Prima ti sposo poi ti rovino

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Intolerable Cruelty
Anno: 2003
Genere: commedia (colore)
Regia: Joel Coen, Ethan Coen (n.c.)
Numero commenti presenti: 23
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Caesars 13/09/07 15:05 - 2674 commenti

I gusti di Caesars

Commedia abbastanza riuscita che non rientra tra i film migliori dei fratelli Coen ma che comunque risulta piuttosto godibile e merita la visione. Buona l'interpretazione sia di George Clooney che di Catherine Zeta-Jones e validi i personaggi secondari che orbitano intorno alla vicenda. Come spesso succede nei loro film, più che la storia in sé è come viene raccontata che fa la differenza. Tra il discreto e il buono.

Galbo 14/09/07 20:44 - 11348 commenti

I gusti di Galbo

Sicuramente il meno riuscito tra i film dei fratelli Coen: cast sulla carta promettente ma mentre Clooney è avvezzo alla direzione dei Coen, la Zeta Jones non è a suo agio e si vede abbastanza chiaramente; meglio gli attori di "contorno" come G. Rush e BB Thornton; la sceneggiatura alterna inoltre momenti divertenti ad altri meno riusciti ed anche la regia non è brillante come al solito; occasione sprecata.

Lovejoy 24/02/08 18:12 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Divertente, scatenata commedia ben diretta da Joel Coen e con un cast da urlo. Splendidi i due protagonisti con un Clooney che, insieme al ruolo del Cap. Tyne di La Tempesta Perfetta, raggiunge l'apice della sua carriera. Anche la Zeta Jones è probabilmente in uno dei due ruoli azzeccati della carriera. Non male pure il resto del cast dove spiccano le facce di Rush, Thorthon, Herrmann.

Il Gobbo 25/02/08 11:53 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Il problema del film è la firma prestigiosa. Fosse stata quella di un qualsiasi direttore del traffico hollywoodiano avremmo applaudito fragorosamente ritmo, perfidia, grinta. Ma dai Coen ci si sarebbe aspettati un copione meno convenzionale, ancorchè impeccabilmente eseguito, laddove specie nella prima parte la mano è indistinguibile da quella di uno dei summenzionati esecutori. Inconfondibile invece il Coen's touch in certe figure di contorno (il Socio Anziano, Fischio). Esagerata passeraggine della Zeta Jones, chapeau.

Xamini 1/04/08 19:37 - 1000 commenti

I gusti di Xamini

Commedia da degustare senza prestare troppa attenzione alla firma in calce, onde evitare scomodi paragoni. Ci si mette pochi minuti a capirne il registro ma è con l'entrata in scena di Clooney e dei suoi denti accecanti come il sole che il film prende vita. I duetti con la Jones funzionano in virtù della bellezza di lei, ma è il fascinoso inquilino del nostrano lago di Como a essere nella parte. Come pure i personaggi secondari che galleggiano sopra una storia tutto sommato banalotta e prevedibile e che avrei gradito vedere approfonditi (Cedric e il capo su tutti).
MEMORABILE: Clooney e socio che filosofeggiano a processo in corso.

Puppigallo 27/04/08 20:23 - 4499 commenti

I gusti di Puppigallo

Non posso dire che mi abbia entusiasmato questa commediucola, ma neanche che mi abbia annoiato. Ha dalla sua un buon ritmo, attori in palla e alcune interessanti comparse (Joe Fischietto, il cow boy e il barone con cagnetto). La cosa migliore è vedere gli avvocati rigirare spudoratamente la frittata a favore del loro cliente, anche se ha torto marcio. Buoni i dialoghi, ma non spicca mai il volo. Nota di merito per il nero che incastra il pezzo grosso irrompendo nell’albergo. Non male, dopotutto.
MEMORABILE: L’avvocato alla cliente: “Potremmo avere qualche problema con la presenza dell’uomo che ripulisce la piscina, visto che lei non ha una piscina”.

Ciavazzaro 7/10/08 15:56 - 4759 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Poco divertente. La coppia Clooney-Zeta Jones non funziona come dovrebbe e le vere risate mancano. Anche un tentativo di satira corrosiva è fallito miseramente. Insomma tipica commedia anni 2000, davvero poco divertente. Da non vedere, a mio avviso. Pollice verso.

Cotola 8/10/08 17:31 - 7459 commenti

I gusti di Cotola

Pur essendo abbastanza deludente (dai Coen è lecito attendersi sempre parecchio) non è poi così stupido come molti lo hanno dipinto. Certamente non tutti gradiranno lo humor un po' grottesco e sopra le righe che per certi versi è divenuto tipico dei due fratelli. In ogni case può essere visto (a patto di non aspettarsi troppo).
MEMORABILE: La caratterizzazione degli avvocati.

Magnetti 4/02/09 00:05 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Commedia brillante con due mega star piacenti e brillanti. Ma il film non funziona. Manca di quella scintilla che dovrebbe scattare nello spettatore in produzioni come questa... manca il sarcasmo (come diceva lo sceriffo alla moglie in Misery non deve morire, è quello che rende piacevole il matrimonio) necessario per trattare l'argomento marito e moglie (vedasi La guerra dei Roses). Certamente rimane un buon film, ma dai fratelli Coen ci si aspetterebbe qualcosa di più. Infine non posso non sottolineare la bellezza della Zeta Jones.
MEMORABILE: Una scena da piangere (dal ridere)... Joe fischietto che scambia il nebulizzatore anti asma con la pistola...

Matalo! 22/04/09 16:26 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

Punto a favore per questo film; al Lido ho visto Catherine Z in persona: una figa stratosferica! Purtroppo per il resto siamo in un Coen minore e i richiami a Grant e la screwball comedy fan solo sorridere. L'amaro non emerge mai veramente; è uno dei Coen dove sembra si sian divertiti più loro a farlo che noi a guardarlo. Da tre quarti in poi il film crolla e diventa fine a se stesso. Non mancano i sorrisi e l'abilità nel dirigere gli attori è sempre encomiabile.
MEMORABILE: Il prete che apre la cerimonia nuziale cantando "April came she will": solo i Coen san avere questi lampi di genio!!!

Daniela 24/04/09 06:30 - 9231 commenti

I gusti di Daniela

Fosse stata di un altro regista, magari Garry Marshall, l'avrei definita una commedia simpatica e caruccia, il che è poco per i fratelli Coen. Eppure, a parte la bellissima ma un po' immota Zeta Jones, avevano in mano buone carte: Clooney auto-ironico buffo e fascinoso nello stesso tempo, un paio di comprimari di gran classe come Rush e Thornton, una sceneggiatura vivace e qualche scena autenticamente divertente. Qualcosa non ha funzionato nella ricetta, per cui il film, pur gradevole, è da catalogarsi nel novero delle loro opere meno riuscite.
MEMORABILE: Il killer asmatico e confusionario

Ale nkf 8/10/10 15:10 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

"Prima ti sposo poi ti rovino" è una commedia brillante che vede una Zeta-Jones a suo agio a fianco di un Clooney in buona forma. George interpreta un famoso avvocato divorzista che non ha mai perso una causa, ma troverà un'acerrima rivale quale la Zeta-Jones, che con battute simpatiche riesce a farsi piacere dal pubblico. Anche la sceneggiatura è molto curata, con ottimi dialoghi tra i due protagonisti e un finale a sorpresa.

Vstringer 5/12/10 18:07 - 349 commenti

I gusti di Vstringer

Meno folle e grottesco delle loro commedie precedenti (non a caso piacque un po' poco ai fan più accaniti), il film ha un impianto più tradizionale che i Coen governano con grande mestiere. È comunque un prodotto d'alta classe, dove Clooney conferma le sue notevoli qualità nei contesti brillanti e la Zeta-Jones è adeguata al ruolo di maliarda, con qualche guizzo che evidenzia la paternità dell'opera. Peccato per il finale un po' tirato via, dopo che fin lì il film aveva retto benissimo con un ritmo sostenuto.
MEMORABILE: Il socio anziano; il killer asmatico; l'avvio del matrimonio con Thornton.

Capannelle 5/04/11 13:20 - 3702 commenti

I gusti di Capannelle

Commedia brillante dagli esiti altalenanti: se in alcuni momenti produce scene esilaranti (tipo quella del processo con la disquisizione del conte sul "demente da sposare") in altri produce battute ampiamente prevedibili dove l'innesco non funziona. Clooney è nella parte (gustosi i suoi tic nervosi che riproporrà in Burn after reading) mentre la Zeta Jones avrebbe potuto sciogliersi un po' di più. Non male, nel complesso.

Lupoprezzo 5/02/11 12:15 - 635 commenti

I gusti di Lupoprezzo

Scanzonata commediola diretta dai Coen con fin troppa leggerezza, tanto che il loro stile si avverte principalmente nella caratterizzazione dei personaggi di contorno (la fine che fa il killer è memorabile). George Clooney si prende in giro alla grande (questa volta invece dei capelli è fissato coi denti) e Catherine Z Jones è, almeno, un piacere per gli occhi. Certo che se vogliamo paragonarla ad una commedia brillante alla George Cukor...

Didda23 15/04/11 19:05 - 2282 commenti

I gusti di Didda23

Premettendo che i risultati ottenuti con The Big Lebowsky e Fargo sono lontani, il film è inspiegabilmente sottovalutato. Sono invece tutte da gustare le venature ironiche e pungenti presenti nella pellicola. Buono il ritmo e la prova dell'intero cast, in particolare Clooney. Purtroppo manca di chimica e d'impatto, a mio avviso per apprezzarlo veramente servono almeno un paio di visioni. Da riscoprire e rivalutare. Notevole!

Stefania 7/04/11 13:49 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Guerra tra i sessi alla Coen, i quali sanno come giocare con i canoni del genere (o sotto-genere), imprimendovi l'inconfondibile impronta dei loro... artigli! La signora in rosso acchiappasoldi e l'avvocato di grido ossessionato dalla propria dentatura sono stereotipi, eppure incredibilmente divertenti nella loro prevedibilità e, attorno a oro, la coreografia dei personaggi secondari si snoda perfetta e leggera. Un velenoso divertissement sulla classica commedia hollywoodiana!

Jcvd 7/05/11 14:42 - 258 commenti

I gusti di Jcvd

Si è voluto esagerare! La sensazione è questa. È tutto troppo eccessivo, Clooney a tratti è troppo stupidotto, la stessa trama non si regge in piedi... Una buona interpretazione e alcuni personaggi azzeccati non salvano però il film. Due pallini sarebbero stati il mino sindacale per un film con un simile cast. Eppure...

Ryo 6/12/12 11:15 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Il titolo italiano dà l'impressione della solita banale commedia romantica americana. In parte è vero. C'è il romanticismo, c'è la commedia (a tratti demenziale) e in effetti lo stile dei fratelli Coen, sino a questo momento sbalorditivo in merito alla creazione di trame brillanti e dai continui cambi di prospettiva, in questa pellicola va a scemare: troppo conforme agli standard tipici. Rimane comunque una commedia romantica molto originale nella trama, che rompe gli schemi e miscela bene amore e cinismo in una sequela di curiosi eventi.
MEMORABILE: Il sicario; Il testimone Barone Krauss von Espy

Delpiero89 2/09/14 11:04 - 263 commenti

I gusti di Delpiero89

Soliti fratelli Coen e solito guazzabuglio di generi e situazioni. Se leggendo la trama ci si attenderebbe la classica commedia americana dal decorso prevedibile, qui siamo di fronte a un film sicuramente più originale. Non del tutto riuscito però. Troppi risultano i passaggi a vuoto anche se, a tratti, ci si diverte e stupisce. Discreto il cast, con un sorridentissimo George Clooney e la bella Zeta Jones. Rivedibile.

Saintgifts 18/04/16 11:50 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Quando c'è la firma dei Coen brothers chissà perché scatta un altro metro di giudizio; se poi si aggiungono i vari paragoni con altri specialisti del passato, del genere (commedia), si perde di vista il prodotto in questione. Cercando di stare fuori il più possibile da ogni tipo di prevenzione, il mio giudizio è nettamente positivo. Attori in parte, direzione ad alto livello e soprattutto una sceneggiatura originale che assicura divertimento, ironizzando su un argomento non secondario nel costume americano. Musiche e comprimari eccellenti.

Paulaster 29/07/16 12:12 - 2731 commenti

I gusti di Paulaster

Premessa che descrive l'ambiente cinico dei divorzisti Usa con un Clooney che a suon di faccette riempie la scena; scambi di battute fitti e interessanti nei quali i Coen sguazzano a meraviglia. Nella seconda parte il tutto implode con colpi di scena che non fanno più sorridere e l'alchimia dei due protagonisti evapora. Conclusione incolore che sconta troppi accadimenti al limite della sciocchezza.
MEMORABILE: Il concierge in tribunale.

Rocchiola 25/12/19 17:13 - 857 commenti

I gusti di Rocchiola

Dopo il trionfo cinefilo de L’uomo che non c’era i Coen si concedono una pausa con questa commedia sentimentale destinata al grande pubblico. Senza svendersi completamente i due fratelloni firmano una feroce satira dei divorzi milionari che fin dal cinico e grottesco incipit si rivela piuttosto cattivella e politicamente scorretta. La partenza è fulminante, poi il ritmo cala gradualmente, ma il film resta ricco di strampalate figurine di contorno come il killer Joe Fischietto, mentre la Zeta-Jones è di una bellezza abbacinante. Minore ma con gusto.
MEMORABILE: L’ossessione per i denti bianchi; Il barone Krauss Von Espy; Fischietto scambia l’inalatore con la pistola; Il prologo con Geoffrey Rush.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Gestarsh99 • 16/10/11 02:13
    Scrivano - 14098 interventi
    Disponibile in edizione Blu-Ray Disc per Universal:



    DATI TECNICI

    * Formato video 1,85:1 Anamorfico 1080p
    * Formato audio 5.1 DTS: Italiano Francese Spagnolo Tedesco Portoghese
    5.1 DTS HD: Inglese
    * Sottotitoli Italiano Inglese NU Francese Tedesco Spagnolo Portoghese Ceco Danese Olandese Finlandese Greco Coreano Norvegese Polacco Portoghese Svedese Turco Cinese
  • Homevideo Rocchiola • 25/12/19 17:20
    Call center Davinotti - 1124 interventi
    Il bluray della Universal è ormai fuori catalogo e ha raggiunto quotazioni mediamente alte. Si tratta di un prodotto di buon livello con video pulito e dalla definizione discretamente incisiva. L'audio italiano in DTS 5.1 è mediamente potente e chiaro ed i dialoghi non appaiono troppo bassi.
    Ultima modifica: 10/06/20 12:04 da Rocchiola