Nel fantastico mondo di Oz

Media utenti
Titolo originale: Return To Oz
Anno: 1985
Genere: fantastico (colore)
Note: Da considerarsi come il seguito delle avventure di Dorothy nel film "Il mago di Oz" del 1939.
Numero commenti presenti: 16

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/07/07 DAL BENEMERITO FABBIU
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Fabbiu 24/07/07 13:48 - 2003 commenti

I gusti di Fabbiu

Ovvero quello che accadde a Dorothy dopo il ritorno da Oz, quindi un'altro viaggio a Oz. Poco originale e forse presuntuoso nel senso che non è molto attinente al romanzo originale (tant'è che l'uomo di latta e il leone codardo sono solo comparse), ma gli effetti speciali sono a dir poco splendidi, considerando l'età, per non parlare dell'accuratezza nelle scenografie di Oz e nelle nuove creature (Tic-Toc in primis, l'uomo Zucca e il sofà volante). Ci sono atmosfere quasi horror, una fotografia e atmosfere molto valide. Bellissimi i cattivi.
MEMORABILE: Il re degli gnomi, mostro di roccia, si mangia dolci d'argilla e beve argento fuso.

Ale nkf 5/05/09 20:40 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Film dell'85 che è considerato un vero e proprio capolavoro ma che purtroppo, forse perché considerato un film piuttosto vecchio, non trasmesso ormai da molti anni. Stupenda l'interpretazione di Dorothy e da vedere il pezzo in cui lei capisce il trucco per salvare i propri amici. Film assolutamente da vedere.

Rebis 14/04/10 15:41 - 2110 commenti

I gusti di Rebis

Avesse saputo che per curar le bizze della sua fantasia gli zii le avrebbero somministrato un elettroshock, Dorothy non si sarebbe tanto affannata per andarsene da Oz... La metà oscura filologica del film di Fleming (perché tratto anch'esso dal ciclo romanzesco di Baum) è un sequel tetro e minaccioso (quando non proprio horror), con una sceneggiatura appena sbozzata ma piena di idee e personaggi strabilianti. La disperata affezione al mondo magico e il timore di abbandonarlo lo rendono al tempo stesso più malato e sincero del capostipite... Preziosi gli SFX, molti in stop-motion. Da riscoprire.
MEMORABILE: I "Ruotanti"; Mombi, la regina dalle mille teste; la stanza degli oggetti...

Zeitgeist 5/09/10 14:14 - 4 commenti

I gusti di Zeitgeist

Bellissimo sequel del primo film con Judy Garland! Sono anni che non viene trasmesso in tv e in pochi lo ricordano, l'ho sempre preferito al suo predecessore: atmosfere molto più dark e inquietanti ma sopratutto niente tracce di musical lo rendono molto più interessante. All'estero è stato pubblicato in dvd, qui in Italia ancora nulla. Spero qualcuno abbia la sensibilità di riproporlo in tv e in commercio, le nuove generazioni lo amerebbero!
MEMORABILE: Dorothy ruba la polvere della vita mentre la strega Mombi dorme (senza testa).

Galbo 7/09/10 07:18 - 11576 commenti

I gusti di Galbo

Rischiosa sulla carta l'idea di produrre decenni dopo un sequel del capolavoro di Victor Fleming. A sorpresa, l'operazione può dirsi riuscita non tanto dal punto di vista del soggetto e dello sviluppo narrativo, quanto della realizzazione tecnica decisamente indovinata con un film dagli effetti speciali gradevoli e dall'atmosfera più dark rispetto al film originale.

Luchi78 19/06/12 11:42 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Affascinante l'utilizzo degli effetti speciali, che nonostante la veneranda età conferiscono al film un non so che di tetro e cupo, facendolo risultare anche più interessante dell'opera prima di Fleming, che nasceva però con altri presupposti e in un'altra epoca. La storia è arcinota, ma la visione scorre piacevole alternandosi tra colori vivaci e scenari immaginifici. Da riscoprire.

Ryo 2/06/12 18:21 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Seguito diretto del film del 1939 ma senza la componente musical. Si fa apprezzare per la trama scorrevole e rilassante e per i numerosi strambi personaggi incontrati da Dorothy. Gli effetti speciali sono gradevoli, sopratutto quelli in stop-motion, che per l'epoca valsero al film una nomination per gli effetti speciali.
MEMORABILE: I wheelers; Le teste di ricambio della regina.

Werebadger 1/08/12 19:35 - 270 commenti

I gusti di Werebadger

Sei mesi dopo la sua incredibile avventura, la piccola Dorothy torna a Oz: ma qualcosa di terribile è avvenuto in sua assenza. Sequel ideale del romanzo di Baum, ma dalle sorprendenti tinte orrorifiche: scordatevi del solare musical con la Garland, questo film è una tetra favola nera, cui molti film recenti (Il labirinto del Fauno) devono certamente molto. La Balk, nonostante la giovane età, recita in maniera assai convincente e credibile, Jean Marsh e Nicol Williamson sono due villains che non si dimenticano. Un film straordinario.
MEMORABILE: L'attacco dei Ruotanti; Il risveglio della Principessa Mombi; Il Re degli Gnomi.

Mutaforme 2/08/12 18:47 - 398 commenti

I gusti di Mutaforme

Piccolo gioiello, meno noto dell'originale, ma validissimo e proiettato in un'ottica molto più moderna. Merito degli effetti speciali che ancora oggi possono reggere. Memorabile la parte horror: in particolare la scena delle teste intercambiabili aggiunge quel tocco di originalità che affranca totalmente dai paragoni col film di Fleming. Il punto forte però sono i personaggi: Tic-Toc, l'uomo Zucca e il sofà volante non fanno rimpiangere affatto il trio originale (qui del tutto marginale). ***!

Pigro 16/03/13 09:38 - 8323 commenti

I gusti di Pigro

Il ritorno a Oz fa piombare Dorothy nello sfacelo di un paese in rovina. L’impressione è quella di un pasticcio, in cui confluiscono un po’ confusamente nuovi personaggi più arzigigogolati che evocativi (il soldato meccanico, la zucca, la testa d’alce, i ruotanti, il re degli gnomi). A moltiplicare l’effetto pacchianata è la pessima fotografia da telefilm, che deprime le invenzioni visive e l’atmosfera cupa che si vorrebbe raccontare. Ovvero: quando un montatore (Murch) decide di fare il regista, il risultato (brutto) si vede.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Rambo90 7/11/18 19:21 - 6674 commenti

I gusti di Rambo90

Sorta di sequel a tinte molto più dark del classico di Fleming. L'atmosfera è più quella di una fiaba nera, gli effetti speciali sono ovviamente molto più attuali e la produzione Disney per una volta evita stucchevoli canzoni preferendo un approccio quasi adulto. Il risultato complessivo è buono, anche se con qualche rallentamento nella parte centrale e l'inventiva di alcune sequenze davvero coinvolgente. Bene il cast.

Vito 24/02/19 17:04 - 686 commenti

I gusti di Vito

Dorothy nel paese degli orrori. Il paragone col film del '39 non va proprio fatto: questa produzione targata Disney è una strana fiaba dark - se non proprio horror - dalle atmosfere macabre, piena di creature spaventose, regine senza testa e mostri di tutti i tipi che spaventano a morte la piccola Fairuza Balk, la quale all'inizio scampa pure da una terapia con l'elettroshock! Pellicola passata un po' inosservata ma che con gli anni è diventata un vero e proprio cult, tra gli appassionati.

Noodles 11/06/19 00:11 - 1076 commenti

I gusti di Noodles

Dalle visioni oniriche del primo film all'atmosfera tetra e gotica di questo imperdibile sequel, tratto dal secondo e terzo volume di Baum. Oltre alla gran prova del cast e alla moltitudine di interessanti effetti speciali, è soprattutto da applausi la scenografia. Un'avventura che non annoia mai, piena di significati nascosti e di bellissimi personaggi. Non stanca mai.
MEMORABILE: Mombi senza testa che insegue Dorothy.

Fedeerra 2/03/21 23:13 - 582 commenti

I gusti di Fedeerra

Splendida fiaba nera, che dall’originale prende in prestito l’idea di partenza (e alcuni personaggi) ma che preferisce poi addentrarsi in strade ben più fosche e oscure. Lode per il casting, con una Jean Marsh indimenticabile e inquietantissima e una Fairuza Balk perfetta per il ruolo di Dorothy. A livello visivo è sicuramente tra i fantasy più belli della storia del cinema.

Bubobubo 30/03/21 15:39 - 1402 commenti

I gusti di Bubobubo

Come la più archetipica delle favole, anche la storia raccontata da Murch trae linfa da un sottotesto oscuro, quello della logorante quotidianità in cui viene coattamente costretta la mente (troppo) fantasiosa di Dorothy Gale (una brava Balk al suo esordio) molti anni dopo le sue prime magiche avventure. La tentazione adulta di rivisitare l'epopea in una Oz messa a soqquadro dai Ruotanti con una fuga psicotica della piccola Dorothy è fondata, specialmente per le chiare affinità somatiche fra i villain tra i due mondi: è un sottotesto che salva un film graficamente ormai vetusto.
MEMORABILE: Tik-Tok.

Giufox 7/04/21 15:07 - 54 commenti

I gusti di Giufox

Mutevole rilettura dei romanzi di Baum, si ritaglia il suo spazio aggiungendo tensione e personaggi alla trama, tra ospedali psichiatrici, regine con disturbi narcisistici e tocchi art déco/steampunk. Meno pomposo nelle scenografie e negli effetti (più stop-motion che animatronic) rispetto ad altri capisaldi del periodo (La storia infinita, Dark Crystal, Labyrinth), riesce a imprimersi per la sua vena dark ed alcune ingegnose trovate: i Wheelers richiamano I guerrieri della notte, le sequenze tra le montagne del Nome King s'ispirano a Tolkien. Bravo Murch a crederci e dirigere.
MEMORABILE: L'albero delle merende; Tik-Tok, Jack e Bilina; Mombi e i Wheelers; Gli sguardi di Dorothy/Fairuza Balk.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Rebis • 14/04/10 15:47
    Gestione sicurezza - 4300 interventi
    Anche se prodotto dalla Walt Disney Pictures il film va considerato un sequel in piena regola del film targato MGM/Warner Bros diretto da Fleming nel 1939 giacché, non solo è tratto da due dei 14 romanzi che configurano il ciclo di Oz scritti da Lyman Frank Baum (nello specifico il secondo e il terzo, rispettivamente "Il meraviglioso Paese di Oz" e "Ozma Regina di Oz"), ma le scarpette di rubini che vi compaiono sono un'invenzione originale del film di Fleming (nel primo romanzo di Baum, "Il meraviglioso Mago di Oz", infatti, sono d'oro).
  • Discussione Zeitgeist • 10/09/10 10:29
    Galoppino - 8 interventi
    trailer del film: http://www.youtube.com/watch?v=ipivUGVydMY
  • Homevideo Buiomega71 • 23/12/12 10:37
    Pianificazione e progetti - 22548 interventi
    In dvd per Walt Disney Family Classics dal 30/01/2013
  • Homevideo Darkknight • 28/01/13 20:39
    Magazziniere - 153 interventi
    Hallelujah
  • Curiosità Buiomega71 • 6/03/17 19:15
    Pianificazione e progetti - 22548 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv ( "Lunedìfilm", 4 gennaio 1988) di Nel fantastico mondo di Oz: