviate con amichevoli saluti: un "souvenir d'Italie" in celluloide.
MEMORABILE: De Sica amabile conte; Sordi che si finge tirolese; Cifariello che studia storia dell'arte italiana per far bella figura con la Schöner.

Panza 4/05/19 18:37 - 1678 commenti

I gusti di Panza

Palesemente concepita per l'esportazione, la storia di un grand tour italiano compiuto da tre straniere: non mancano infatti cliché nella rappresentazione degli italiani di allora. Peggiore è però la seconda parte della pellicola, in cui prendono piede le varie vicende sentimentali delle tre che oscillano tra il languido e l'inconsistente. La chicca del film è il quarto d'ora, con un fenomenale Sordi; onorevole la parentesi con De Sica. Nonostante la scarsezza di molte fasi, ha però dalla sua la buona mano di Pietrangeli in regia.

Minitina80 4/12/19 08:57 - 2758 commenti

I gusti di Minitina80

Sin dai primi minuti si intuisce come il film abbia poco da dire, non potendo disporre di uno scritto accattivante e con qualcosa di concreto da esprimere. Le protagoniste non riescono a emergere in maniera convincente e risultano, come se non bastasse, anche un po’ antipatiche. De Sica e Sordi fanno la loro parte con mestiere, non riuscendo però a cambiare le cose dato il contesto penalizzante e fortemente deficitario. Il distacco è una logica conseguenza e arrivare ai titoli di coda rappresenta un vero sforzo di cui si sente il peso sullo spalle.

Antonio Pietrangeli HA DIRETTO ANCHE...

Zampanò 8/09/20 16:40 - 375 commenti

I gusti di Zampanò

Una carriera impeccabile, Pietrangeli, con quest'unico neo. Film obiettivamente di genere, americaneggiante (di certo sarà stata una produzione a tema). All'insipienza generale aggiungono pepe solo i portabandiera nostrani: De Sica, nell'eterno ma sempre confacente ruolo di nobilissimo senza una lira, e Sordi, medio cialtrone italico. Blandi Girotti e Ferzetti. Il colore però aiuta la cartolina: bello rivedere Venezia, Pisa, Firenze negli anni 50.
MEMORABILE: Il meccanico studia tutta la notte per non sfigurare con la studentessa al Palatino.

Pessoa 26/05/21 22:55 - 2450 commenti

I gusti di Pessoa

Classica cartolina delle bellezze italiane ad uso esportazione che si rifà a Vacanze romane sin dal titolo della versione internazionale. Le vicende restano piuttosto banali, nonostante i grandi nomi che firmano lo script, e sembra quasi che la necessità di non uscire dal sentimentally correct limiti le soluzioni narrative a scontati stereotipi togliendo al superbo cast di contorno (che comunque riesce in parte a tenere in piedi l'operazione) la possibilità di dare una svolta al film. Mediocre la prova delle anonime protagoniste. Ottima la confezione che potrebbe valere la visione.

Fabbiu 5/10/22 21:44 - 2066 commenti

I gusti di Fabbiu

Particolare commedia "turistica" concepita per vendere l'immagine dell'Italia. Se da un lato abbonda di ingenuità tipiche del periodo (le incessanti sviolinate di sottofondo anche quando non servono ,oppure il fatto che le straniere in viaggio parlino un italiano più forbito degli italiani stessi), dall'altro presenta agli italiani il modello di donna viaggiatrice coraggiosa, acculturata e totalmente autosufficiente, senza paura dei pericoli (o delle molestie dei soliti italiani). Il segmento più divertente è senza dubbio quello con Sordi (spassoso quando si veste alla tirolese).
MEMORABILE: Mario Carotenuto nei panni del cacciatore visicidone e un giovane Dario Fo che interpreta Carlino, la guida turistica del castello.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Homesick • 21/02/10 09:50
    Scrivano - 1369 interventi
    Dal 10 marzo in dvd per Passworld.
  • Homevideo R.f.e. • 24/11/10 19:47
    Fotocopista - 850 interventi


    Eccolo:

    Dvd Passworld, distr. Cecchi Gori Home Video, 2010

    100 min.

    9 Singola faccia, doppio strato (Formato schermo Full screen)

    PAL Area 2

    Lingua audio:italiano, Dolby Digital 5.1 - inglese, Dolby Digital 5.1

    Lingua sottotitoli: italiano

    Contenuti extra: foto; dietro le quinte (making of)
    Ultima modifica: 24/11/10 20:06 da R.f.e.