LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO INSERITO IL GIORNO 17/10/10 DAL BENEMERITO ZUTNAS POI DAVINOTTATO IL GIORNO 5/04/14
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Zutnas 17/10/10 21:16 - 85 commenti

I gusti di Zutnas

I Repo Men sono uomini d'azione che hanno il compito di riprendersi con ogni mezzo gli organi artificiali che i possessori non sono in grado di pagare. L'idea di fondo è anche originale e il messaggio c'è, ma la trama nel suo svolgimento si rivela poi prevedibile e quasi banale. Belle le scene d'azione e tutto sommato buone le prove degli attori, che salvano un film che probabilemente non passerà alla storia. Consigliato solo agli appasionati del genere sci-fi/thriller.

Nando 25/10/11 09:23 - 3471 commenti

I gusti di Nando

Amara parabola fantascientifica in cui si immagina un tetro futuro fatto di organi artificiali difficili da pagare. Cruento e splatter, il film mostra uno sviluppo narrativo interessante coadiuvato da un cast di buon livello, tuttavia l'input che alza la media è lo spiazzante quanto azzeccato finale.

Galbo 10/01/11 07:08 - 11381 commenti

I gusti di Galbo

Decisamente originale l'assunto narrativo di questo action fantascientifico (o meglio fantamedico) nel quale un gruppo di uomini al soldo della multinazionale Union ha il compito di recuperare organi artificiali non pagati direttamente dal corpo dei pazienti. Peccato che dopo una prima parte interessante, dedicata all'approfondimento dei personaggi, la seconda proceda in modo più scontato, salvo riprendersi con un sorprendente e bellissimo finale. Ottima la prova del cast, con un inedito Jude Law, affiancato dal sempre bravo Withaker.

Stubby 18/03/11 18:28 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Fantastico, eccezionale, iperviolento, divertente, commovente, spiazzante... insomma non ho aggettivi per descrivere questo action fantascientifico della durata incredibile di oltre due ore dove si è immersi in una turbolenza vera e propria. Forest Whitaker è semplicemente mo-nu-men-ta-le e Jude Law azzeccatissimo. A mio avviso è il top dell'intrattenimento, con scene splatter a iosa e combattimenti esaltanti debitori a Matrix. Freddure e situazioni esilaranti alternate a sequenze drammatiche e poi un finale strepitoso. Sono entusiasta.

Greymouser 27/03/11 23:03 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

L'agghiacciante e impensabile concept di questo film lo pone di diritto in una posizione di spicco nel panorama asfittico della fantascienza degli ultimi anni. Il regista riesce a trasmettere la sgradevole sensazione che un futuro in cui gli organi artificiali non pagati vengono sottoposti ad uno sbrigativo e cruento recupero crediti non sia tanto irrealistico. Forse un po' troppo lungo in certi passaggi, è comunque un prodotto notevole, impreziosito da un finale veramente amaro e spiazzante.

Daniela 1/08/11 07:44 - 9375 commenti

I gusti di Daniela

A dieci minuti dalla fine, nonostante un bel match a due di delirante intimità, il giudizio si era assestato sui due pallini e mezzo. L'interessante spunto di partenza ed il cast molto azzeccato mi sembravano mortificati dalla scarsa originalità della rappresentazione del futuro prossimo venturo in chiave tecno-cenciosa, dalla prevedibile degli sviluppi (il protagonista perde il cuore e scopre di avere una coscienza) e da certe forzature da action-man spaccatutto. E' l'epilogo, di quelli che rovesciano le carte in tavola, a far tornare i conti ed alzare la valutazione.
MEMORABILE: "Lo deve alla sua famiglia, lo deve a se stesso..."

Pol 6/04/12 02:05 - 589 commenti

I gusti di Pol

Un buon film a cui manca quel guizzo di regia per dirsi veramente riuscito. C'è l'azione, c'è il sangue, c'è lo spunto interessante della trama... però il tutto è girato in maniera piuttosto anonima, limitando parecchio il coinvolgimento. Nel finale si cerca di alzare il tiro riuscendoci, ma precedentemente c'è un colpo di scena "risolutore" veramente forzato e tutto sommato ridicolo che a mio parere vanifica in buona parte le ambizioni della pellicola. Nel complesso una sufficienza piena.

Harrys 14/03/12 15:09 - 682 commenti

I gusti di Harrys

Può un finale rivelatore recuperare quanto di manieristico sia stato concepito prima? Dopo un buon incipit il carattere principe del futuribile viene immediatamente a svanire in un cocktail di déjà vu: mi riferisco alla carica evocativa, totalmente annichilita dal plot cardine. Questa la discriminante tra un filmettino e un capolavoro (Blade runner). Gore ingiustificato per quello che si prospetta (purtroppo, se questo ed In Time sono i risultati) come nuovo filone sbanca-botteghini. Tra l'altro Jude Law, immaginandosi nel finale Park Chan-Wook, Tarantino e Cronenberg, appare pure inspiegabilmente cinefilo... *1/2

Cloack 77 23/06/12 17:21 - 547 commenti

I gusti di Cloack 77

Una classica produzione di serie B, con una trama scontatissima, scopiazzatissima o "ispirata a" (o anche "citazionista")... insomma, di seconda mano, per nulla originale che annovera Law, Whitaker, Schreiber, Braga per chissà quali arcani motivi. Cosa vi avranno trovato in questo filmetto inutilmente ed eccessivamente violento è forse l'unico motivo di interesse, anche se bisogna ammettere che sono loro il vero valore della pellicola e sono loro che le permettono di elevarsi al di sopra della media.

Saintgifts 29/08/12 23:25 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Mi soffermerei sulla morale (o su una delle morali): le vite umane sono salvate con organi artificiali sofisticatissimi non perché è giusto così, ma solo per denaro. Non c'è il denaro? la vita vale zero. In questa ipotesi di futuro (ma forse è già così) un film sanguinolento che si riesce a sopportare perché non banalmente fine a se stesso, ma ricco di sentimento e a suo modo profondo, con un andamento falsamente prevedibile e scontato. Per essere felici basta credere di esserlo e forse è l'unica felicità vera. Ottime interpretazioni.
MEMORABILE: L'immensa sala asettica, dove uomini-automi assemblano gli organi artificiali.

Jandileida 14/09/12 22:20 - 1253 commenti

I gusti di Jandileida

Ti serve un rene, un fegato, un cuore? Nessun problema, metti una firmetta e una ditta te ne fornisce uno, nuovo di zecca, al titano: certo, il tasso d'interesse sul pagamento può creare problemi. Nulla di originale perché lo spunto e lo svolgimento sono largamente derivativi, ma il film riesce ad elevarsi oltre la media grazie a una regia che, tolto qualche calo, riesce a mantenere viva la tensione ed ad finale decisamente spiazzante ma non buttato là a caso. Jude Law (sempre più somigliante a Goran Pandev) in palla e Whitaker sempre piacevole. Buono.

Redeyes 29/06/13 13:38 - 2141 commenti

I gusti di Redeyes

Interessante connubio tra medicina, "usura simil bancaria" e amicizia. Senza scivolare sui commenti a una storia per larga parte prevedibile (fin dalla seconda scena si può immaginare che il punto di vista del protagonista verrà ribaltato) mi soffermerò su un finale non eccelso ma che dà lustro agli ultimi banalotti 15 minuti. Ultimissime scene a metà fra Matrix e Atto di forza. Un regista che non ostenta virtuosismi ma dirige bene e una sceneggiatura curata. Mi è piaciuto Jude, ma anche Forest. Decisamente un buon film.

Rambo90 1/07/14 20:00 - 6343 commenti

I gusti di Rambo90

Action fantascientifico dalla trama originale, veloce e divertente nell'esecuzione e con combattimenti e dettagli piuttosto violenti che deliziano i fan di genere. Forse il finale cerca a tutti i costi il colpo di scena, non soddisfacendo a pieno, ma si tratta di uno spettacolo visivamente accattivante e nemmeno troppo stupido. Bravi Law e Whitaker, un po' fuori parte Schreiber.

Puppigallo 16/07/14 13:46 - 4508 commenti

I gusti di Puppigallo

Il recupero organi artificiali è un lavoraccio, ma qualcuno deve pur farlo...Il problema è quando da recuperatore si diventa protestato nello stesso settore. La pellicola, se si eccettua un periodo centrale meno dinamico, ha dalla sua un buon ritmo, attori in palla (l'unico un po' eccessivo è il capo; esageratamente bastardo e ottuso) e un cinismo non indifferente (i recuperi; la totale mancanza di pietà davanti a chiunque, anche donne e bambini). Il traguardo di film riuscito viene poi raggiunto con l'ultima parte, che si avvale di un notevole massacro e di un finale inevitabilmente giusto.
MEMORABILE: "La Union tira fuori il meglio di te" (nel vero senso della parola); Il nido; Ne uccide più la macchina da scrivere che la penna; Il babychirurgo.

Didda23 3/11/14 11:46 - 2287 commenti

I gusti di Didda23

Un film pieno di sostanza per merito di un ispiratissimo Sapochnik, che non ha il timore di sporcarsi le mani utilizzando la violenza in senso metaforico per raccontare come gli ideali (del futuro ipotizzato) siano radicalmente cambiati (il lavoro è lavoro, anche se espianti organi di povera gente). Combattimenti riuscitissimi (si omaggia Oldboy?), sangue a fiotti, pessimismo dialgante e cancerogeno rendono il girato meno banale di quanto appaia. Riuscito il finale, anche se non così epocale come aveva sentito. Perfetto Law e magistrale Whitaker.

Il ferrini 24/05/16 00:22 - 1680 commenti

I gusti di Il ferrini

Ottimo sci-fi che si basa su un'idea alquanto originale: il recupero degli organi artificiali da chi non ne ha pagato le rate. Splatter quanto basta, il film riserva molte scene d'azione ma nel contempo riesce anche a raccontare una grande amicizia e perfino una storia d'amore. Law e Whitaker in gran forma, ma si fa notare anche Alice Braga, qui per metà bionica. Il ritmo è notevole e non ci sono mai cali di tensione nonostante le due ore. Belle anche le musiche di Beltrami.

Schramm 15/09/19 17:32 - 2414 commenti

I gusti di Schramm

Da corpo a corporazione: lo strozzinaggio post-organico con annessi bio-esattori è prolegomeno che apre a nuovi (fra)intendimenti di action, distopia e splatter dove pre e post si sovrascrivono a tiro incrociato. Memore dei corpi senza organi che muove sul filo di lama ove in due mosse si passa da bersaglieri a bersagliati e (forse) ritorno, Sapochnik ci mette un gran cuore bionico, chiedendoci in pegno tutti i restanti apparati (fegato e nervi in primis) e un rinnovato (re)immaginare il mondo/cinema. Solo così godremo dello stesso oltre-amplesso barkeriano col film che sigilla Law e Braga.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Gestarsh99 • 12/07/11 12:46
    Scrivano - 14441 interventi
    Disponibile in edizione Blu-Ray Disc per Universal:



    DATI TECNICI

    * Formato video 2,35:1 Anamorfico 1080p
    * Formato audio 5.1 DTS: Italiano Francese Spagnolo Tedesco Russo
    5.1 DTS HD: Inglese
    * Sottotitoli Italiano Inglese NU Francese Tedesco Spagnolo Cinese Danese Olandese Finlandese Greco Islandese Coreano Norvegese Portoghese Svedese
    * Extra Scene Eliminate (SD)
    Gli Spot della Union (SD)
    Gli Effetti Visivi (HD)